Farmaci per la Cura del Naso Chiuso
Ultima modifica 01.04.2020
INDICE
  1. Definizione
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Farmaci

Definizione

Cos'è il Naso Chiuso?

Il naso chiuso (o congestione nasale) è un disturbo assai comune delle vie respiratorie in cui, a causa di un processo infiammatorio e/o all'accumulo di muco nella cavità nasale, il soggetto affetto lamenta difficoltà a respirare.

Cause

Quali sono le Cause del Naso Chiuso?

Il naso chiuso è l'immediata espressione di un processo infiammatorio a carico dei tessuti di rivestimento nasali che, inevitabilmente, favorisce l'accumulo di muco nel naso.

Il naso chiuso è correlato a numerosissime malattie o condizioni pseudo patologiche: allergie, deviazione del setto nasalefumoinfluenza, ingrossamento delle adenoidipoliposi nasalerinite e sinusite.

Sintomi

Come si manifesta il Naso Chiuso?

Fermo restando che, generalmente, il naso chiuso è esso tesso un sintomo, ciò che caratterizza la congestione nasale è la difficoltà ad inspirare ed espirare correttamente. Oltre alla dispnea, il naso chiuso può causare: apnee notturne, deficit del linguaggio, difficoltà uditive, ipossialacrimazionemal di testa, malessere generale, sonno di qualità scadente, tosse.

Le informazioni sui Farmaci per la Cura del Naso Chiuso non intendono sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. Consultare sempre il proprio medico curante e/o lo specialista prima di assumere qualsivoglia tipologia di Farmaci per la Cura del Naso Chiuso.

Farmaci

Quali Farmaci sono utili contro il Naso Chiuso?

Ogni individuo, almeno una volta nel corso della vita, viene colpito da congestione nasale. Il naso chiuso, difatti, costituisce un disturbo assai comune, un sintomo ricorrente in numerosissime malattie. Fortunatamente, il naso chiuso è generalmente una condizione transitoria, che può svanire anche senza l'ausilio di farmaci o trattamenti specifici.

Ad ogni modo, in occasione di una congestione nasale persistente o particolarmente fastidiosa, è consigliato il parere del medico, indispensabile per orientare il paziente affetto verso la cura più adeguata.

La terapia dipende dalla causa che si pone alle origini del naso chiuso. Ad esempio, abbiamo visto che il raffreddore è sempre contraddistinto dall'accumulo di muco nelle cavità nasali; di conseguenza, la somministrazione di farmaci antipiretici ed antinfiammatori (FANS) - favorendo la guarigione della malattia - può agevolare anche se indirettamente, la liberazione del naso dal muco in eccesso.

Ancora, il naso chiuso è un sintomo distintivo di allergie stagionaliriniti allergiche: in simili frangenti, la somministrazione di antistaminici, eventualmente associati a corticosteroidi, risulta particolarmente efficace.

Per il trattamento sintomatico del naso chiuso, invece, sono particolarmente indicati i farmaci ad azione decongestionante.

In assenza di gravi cause patologiche di base che necessitano di un appropriato trattamento, è altresì possibile ricorrere all'uso di rimedi naturali per cercare di trarre sollievo dalla spiacevole condizione di naso chiuso. Fra tali rimedi, i suffumigi arricchiti con oli essenziali dotati di proprietà antinfiammatorieantisettiche, decongestionanti ed espettoranti sembrano essere la soluzione più efficace dal momento che possono velocizzare i tempi di guarigione e favorire la liberazione del naso chiuso. In questo senso, esempi degli oli essenziali più indicati sono quelli di eucaliptolavandalimone e menta.

Di seguito sono riportate le classi di farmaci maggiormente impiegate nella terapia contro il naso chiuso, ed alcuni esempi di specialità medicinali; tuttavia, spetta al medico scegliere il principio attivo e la posologia più indicati per il paziente, in base alla gravità della malattia, allo stato di salute del malato ed alla sua risposta alla cura:

Farmaci Decongestionanti

I farmaci decongestionanti sono quelli maggiormente impiegati nel trattamento sintomatico del naso chiuso, grazie al sollievo pressoché immediato che sono in grado di conferire. Il loro impiego, tuttavia, dovrebbe avvenire solo per brevi periodi di tempo, difatti, l'abuso di questi farmaci può paradossalmente peggiorare i sintomi del naso chiuso, oltre a provocare insonnia, irritabilità e mal di testa. I decongestionanti possono rientrare nella composizione di medicinali per uso locale (spray nasali) o per uso orale. Di seguito, verranno riportati un paio di esempi.

  • Oximetazolina, o ossimetazolina che dir si voglia (Vicks sinex, Neo Borocillina Nasale®): principio attivo che rientra nella composizione di diversi medicinali in forma di spray nasali. Le dosi possono variare in funzione del medicinale impiegato, pertanto, si rimanda alla lettura del foglietto illustrativo.
  • Pseudoefedrina (Actifed compresse®, Actifed sciroppo®, Actigrip®): la pseudoefedrina è uno dei principi attivi maggiormente utilizzati come decongestionante nasale per via orale. Essa rientra nella composizione di moltissimi medicinali, generalmente, in associazione ad altri principi attivi, quali paracetamolo, ibuprofene, desloratadina, ecc.
Per approfondire: Farmaci Decongestionanti

Farmaci Antistaminici per liberare il Naso Chiuso dipendente da Allergie

Gli antistaminici risultano utili nei casi in cui il naso chiuso rappresenta la conseguenza e il sintomo di un'allergia. In questo senso, gli antistaminici servono per ridurre la risposta dell'istamina, sostanza azotata implicata nelle reazioni allergiche, appunto. Di seguito, alcuni esempi di antistaminici utilizzati in terapia.

  • Azelastina (Allespray®, Dymista®, Rinazina Antiallergica®): il principio attivo rientra nella composizione di diversi spray nasali e anche di alcuni colliri.
  • Desloratadina (Aerius®, Aerinaze®): si tratta di un principio attivo somministrabile per via orale e largamente impiegato nel trattamento della rinite allergica stagionale nell'ambito della quale il naso chiuso è uno dei sintomi più comuni.
  • Cetirizina (Ceteris®, Cerchio®, Formistin®, Reactine®): la cetirizina è un altro principio attivo largamente impiegato nel trattamento delle riniti allergiche stagionali e perenni e risulta particolarmente utile nel contrastarne soprattutto i sintomi nasali (fra cui il naso chiuso) e oculari. Disponibile in compresse o in soluzione orale, la cetirizina è utilizzata sia da sola che in associazione a decongestionanti quale è la pseudoefedrina.

Farmaci Corticosteroidi per trattare il Naso Chiuso dipendente da Allergie

In presenza di allergie, anche il ricorso ai corticosteroidi potrebbe rendersi utile. Naturalmente, sarà il medico a stabilire se e quando iniziare un trattamento farmacologico di questo tipo, dal momento che si tratta di potenti farmaci antinfiammatori capaci di modulare la risposta del sistema immunitario e di provocare effetti indesiderati anche piuttosto gravi.

Il ricorso ai corticosteroidi, generalmente, è riservato ai casi in cui gli antistaminici da soli non sono sufficienti a tener sotto controllo il disturbo allergico.

  • Fluticasone (Dymista®): è un principio attivo impiegato per via nasale soprattutto nel trattamento dell'asma, ma può essere utilizzato anche nel trattamento della rinite allergica e del naso chiuso che ne consegue, ad esempio, in associazione ad antistaminici come l'azelastina.
  • Mometasone (Brusonex®, Nasonex®): in forma di spray nasale, il mometasone viene largamente utilizzato nel trattamento dei sintomi della rinite allergica in adulti e bambini, fra cui ritroviamo, appunto, il naso chiuso. In forma di polvere per inalazione, invece, trova impiego nella terapia dell'asma; mentre in forma di crema e unguento cutanei viene utilizzato nell'ambito della terapia della dermatite atopica e della psoriasi.
  • Prednisone (Deltacortene®): somministrato per via orale, il prednisone è riservato al trattamento dei casi gravi di malattie allergiche che non sono adeguatamente tenute sotto controllo da altri farmaci.

Farmaci per liberare il Naso Chiuso nel contesto di Raffreddore ed Influenza

I farmaci che possono essere utili per liberare il naso nel contesto di raffreddore e influenza sono sostanzialmente i già menzionati farmaci decongestionanti. Nell'ambito di queste malattie è altresì possibile ricorrere all'uso di altri farmaci per curarne i sintomi che spesso si associano alla congestione nasale, quali ad esempio febbre e dolori ossei. In questo senso, molto utili risultano gli antipiretici come il paracetamolo (Tachipirina®) e gli antinfiammatori non steroidei (FANS) come ad esempio l'ibuprofene (Actibu Febbre e Dolore®, Antalfebal®) e i salicilati come l'acido acetilsalicilico (Aspirina®).

Raffreddore e influenza sono di norma provocati da infezioni virali per il trattamento delle quali, tuttavia, il ricorso all'uso di farmaci antivirali si rivela decisamente inutile.

Gli antibiotici sono efficaci SOLO nei casi in cui vi sia la presenza di una sovrainfezione batterica che dovrà essere accuratamente diagnosticata dal medico. L'uso di antibiotici senza necessità terapeutica, infatti, favorisce il fenomeno dell'antibiotico-resistenza, un problema sempre maggiore negli ultimi anni.

Ad ogni modo, i farmaci che si possono utilizzare per trattare influenza, raffreddore ed eventuali sovrainfezioni batteriche non sono direttamente efficaci nell'eliminare il problema del naso chiuso, ma possono velocizzarne la risoluzione contribuendo a risolvere la causa scatenante il sintomo.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista