Tiocolchicoside: Cos'è? Come Agisce? Indicazioni, Posologia, Effetti Collaterali e Controindicazioni di I.Randi

Generalità

Il tiocolchicoside è un principio attivo ad azione miorilassante.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/11/23/tiocolchicoside-struttura-orig.jpeg
Tiocolchicoside - Struttura Chimica (fonte: Redazione)

Si tratta di un prodotto di origine semisintetica e, più precisamente, di un derivato solforato del colchicoside, un alcaloide naturale contenuto nel colchico (Colchicum autumnale L.), pianta appartenente alla famiglia delle Liliaceae.

Il tiocolchicoside rientra nella composizione di medicinali adatti alla somministrazione per via orale (capsule e compresse orodispersibili), per via parenterale (soluzione iniettabile per uso intramuscolare) e per via topica (crema e schiuma cutanee).

I medicinali a base di tiocolchicoside adatti alla somministrazione orale e parenterale possono essere dispensati solo dietro presentazione di ricetta medica ripetibile. Al contrario, i medicinali a base di tiocolchicoside per uso topico (crema e schiuma cutanee) sono generalmente inquadrati come OTC (farmaci da banco), pertanto ne è consentita la libera vendita.

Esempi di Specialità Medicinali contenenti Tiocolchicoside

  • Miorexil®
  • Miotens®
  • Muscoflex®
  • Muscoril®
  • Tiocolchicoside DOC Generici®
  • Tiocolchicoside Mylan®
  • Tiocolchicoside Zentiva®
  • Tiocolchicoside EG®
  • Tioside®

Indicazioni Terapeutiche

Quando è Indicato l'Uso del Tiocolchicoside?

L'uso del tiocolchicoside per via orale e parenterale è utile come adiuvante nel trattamento delle contratture muscolari dolorose in presenza di patologie acute della colonna vertebrale.

L'impiego del tiocolchicoside per via topica, invece, è indicato nel trattamento di:

Avvertenze

Avvertenze e Precauzioni per l'uso del Tiocolchicoside

Prima di iniziare il trattamento con tiocolchicoside, è necessario informare il medico se si soffre di epilessia o se si è predisposti alla comparsa di convulsioni, poiché il principio attivo è potenzialmente in grado di esercitare un'azione convulsivante.

Ad ogni modo, a scopo precauzionale, prima di assumere medicinali a base di tiocolchicoside, è opportuno informare il medico delle proprie condizioni di salute, mettendolo a conoscenza dell'eventuale presenza di qualsiasi tipo di disturbo o malattia, anche diversi dall'epilessia o dai disturbi convulsivi di cui sopra.

Durante il trattamento con tiocolchicoside per via orale o parenterale, inoltre, è necessario prestare attenzione alla comparsa di sintomi che potrebbero essere indice dell'insorgenza di danni al fegato, quali:

Qualora uno o più dei suddetti sintomi dovessero manifestarsi, pertanto, è bene contattare subito il medico.

Oltre a quanto finora detto, dal momento che in seguito alla somministrazione per via parenterale di tiocolchicoside si sono manifestati episodi di sincope vasovagale, si ricorda che dopo la somministrazione intramuscolare del principio attivo, il paziente  dovrebbe essere adeguatamente monitorato.

Per quanto riguarda l'uso del tiocolchicoside per via topica, invece, è bene precisare che l'applicazione per lunghi periodi di tempo può portare a fenomeni di sensibilizzazione.

Infine, si ricorda che l'assunzione del tiocolchicoside può causare sonnolenza, influenzando negativamente la capacità di guidare veicoli e/o di utilizzare macchinari. Per questo motivo, tali attività andrebbero evitate durante la terapia con questo principio attivo.

Nota Bene

Il tiocolchicoside per via orale e per via parenterale NON deve essere somministrato a bambini e adolescenti con meno di 16 anni di età.

Interazioni Farmacologiche

Interazioni fra Tiocolchicoside e Altri Farmaci

Prima di iniziare il trattamento con tiocolchicoside (in particolare, quando somministrato per via orale o parenterale), è bene informare il medico se si stanno assumendo - o se sono stati recentemente assunti - uno o più dei seguenti farmaci:

  • Alprazolam (un ansiolitico) e zopiclone (un sedativo ipnotico), poiché potrebbero causare un aumento degli effetti miorilassanti indotti dal tiocolchicoside;
  • Baclofen (un miorilassante ad azione centrale);
  • Trazodone (un antidepressivo);
  • Zolpidem (un sedativo ipnotico), poiché l'assunzione concomitante con tiocolchicoside può provocare un aumento dell'effetto depressivo a livello centrale.

In qualsiasi caso, prima di iniziare la terapia a base di tiocolchicoside - per via orale o per via topica che sia - è necessario comunicare al medico se si stanno assumendo, o se sono stati assunti da poco, farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici e i prodotti omeopatici.

Effetti Collaterali

Effetti Collaterali Causati dall'Assunzione del Tiocolchicoside

Il tiocolchicoside è in grado di provocare effetti collaterali, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano in egual misura. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti collaterali diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandoli affatto.

Ad ogni modo, di seguito sono riportati i principali effetti collaterali che potrebbero insorgere durante il trattamento con tiocolchicoside.

Tiocolchicoside per via orale e parenterale

In seguito alla somministrazione di tiocolchicoside per via orale o attraverso iniezione intramuscolare potrebbero manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Inoltre, subito dopo la somministrazione intramuscolare di tiocolchicoside si potrebbe assistere all'insorgenza di sincope vasovagale.

Tiocolchicoside per via topica

L'uso di tiocolchicoside per via topica è generalmente ben tollerato; tuttavia, non si può escludere la possibilità d'insorgenza di reazioni allergiche in individui sensibili. Inoltre, l'uso per lunghi periodi di tempo può portare alla comparsa di fenomeni di sensibilizzazione.

Sovradosaggio

Al momento non sono noti casi di sovradosaggio da tiocolchicoside. Tuttavia, in caso di assunzione di dosi eccessive del principio attivo in questione, è bene contattare subito il proprio medico.

Non esistono antidoti specifici, l'eventuale trattamento, pertanto, sarà solo di supporto e sintomatico.

Meccanismo d'azione

Come agisce il Tiocolchicoside?

Si ritiene che l'azione miorilassante esercitata dal tiocolchicoside sia connessa alla capacità del principio attivo di legarsi ai recettori GABAergici di tipo A e ai recettori glicinergici stricnino-sensibili. Poiché dagli studi effettuati è emerso che il tiocolchicoside si comporta come un antagonista competitivo del recettore GABA-A (esercitando un effetto convulsivante), l'azione miorilassante potrebbe esercitarsi a livello sopraspinale, attraverso un meccanismo di regolazione complesso.

Modo d'uso e Posologia

Come Assumere il Tiocolchicoside

Come accennato, il tiocolchicoside è disponibile in formulazioni farmaceutiche adatte alla somministrazione orale (capsule e compresse orodispersibili), alla somministrazione parenterale (soluzione iniettabile per uso intramuscolare) e alla somministrazione per via topica (crema e schiuma cutanee).

Le capsule devono essere deglutite intere con l'ausilio di un po' d'acqua; le compresse orodispersibili possono essere sciolte in bocca, con o senza acqua; la soluzione iniettabile dovrebbe essere somministrata da personale specializzato; mentre la crema e la schiuma cutanee devono essere applicate localmente sulla pelle in corrispondenza dell'area interessata dal disturbo che si necessita trattare.

La posologia di tiocolchicoside dovrebbe essere stabilita dal medico per ciascun paziente. Ad ogni modo, di seguito verranno riportati i dosaggi abitualmente impiegati in terapia.

Tiocolchicoside per via orale

Quando somministrato per via orale, la dose di tiocolchicoside abitualmente utilizzata è di 8 mg ogni 12 ore, per un totale di 16 mg di principio attivo al dì. La durata del trattamento non deve essere superiore ai 7 giorni.

Tiocolchicoside per via intramuscolare

Quando iniettato per via intramuscolare, la dose di tiocolchicoside solitamente impiegata in terapia è di 4 mg ogni 12 ore, per un totale di 8 mg di principio attivo al giorno. La durata del trattamento non deve superare i 5 giorni.

Tiocolchicoside per via topica

Quando il tiocolchicoside viene utilizzato in forma di crema e schiuma cutanee, la dose abitualmente raccomandata è di 2-3 applicazioni al giorno.

Lo sapevi che…

Per favorire la guarigione dagli stati dolorosi trattati con tiocolchicoside per via topica, può essere utile associare l'uso del principio attivo in questione alla massoterapia e/o alla kinesiterapia al fine di ripristinare, migliorare e recuperare il movimento di muscoli e articolazioni.

Gravidanza e Allattamento

Il Tiocolchicoside può essere Assunto in Gravidanza e durante l'Allattamento?

A causa dei potenziali effetti negativi che il tiocolchicoside può esercitare sul feto e sul neonato, il suo impiego - attraverso qualsiasi via di somministrazione, inclusa la via topica - è generalmente controindicato nelle donne in gravidanza e nelle madri che allattano al seno. Qualora si presentasse la necessità di iniziare una terapia farmacologica con tiocolchicoside, pertanto, questa categoria di pazienti deve assolutamente informare il medico dello stato in cui si trova (gravidanza o allattamento).

Controindicazioni

Quando il Tiocolchicoside Non deve essere Utilizzato

L'impiego del tiocolchicoside è controindicato in caso di:

  • Ipersensibilità nota allo stesso tiocolchicoside e/o ad uno o più degli eccipienti contenuti all'interno della specialità medicinale che si deve utilizzare;
  • Presenza di paralisi flaccida;
  • Presenza di ipotonia muscolare;
  • Donne in età fertile che non fanno uso di contraccettivi;
  • Gravidanza e allattamento al seno.

Nota Bene

Per informazioni più approfondite in merito a indicazioni, avvertenze e precauzioni, interazioni, effetti collaterali, uso in gravidanza e durante l'allattamento e controindicazioni dei diversi medicinali a base di tiocolchicoside, si consiglia di consultare il proprio medico e di leggere con attenzione il foglietto illustrativo della specialità medicinale che si necessita utilizzare.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


ARTICOLI CORRELATI

Miorilassanti - Farmaci Miorilassanti Bridion - Foglietto Illustrativo Cervidil - Foglietto Illustrativo Nimbex - Foglietto Illustrativo Rocuronio - Farmaco generico - Foglietto Illustrativo Esmeron - Foglietto Illustrativo Expose - Foglietto Illustrativo Lioresal - Foglietto Illustrativo Lyseen - Foglietto Illustrativo Miotens - Foglietto Illustrativo Miotens Contrattura e Dolore - Foglietto Illustrativo Muscoril - Foglietto Illustrativo EXPOSE ® - Eperisone LIORESAL ® - Baclofene LYSEEN ® - Pridinolo MIOTENS ® - Tiocolchicoside MUSCORIL ® - Tiocolchicoside Bridion - sugammadex Miorilassanti su Wikipedia italiano Muscle relaxant su Wikipedia inglese Fibre muscolari Contrazione muscolare Contrazioni muscolari: tipi di contrazione Fibre muscolari e allenamento Relazioni Fisiche e Contrazione Muscolare Opistotono Crampi alle Mani: Cosa Sono? Cause e Sintomi Associati. Quando Preoccuparsi? Fisiologia Muscolare: Breve Descrizione Rimedi Contrattura Muscolare Pliometria Actina miosina Brividi: Cause e Sintomi Contrattura muscolare Contrazioni statiche per aumentare la massa muscolare Fascicolazione muscolare - Sintomi e cause di Fascicolazione muscolare Miofibrille e sarcomeri Sintomi Contrattura Muscolare Contrazione muscolare su Wikipedia italiano Muscle contraction su Wikipedia inglese Dolore Dietro al Ginocchio Polimialgia Reumatica Polimialgia Reumatica - Farmaci e Cura Rimedi per i DOMS - Dolori Muscolari Post-Allenamento Balsamo sifcamina - Foglietto Illustrativo Walix - Foglietto Illustrativo Dolori muscolari e fatica cronica Dolori muscolari: Cause e Sintomi DOMS e bodybuilding Il dolore muscolare Sintomi Polimialgia reumatica Dolori muscolari su Wikipedia italiano Pains su Wikipedia inglese Allergie ai Farmaci Ansimar - Foglietto Illustrativo
Ultima modifica dell'articolo: 27/11/2018