Vestibolite Nasale di I.Randi

Generalità

La vestibolite nasale è una patologia di natura infettiva che interessa i vestiboli nasali.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/07/06/vestibolite-nasale-orig.jpeg

Si tratta di un'infezione di tipo batterico che può rappresentare la conseguenza di altri disturbi di natura infettiva che interessano il naso, le sue mucose e le prime vie aeree, così come può essere indotta da atteggiamenti sbagliati.

In linea di massima, la vestibolite nasale viene considerata come un disturbo relativamente semplice da trattare; tuttavia, essa potrebbe portare a complicazioni severe e, in taluni casi, potenzialmente letali. Per tale ragione, la tempestività della diagnosi - che deve essere posta dal medico previa accurata visita - risulta fondamentale nel prevenirne l'insorgenza.

Ad ogni modo, il trattamento della vestibolite nasale prevede generalmente la somministrazione locale di farmaci ad azione antibiotica.

Che cos'è

Che cos'è la Vestibolite Nasale?

La vestibolite nasale è una patologia su base infettiva che interessa i vestiboli del naso. Nella maggior parte dei casi, tale infezione è sostenuta da ceppi di Staphylococcus aureus, generalmente, meticillino-sensibili.

La vestibolite nasale è un disturbo che può interessare tanto gli adulti quanto i bambini e può dare origine a fastidiosi sintomi in grado di ostacolare la normale respirazione.

Breve Ripasso: che cos'è il Vestibolo Nasale?

I vestiboli nasali rappresentano una delle regioni anatomiche che costituiscono le cavità nasali. Considerando le narici come la "porzione" iniziale del naso interno, i vestiboli rappresentano la primissima parte delle cavità nasali. Sono forniti di un rivestimento mucoso caratteristico e, negli individui adulti, rappresentano la regione del naso interno da cui originano i peli nasali.

Cause

Quali sono le Cause della Vestibolite Nasale?

Come accennato, la vestibolite nasale si manifesta in seguito all'infezione dei vestiboli nasali sostenuta da ceppi batterici di S. aureus. I fattori in grado di causare e/o predisporre all'insorgenza di tale infezione possono essere molteplici. In molti casi, essa si manifesta come conseguenza di lesioni a carico dei vestiboli nasali dovute:

  • Al continuo ed eccessivo atto di soffiare il naso;
  • All'abitudine di infilare le dita nel naso (si tratta di un'abitudine tipica - ma purtroppo non esclusiva - dei bambini);
  • Allo strappo dei peli del naso.

Oltre a ciò, l'insorgenza di vestibolite nasale può essere favorita dalla presenza di rinorrea cronica, così come può verificarsi in seguito ad altre patologie infettive che interessano il naso interno e le sue mucose.

Infine, ricordiamo che, benché meno frequentemente, anche la presenza d'infezioni delle vie aeree superiori potrebbe causare la comparsa della patologia in questione.

Lo sapevi che…

Anche la presenza di un piercing al naso è un fattore capace di favorire la comparsa di vestibolite nasale.

Sintomi

Manifestazioni e Sintomi della Vestibolite Nasale

La presenza dell'infezione sostenuta da S. aureus a livello dei vestiboli nasali può dare origine a manifestazioni e sintomi molto fastidiosi.

Più nel dettaglio, la vestibolite nasale si caratterizza per la comparsa di:

Nei casi più gravi, i foruncoli e la follicolite possono espandersi invadendo anche la cute al di fuori delle cavità nasali. In questo modo, le suddette manifestazioni e i sopra citati sintomi possono coinvolgere anche la cute esterna del naso.

Chiaramente, la presenza di foruncoli e la formazione delle croste può causare fastidio, prurito e/o dolore, difficoltà nel soffiare il naso e difficoltà respiratorie a causa della possibile ostruzione delle cavità nasali.

Complicanze

A quali Complicazioni può Portare la Vestibolite Nasale?

Se non diagnosticata e, di conseguenza, trattata in maniera tempestiva, oppure se trattata in maniera non adeguata, la vestibolite nasale può complicarsi dando origine a disturbi ben più gravi.

Cellulite Nasale

I foruncoli nasali che si manifestano nella vestibolite nasale possono evolvere nella cosiddetta cellulite nasale. Quest'ultima altro non è che una forma di cellulite infettiva, causata dall'infezione dei tessuti sottocutanei a livello del naso. Essa si caratterizza per la comparsa di diversi sintomi, fra cui ricordiamo: pelle calda, arrossata e soffice al tatto, gonfiore, dolore, formazione di bolle e febbre. Se non adeguatamente e prontamente trattata, la cellulite nasale può a sua volta dare origine a gravi complicazioni.

Trombosi del Seno Cavernoso

La trombosi del seno cavernoso (una grossa vena che si trova alla base del cranio) è una complicazione che può originare da patologie infettive che interessano la cute del viso, la cute del naso, i seni paranasali, le orbite e perfino i denti. Pertanto, la vestibolite nasale - caratterizzata da un'infezione sostenuta da S. aureus - può potenzialmente dare origine alla trombosi in questione. Ciò si manifesta quando l'infezione batterica si diffonde dalla cute del naso e dai vestiboli al circolo sanguigno, raggiungendo appunto il seno cavernoso.

I sintomi indotti dalla suddetta trombosi consistono in: proptosi, edema palpebrale, grave cefalea, visione doppia, perdita della vista, febbre alta. Nei casi più gravi si può arrivare addirittura al coma e i risvolti possono rivelarsi tragici nonostante il trattamento antibiotico.

Fortunatamente, la complicazione della vestibolite nasale in trombosi del seno cavernoso è un'evenienza abbastanza rara, ma che comunque non può essere del tutto esclusa. Per tale ragione, in nessun caso, la vestibolite nasale deve essere sottovalutata.

Lo sapevi che…

La trombosi del seno cavernoso è una delle complicanze cui può andare incontro la cellulite nasale. Pertanto, se la vestibolite si complica in cellulite nasale, è possibile che quest'ultima si complichi a sua volta dando origine alla trombosi del seno cavernoso.

Diagnosi

Come si Diagnostica la Vestibolite Nasale?

La diagnosi di vestibolite nasale deve essere necessariamente effettuata dal medico dopo aver condotto un'accurata visita. Innanzitutto, esso dovrà provvedere alla raccolta dei dati anamnestici, informandosi dal paziente in merito al tipo e alla durata dei sintomi da esso manifestati e alla presenza di eventuali altre patologie. Volendo, il medico può altresì prescrivere l'esecuzione di apposite analisi allo scopo di determinare quale agente patogeno ha originato l'infezione a carico dei vestiboli nasali. Come accennato precedentemente, nella stragrande maggioranza dei casi, l'infezione che dà origine alla vestibolite nasale è sostenuta da ceppi di Staphylococcus aureus - solitamente ma non esclusivamente - meticillino-sensibili.

Cura e Trattamento

Quali sono le Cure e i Trattamenti Contro la Vestibolite Nasale?

Trattandosi di una patologia scatenata da un'infezione batterica, la cura della vestibolite nasale prevede la somministrazione di farmaci antibiotici per via topica.

Nel dettaglio, per il trattamento della patologia in questione, esistono specifici unguenti adatti all'applicazione intranasale a base del principio attivo mupirocina (Bactroban Nasale®). Il farmaco deve essere applicato all'interno del naso due volte al dì per almeno 5 giorni. Ad ogni modo, il trattamento complessivo non dovrebbe superare i dieci giorni.

Per attenuare il fastidio indotto dai sintomi della vestibolite nasale e per ammorbidire le croste che si formano, invece, potrebbe rivelarsi utile effettuare degli impacchi caldo umidi della durata di 10-15 minuti, dalle due alle tre volte al giorno. In qualsiasi caso, è sempre bene chiedere consiglio al medico.

Cura e Trattamento delle Complicazioni

Le complicazioni cui la vestibolite nasale può dare origine, invece, richiedono trattamenti più intensi. In particolare, la cellulite infettiva richiede solitamente la somministrazione di farmaci antibiotici per via orale ed eventualmente di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per il trattamento sintomatico del dolore; mentre la trombosi del seno cavernoso richiede la somministrazione di alte dosi di antibiotici per via endovenosa ed eventualmente la somministrazione di farmaci corticosteroidi.

Ad ogni modo, vista la gravità di queste complicazioni, nel caso in cui dovessero manifestarsi sintomi che potrebbero presagire la presenza di un'eventuale vestibolite nasale, è assolutamente necessario rivolgersi al medico nel più breve tempo possibile.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


Ultima modifica dell'articolo: 09/07/2018