Fitness per Anziani di R.Borgacci

Introduzione

Anziani e fitness: cosa c'è da sapere

L'andamento demografico contemporaneo evidenza un netto aumento dell'età media e una riduzione drastica della natalità; ciò significa che la popolazione degli anziani continua a salire vertiginosamente.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/05/27/fitness-per-anziani-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Si sa, l'epoca geriatrica è caratterizzata da una maggior incidenza di malattie, condizioni parafisiologiche, degenerazioni e molte altre complicazioni fisiche. Dati i fatti, per ragioni mediche ma anche di costi sanitari, è fondamentale capire in che modo ottimizzare lo stato di salute in questa fascia di popolazione.

Vari studi hanno dimostrato che l'attività fisica è un ottimo mezzo per rallentare e rendere meno problematico il processo dell'invecchiamento, mantenendo un buon stato di salute e prevenendo la perdita di funzionalità, la diminuzione dell'autonomia e la degenerazione muscolare ma anche nervosa centrale.

Più nel dettaglio, questi approfondimenti hanno evidenziato che un allenamento moderato, protratto con continuità e a tempo indeterminato, mirato in base alle esigenze soggettive, può aumentare l'aspettativa ma soprattutto la qualità della vita, ritardando l'insorgenza delle complicazioni associate all'età avanzata.

La medicina contemporanea da' sempre più spazio alla corretta informazione come mezzo preventivo, educando gli utenti ad esercitare attività motoria non solo a scopo ricreativo, ma anche come mezzo terapeutico.

In passato si ipotizzava che con l'avanzare dell'età sarebbe opportuno moderare l'esercizio fisico per ridurre le possibilità di infortunio. Al contrario, oggi si è consapevoli che tale correlazione è addirittura inversa; ovviamente, il fitness per gli anziani non è lo stesso per adulti o soggetti in età evolutiva. Bisogna infatti rispettare precise linee guida.

Il compito di personal trainer e tecnici sportivi è quello di educare l'anziano al fitness, seguendo sempre due crismi fondamentali:

  1. Collaborare con un medico, che valuterà la salute del soggetto. Si raccomanda sempre la certificazione medico-sportiva, almeno di base
  2. Proporre un piano di allenamento personalizzato, costruito in base alle esigenze.

Vantaggi e Benefici

Fitness per gli anziani: tutti i vantaggi e benefici

Per enfatizzare quanto importante sia praticare fitness anche in terza età, di seguito elencheremo i principali benefici e i vantaggi che può determinare sull'anziano:

Con l'avanzare degli anni, può comparire una lunga serie di problematiche fisiche che va a toccare un po' tutti i distretti del corpo. L'esercizio fisico motorio razionalizzato, ottimizzato e continuativo, fa sì che questa degenerazione rallenti e in alcuni casi regredisca.



Ginnastica Over 60 per Migliorare la Circolazione e Rinforzare le Articolazioni

X
  Problemi con la riproduzione del video? Ricarica da YouTube Vai alla Pagina del Video Guarda il video su youtube

Apparato Cardiocircolatorio

Fitness per anziani ed effetti sull'apparato cardiocircolatorio

Studi recenti hanno evidenziato che le persone anziane allenate, rispetto a coetanei non allenati, presentano:

Naturalmente, avere un cuore che funziona bene, significa avere meno problemi di salute e la possibilità di poter condurre una vita normale anche in tarda età.

Apparato Respiratorio

Fitness per anziani ed effetti sull'apparato respiratorio

Col passare del tempo l'apparato respiratorio tende a perdere funzionalità. Pare che gli agenti responsabili siano soprattutto:

  • diminuzione del numero e dell'elasticità dei capillari che irrorano i polmoni
  • perdita di funzionalità da parte dei muscoli respiratori
  • diminuzione dell'articolarità condro-costale
  • minore elasticità tissutale dei polmoni

La conseguenza è un'inesorabile compromissione della meccanica respiratoria e dello scambio gassoso tra aria e sangue. La respirazione diventa affannosa, diminuiscono la capacità vitale, il volume di riserva respiratorio ed inspiratorio, e aumentano lo "spazio morto" e il volume residuo. Correlato, ma non totalmente dipendente dai fattori citati, avviene anche un calo del VO2 MAX. Serve maggior impegno per sforzi anche blandi.

Ecco che gli esercizi di stretching per ritrovare la giusta mobilità articolare della cassa toracica, ginnastica respiratoria per riacquisire la giusta ventilazione, tonificazione dei muscoli respiratori e attività cardiovascolare generale, possono conferire all'anziano i giusti mezzi per far sì che il proprio sistema respiratorio riprenda a funzionare in maniera corretta.

Ossa e Articolazioni

Fitness per anziani ed effetti sull'apparato scheletrico

L'apparato scheletrico e le articolazioni, con il progredire dell'età, vanno incontro a vari fenomeni degenerativi; tra i vari: demineralizzazione ossea, che porta all'osteoporosi, fragilità e suscettibilità alle fratture, malattie reumatiche, artrosi ecc.

È risaputo che, quando le ossa vengono sollecitate in carico, riescono ad avere minori perdite di minerali e addirittura una leggera ricostruzione (1% su base periodica), mantenendo una discreta densità ossea. È altresì dimostrato che, per mantenere le articolazioni in salute, il miglior modo è tenerle in movimento ed evitare di sovraccaricarle – per scongiurare effetti negativi sulla cartilagine.

Sono diversi gli stimoli che si possono dare all'apparato scheletrico, da una semplice camminata ad esercizi con attrezzature "anisotoniche", fino alle attività di tipo aerobico arrivando all'utilizzo di apparecchi elettronici – come pedane vibranti.

Sistema Nervoso

Fitness per anziani ed effetti sul sistema nervoso

Il sistema nervoso è formato da particolari tipi di cellule (neuroni) che non sono in grado di riprodursi e che con il tempo calano sia di numero che di funzionalità. Le cause di questo tipo di degenerazione sono svariate, alcune di tipo fisiologico altre di tipo patologico. Logicamente un rallentamento del sistema nervoso coincide con un rallentamento delle funzioni cognitive (ma non solo) quindi con un peggioramento delle relazioni sociali.

L'attività motoria permette di ossigenare efficacemente il cervello, favorisce il passaggio nella barriera ematoencefalica dei neurotrasmettitori, da grosse stimolazioni propriocettive, e rallenta la degenerazione da vecchiaia.

I benefici che apporta l'allenamento a livello nervoso, si trasmettono poi a livello di attività quotidiane, l'anziano è più lucido e attento, ed è più in grado di rispondere agli stimoli esterni.

Stato Mentale

Fitness per anziani ed effetti sullo stato mentale

Per di più, il fitness aiuta a migliorare il tono dell'umore, contrastando sintomi depressivi ed ansiosi, anche grazie al ruolo di aggregazione sociale.

La solitudine e il senso di rassegnazione sono due fenomeni che spesso provocano grossi problemi alle persone anziane. Il fitness richiede socializzazione e determina un aumento della fiducia in sé stessi e dell'autostima.

Sistema Endocrino e Immunitario

Fitness per anziani ed effetti sul sistema endocrino e immunitario

Naturalmente le secrezioni ormonali con il progredire degli anni subiscono delle notevoli variazioni. I fenomeni a cui maggiormente assistiamo sono il calo degli ormoni "buoni" GH (quindi IGF-1), testosterone, DHEA, ormoni tiroidei, ed un possibile aumento degli ormoni dello stress (soprattutto cortisolo).

Anche il sistema immunitario viene intaccato e indebolito dalla senescenza. Alcune ricerche hanno evidenziato che il regolare esercizio fisico nell'anziano blocca i fenomeni degenerativi a carico dei sopradescritti apparati ed addirittura fa sì che essi riprendano a funzionare in maniera blanda ma con notevoli risultati a livello di benefico fisico per l'anziano.

Composizione Corporea

Fitness per anziani ed effetti sulla composizione corporea

A livello di composizione corporea, avvengono diversi tipi di cambiamento che sono causa di svariati problemi di salute. Ad esempio il corpo, con il progredire dell'età, è più soggetto a disidratazione. Questa può intaccare i dischi intervertebrali assottigliandoli e indebolendoli.

Si modifica anche il rapporto massa magra / massa grassa. I muscoli diminuiscono a favore del tessuto adiposo, causando problemi funzionali ed estetici. Il regolare esercizio fisico può far sì che il grasso diminuisca e il muscolo si ipertrofizzi.

Forza

Fitness per anziani ed effetti sulla forza

In terza età diminuisce anche la forza, per assottigliamento muscolare e minor attivazione nervosa. Le linee zeta dei fasci si rompono causando contrazioni meno funzionali e disordinate. Il numero e la grandezza dei mitocondri calano drasticamente. In poche parole, i muscoli non sono più in grado di assolvere pienamente i propri compiti. Anche in questo caso un regolare esercizio fisico, può far sì che

  • a livello muscolare si ristabiliscano determinati equilibri
  • le fibre di tipo bianco aumentino di numero
  • i mitocondri aumentino di numero e grandezza
  • il muscolo si vascolarizzi.

Citando alcune fonti:

  • In aggiunta all'obiettivo più comune di migliorare la funzione cardiovascolare e metabolica, gli interventi devono focalizzarsi anche sul miglioramento della massa muscolare, della forza, della flessibilità è della massa minerale ossa (BMD) - Buchner D et al Clin Geriatr Med 1992;8:1-17 Bassey E et al Clin Sci 1992;82:321-7.
  • La forza muscolare è associata in maniera indipendente alle abilità funzionali nell'anziano – Hyatt R et al Age Ageing 1990; 9:330-6 Buchner D, de Lateur BJ Ann Behav Med 1991;13:91-8.
  • L'esercizio aerobico non migliora significativamente la produzione di forza nell'anziano (Thompson R et al J Am Geriatr Soc 1988;36:130-5 Klitgaard H et al Acta Physiol Scand 1990)
  • Negli anziani la scarsa forza muscolare può diventare il fattore limitante per le attività quotidiane più della funzione cardiovascolare (Pendergast et al J gerontol 1993;45:61-7)
  • Inizialmente si pensava che l'incremento di forza causato dall'allenamento negli anziani fosse causato esclusivamente da adattamenti di tipo neurologico (Morirani et al J gerontol 1980;35:672-82) ma si è visto invece che avviene un'effettiva crescita della massa muscolare nei maschi quanto nelle femmine.

Dunque l'esercizio fisico porta benefici anche a livello muscolare, in maniera veloce e importante.

Bibliografia

  • AA.VV., "L'anziano in movimento" a cura di Lumia V. e Angeloni A., Roma Società Stampa Sportiva
  • Fox Bowers Foss "Le basi fisiologiche dell'educazione fisica e dello sport" Roma Il pensiero scientifico editore 1994
  • Giorni G., Minasso C. e Piccolo A., "Ginnastica per la terza età" Roma Edizioni Mediterranee 1983
  • Guyton "Trattato di Fisologia Medica" Padova Piccin Nuova Libraria 1995
  • Mariotti F., "Muoviti Anziano" Milano Sperling & Kupfer, 1986
  • Paoli A. "Body Building e terza età" presentazione in Power Point per corsi di formazione F.I.F.
  • Shephard R.J. "Attività fisica, invecchiamento, e salute" Milano McGraw-Hill 1998.
Riccardo Borgacci

L'autore

Riccardo Borgacci

Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer


Ultima modifica dell'articolo: 29/05/2019

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ