Farmaci per trattare Sintomi e Disturbi associati all'Autismo

Farmaci per trattare Sintomi e Disturbi associati all'Autismo
Ultima modifica 10.07.2020
INDICE
  1. Definizione
  2. Cause
  3. Sintomi
  4. Farmaci

Definizione

L'autismo è un disturbo dello sviluppo neuropsichico che si manifesta con specifiche caratteristiche cognitive, comportamentali e sensoriali. Di solito, l'autismo si manifesta entro i primi tre anni di vita e permane per tutta la vita, con maggiore prevalenza negli individui di sesso maschile rispetto a quelli di sesso femminile.

Cause

Si ritiene che le basi eziologiche dell'autismo siano multifattoriali e che vi possa essere il coinvolgimento di fattori di tipo genetico, ambientale e neurologico.

Sintomi

Le caratteristiche della sintomatologia clinica possono essere eterogenee e variare sia in termini di complessità che di severità, oltre che presentare un'espressione variabile nel tempo.

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-5) indica che il disturbo dello spettro autistico si caratterizza per la presenza di deficit persistenti della comunicazione sociale e dell'interazione sociale e di schemi di comportamento, interessi o attività ristretti, ripetitivi.

Le persone autistiche possono presentare difficoltà nel comunicare, nel relazionarsi con gli altri e nell'adattarsi all'ambiente che li circonda.

Inoltre, può accadere che negli individui autistici si manifestino altri disturbi (disturbi associati) quali, ad esempio, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), l'epilessia e la sindrome di Tourette.

Per approfondire: Sintomi Autismo

Farmaci

Non esistono farmaci per trattare l'autismo.

Gli interventi che si possono mettere in pratica sono di supporto e mirano a sostenere positivamente la traiettoria evolutiva dell'individuo autistico. 

Si raccomanda che gli interventi siano personalizzati per ciascun individuo.

Sulla base della valutazione dello specialista che ha preso in carico la persona, possono essere utili le terapie cognitivo-comportamentali, la terapia familiare e gli interventi educativi. Queste strategie, infatti, cercano di migliorare le capacità comunicative e le abilità sociali e comportamentali degli individui.

Il trattamento farmacologico, invece, quando necessario, è generalmente finalizzato alla cura di eventuali disturbi associati (come l'epilessia o la sindrome da deficit di attenzione e iperattività) e al miglioramento di eventuali sintomi come, ad esempio, irritabilità e aggressività.

Nel caso in cui vi sia la presenza di disturbi del sonno, invece, può essere utile l'assunzione di melatonina (da utilizzarsi solo dietro consiglio medico e comunque solo dopo aver consultato questa figura sanitaria).

NOTA BENE

Di seguito sono riportati alcuni dei farmaci che il medico specialista può decidere di usare nel trattamento dei sintomi e dei disturbi eventualmente associati all'autismo. Le informazioni riportate hanno solo un fine illustrativo.

La scelta di intraprendere un determinato trattamento farmacologico o meno, così come la scelta del tipo di farmaco da usare e la sua posologia spettano solo ed esclusivamente al medico che ha in cura il paziente.

Per qualsiasi dubbio, pertanto, rivolgersi sempre al medico.

Metilfenidato

Il metilfenidato è un principio attivo a struttura benzil-piperidinica che possiede indicazioni specifiche per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) che può associarsi all'autismo.
Per espletare la sua azione terapeutica viene somministrato per via orale.

Farmaci Antiepilettici

I farmaci antiepilettici vengono impiegati nel trattamento dell'epilessia che può eventualmente manifestarsi negli individui autistici.

Fra i diversi farmaci che si possono impiegare ricordiamo il sodio valproato. Questo principio attivo svolge un'azione anticonvulsivante ed è disponibile per la somministrazione orale. Nei bambini risulta particolarmente indicato l'utilizzo della soluzione orale o del granulato per soluzione orale.

Per ulteriori informazioni riguardanti la terapia dell'epilessia, si rimanda all'articolo dedicato "Farmaci per la Cura dell'Epilessia".

Farmaci Antipsicotici

Se lo ritiene necessario, il medico specialista potrebbe decidere di prescrivere la somministrazione di farmaci antipsicotici per trattare irritabilità e aggressività che possono manifestarsi in persone autistiche.

Il principio attivo maggiormente impiegato in questi casi è il risperidone, un antipsicotico atipico disponibile in diverse forme farmaceutiche adatte a diverse vie di somministrazione.

Per approfondire: Autismo Autismo - Cause, Sintomi, Trattamento

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista