Erbe Utili contro l'Insonnia: quali sono?

Erbe Utili contro l'Insonnia: quali sono?
Ultima modifica 18.12.2019
INDICE
  1. Introduzione
  2. Disturbi del Sonno e Insonnia
  3. Piante Medicinali

Introduzione

Il vastissimo mondo dei rimedi naturali comprende diverse erbe e piante che possono essere sfruttate per favorire l'addormentamento e il sonno nei casi in cui questi risultino essere alterati.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/12/18/erbe-orig.jpeg Shutterstock

Fermo restando che l'efficacia di un rimedio potrebbe variare da individuo a individuo, è opportuno sottolineare che il ricorso alle erbe per il trattamento dell'insonnia, in linea generale, è utile solo nei casi più lievi e comunque di origine non patologica. I casi più severi di insonnia e/o su base patologica, invece, richiedono l'intervento del medico.

Nota: questo articolo intende aiutare il lettore nella rapida identificazione dei rimedi naturali utili per contrastare l'insonnia. Per alcuni rimedi elencati, tale utilità potrebbe non essere stata confermata da sufficienti verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico. Inoltre, qualsiasi rimedio naturale presenta potenziali rischi e controindicazioni.
Se disponibile, consigliamo pertanto di cliccare sul link corrispondente al singolo rimedio per approfondire l'argomento. In ogni caso, ricordiamo l'importanza di evitare l'autoterapia e di consultare preventivamente il proprio medico per accertare l'assenza di controindicazioni ed interazioni farmacologiche prima di assumere qualsiasi tipologia di erbe o loro derivati per contrastare l'insonnia.

Disturbi del Sonno e Insonnia

Con il termine insonnia si vuole indicare un disturbo caratterizzato da difficoltà di addormentamento e da un sonno alterato sia dal punto di vista quantitativo sia dal punto di vista qualitativo. Il risultato è un riposo insufficiente e/o disturbato che non consente all'individuo di recuperare le energie.

Cause dell'Insonnia

Le cause dell'insonnia possono essere molteplici e avere origini differenti. In molti casi, l'insonnia è provocata da cause di natura psicologica, da stress, preoccupazioni e/o abitudini sbagliate; ma vi sono anche casi in cui il disturbo può essere causato da patologie - o esserne la conseguenza - o dall'assunzione di farmaci.

Trattamento dell'Insonnia

Il trattamento dell'insonnia è soggetto a numerose variabili. In funzione della causa scatenante e della gravità con cui il disturbo si presenta, infatti, è possibile aggredire il problema in differenti modi.

Nei casi più gravi, normalmente, è richiesto l'intervento del medico che, se lo ritiene necessario, può prescrivere al paziente l'assunzione di farmaci per dormire (sedativo-ipnotici o farmaci ipnotico-sedativi, che dir si voglia).

Nei casi più lievi e di origine non patologica, anche i rimedi naturali a base di erbe potrebbero rappresentare un aiuto.

Piante Medicinali

Di seguito verranno elencate le principali piante medicinali che possono essere utilizzate in caso di insonnia. Ricordiamo ancora una volta che, nonostante si tratti di prodotti naturali, l'impiego di piante medicinali e di prodotti che le contengono può comunque portare alla comparsa di effetti collaterali o reazioni allergiche, così come possono presentare controindicazioni (ad esempio, se ci si trova in condizioni particolari - come la gravidanza o l'allattamento - se si soffre di disturbi o malattie o in caso di terapie farmacologiche in atto). Per questi motivi, prima di decidere di curare l'insonnia con le erbe, sarebbe bene consultare sempre il proprio medico.

Erbe Utili contro l'Insonnia

  • Biancospino: si tratta di una pianta dalle note proprietà sedative, particolarmente utili in caso di stati ansiosi. Agisce anche a livello cardiaco e viene spesso impiegato in presenza di lievi palpitazioni cardiache. A causa dell'azione esercitata sul cuore, può interferire con medicinali cardioattivi.
  • Camomilla comune: la camomilla è forse la pianta più nota per le sue proprietà sedative, anche se sono piuttosto blande rispetto ad altre piante medicinali.
  • Escolzia: l'escolzia è dotata di proprietà sedative che vengono esercitate direttamente a livello centrale, per questo motivo viene largamente sfruttata nella medicina popolare per il trattamento dell'insonnia.
  • Gelsomino: i sali da bagno all'essenza di gelsomino vengono utilizzati come blandi sedativi. In questo caso, quindi, l'azione è determinata dall'odore sprigionato dall'olio essenziale della pianta (per maggiori informazioni, leggi anche: Effetti e Proprietà degli Oli Essenziali).
  • Iperico: anche noto come erba di San Giovanni, l'iperico è molto conosciuto per le sue proprietà antidepressive. Tuttavia, forse non tutti sanno che a questa pianta sono ascritte anche proprietà ansiolitiche che possono rivelarsi molto utili in caso di insonnia causata da stati ansiosi.
  • Lavanda: all'olio essenziale di lavanda sono ascritte proprietà modestamente sedative, per questo esso viene spesso utilizzato per contrastare agitazione, irrequietezza e insonnia, soprattutto in ambito aromaterapico.
  • Luppolo: al luppolo sono ascritte proprietà sedative che si rivelano utili per contrastare irrequietezza, stati di agitazione e ansia, eccitazione nervosa e insonnia. Non sorprende, infatti, che esso rientri nella composizione di diverse tisane utilizzate per contrastare i disturbi del sonno.
  • Meliloto: il meliloto è dotato di blande proprietà sedative, ma in erboristeria è più conosciuto e utilizzato per le sue attività antiedemigene e antiessudative.
  • Melissa: la melissa è una pianta dalle ben note proprietà sedative e antispastiche ampiamente utilizzata per contrastare insonnia e stati d'ansia associati a somatizzazioni viscerali.
  • Passiflora: la passiflora è un'altra pianta dotata di proprietà sedative e antispastiche che trova impiego nel trattamento di stati ansiosi associati a irrequietezza e insonnia.
  • Valeriana: la valeriana è, con molta probabilità, la pianta medicinale con proprietà sedative per eccellenza. Trova impiego come rimedio contro insonnia, agitazione, irrequietezza, stress e stati ansiosi.
  • Tiglio: anche il tiglio vanta proprietà sedative, per questo viene spesso utilizzato in associazione ad altre piante con analoghe proprietà.

Nota: poiché tutte le suddette piante medicinali possono interferire con terapie farmacologhe o presentare controindicazioni all'uso, si ribadisce nuovamente l'importanza di rivolgersi al proprio medico prima di utilizzarle per contrastare l'insonnia.

Per ulteriori informazioni: Tisane per Dormire: Ingredienti e Preparazione Per approfondire, leggi anche: Integratori contro l'Insonnia

Guarda il video

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista