Aloe vera: Proprietà, Indicazioni e Usi

Aloe vera: Proprietà, Indicazioni e Usi
Ultima modifica 08.04.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Proprietà Lassative
  3. Proprietà Gastroprotettive
  4. Proprietà Antinfiammatorie
  5. Proprietà Cicatrizzanti e Dermoprotettive
  6. Proprietà Immunomodulanti
  7. Proprietà Antiossidanti
  8. Proprietà Antibatteriche
  9. Impieghi e Informazioni Importanti

Introduzione

L'aloe (nome scientifico Aloe vera) è una pianta appartenente alla famiglia delle Aloeaceae molto conosciuta ed apprezzata per le sue proprietà e per i suoi svariati utilizzi.

Aloe vera Indicazioni e Usi Shutterstock

L'aloe, infatti, è una pianta che trova impiego sia in campo erboristico e fitoterapico che in campo alimentare e cosmetico. Nel corso degli anni, all'aloe sono state attribuite moltissime proprietà - alcune confermate, altre smentite ed altre ancora in fase di studio - che ne hanno determinato i più svariati impieghi.

La parte utilizzata della pianta è costituita dalle foglie da cui è possibile ottenere - con diverse lavorazioni - due droghe distinte: l'aloe succo (ricco di antrachinoni) e il gel di aloe (contenente acqua, polisaccaridi, vitamine, aminoacidi, enzimi, acidi organici, mucillagini, ormoni vegetali, ecc.).

Le due droghe si caratterizzano per una diversa composizione chimica che ne determina differenti proprietà, quindi, differenti indicazioni ed utilizzi.

Per approfondire: Proprietà dell'Aloe: quali sono?

Proprietà Lassative

Le proprietà lassative attribuite all'aloe - e, più nel dettaglio, al succo estratto dalle sue foglie - sono riconducibili alla presenza di glucosidi antrachinonici, fra cui ritroviamo l'aloe-emodina, l'aloina, l'emodina. Si tratta di particolari sostanze che una volta giunte nell'intestino promuovono la secrezione di acqua ed elettroliti, stimolando la peristalsi intestinale e impedendone di conseguenza il riassorbimento.

L'attività lassativa esercitata dal succo di aloe è di tipo irritativo, piuttosto intensa, ed è stata ampiamente confermata e dimostrata, come del resto, quella di numerose altre droghe ad antrachinoni.

NOTA BENE: Nuovo Regolamento Europeo del 18 Marzo 2021

In data 8 aprile 2021 è entrato in vigore il divieto di commercializzare alimenti e integratori alimentari contenenti idrossiantraceni e loro derivati, una famiglia di molecole contenuta in diverse piante, come aloe, cassia, rabarbaro e senna.

Più nel dettaglio, il nuovo Regolamento Europeo del 18 marzo 2021 - entrato in vigore, per l'appunto, l'8 aprile 2021 - modifica l'allegato III del regolamento (CE) n. 1925/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio per quanto riguarda le specie botaniche contenenti derivati dell'idrossiantracene.

Il testo completo è consultabile cliccando qui. Tuttavia, possiamo riassumere i punti principali nel seguente modo:

  • Vengono aggiunte alla lista delle sostanze il cui impiego negli alimenti è vietato (allegato III parte A del suddetto regolamento):
    • Aloe-emodina e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza;
    • Emodina e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza;
    • Preparazioni a base di foglie di specie di Aloe contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Dantrone e tutte le preparazioni in cui è presente tale sostanza.
  • Vengono aggiunte alla lista delle sostanze il cui impiego negli alimenti è sottoposto alla sorveglianza della Comunità (allegato III parte C):
    • Preparazioni a base della radice o del rizoma di Rheum palmatumRheum officinaleBaillon e loro ibridi contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Preparazioni a base di foglie o frutti di Cassia senna contenenti derivati dell'idrossiantracene;
    • Preparazioni a base di corteccia di Rhamnus frangulaRhamnus purshianaDC. contenenti derivati dell'idrossiantracene.

Nota:

Spesso in commercio si trovano prodotti denominati come "Aloe succo"; tuttavia, in molti casi, il succo in questione è ottenuto dal gel di aloe ricavato dalla parte parenchimatosa centrale delle foglie e non dal succo propriamente detto che viene ricavato, invece, per percolazione dalle foglie della pianta incise.

Proprietà Gastroprotettive

Al gel di aloe sono attribuite proprietà gastroprotettive quando assunto per via orale che si rivelerebbero utili in caso di disturbi come gastriti o reflusso gastroesofageo. Tali proprietà sembrerebbero confermate da alcuni studi condotti in merito sia su animali che sull'uomo.

L'efficacia del gel di aloe nel conferire sollievo in presenza delle suddette patologie sembra essere riconducibile alla sua capacità di inattivare la pepsina in maniera reversibile e di inibire il rilascio di acido cloridrico interferendo con il legame dell'istamina con le cellule parietali gastriche.

Inoltre, il gel di aloe è in grado di esercitare un'azione lenitiva ed emolliente.

Proprietà Antinfiammatorie

L'azione antinfiammatoria ascritta all'aloe è stata ed è tuttora oggetto di diversi studi che sembrano averla confermata. Tali studi sono stati condotti sia su sostanze isolate dalla pianta - come ad esempio, l'aloe-emodina, l'aloina e la reina - sia sugli estratti ottenuti dalla pianta nel loro complesso.

Dalle ricerche condotte sembra che l'attività antiflogistica sia mediata dall'inibizione della produzione di prostaglandine, istamina e leucotrieni.

Proprietà Cicatrizzanti e Dermoprotettive

All'aloe vera gel sono attribuite anche proprietà cicatrizzanti e la capacità di favorire la guarigione delle ferite. Anche in questo caso, simili effetti sembrano essere sostenuti dai risultati ottenuti da ricerche condotte in merito, benché non vi siano approvazioni ufficiali per un uso clinico in questo senso.

Tuttavia, l'aloe gel è molto apprezzato e viene largamente impiegato in presenza di disturbi della pelle come scottature, ustioni, eritemi, irritazioni e arrossamenti.

Tali proprietà sembrano riconducibili al contenuto di polisaccaridi (incluse le mucillagini), ma non solo. Potrebbe esservi, infatti, anche il coinvolgimento di ormoni vegetali e composti terpenici contenuti nella pianta.

Alcuni studi suggeriscono, inoltre, un potenziale ed utile utilizzo dell'aloe gel contro le placche psoriasiche e contro la formazione e la guarigione di piccole ulcere.

Proprietà Immunomodulanti

All'acemannano contenuto nell'aloe vera sono attribuite proprietà immunomodulanti. Sembra, infatti, che esso agisca stimolando l'attività dei macrofagi, favorendo il rilascio di sostanze capaci di potenziare il sistema immunitario e potenziando l'attività delle cellule T.

Proprietà Antiossidanti

Diverse sostanze contenute all'interno dell'aloe - come i minerali e le vitamine - possiedono un'azione antiossidante che, di riflesso, viene attribuita anche alla pianta e ai suoi estratti.

Alcuni studi avrebbero confermato tali proprietà, mettendo in luce come anche gli antrachinoni possano essere coinvolti in quest'azione.

Proprietà Antibatteriche

Infine, ricordiamo anche le proprietà antibatteriche dell'aloe. La maggior parte degli studi che confermano tali proprietà è stata condotta in vitro. In particolare, è emerso che gli estratti di aloe - a diverse concentrazioni - sono in grado di esercitare un'azione antibatterica contro microorganismi quali Pseudomonas aeruginosa, Staphylococcus aureus, Klebsiella pneumoniae, Streptococcus pyogenes, Escherichia coli, Enterococcus faecalis.

Impieghi e Informazioni Importanti

Nonostante molte delle proprietà dell'aloe finora elencate sembrino essere confermate da alcuni degli studi svolti (alcuni, tuttavia, condotti solo in vitro o su animali e non in fase clinica), non è del tutto corretto parlare di vere e proprie indicazioni terapeutiche. Questo perché l'uso dell'aloe non è approvato per il trattamento di patologie e non rientra nella composizione di farmaci, ma solo di integratori alimentari che, pur tuttavia, potrebbero rivelarsi utili - in associazione ai trattamenti tradizionali - in presenza di alcuni disturbi e malattie.

Inoltre, si ricorda che, nonostante i prodotti per uso orale a base di aloe siano di origine naturale e siano liberamente acquistabili, è sempre opportuno chiedere il parere preventivo del proprio medico prima di utilizzarli.

Ad ogni modo, gli integratori a base di aloe vengono utilizzati solitamente per favorire un'azione emolliente e lenitiva sul sistema digerente, oltre che per favorirne la funzionalità, e per favorire la funzione depurativa dell'organismo.

I prodotti ad uso topico contenenti aloe, invece, sono di solito utilizzati in caso di irritazioni, arrossamenti, punture di insetto ed eritemi di varia origine.

Continua la lettura con: Aloe vera: Effetti Collaterali e Controindicazioni