Cane castrato, tutto sul suo comportamento

Cane castrato, tutto sul suo comportamento
Ultima modifica 09.01.2024
INDICE
  1. Cane castrato, tutto sul suo comportamento
  2. Cos’è la castrazione del cane maschio?
  3. Come cambia il comportamento del cane dopo la castrazione?
  4. Vantaggi della castrazione del cane maschio
  5. Svantaggi della castrazione del cane maschio
  6. Fino a che età si può castrare un cane?

Cane castrato, tutto sul suo comportamento

Cane castrato comportamento: è questo uno degli aspetti più particolari che riguarda la sterilizzazione del cane maschio. Parliamo infatti di un intervento chirurgico che permette non solo di proteggere fido da eventuali malattie, ma anche di mutare alcuni aspetti caratteriali.

Prima di scoprire cosa può succedere a Fido dopo la castrazione, però, ricordati di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Cos’è la castrazione del cane maschio?

La castrazione del cane maschio è un intervento di routine nella chirurgia veterinaria proprio come la sterilizzazione delle cagne. La castrazione – detta anche orchiectomia – consiste nell'asportazione dei testicoli. L'intervento è poco invasivo e viene eseguito in anestesia totale: il veterinario effettua l'incisione della borsa scrotale, recide i funicoli spermatici e rimuove i testicoli.

L'orchiectomia è una operazione irreversibile che rende sterile il cane, ma esistono anche altri interventi che consentono di ottenere lo stesso risultato. Attraverso la vasectomia, ad esempio, vengono chiusi i dotti deferenti che trasportano verso l'esterno gli spermatozoi che vengono prodotti dai testicoli.

L'intervento non inibisce dunque la produzione dello sperma, ma rende non fertile il cane. La castrazione farmacologica invece corrisponde a un'alternativa a quella chirurgica. Avviene tramite l'impianto di un dispositivo sottocutaneo che rilascia un principio attivo in grado di bloccare la produzione del testosterone. L'infertilità dell'animale dura circa 6 mesi e inizia 5 settimane dopo l'inoculazione del farmaco.

Come cambia il comportamento del cane dopo la castrazione?

  • Riduzione dei comportamenti aggressivi verso gli altri cani o le persone
  • Riduzione della marcatura del territorio
  • Riduzione del vagabondaggio
  • Riduzione della tendenza a mimare la monta sulle gambe delle persone e gli oggetti
  • Riduzione dell'iperattività
  • Riduzione dei comportamenti distruttivi

Quando si decide di effettuare la castrazione sul proprio cane è importante essere consapevoli che l'animale potrebbe cambiare sia dal punto di vista fisico che caratteriale. Questa operazione infatti comporta una riduzione dell'aggressività nei cani maschi, proteggendoli di conseguenza anche dalle aggressioni per conquistare le femmine. Fido di solito diventa più docile e disposto alla socializzazione.

Dopo l'intervento potresti trovarti ad affrontare nuove esigenze del tuo pet. La castrazione infatti potrebbe causare un aumento del peso in particolare se fido non è molto attivo. L'appetito dunque tende ad aumentare, mentre il fabbisogno energetico e il metabolismo diminuiscono.

Vantaggi della castrazione del cane maschio

  • Riduce l'aggressività
  • Rende il cane più tranquillo
  • Previene i tumori

La castrazione permette di ostacolare il flusso di ormoni, cambiando il comportamento del cane in alcuni casi. Consente dunque di ridurre l'aggressività, se fido è irrequieto lo rende più calmo ed evita la tendenza a marcare il territorio.

In generale l'animale diventa più tranquillo e docile. Al tempo stesso la castrazione consente di prevenire le patologie legate agli organi sessuali, evitando la formazione di tumori e le malattie della prostata.

Svantaggi della castrazione del cane maschio

  • Aumento del rischio di alcune patologie
  • Complicazioni legate all'operazione
  • Aumento di peso

La castrazione può portare nei cani maschi l'aumento del rischio di sviluppare alcune patologie come l'ipotiroidismo, la displasia dell'anca o la rottura del legamento crociato del ginocchio.

Inoltre trattandosi sempre di un intervento chirurgico potrebbe verificarsi qualche complicazione. Infine i cani dopo la castrazione tendono ad aumentare di peso soprattutto se sono meno inclini all'attività fisica.

Fino a che età si può castrare un cane?

Prima di effettuare la castrazione non è solo fondamentale essere certi di quale sia l'età del cane, ma è essenziale attendere che il cane abbia raggiunto la maturità sessuale. Sia gli ormoni tiroidei T3 e T4 che il testosterone sono fondamentali per contribuire alla crescita sana di Fido. La produzione di tali ormoni infatti conduce verso la maturità sessuale. Se il cane viene castrato prima che vengano generati questi ormoni questo deficit potrebbe influenzare la salute, lo sviluppo e il sistema immunitario dell'animale.

Per capire quando sottoporre un cane maschio alla castrazione è essenziale rivolgersi sempre al proprio veterinario. Il momento giusto per effettuare la castrazione è infatti legato a diversi fattori come la taglia del cane, il comportamento, l'ambiente in cui vive e il suo stato di salute. Di solito, comunque, i cani di taglia piccola possono subire la castrazione già a partire dai 6 mesi d'età, mentre se fido è di taglia grande bisognerà attendere il periodo fra i 10 e i 18 mesi d'età.