Dolore al Petto Sinistro: Cause e Quando Preoccuparsi

Dolore al Petto Sinistro: Cause e Quando Preoccuparsi
Ultima modifica 31.07.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. Cos'è
  3. Cause
  4. Caratteristiche
  5. Sintomi Associati
  6. Quando Preoccuparsi
  7. Diagnosi
  8. Terapia

Generalità

Il dolore al petto sinistro, o dolore toracico sinistro, è una manifestazione clinica comune a diverse condizioni, alcune delle quali anche molto serie.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/21/dolore-al-petto-sinistro-orig.jpeg Shutterstock

A seconda delle cause scatenanti, questa sensazione dolorosa può essere acuta, sorda, bruciante, simile a un'accoltellata oppure pressante.
Tra le condizioni potenzialmente responsabili di un dolore al petto sinistro, figurano: le malattie  cuore, le malattie polmonari, le fratture costali, gli infortuni ai muscoli pettorali o intercostali, le infezioni da Herpes zoster e la mastite (nelle donne).
In presenza di dolore al petto sinistro, la terapia varia in funzione delle cause scatenanti.

Torace: i limiti anatomici

A segnare il limite superiore del torace è la linea cervico-toracica, una linea immaginaria che origina dall'incisura giugulare dello sterno e prosegue lungo il margine superiore delle clavicole, fino all'acromion delle scapole.
A definire invece il limite inferiore del torace è la linea toraco-addominale, un'altra linea immaginaria che trae origine dal processo xifoideo dello sterno e continua lungo tutto il margine inferiore del costato, fino a raggiungere la base della XII costola.

Cos'è

Dolore al Petto Sinistro: Cos’è

Il dolore al petto sinistro, o dolore toracico sinistro, è un sintomo osservabile in diverse condizioni morbose, alcune delle quali anche molto gravi.
La possibile zona d'interesse è l'area che, sul lato sinistro della parte anteriore del tronco, si estende dal margine superiore della clavicola sinistra al margine inferiore della XII costola sinistra.

Per approfondire: Tutte le Cause del Dolore al Petto

Anatomia del Torace Sinistro: Organi e altre Strutture Anatomiche

La porzione sinistra del torace comprende organi, vasi sanguigni, ossa, muscoli e strutture nervose.

Sulla superficie esterna, si segnalano la mammella sinistra  e, ovviamente, la pelle; internamente, invece, trovano posto due organi vitali come il cuore e il polmone sinistro, i vasi sanguigni che giungono e dipartono dal cuore (aorta, arteria polmonare sinistra e vene cave), le costole del lato sinistro del corpo, la clavicola sinistra, la porzione sinistra dello sterno, i muscoli pettorali sinistri, i muscoli intercostali sinistri, la metà sinistra del diaframma e un'ampia rete di nervi.

Cause

Dolore al Petto Sinistro: le Cause

Le cause di dolore al petto sinistro sono diverse.
Tra i principali fattori scatenanti, figurano:

  • Le malattie di cuore (o cardiopatie);
  • Le malattie polmonari che interessano anche o solo il polmone sinistro;
  • Le fratture costali localizzate sul lato sinistro del torace;
  • L'infortunio dei muscoli pettorali e/o intercostali posti sul lato sinistro del torace;
  • Le infezioni da Herpes zoster che si manifestano sul lato sinistro del torace;
  • Gli episodi di mastite che riguardano la mammella sinistra.

È da segnalare, inoltre, che il dolore al petto sinistro può essere dovuto anche ad attacchi di panico o all'ansia.

Altre Cause di Dolore al Petto: Cause di Dolore al Petto Sinistro

Dolore al Petto Sinistro e Malattie di Cuore

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/16/dolore-al-petto-malattie-di-cuore-orig.jpeg Shutterstock

Tra le principali cardiopatie associate a dolore al petto sinistro, figurano:

È doveroso precisare che, in realtà, la maggior parte delle persone che sviluppano una delle suddette patologie tende ad avvertire il dolore toracico in posizione più centrale (che non a sinistra); questo perché il cuore si trova al centro del torace, leggermente disposto in obliquo verso il lato sinistro del corpo.

Infarto del Miocardio

Conosciuto anche come attacco di cuore, l'infarto del miocardio è la necrosi di una porzione più o meno estesa di tessuto muscolare cardiaco (miocardio), conseguente a un'interruzione del flusso sanguigno all'interno di un'arteria coronaria (coronaropatia).

Tra le prime cause di morte nel Mondo, l'infarto del miocardio è correlato, nella maggior parte dei casi, a fenomeni trombo-embolici e all'aterosclerosi; molto più raramente, è dovuto al fenomeno dello spasmo coronarico indotto dall'uso di droghe, quali la cocaina o le amfetamine.

A conferma della sua associazione con gli eventi trombo-embolici e con l'aterosclerosi, l'infarto del miocardio colpisce più di frequente fumatori, persone in sovrappeso od obesediabetici, individui eccessivamente sedentarie e coloro che soffrono di ipertensione, ipercolesterolemia e/o ipertrigliceridemia.

L'infarto del miocardio rappresenta un'emergenza medica; questo vuol dire che chi ne è colpito necessita di cure immediate, altrimenti le conseguenze potrebbero essere fatali.

Coronaropatia

L'interruzione del flusso sanguigno lungo le coronarie dovuta, per esempio, all'aterosclerosi è una coronaropatia, ossia una sofferenza delle arterie coronarie.
Le coronarie sono i vasi sanguigni arteriosi che riforniscono di ossigeno e nutrimento il tessuto cardiaco e, grazie alle quali, il cuore rimane vitale e funzionale.

Angina Pectoris

"Angina pectoris" è il termine medico che identifica una sofferenza cardiaca dovuta a una temporanea riduzione del flusso di sangue ossigenato lungo una o più coronarie.

L'angina pectoris è meno grave dell'infarto del miocardio: la riduzione del flusso sanguigno lungo le coronarie, infatti, non è tale da causare la necrosi del miocardio (ossia il tessuto che le coronarie riforniscono di sangue ossigenato).

Nell'angina pectoris, pertanto, si assiste a una temporanea incapacità da parte del sistema arterioso coronarico di soddisfare appieno le esigenze del tessuto muscolare cardiaco.

Come l'infarto del miocardio, l'angina pectoris è connessa, principalmente, all'aterosclerosi e ai fenomeni trombo-embolici.

Miocardite

La miocardite è l'infiammazione del muscolo del cuore, meglio noto come miocardio.

A provocare una miocardite possono essere:

Lo sapevi che…

Il miocardio è una muscolo molto particolare: possiede la capacità, infatti, di autocontrarsi.

Pericardite

La pericardite è l'infiammazione del pericardio; il pericardio è la membrana che avvolge, sostiene e protegge il cuore.

Episodi di pericardite possono verificarsi per effetto di: infezioni virali, batteriche o parassitarie, endocarditi, polmoniti, traumi toracici, malattie autoimmuni, farmaci ecc.

Cardiomiopatie

Le cardiomiopatie sono malattie che si caratterizzano per un'alterazione anatomica del miocardio e un conseguente malfunzionamento dell'organo cardiaco.

Esistono varie cardiomiopatie; le più comuni sono: la cardiomiopatia dilatativa, la cardiomiopatia ipertrofica e la cardiomiopatia restrittiva.

Le cardiomiopatie possono essere patologie di tipo ereditario oppure di tipo acquisito; tra i principali fattori scatenanti le cardiomiopatie acquisite, rientrano: ipertensione, diabete, attacco di cuore, valvulopatie, tireotossicosi, alcolismo, abuso di sostanze stupefacenti e AIDS.

Valvulopatie

Le valvulopatie sono le patologie delle valvole cardiache; le valvole cardiache sono le 4 strutture cardiache che hanno il compito di regolare finemente il transito di sangue lungo il cuore.

Chi soffre di una generica valvulopatia possiede una certa valvola cardiaca alterata nella forma o funzionante in maniera inadeguata.

Le valvulopatie possono avere una natura congenita oppure comparire nel corso della vita, a seguito di determinati fattori scatenanti.

Tra le valvulopatie più diffuse, meritano una citazione particolare il prolasso della valvola mitrale e la stenosi aortica.

Dolore al Petto Sinistro e Malattie Polmonari

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/15/embolia-polmonare-cos-e-orig.jpeg Shutterstock

Tra le malattie polmonari che causano dolore al petto sinistro, rientrano:

Pleurite

La pleurite è l'infiammazione della pleura; la pleura è quella sottile membrana con funzione protettiva, che avvolge i polmoni e si dispone nelle cavità in cui alloggiano quest'ultimi.

Tra le cause di pleurite, figurano:

Polmonite

La polmonite è l'infiammazione dei polmoni.

In genere, le polmoniti sono dovute a infezioni batteriche (es: Streptococcus pneumoniae, Mycoplasma pneumoniae) virali (virus dell'influenza, Adenovirus, Coronavirus) o fungine (es: Aspergillus fumigatus); più raramente, all'inalazione di sostanze tossiche od oggetti, oppure all'uso del ventilatore meccanico.

Embolia Polmonare

L'embolia polmonare è quello stato patologico contraddistinto dall'ostruzione di una delle due arterie polmonari o di una delle ramificazioni di quest'ultime; le arterie polmonari e le loro diramazioni sono il complesso di vasi sanguigni deputati a trasportare nei polmoni, per il processo di ossigenazione, il sangue povero di ossigeno in uscita dal ventricolo destro del cuore.

Nella maggior parte dei casi, l'elemento che ostacola il passaggio del sangue – il cosiddetto embolo – è un coagulo di sangue derivante da un fenomeno trombotico in sede periferica; tuttavia, l'embolia polmonare può essere dovuta anche a emboli estranei alla normale composizione sanguigna (embolia polmonare non trombotica), come una bolla d'aria, un grumo di grasso, un cristallo di colesterolo, un grumo di liquido amniotico o un granulo di talco.

Pneumotorace

Il pneumotorace è l'infiltrazione anomala di aria all'interno delle cavità pleuriche, con conseguente collasso di uno dei due polmoni.

In genere, il pneumotorace è la conseguenza di un trauma toracico.

Ipertensione Polmonare

L'ipertensione polmonare è una grave condizione morbosa, caratterizzata dall'innalzamento persistente della pressione sanguigna all'interno delle arterie polmonari e all'interno delle cavità destre del cuore (atrio e ventricolo di destra).

In genere, a provocare uno stato di ipertensione polmonare è un'alterazione che riguarda le pareti delle arterie polmonari e che causa il restringimento del lume interno di quest'ultime.

Dolore al Petto Sinistro e Fratture alle Costole

Le fratture costali, o fratture alle costole, sono infortuni abbastanza comuni, che consistono nella rottura più o meno grave delle coste del torace.

Nella maggior parte dei casi, sono il risultato di severi traumi al torace, conseguenti per esempio a incidenti automobilistici, scontri di gioco durante sport di contatto ecc.; più raramente, sono dovuti a forti colpi di tosse o alla ripetizione di determinati movimenti che sottopongono a stress una particolare regione della gabbia toracica (di cui le coste fanno parte).

Dolore al Petto Sinistro e Infortuni Muscolari

Gli infortuni muscolari consistono in contratturestiramenti o strappi e possono interessare i muscoli pettorali o i muscoli intercostali.

In genere, gli infortuni a carico dei muscoli del petto, sia a destra che a sinistra del tronco, sono dovuti a forti traumi al torace o a bruschi movimenti con il busto.

È doveroso segnalare che infortuni gravi ai muscoli pettorali o intercostali sono alquanto rari.

Dolore al Petto Sinistro e Herpes zoster

Herpes zoster, o Fuoco di Sant'Antonio, è una malattia infettiva, provocata dallo stesso virus che causa la varicella: il virus varicella-zoster o herpes virus umano 3.

Herpes zoster un'infezione tipica delle persone adulte, che provoca tipiche macchie rosse pruriginose e spesso anche dolorose a livello del tronco e del petto.

Dolore al Petto Sinistro e Mastite

In medicina, il termine mastite indica l'infiammazione, generalmente di natura infettiva, del tessuto mammario.

Gli episodi di mastite sono tipici delle donne e si verificano, in genere, durante l'allattamento (anche se non è escluso che possano aver luogo anche in altre fasi della vita).

Dolore al Petto Sinistro e Ansia

Il dolore al petto sinistro che compare durante un attacco d'ansia o di panico non riflette, ovviamente, un malfunzionamento o un'alterazione di organi con sede toracica, ma è soltanto la conseguenza di problemi di natura psico-emotiva che, per ragioni ancora sconosciute, si manifestano con una dolenzia.

Caratteristiche

Dolore al Petto Sinistro: Caratteristiche

Il dolore al petto sinistro presenta connotati diversi a seconda della causa che l'ha provocato:

  • Durante un infarto del miocardio o in presenza di angina pectoris, ricorda una sensazione pressante, schiacciante oppure di qualcosa che spreme.
    È importante segnalare che, in caso di infarto del miocardio la sua severità non è per forza correlata alla gravità della sofferenza in atto: episodi molto gravi di attacco di cuore, infatti, possono determinare soltanto una lieve dolenzia, mentre infarti miocardici non gravi possono provocare un'intensa sensazione dolorosa.
  • Nella pericardite, tende a essere acuto e costante; inoltre, può capitare che peggiori in occasione di respiri profondi, durante la deglutizione del cibo o quando il paziente è in posizione distesa sulla schiena.
  • Nelle cardiomiopatie, la dolenzia è pressante ed tipicamente soggetta a peggioramenti dopo i pasti abbondanti e gli sforzi fisici.
  • Durante le pleuriti, è acuto e presenta la tendenza a peggiorare durante i respiri profondi e in occasioni di colpi di tosse o starnuti.
  • Durante le polmoniti, è spesso una sensazione dolorosa sorda e profonda.
  • Gli episodi di pneumotorace producono un dolore improvviso.
  • Le fratture costali causano un dolore sordo e costante, che peggiora tipicamente durante i respiri profondi (in quanto questi comportano il movimento delle costole, comprese quelle fratturate).
  • Negli infortuni dei muscoli del petto, la sensazione dolorosa può essere acuta o sorda, intermittente o continua; le caratteristiche dipendono strettamente dall'entità dell'infortunio (uno strappo causa un dolore più fastidiosa di una contrattura).
  • L'ansia o l'attacco di panico tendono a provocare una sensazione dolorosa acuta e lancinante, persistente, simile a uno spasmo, bruciante e sordo, oppure pressante.

Sintomi Associati

Dolore al Petto Sinistro: i Sintomi associati

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/21/dolore-al-petto-sinistro-sintomi-associati-orig.jpeg Shutterstock

Le condizioni responsabili di dolore al petto sinistro sono, spesso, causa di altri sintomi; per esempio:

  • Infarto e angina pectoris si manifestano anche con dispnea, sudorazione profusa, senso di fatica, debolezza, vertigini, dolore alla spalla e/o al braccio sinistro, dolore alla mandibola, nausea e vomito.
  • La miocardite è responsabile anche di febbre (quando è di origine infettiva), senso di fatica, aritmie (accelerazione del battito cardiaco), dispnea ed edema agli arti inferiori.
  • La pericardite si presenta spesso anche con dispnea, febbre (quando ha un'origine infettiva), tosse, singhiozzo, palpitazioni, debolezza generale, disfagia ed edema agli arti.
  • Le cardiomiopatie comportano anche dispnea, senso di stanchezza generale, sincope, edema agli arti inferiori e battito irregolare.
  • Le valvulopatie si manifestano anche con palpitazioni, vertigini, dispnea ed edema agli arti inferiori.
  • La pleurite e le polmoniti causano anche febbre (quando hanno un'origine infettiva), dispnea e tosse.
  • L'embolia polmonare è responsabile anche di problemi respiratori, accelerazione del battito cardiaco, dispnea, cianosi e tosse.
  • L'ipertensione polmonare è causa anche di dispnea, vertigini, sincope, tachicardia, senso di fatica, edema agli arti inferiori, ascite, cianosi e palpitazioni.
  • Il pneumotorace induce anche ipotensione, dispnea e cianosi.
  • Le fratture costali si presentano anche con gonfiore ed ematoma a livello della o delle costole fratturate.
  • L'Herpes zoster si manifesta anche con brividi, febbre, mal di stomaco e mal di testa.
  • La mastite è tipicamente associata anche a un gonfiore della mammella infiammata.

Quando Preoccuparsi

Dolore al Petto Sinistro: quando preoccuparsi

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/21/dolore-al-petto-sinistro-quando-preoccuparsi-orig.jpeg Shutterstock

Il dolore al petto sinistro deve allarmare in modo particolare, quando compare in associazione a sintomi come dispnea, tosse, sudorazione profusa, vertigini, palpitazioni, nausea, vomito e febbre.

Il dolore al petto sinistro è un sintomo che non deve mai essere sottovalutato; come il lettore ha avuto modo di apprendere nei punti precedenti dell'articolo, infatti, questo disturbo può dipendere da condizioni estremamente rilevanti dal punto di vista clinico (es: infarto del miocardio ed embolia polmonare), per le quali un ritardo nella diagnosi e nella terapia possono risultare fatali.

Diagnosi

Cause Dolore al Petto Sinistro: come riconoscerle

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/07/16/dolore-al-petto-diagnosi-orig.jpeg Shutterstock

In genere, l'iter diagnostico che porta all'individuazione delle cause di dolore al petto sinistro inizia con un accurato esame obiettivo e un'attenta anamnesi.

Quindi, a seconda delle circostanze, può procedere con: elettrocardiogramma (ECG), ecocardiogramma, scintigrafia miocardica, coronarografia, radiografia del torace (RX-torace), risonanza magnetica nucleare, TAC al torace e/o esami del sangue

Il riconoscimento della condizione all'origine della sensazione dolorosa è fondamentale ai fini terapeutici: solo conoscendo i fattori scatenanti, il medico curante può prescrivere la terapia più adeguata.

Terapia

Dolore al Petto Sinistro: Cure e Rimedi

Il trattamento del dolore al petto sinistro varia in funzione delle cause scatenanti.
Per esempio:

  • In presenza di un infarto del miocardio, il paziente necessita di terapie farmacologiche (es: anticoagulanti e trombolitici) e, talvolta, anche chirurgiche (es: bypass coronarico) finalizzate al ripristino del flusso sanguigno lungo le coronarie ostruite; inoltre, dopo l'attuazione di tali trattamenti, dovrebbe cambiare drasticamente stile di vita (in genere, le persone colpite da attacco di cuore conducono uno stile di vita inadeguato).
    Per approfondire:
  • Per le forme non particolarmente severe di miocardite e pericardite sono sufficienti specifiche cure farmacologiche; per le forme gravi, invece, potrebbero essere indicati trattamenti più invasivi (es: chirurgia).
    Per approfondire:
  • Il trattamento di prima linea dell'embolia polmonare è di tipo farmacologico.
    I farmaci più usati sono gli anticoagulanti, seguiti dai medicinali ad azione trombolitica (trombolitici).
    Se la terapia farmacologica si dimostra inefficace, occorre cambiare piano terapeutico e puntare su cure più invasive, come l'embolectomia e il filtraggio cavale (o filtro cavale).
    Per approfondire:
  • In presenza di patologie a origine batterica (es: polmonite batterica, miocardite batterica ecc.), è fondamentale una terapia antibiotica.
  • In presenza di fratture costali o infortuni muscolari localizzati sul lato sinistro del torace, le cure contro il dolore al petto sinistro si basano principalmente sul riposo e l'assunzione di antidolorifici.

Autore

Dott. Antonio Griguolo
Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza