Come si fa a cambiare alimentazione al cane?

Come si fa a cambiare alimentazione al cane?
Ultima modifica 18.03.2024
INDICE
  1. Come si fa a cambiare alimentazione al cane?
  2. Quando cambiare il cibo al cane?
  3. Come variare l'alimentazione del cane?
  4. Come cambiare gradualmente alimentazione al cane?
  5. Cambio alimentazione cane, i sintomi
  6. Cosa succede al corpo quando si cambia alimentazione?
  7. Quali sono i cibi che il cane non digerisce?
  8. Quando cambiare crocchette al cane cucciolo
  9. Cambio alimentazione cane se ha la diarrea
  10. Ogni quanto cambiare gusto crocchette cane

Come si fa a cambiare alimentazione al cane?

Adottare un animale domestico non vuol dire soltanto ricevere e donare coccole e amore incondizionati, ma è anche una grande responsabilità. La dieta, per esempio, è un dettaglio non di poco conto e ci sono delle situazioni in cui cambiare alimentazione al cane è prioritario. Per sapere quando e come fare bisogna sempre fare un passaggio con il veterinario di fiducia.

La salute del cane dipende moltissimo dalla dieta e la dieta, a sua volta, varia a seconda dell'età, dello stile di vita e di eventuali problemi psicofisici. In più, può essere soggetta a variazioni per motivi esterni come l'indisponibilità di una specifica marca o il passaggio ad alimenti di costi differenti. 

Prima di approfondire, ricordatevi di unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Quando cambiare il cibo al cane?

Sono queste le ragioni principali per cui vale la pena cambiare alimentazione al cane. Il cane, infatti, non ha bisogno della stessa varietà degli umani. La sua gola è molto meno esigente. Ecco allora che, per mutare gusto, è sufficiente alternare qualche soluzione già testata e approvata dal nutrizionista che conosce pregressi clinici e caratteristiche del cane.

Come variare l'alimentazione del cane?

Cambiare l'alimentazione al cane non è semplice e immediato. Lo stomaco del cane ha infatti bisogno di tempo per abituarsi a nuove soluzioni alimentari, al di là del fatto che siano piatti che gli piacciano da morire. Non è mai consigliato fare un passaggio repentino, da un giorno all'altro.

Secondo gli esperti, si può cambiare sino a un quarto della pappa vecchia con quella nuova. Se non ci sono reazioni allergiche o conseguenze per la salute, si può procedere a inserire, poco alla volta, l'alimento prescelto dopo un confronto con il veterinario. In genere sono sufficienti un paio di settimane per completare il processo.

Come cambiare gradualmente alimentazione al cane?

Un passaggio graduale evita che il cane possa avere ripercussioni a livello gastrointestinale. Inoltre, in questo modo, il nostro amico animale avrà la possibilità di abituarsi al nuovo sapore, ma anche a consistenze diverse. Basti pensare alla differenza che c'è fra il cibo per cuccioli e quello per animali adulti.

Se non si cambia brand, è più facile che il mutamento avvenga facilmente. In ogni caso, lo confermerà lo specialista, prima di procedere all'acquisto è bene leggere attentamente l'etichetta e vedere se l'alimento confezionato abbia tutti i nutrienti di cui il cane necessita e nelle giuste quantità.

Diverso è il discorso se si opta per un'alimentazione casalinga del cane. Il bilanciamento di proteine, vitamine, minerali e fibre dipende dal proprietario, che deve essere adeguatamente formato, partendo dal presupposto che le materie prime devono essere sempre di ottima qualità.

Cambio alimentazione cane, i sintomi

Questi sono i sintomi che spesso colpiscono i cani che cambiano alimentazione troppo rapidamente. Sono i segnali tipici di un'intolleranza o di un'allergia. In casi del genere, in base alla gravità, lo specialista può consigliare di ridurre le quantità del nuovo cibo o di sospenderlo completamente. Fondamentale, per evitare problemi, è lasciarsi guidare da un esperto prima di stabilire eventuali variazioni.

Cosa succede al corpo quando si cambia alimentazione?

Cambiare alimentazione al cane in maniera repentina può portare ai disagi appena descritti, se invece avviene in maniera graduale il fisico ha il tempo di abituarsi senza effetti collaterali.

Questo succede a meno che non ci siano degli alimenti nocivi nella dieta del cane o si scopre che qualcosa sia maldigerita dall'esemplare in questione. Ecco perché consultare lo specialista ed evitare tutti quei cibi tossici per lo stomaco delicato del cane. 

Quali sono i cibi che il cane non digerisce?

Oltre a non essere digeribili, questi cibi sono altamente nocivi e anche letali. Se si è alla prima esperienza, è bene chiedere al veterinario di fiducia un elenco di tutto quello che è bene evitare per salvaguardare la salute del cane.

Quando cambiare crocchette al cane cucciolo

Anche il passaggio da cibo secco a cibo umido (e viceversa) può creare qualche problema. Ci vuole quindi la stessa attenzione precedentemente descritta. La cosa migliore sarebbe fare in modo che il cane – a prescindere dall'età – segua una dieta mista.

Per farlo, per esempio, si possono usare le crocchette come snack da rinforzo positivo, un premio da dare al cane quando si comporta bene in addestramento oppure semplicemente se ha un atteggiamento virtuoso che si vuole sottolineare.

Fondamentale è non sbagliare le quantità di cibo giornaliere da fornire al cane. Anche quelle sono commisurate all'età, alla sedentarietà o al movimento e alle condizioni di salute generali. L'obiettivo è che non prenda peso e che non vada incontro a tutte le patologie correlate all'obesità.

Cambio alimentazione cane se ha la diarrea

In caso di problemi intestinali come la diarrea, c'è un problema con la nuova dieta bene evidente dalla manifestazione del sintomo. Fare un passaggio graduale, anche se l'alimento in questione non dovesse essere totalmente nocivo, non farebbe che alimentare lo stato di malessere.

A maggior ragione, la situazione peggiorerebbe qualora ci fosse un'intolleranza o un'allergia. In tutti i casi è consigliato procedere con un cambio netto e fare di tutto perché il nostro cane si rimetta nel più breve tempo possibile.

Ogni quanto cambiare gusto crocchette cane

Cambiare alimentazione al cane significa anche variare i gusti della stessa tipologia di cibo. Nel caso delle crocchette, è consigliato apportare delle modifiche ogni tre mesi circa.

Non soltanto il cane potrà godere di una dieta più varia e piacevoli, ma si riducono anche eventuali allergie. Il segreto è far ruotare le proteine animali fra maiale, manzo, pollo. È bene alternare anche grasso e olio, le fonti di vitamine e minerali.