Farmaci e Cura del Neuroma di Morton di Ilaria Randi

Cos'è

Che cos'è il Neuroma di Morton?

Il neuroma di Morton è una patologia che può interessare uno dei nervi sensitivi interdigitali del piede. Più nel dettaglio, il neuroma di Morton è un tipo di fibrosi che si sviluppa a carico del tessuto nervoso che circonda il nervo sensitivo interdigitale in questione.

Il neuroma può colpire qualsiasi nervo interdigitale, ma - nella maggior parte dei casi - il nervo ad essere interessato è quello  posto fra il terzo e il quarto metatarso.

Generalmente, questa patologia colpisce pazienti di età compresa fra i 35 e i 50 anni, con un'incidenza maggiore fra le pazienti di sesso femminile.

Cause

Quali sono e Cause del Neuroma di Morton?

L'esatta causa responsabile dell'insorgenza del neuroma di Morton non è ancora del tutto chiara. È probabile che vi sia una concomitanza di più fattori predisponenti che concorrono l'un con l'altro nel dare origine al disturbo. Fra questi, l'anatomia del piede ha senza dubbio una certa rilevanza; difatti, pare che il neuroma di Morton si sviluppi più facilmente in quei soggetti in cui lo spazio fra un metatarso e l'altro è piuttosto ristretto, in quanto vi è uno sfregamento maggiore fra il nervo sensitivo interdigitale e le ossa metatarsali. Per lo stesso motivo, anche la presenza di anomalie e deformità dei piedi possono contribuire allo sviluppo della malattia. Altri fattori che possono essere implicati nell'insorgenza del neuroma di Morton sono:

Sintomi

Sintomi del Neuroma di Morton

Gli individui affetti da neuroma di Morton manifestano un forte dolore in corrispondenza della zona in cui si è sviluppata la fibrosi. Inoltre, è possibile percepire una sensazione di bruciore, intorpidimento o formicolio (parestesia).

Altri sintomi che possono manifestarsi sono ipoestesia, piedi gonfi e stanchi.

Infine, in corrispondenza del nervo interessato, si può notare la comparsa di un leggero avvallamento. In alcuni casi, invece, si può percepire la presenza di una massa dovuta allo stesso neuroma, oppure dovuta a un'eventuale cisti sinoviale ad esso associata.

Le informazioni riportate in questo articolo non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere qualsiasi farmaco per la cura del neuroma di Morton e prima di intraprendere qualsiasi altro tipo di trattamento.

Cura e Farmaci

Farmaci e cura del Neuroma di Morton

La risposta alla domanda "Come curare il neuroma di Morton?" può variare in funzione del momento in cui la patologia viene diagnosticata.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/07/23/farmaci-e-cura-del-neuroma-di-morton-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Quando la diagnosi è precoce e quando la sintomatologia è presente da meno di 6 mesi, solitamente, si tenta la risoluzione con un trattamento di tipo conservativo che può prevedere il ricorso a:

  • Fisioterapia (può essere effettuata sia con terapia manuale che mediante l'ausilio di ultrasuoni o laser ad alta potenza);
  • Crioterapia;
  • Sclero-alcolizzazione (tecnica che consiste nell'iniettare un alcol diluito a livello del neuroma allo scopo di distruggere le guaine del nervo, eliminando così il dolore; si tratta di una tecnica che pare essere efficace nell'80% dei casi);
  • Terapia farmacologica.

Volendo, nell'ambito del trattamento conservativo, è altresì possibile ricorrere all'uso di appositi plantari allo scopo di ridurre la compressione della zona in cui è presente il neuroma di Morton; tuttavia, non sempre questa strategia si rivela efficace e, in qualsiasi caso, non rappresenta una soluzione al problema, in quanto l'eventuale beneficio è solo temporaneo.

Cura farmacologica del neuroma di Morton

Il trattamento farmacologico del neuroma di Morton prevede sostanzialmente l'impiego di farmaci antinfiammatori allo scopo di ridurre l'infiammazione e il dolore che tipicamente accompagnano questa patologia.

In particolare, nell'ambito del neuroma di Morton, gli antinfiammatori di tipo steroideo - o corticosteroidi - vengono somministrati mediante infiltrazioni locali in corrispondenza del punto in cui si è formato il neuroma, eventualmente in associazione a farmaci anestetici locali.

Fra i principi attivi che si possono utilizzare in quest'ambito ricordiamo il metilprednisolone (Depomedrol®) e il desametasone (Soldesam®). Chiaramente, le infiltrazioni di corticosteroidi possono essere eseguite solo da personale medico specializzato.

Tuttavia, è bene precisare che il trattamento con corticosteroidi - soprattutto se effettuato ad alte dosi e se protratto per lunghi periodi - può causare danni ai tendini e ai legamenti del piede. Inoltre, quest'approccio farmacologico potrebbe non essere del tutto risolutivo e, di conseguenza, il dolore potrebbe ripresentarsi dopo qualche tempo.

Ad ogni modo, spetta allo specialista decidere se è il caso di procedere con le infiltrazioni di corticosteroidi e conseguentemente spetta sempre a questa figura sanitaria scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute del malato ed alla sua risposta alla cura.

Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico è generalmente riservato a quei casi in cui la sintomatologia dura da più di sei mesi e in cui i trattamenti conservativi si sono rivelati inefficaci. L'intervento consiste sostanzialmente nella rimozione di parte del nervo colpito dalla patologia. In molti casi, la chirurgia può essere risolutiva. Di contro, vi è la possibilità che in seguito all'intervento chirurgico del neuroma di Morton si manifestino complicazioni da non sottovalutare. Per maggiori informazioni in merito a questo tipo di trattamento, si invita alla lettura dell'articolo dedicato a questa malattia, cliccando qui.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


ARTICOLI CORRELATI

Dolore alla Pianta del Piede – Dolore Sotto il Piede Piede Diabetico Sindattilia Brachidattilia Sindrome di Pfeiffer Prurito ai Piedi Formicolio ai Piedi Piede Equino Tiloma: Cos’è? Cause, Sintomi e Cura Duroni: Cosa Sono? Cause, Sintomi e Cura Dita del Piede: Cosa e Quali Sono? Anatomia, Funzione e Patologie Come Si Chiamano le Dita dei Piedi - Nome delle Dita dei Piedi Alluce valgo Astragalo (Osso) Calcagno Disidrosi Dolore al Tallone Falangi Mani Piedi Bocca - Malattia Metatarsalgia Metatarsi Neuroma di Morton Occhio di Pernice Ossa del Piede Piede Piede Cavo Piedi gonfi in gravidanza Piedi Piatti Principali anomalie podaliche e conseguenze posturali Puzza dei piedi Riflessologia Plantare Rimedi Mani e Piedi Freddi - Cosa Fare Rimedi Puzza dei Piedi Spina Calcaneare Talloni Screpolati Tallonite Tallonite - Farmaci per la Cura della Tallonite Tarso - Ossa del Tarso Tendinite al Piede Piedi gonfi e stanchi: cause e soluzioni Farmaci per la cura della Tigna del Piede Piede Diabetico - Cosa Fare e Cosa Non Fare Piede diabetico: diagnosi, cura e trattamento Talloni screpolati: prevenzione e trattamento Aracnodattilia - Cause e Sintomi Brachidattilia - Cause e Sintomi Dolore al piede - Sintomi e cause di Dolore al piede Dolore al tallone - Sintomi e cause di Dolore al tallone Fascite plantare, rottura dell’aponeurosi e taping kinesiologico Importanza dei corretti appoggi podalico ed occlusale Metatarsalgia - Sintomi e cause di Metatarsalgia Piedi su Wikipedia italiano Foot su Wikipedia inglese