Si può cambiare nome al cane? Come fare dal pedigree al microchip

Si può cambiare nome al cane? Come fare dal pedigree al microchip
Ultima modifica 23.02.2024
INDICE
  1. Cambiare il nome al cane: dal pedigree al microchip
  2. Cambiare nome al cane: il microchip
  3. Cambiare il nome al cane sul pedigree
  4. Cambiare il nome al cane adottato
  5. Come insegnare al cane il nuovo nome?

Cambiare il nome al cane: dal pedigree al microchip

Se hai appena adottato un cane al canile e ti chiedi se sia possibile cambiargli il nome, questo è l'articolo che stavi cercando. Abituare il cane a rispondere agli stimoli in modo diverso può non essere facile, specialmente con un animale avanti con gli anni. Tuttavia, niente è impossibile.

Inoltre, cambiare nome al cane può essere una questione più burocratica che altro. Se vuoi saperne di più, continua a leggere. Prima di continuare, però, ricordati di seguirci su Whatsapp per non perdere alcun aggiornamento su salute, animali e benessere.

Cambiare nome al cane: il microchip

L'anagrafe canina svolge un ruolo molto importante nel censimento dei nostri amici a quattro zampe, ma a fare fede in termini prettamente legali è perlopiù il nome del proprietario. Probabilmente, se stai adottando un cane al canile e intendi cambiargli il nome, potrai farlo cogliendo la palla al balzo e andando a modificare i dati presenti sul microchip. Dovrai presentarti all'ASL con i documenti per il passaggio di proprietà e il versamento per l'operazione.

Il microchip di un cane contiene tutte le informazioni necessarie per riconoscere l'esemplare e individuare il suo padrone. È obbligatorio per legge in Italia, e per nessun motivo è possibile vendere o regalare un animale che ne è sprovvisto.

Cambiare il nome al cane è una procedura che può essere effettuata senza passare dal microchip: fintanto che l'animale risponde al nuovo nome, e ne sei felice, quello che fa fede all'interno del microchip è il nome del proprietario.

Cambiare il nome al cane sul pedigree

Come abbiamo già detto, ha davvero poca importanza il nome che c'è scritto sul pedigree o sul microchip che registra il cane all'anagrafe canina. Quello che conta è il nome che si usa colloquialmente con lui, e che i dati del proprietario siano corretti. La documentazione è infatti indispensabile non tanto per documentare e catalogare il tuo animale, ma per rivolgersi a te e venirti a cercare in caso di ritrovamento dell'animale, per esempio, o di furto.

Il pedigree, documento che mostra la genealogia dell'animale e che viene considerato erroneamente come "non necessario", non può essere modificato per cambiare il nome al cane o al gatto.

Nella fattispecie, ti verrà chiesto di cambiare il nome al cane al momento dell'adozione, se cucciolo, e una volta scelto quello non potrai più cambiarlo. Non ha importanza: qualora avessi dei ripensamenti, quello che fa fede tra te e il cucciolo è solo il nome che usate tra di voi. A livello di documentazione, invece, il suo nome potrebbe essere quello scelto da qualcun altro (per esempio, dall'allevatore).

Un nome su un documento non dovrebbe impedirti di vivere la tua relazione con il nuovo arrivato in casa con meno piacere.

Cambiare il nome al cane adottato

A differenza dell'essere umano, il cane non è particolarmente interessato al suo nome. Rientra sicuramente tra le parole che riesce a capire e impara a riconoscerne il suono, certo, ma più che altro risponde ad esso con il desiderio di compiacere. Tuttavia, il modo di comunicare che hanno i cani si basa prevalentemente sull'odore e sul linguaggio corporeo. Dunque, la parola che trovi scritta sul collare è qualcosa che leggi solo tu, ma per cui il cane non mostrerà mai interesse.

In poche parole, il cane non assegna la sua identità al nome, tantomeno a quello che c'è scritto sui suoi documenti ufficiali all'anagrafe canina, o sul microchip. È il nome a cui lo abitui quello che fa davvero la differenza nel suo modo di reagire. Insegnare il nuovo nome a un cane e insegnargli a reagire ad esso è possibile. Quello che conta come sempre è avere pazienza.

Come insegnare al cane il nuovo nome?

  • Non chiamarlo per nome solo quando fa qualcosa di sbagliato
  • Guardalo negli occhi e usa una voce rassicurante chiamandolo col nuovo nome
  • Non cambiare il continuazione il nome dell'animale
  • Associa il nuovo nome a dei premi, magari in cibo

Quando si cambia il nome a un cane lo si deve fare con cognizione di causa. Scegli bene il nuovo nome, e assicurati di non cambiarlo per futili motivi: il cane potrebbe confondersi o soffrire dei continui cambiamenti. Stiamo parlando di un animale a cui piacciono le abitudini, e che è rassicurato dallo scorrere regolare degli eventi.

Se l'animale è anziano, potrebbe impiegare molti mesi perché sia in grado di accettare il suo nuovo nome. Se invece l'animale è stato maltrattato, sarà molto felice di non sentire più il suo vecchio nome, associandolo probabilmente a qualcosa di sbagliato o pericoloso per se stesso.

Molto spesso usiamo il nome del cane solo per dargli ordini o per sgridarlo quando fa qualcosa di sbagliato: se vuoi cambiare il nome, cerca di associarlo sempre a qualcosa di positivo e di buono. Il cibo è un esempio perfetto di quello che si può fare per aiutare un cane ad associare il suo nuovo nome a qualcosa di bello.