Unghie in Gravidanza di I.Randi

Introduzione

Le unghie in gravidanza possono subire diverse modificazioni, esattamente come avviene per qualsiasi altra parte del corpo durante questa fase della vita della donna.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/08/10/unghie-in-gravidanza-orig.jpeg

Le trasformazioni sono del tutto normali durante il periodo della gestazione, esse interessano non solo l'apparato riproduttivo e il seno, ma anche i capelli, la pelle, le unghie e l'intero corpo. In particolare, le modifiche a carico delle unghie possono essere diverse da gestante a gestante: se ad alcune la gravidanza regala unghie forti come non mai; a molte altre le rende deboli e fragili.

Breve Ripasso: cosa sono e a cosa servono le Unghie?

Le unghie si trovano sulla faccia dorsale delle ultime falangi delle dita delle mani e dei piedi. Esse contribuiscono alla precisione manipolativa (difatti, grazie a loro è possibile maneggiare oggetti molti piccoli), forniscono protezione all'estremità digitale e conferiscono una maggior sensibilità alla punta delle dita grazie alla ricca innervazione del letto ungueale.

Alterazioni delle Unghie

Alterazioni e Modificazioni delle Unghie durante la Gravidanza

Come accennato, le alterazioni che si possono manifestare nelle unghie in gravidanza non sono le medesime per tutte le donne.

Alcune gestanti, grazie ai cambiamenti che naturalmente si verificano nell'organismo, vanno incontro ad un netto miglioramento delle proprie unghie che appaiono più robuste e lucide. Tuttavia, il numero di donne così fortunate è decisamente inferiore rispetto a quelle che si ritrovano ad avere unghie tutt'altro che forti durante i nove mesi di gestazione. Difatti, nella maggioranza dei casi, le unghie in gravidanza s'indeboliscono, diventano fragili e possono andare incontro a:

Lo sapevi che…

Nonostante la fragilità cui possono andare incontro le unghie in gravidanza, in questo periodo esse tendono solitamente a crescere con maggior velocità.

Cause

Quali sono le Cause delle Alterazioni delle Unghie in Gravidanza?

Nella maggior parte dei casi, la comparsa di fragilità ungueale durante la gravidanza può essere considerato come un fenomeno normale, riconducibile ai cambiamenti ormonali che tipicamente avvengono n questo periodo della vita della donna.

Tuttavia, in alcuni casi, le alterazioni a carico delle unghie potrebbero derivare da cause sistemiche o patologie di base che non riguardano in senso stretto le unghie, ma le cui manifestazioni possono coinvolgere anche questi annessi cutanei. Fra queste ricordiamo:

  • Carenze nutrizionali (soprattutto, ma non esclusivamente, di vitamine e sali minerali);
  • Patologie metaboliche di vario tipo e gravità;
  • Patologie sistemiche;
  • Patologie della pelle (ad esempio, psoriasi, ecc.).

Infine, le alterazioni che si verificano nelle unghie in gravidanza potrebbero derivare anche da malattie delle unghie propriamente dette.

Malattie delle Unghie

Quali Malattie possono colpire le Unghie durante la Gravidanza?

Le malattie che possono colpire le unghie in gravidanza sono le medesime che possono interessare le unghie delle donne non gravide o degli uomini. In particolare, questi annessi cutanei possono andare incontro a:

Le onicomicosi sono forse le infezioni più comuni e diffuse che possono colpire le unghie in gravidanza e non. Il loro trattamento, solitamente, prevede l'uso di appositi smalti medicati a base di principi attivi ad azione antifungina. Tuttavia, vista la delicatezza del periodo, l'applicazione di simili farmaci sulle unghie in gravidanza dovrebbe avvenire solo nei casi di effettiva necessità, solo su espressa indicazione del medico e solo sotto lo stretto controllo di quest'ultimo.

Per maggiori informazioni, leggi anche gli articoli dedicati: Malattie delle Unghie - Onicomicosi.

Smalto e Manicure

Manicure e Applicazione dello Smalto sulle Unghie in Gravidanza: Sì o No?

Fra i molti dubbi che attanagliano le donne in dolce attesa vi è anche quello riguardante l'uso di smalti cosmetici e l'esecuzione della manicure durante la gravidanza.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/08/10/unghie-in-gravidanza-smalto-e-manicure-orig.jpeg

La manicure, intesa come cura delle unghie senza l'uso di alcun tipo di prodotto (taglio, limatura, cura delle cuticole, ecc.), generalmente, può essere effettuata senza alcuna controindicazione; anzi, può contribuire al mantenimento di unghie sane, riducendo il rischio di rotture e sfaldamenti.

Al contrario, l'uso di smalti cosmetici sulle unghie durante la gestazione è una questione che suscita opinioni e pareri discordanti.

La "pericolosità" attribuita all'uso dello smalto sulle unghie delle gestanti non riguarda tanto il prodotto applicato che permane sulla superficie ungueale, bensì la possibilità di inalare i solventi e le altre sostanze volatili con cui esso è formulato. Per questa ragione, l'utilizzo dello smalto per le unghie in gravidanza dovrebbe avvenire solo seguendo alcune accortezze, quali:

  • Assicurarsi di utilizzare smalti di qualità privi di sostanze tossiche e pericolose;
  • Avere cura di applicare il prodotto in un luogo ben areato;
  • Evitare di mangiarsi le unghie.

Per maggiori informazioni circa l'utilizzo dello smalto per unghie durante la gestazione, si rimanda alla lettura dell'articolo dedicato: Smalto in Gravidanza.

Alimentazione

Alimentazione per Rinforzare le Unghie in Gravidanza

L'alimentazione riveste un ruolo molto importante nel benessere delle unghie in gravidanza e non solo. Difatti, una dieta sana ed equilibrata contribuisce al mantenimento di unghie sane anche al di fuori della gestazione, oltre a favorire il mantenimento della buona salute di pelle, capelli e dell'intero organismo.

Ad ogni modo, i cibi che possono tornare utili per il benessere delle unghie sono quelli contenenti i seguenti nutrienti:

Per maggiori informazioni sull'alimentazione più adatta per rinforzare le unghie fragili, si consiglia la lettura dell'articolo dedicato: Dieta e Unghie - Cibi per Rinforzarle.

Nota Bene

L'uso dei cosiddetti integratori per unghie a base di vitamine e altri nutrienti non deve essere effettuato in gravidanza senza il consulto preventivo del medico o del ginecologo.

Consigli Utili

Consigli Utili per la cura delle Unghie in Gravidanza

Di seguito sono riportati alcuni consigli utili per la cura delle unghie in gravidanza, siano esse fragili o meno.

  • Se le unghie sono fragili, evitare di applicare smalti di qualsiasi tipo, inclusi quelli semipermanenti e i cosiddetti "gel" (per altro, l'applicazione di questa tipologia di smalti non sarebbe l'ideale nemmeno quando le unghie appaiono in condizioni normali nonostante la gravidanza).
  • Evitare di mangiarsi le unghie, di romperle o di facilitarne l'eventuale sfaldamento in maniera volontaria. Così facendo, infatti, la lamina ungueale si assottiglia, indebolendosi ulteriormente.
  • Se le unghie sono particolarmente deboli, evitare di farle crescere troppo.
  • Eseguire una manicure alla settimana o comunque con cadenza periodica, tagliando e limando le unghie, potrebbe rivelarsi utile per evitarne la rottura.
  • Utilizzare sempre i guanti quando si utilizzano detergenti (ad esempio, durante le pulizie di casa, mentre si fa il bucato a mano, quando si lavano i piatti, ecc.).
  • Se proprio non si può rinunciare all'applicazione dello smalto cosmetico e se le unghie non sono fragili, avere cura di utilizzare solo prodotti di alta qualità, applicandoli in luoghi ben areati.
  • Adottare una dieta sana ed equilibrata.

Nota Bene

Benché nella maggior parte dei casi la fragilità delle unghie in gravidanza sia un fenomeno ritenuto normale, poiché le alterazioni a carico di questi annessi cutanei potrebbero essere segno di problemi a livello sistemico o patologie (ad esempio, carenze nutrizionali, patologie del metabolismo, ecc.), il ricorso al consulto del medico è sempre consigliabile.

Ad ogni modo, quando le alterazioni delle unghie in gravidanza non sono connesse a patologie o ad altre condizioni, ma sono causate dalla stessa gravidanza, esse dovrebbero ritornare alle condizioni normali dopo il parto, in un arco di tempo più o meno ampio variabile da donna a donna.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


Ultima modifica dell'articolo: 29/01/2019