Caring

Bollino rosso e animali domestici: come arginare i rischi?

Bollino rosso e animali domestici: come arginare i rischi?
Ultima modifica 03.07.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Quali sono i rischi del bollino rosso temperature per gli animali domestici?
  2. Caldo intenso per i cani: quali sono i rischi e come intervenire?
  3. Bollino rosso per i gatti: quali sono i rischi e come intervenire?
  4. Conigli e caldo intenso: come difenderli?
  5. Roditori e bollino rosso: cosa fare per rinfrescarli?
  6. Come proteggere l'acquario durante il caldo intenso?
  7. Come proteggere i volatili se c'è il bollino rosso?

Quali sono i rischi del bollino rosso temperature per gli animali domestici?

  • Disidratazione;
  • Colpo di calore;
  • Malessere diffuso e grave;
  • Decesso.

Non sottovalutare mai i rischi del bollino rosso su cani e gatti, i quali rischiano tanto quanto gli esseri umani di manifestare problemi di idratazione e, nei casi peggiori, colpi di calore che possono gravemente compromettere la loro salute.

Caldo intenso per i cani: quali sono i rischi e come intervenire?

  • Irritazioni;
  • Scottature;
  • Dermatiti;
  • Eritemi;
  • Colpo di calore;
  • Danni neurologici;
  • Danni al sistema cardiovascolare;
  • Danni al sistema respiratorio;
  • Morte.

Un'esposizione ai caldi intensi che negli ultimi anni colpiscono l'Italia può risultare davvero pericolosa, soprattutto per i cani a rischio. Nella fattispecie, dobbiamo prestare particolare attenzione a cuccioli, cani malati, brachicefali, sovrappeso o in età avanzata.

Tra le peggiori conseguenze del caldo da bollino rosso troviamo di certo il colpo di calore, ovvero un episodio di ipertermia che, combinato alla scarsa capacità dell'animale di dissipare il calore, porta a vomito, diarrea, stato di confusione, inappetenza, ansimo costante, letargia.

In combinazione con la disidratazione, il colpo di calore può portare a conseguenze molto gravi dal punto di vista neurologico (ischemia o ictus), respiratorio e cardiovascolare.

Infine, i cani a pelo raso sono propensi anche alle scottature. Assicuriamoci che non trascorrano troppo tempo sotto al sole, specie nelle ore più calde.

Intervenire per aiutare il cane durante il caldo intenso richiede alcune modifiche del suo stile di vita. Innanzitutto bisogna limitare l'esercizio fisico, portando il cane fuori solo la mattina molto presto o la sera. Lasciamo al cane una o più fonti d'acqua, da cambiare spesso e da combinare con tanti cubetti di ghiaccio se necessario.

Tieni il cane lontano dal sole e mai, in nessun caso, lasciare il cane in automobile, specialmente durante l'estate, anche se il finestrino è aperto a fessura.

Se noti sintomi preoccupanti, contatta immediatamente il veterinario e fatti consigliare da lui sul modo migliore per aiutare l'animale.

Bollino rosso per i gatti: quali sono i rischi e come intervenire?

  • Respirazione a bocca aperta;
  • Frequenza respiratoria rapida;
  • Letargia;
  • Orecchie calde;
  • Lingua rosso vivo;
  • Debolezza;
  • Comportamento ansioso;
  • Vocalizzazione;
  • Gengive pallide o rosso scuro;
  • Vomito;
  • Diarrea;
  • Disidratazione.

Il gatto dissipa il calore attraverso le orecchie, la bocca e i cuscinetti. In una situazione di caldo da bollino rosso, tuttavia, il felino potrebbe non riuscire a "raffreddarsi" abbastanza in fretta. Questo è particolarmente vero negli esemplari sovrappeso, nei gatti con sottopelo molto folto, nei brachicefali (es: il Persiano) o in quelli in età avanzata.

Esistono alcuni modi per rendere meno spiacevole la vita del gatto durante il cado intenso. Per esempio, è importante lasciare al felino tanta acqua fresca, possibilmente da frigorifero, e farlo entrare in casa dove può beneficiare di una temperatura più fresca. Può rivelarsi utile anche bagnare i polpastrelli e il corpo del gatto con un panno bagnato, così da aiutarlo a  raffreddarsi.

In caso di sintomi persistenti, è sempre consigliabile contattare un veterinario per capire come muoversi e prendersi cura del gatto.

Conigli e caldo intenso: come difenderli?

  • Congela una bottiglietta d'acqua e avvolgila in un panno;
  • Bagna le orecchie del coniglio;
  • Cambia spesso l'acqua della ciotola;
  • Tieni il coniglio in casa, al fresco;
  • Offrigli frutta e verdura fresche.

Il colpo di calore nel coniglio è un problema da non sottovalutare. Quando l'animale manifesta sintomi come respiro affannoso, naso umido, occhi rossi, narici rosso scure e orecchie molto calde è fondamentale correre ai ripari.

Congelare una bottiglia d'acqua e avvolgerla in un panno, per lasciarla a disposizione dell'animale, è un metodo ottimo per aiutarlo a superare le ondate di caldo intenso. In questo modo potrà servirsene a piacere per dissipare la temperatura corporea.

Tenere il coniglio in casa, con una temperatura più fresca dovuta al climatizzatore o alla gestione degli scuri delle finestre, aiuta il coniglio a sentire meno il caldo. Acqua e frutta fresca (fare sempre molta attenzione alle dosi) possono dare un ulteriore sollievo.

Per qualsiasi dubbio sui sintomi del coniglio durante il caldo intenso, contattare immediatamente il veterinario.

Roditori e bollino rosso: cosa fare per rinfrescarli?

  • Posiziona la gabbia in un luogo fresco e ventilato, ma non umido;
  • Crea angoli freschi intorno alla gabbia con delle bottiglie d'acqua ghiacciata;
  • Non bagnare il manto roditore, per nessun motivo, anche se ha caldo;
  • Umetta con delicatezza solo le zampine e le orecchie;
  • Acqua nelle ciotole sempre fresca;
  • Cibi ricchi di vitamine da integrare al solito cibo.

Anche i roditori sono soggetti ai colpi di calore, ed è dunque importante che la gabbietta si trovi in un luogo riparato, ombroso e possibilmente fresco. Il roditore, come per esempio il criceto, non si lava mai con l'acqua, ma con l'apposita sabbietta; nonostante il cado da bollino rosso, dunque, cerchiamo sempre di non fargli un bagno fresco. Optiamo piuttosto per un panno freddo sulle zampe e sulle orecchie. Esse sono infatti molto vascolarizzate e aiutano a dissipare il calore.

Se noti che il roditore se ne sta tutto il tempo immobile, manifesta letargia, inappetenza e respiro affannoso, contatta immediatamente il veterinario per capire come intervenire al meglio.

Come proteggere l'acquario durante il caldo intenso?

  • Se possibile, trasferisci l'acquario nello scantinato;
  • In alternativa opta per delle ventole apposite per acquari;
  • Riduci le ore di illuminazione artificiale;
  • Mantieni l'acqua (compatibilmente con le specie) sotto i 27-28° C;
  • Lascia aperto il coperchio dell'acquario;
  • Rabbocca l'acqua che evapora;
  • Non usare cubetti di ghiaccio per raffreddare l'acquario.

L'acquario è un ecosistema estremamente sensibile che richiede attenzioni e cure particolari, specialmente quando le temperature toccano il bollino rosso. Non sempre i pesci manifestano sintomi chiari di malessere quando soffrono il caldo, ma potresti notare letargia o inappetenza. Altre volte, invece, si rischia semplicemente di svegliarsi una mattina e trovarli privi di vita.

In generale, i pesci dovrebbero sempre trovarsi alla temperatura ideale per la loro specie. Questo significa che il termostato dell'acquario va rimosso nel caso in cui dovesse attivarsi per scaldare l'acqua, anche quando si va in vacanza.

Evita di introdurre materiali freddi o cubetti di ghiaccio nella vasca: i pesci non gradiscono affatto le escursioni termiche. Infine, ricordati che l'illuminazione interna dell'acquario può riscaldare l'acqua. Riduci quindi le ore di luce per mantenere la temperatura a livelli accettabili.

Come proteggere i volatili se c'è il bollino rosso?

  • Bagni d'acqua col vaporizzatore spray;
  • Frutta fresca, compatibile con il regime alimentare della specie;
  • Disinfetta con frequenza la gabbietta per evitare infezioni (e cattivi odori);
  • Predisporre una vaschetta piena d'acqua pulita per permettere all'uccello di lavarsi quando vuole.

I volatili disperdono il calore attraverso la vasodilatazione e ai movimenti oscillatori del palato, nella parte superiori della gola. Vaporizzarli con l'acqua li aiuta a rinfrescarsi ed è sempre un modo divertente per giocare con loro.

Aiuta i tuoi uccelli a stare bene durante il bollino rosso integrando la loro dieta con melone, arance, fragole, anguria e banane in piccole quantità. Una volta finito lo snack, assicurati di rimuovere gli avanzi dalla gabbietta onde evitare che il calore li faccia irrancidire.

Se noti sintomi strani nel tuo uccello, come per esempio letargia, vocalizzi forti o inappetenza, contatta subito il veterinario specializzato in animali esotici.

Se volete saperne di più sull'argomento e su questi animali, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: