Tisane per Dormire: Esempi e Preparazione

Tisane per Dormire: Esempi e Preparazione
Ultima modifica 13.12.2019
INDICE
  1. Introduzione
  2. Disturbi del Sonno e Insonnia
  3. Abitudini e Stile di Vita
  4. Esempi di Tisane per Dormire

Introduzione

In caso di disturbi del sonno e difficoltà di addormentamento, le tisane per dormire rappresentano un rimedio naturale che potrebbe rivelarsi utile.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/12/13/tisane-per-dormire-orig.jpeg Shutterstock

Difatti, alcune erbe contengono sostanze attive capaci di favorire il rilassamento e il sonno che possono essere sfruttate per facilitare l'addormentamento. Naturalmente, non si tratta di farmaci, quindi non si può certo affermare che le tisane per dormire costituiscano una cura per i disturbi del sonno come l'insonnia; tuttavia, potrebbero rivelarsi utili rimedi nei casi più lievi e non patologici.

NOTA BENE

Anche se si stratta di rimedi naturali, ciò non significa che le tisane per dormire non presentino potenziali rischi. Le erbe in esse contenute, infatti, potrebbero dare origine ad effetti indesiderati in soggetti sensibili, così come potrebbero presentare controindicazioni (ad esempio, se ci trova in condizioni particolari - come la gravidanza - se si soffre di disturbi o malattie particolari, se si stanno seguendo terapie farmacologiche, ecc.). Da non dimenticare, inoltre, la possibile insorgenza di reazioni allergiche. Per tutte queste ragioni, è opportuno consultare il proprio medico prima di ricorrere all'uso di tisane per dormire.

Disturbi del Sonno e Insonnia

I disturbi del sonno come l'insonnia sono più diffusi di quanto si possa pensare. Caratterizzati da difficoltà di addormentamento, da risvegli molto frequenti o troppo precoci, oppure da un'inversione del ritmo sonno-veglia, essi sono imputabili a cause di diversa origine e natura. Dalle cause di natura psicologica (ad esempio, stress, pensieri e preoccupazioni), fino ad arrivare alle cause patologiche o all'assunzione di farmaci.

Il tipo di trattamento di questo tipo di disturbi del sonno dipende da diversi fattori, quali la causa d'origine e la gravità con cui il disturbo si manifesta. Se nei casi più severi l'intervento del medico è necessario, nei casi più lievi aventi cause non patologiche anche i rimedi naturali come le tisane per dormire potrebbero rivelarsi utili. A tutto questo, però, bisognerebbe associare piccole correzioni alle proprie abitudini e al proprio stile di vita. Di seguito, entreremo più nel dettaglio.

Abitudini e Stile di Vita

La capacità di dormire bene - sia qualitativamente che quantitativamente - è correlata anche alle abitudini e al proprio stile di vita. Di seguito verranno elencate alcune buone abitudini che possono favorire l'addormentamento e il sonno:

  • Durante la giornata e in particolare prima di coricarsi, limitare il consumo di alimenti o bevande eccitanti (ad esempio, caffè, tè, ecc.) che possono influenzare negativamente il sonno;
  • Limitare il consumo di alcolici;
  • Durante la cena, consumare un pasto leggero costituito da alimenti facili da digerire ed evitare le abbuffate;
  • Rendere il più confortevole possibile il luogo in cui si dorme in maniera tale da evitare che l'ambiente circostante (rumori, temperatura, luce, ecc.) possa alterare la qualità del sonno od ostacolare l'addormentamento;
  • Cercare di darsi orari regolari andando a dormire ogni giorno più o meno alla stessa ora e facendo altrettanto per il risveglio.

Esempi di Tisane per Dormire

Le piante dotate di proprietà sedative che possono essere utilizzate nella preparazione di tisane allo scopo di favorire il sonno sono diverse (informazioni più dettagliate in merito sono disponibili nell'articolo dedicato).

Di seguito, verranno riportati due esempi di tisane che possono rivelarsi un aiuto per dormire meglio. È, tuttavia, molto importante precisare che gli ingredienti utilizzati devono essere acquistati solo da rivenditori seri ed affidabili, assicurandosi che le piante che si acquistano siano adatte all'uso che se ne vuole fare (in questo caso, si tratterà di parti di piante adatte alla preparazione di tisane, quindi adatte ad un uso di tipo alimentare).

Esempio di Tisana alla Camomilla per Dormire Meglio

Gli ingredienti per la preparazione di questa tisana sono:

Preparazione

Con le suddette dosi è possibile realizzare una piccola scorta di preparato per tisane. Il procedimento per la preparazione della tisana vera e propria è il seguente:

  • Dopo aver miscelato le piante nelle sopra citate quantità, prelevare un cucchiaio della miscela e porlo in un recipiente o in una tazza.
  • La tisana deve essere preparata con la tecnica dell'infusione, quindi, è necessario versare sulla miscela di erbe dell'acqua bollente.
  • Dopodiché, coprire il recipiente e lascare in infusione per qualche minuto.
  • Filtrare e bere la tisana ancora calda prima di coricarsi.

Volendo, è possibile dolcificare la tisana con un po' di miele.

Proprietà

Camomilla, biancospino e tiglio vantano proprietà sedative che possono favorire il rilassamento e il sonno. Il biancospino, in particolare, può essere utile anche in caso di palpitazioni cardiache - ad esempio, dovute a stress e preoccupazioni - ed è considerato un ansiolitico naturale. Attenzione però, poiché può interferire con l'azione di farmaci utilizzati per il trattamento di problemi cardiaci, così come potrebbe essere controindicato in presenza di disturbi o patologie. Anche gli altri componenti della tisana potrebbero interferire con eventuali terapie farmacologiche o risultare controindicati in particolari condizioni. Se ci si trova in situazioni particolari, pertanto, è opportuno consultare il proprio medico.

Esempio di Tisana alla Valeriana per Dormire Meglio

Gli ingredienti sono:

Preparazione

Anche in questo caso, miscelando le suddette erbe nelle dosi indicate è possibile ottenere una piccola scorta di preparato per tisane.

Per preparare la tisana, si utilizza un cucchiaio del suddetto preparato su cui si dovrà versare acqua bollente. La preparazione, quindi, richiede sempre la tecnica dell'infuso. I passaggi sono gli stessi precedentemente descritti.

La tisana andrà bevuta ancora calda al momento di coricarsi e potrà essere dolcificata se si desidera.

Proprietà

Questa tisana può rivelarsi utile in caso di stati di agitazione e difficoltà di addormentamento di origine nervosa. La valeriana, infatti, ha proprietà sedative che risultano utili in presenza di manifestazioni ansiose; il luppolo esercita azioni tranquillanti e rilassanti; mentre la melissa può essere utile per contrastare non solo l'insonnia ma anche gli stati di agitazione. Tutte queste erbe potrebbero interferire con l'attività di farmaci sedativo-ipnotici o con psicofarmaci. Anche in questo caso, pertanto, in presenza di condizioni, disturbi, patologie o terapie farmacologiche in atto, è opportuno consultare il medico prima di assumere questa tipologia di tisane per dormire.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista