Sotalolo: Cos'è, Come si Assume, Effetti Collaterali

Sotalolo: Cos'è, Come si Assume, Effetti Collaterali
Ultima modifica 15.12.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Cos'è il Sotalolo e caratteristiche generali

Il sotalolo è un principio attivo appartenente al gruppo dei farmaci beta-bloccanti avente azione antiaritmica.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2020/12/15/sotalolo---struttura-chimica-orig.jpeg Shutterstock
Sotalolo - Struttura Chimica

Per espletare la sua azione terapeutica, il sotalolo deve essere assunto per via orale. Difatti, lo si trova all'interno di diversi medicinali formulati come compresse.

Tali medicinali, per essere dispensati, necessitano di presentazione di ricetta medica ripetibile (RR); tuttavia, essendo classificati come farmaci di fascia A, il loro costo può essere rimborsato dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN), interamente o parzialmente a seconda dei casi (può essere necessario corrispondere un ticket).

Esempi di Medicinali contenenti Sotalolo

  • Rytmobeta®
  • Sotalex®
  • Sotalolo Aristo®
  • Sotalolo Hexal®
  • Sotalolo Mylan®
  • Sotalolo Teva®

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche del Sotalolo: per cosa si usa?

L'utilizzo del sotalolo è indicato per il trattamento delle alterazioni del ritmo cardiaco.

Nota: per informazioni più dettagliate in merito alle indicazioni terapeutiche dei medicinali contenenti sotalolo, far riferimento a quanto riportato sul foglietto illustrativo.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere il Sotalolo

Prima di prescrivere il trattamento con sotalolo al paziente, il medico potrebbe decidere di determinare i livelli ematici di magnesio e potassio dello stesso. Questo perché, se i livelli sono bassi, il sotalolo non dovrebbe essere assunto.

Ad ogni modo, il medico può decidere di sottoporre il paziente a regolari esami del sangue anche nel corso del trattamento con il principio attivo.

Prima di iniziare ad assumere il sotalolo, il paziente deve informare il medico se si trova in uno o più delle seguenti condizioni:

  • Se si soffre di patologie cardiache di qualsiasi tipo, d'insufficienza cardiaca trattata, se si ha un ingrossamento del cuore o si è recentemente sofferto di attacco cardiaco;
  • Se si soffre di intervallo QT prolungato;
  • Se si hanno problemi renali;
  • Se si soffre di diabete, in quanto può essere necessario modificare la posologia dei medicinali usati contro questa malattia;
  • Se si soffre di tiroide iperattiva, poiché il sotalolo può nasconderne i sintomi o farli peggiorare se il trattamento viene interrotto bruscamente;
  • Se si soffre o si è recentemente sofferto di diarrea grave in quanto ciò può influenzare i livelli di potassio e magnesio nel corpo;
  • Se si è affetti da psoriasi;
  • Se si hanno frequenti reazioni allergiche o si è allergici a diversi tipi di allergeni;
  • Se ci si deve sottoporre ad interventi chirurgici e si deve assumere anestetici (informare il medico che deve eseguire l'intervento e l'anestesista dell'eventuale terapia in atto con sotalolo, poiché esso può influenzare l'azione degli anestetici impiegati);
  • Se si è in gravidanza o si sta allattando al seno.

Nota Bene

  • L'uso del sotalolo NON è raccomandato in bambini e adolescenti con meno di 18 anni di età.
  • Per chi svolge attività sportiva, l'uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping.
  • Il sotalolo non dovrebbe influenzare le capacità di guidare veicoli e utilizzare macchinari; tuttavia, la sua assunzione può causare la comparsa di effetti come capogiri, vertigini e sensazione di testa leggera. Qualora tali sintomi dovessero insorgere, pertanto, si raccomanda di usare cautela e di evitare le suddette attività.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra il Sotalolo e Altri Farmaci

Il sotalolo NON dovrebbe essere assunto con i seguenti medicinali:

  • Altri farmaci impiegati nel trattamento delle aritmie cardiache (come, ad esempio, verapamil, chinidina, diltiazem, disopiramide, procainamide, flecainide, amiodarone, bepridil);
  • Altri farmaci beta-bloccanti;
  • Farmaci utilizzati per il trattamento della schizofrenia e di altri disturbi mentali (ad esempio: sulpiride, sultopride, amisulpride, tioridazina, clorpromazina, levomepromazina, trifluoperazina, ciamemazina, tiapride, pimozide, aloperidolo, droperidolo)
  • Altri farmaci, quali:
    • Iniezioni di eritromicina;
    • Moxifloxacina, sparfloxacina;
    • Vincamina (che può essere impiegata nel trattamento di alcune forme di patologia cerebrale, come la demenza);
    • Bepridil (utilizzato per trattare l'angina);
    • Cisapride;
    • Difenamil (utilizzato per trattare un battito cardiaco lento);
    • Mizolastina;
    • Floctafenina (un FANS);
    • IMAO (inibitori delle monoammino ossidasi);
    • Metadone;
    • Alofantrina (un antimalarico);
    • Pentamidina;

Alla luce di e in aggiunta a quanto finora detto, prima di iniziare ad assumere il sotalolo, è molto importante informare il medico se si stanno assumendo:

In qualsiasi caso, prima di iniziare la terapia a base di sotalolo, è necessario informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si intende assumere farmaci o prodotti di qualsiasi tipo - anche s enon indicati nei soprastanti elenchi - compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, ecc.

Per specifiche informazioni sulle interazioni farmacologiche e suoi farmaci da NON utilizzare insieme al sotalolo, si rimanda ancora una volta all'attenta lettura del foglietto illustrativo del medicinale prescritto dal medico che si deve assumere.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare il Sotalolo?

Il sotalolo, come qualsiasi altro farmaco, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Difatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandoli affatto.

Il medico deve essere immediatamente allertato qualora si manifestino:

Altri effetti indesiderati che possono insorgere durante il trattamento con sotalolo consistono in:

Ad ogni modo, per maggiori informazioni, leggere quanto riportato sul foglietto illustrativo del medicinale contenente sotalolo che si deve assumere.

Sovradosaggio da Sotalolo

Dosi eccessive di sotalolo possono causare sintomi quali:

Pertanto, in caso di sovradosaggio da sotalolo - accertato o presunto - è necessario contattare subito il medico o recarsi nel più vicino pronto soccorso, avendo cura di portare con sé la confezione del medicinale assunto.

Come Agisce

Come Funziona il Sotalolo e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

Come accennato, il sotalolo appartiene al gruppo dei farmaci beta-bloccanti. Più precisamente, si tratta di un bloccante non selettivo dei recettori adrenergici di tipo beta-1 e beta-2, privo di attività simpaticomimetica intrinseca e di attività stabilizzatrice di membrana.

Analogamente ad altri farmaci beta-bloccanti, il sotalolo è capace di inibire l'increzione di renina: è stato, infatti, documentato che esso è in grado di esercitare un significativo effetto renino-soppressivo sia a riposo che sotto sforzo.

Ad ogni modo, l'attività beta-bloccante del sotalolo induce una riduzione della frequenza cardiaca e una riduzione limitata della contrattilità del miocardio. Grazie a queste modificazioni, si assiste pertanto ad una riduzione del consumo di ossigeno e del lavoro del cuore.

Le proprietà antiaritmiche di cui è dotato il sotalolo sono proprie sia dei beta-bloccanti (Classe II di Vaughan-Williams), per l'appunto, che dei farmaci antiaritmici (Classe III di Vaughan-Williams).

Dosaggio e Modo d'uso

Quando e Quanto Sotalolo assumere

Il sotalolo è disponibile in forma di compresse per uso orale che devono essere deglutite intere con un po' d'acqua, indifferentemente, prima, dopo o durante i pasti, ma sempre nelle modalità e nei tempi prescritti dal medico. In nessun caso le compresse vanno masticate o frantumate.

Ad ogni modo, prima di iniziare il trattamento, il medico dovrà valutare lo stato di salute del paziente e, in particolare:

  • L'attività del cuore (misurazione dell'intervallo QT all'elettrocardiogramma, ritmo cardiaco);
  • La funzione renale;
  • La quantità di liquidi e di sali nel sangue (equilibrio idro-elettrolitico).

Inoltre, dovrà valutare eventuali terapie con altri medicinali.

La dose di principio attivo deve essere stabilita dal medico su base individuale per ciascun paziente. Tuttavia, la dose iniziale solitamente raccomandata è di 80 mg di sotalolo da assumersi una volta al giorno o in due dosi frazionate a intervalli di 12 ore. Dopodiché, il medico potrà incrementare la quantità di principio attivo da assumere ogni 2-3 giorni in funzione delle esigenze di ciascun paziente.

In media, la maggior parte dei pazienti assume una dose di sotalolo compresa fra 160 mg e 320 mg al dì, da prendere in dosi frazionate nell'arco della giornata.

Tuttavia, in particolari casi di pazienti con irregolarità del battito cardiaco che minaccia la sopravvivenza, il medico può decidere di incrementare ulteriormente il dosaggio (480-640 mg di sotalolo al giorno).

Ad ogni modo, le informazioni sopra riportate hanno solo un fine illustrativo. Si raccomanda di seguire sempre le indicazioni fornite dal medico e, in caso di dubbi, di rivolgersi ad esso.

NON assumere più sotalolo di quello prescritto.

Dimenticanza di una dose di Sotalolo

In caso ci si dimentichi di assumere il sotalolo, NON assumere una dose doppia per compensare la dimenticanza. In caso di dubbi o per sapere come comportarsi, contattare il medico o chiedere aiuto al farmacista e leggere con attenzione quanto riportato sul foglietto illustrativo del medicinale che si deve impiegare.

Interruzione del Trattamento con Sotalolo

Il trattamento con sotalolo NON deve essere interrotto bruscamente e NON deve essere interrotto senza aver prima consultato il proprio medico.

L'interruzione brusca del trattamento può causare problemi cardiaci anche molto gravi e può mettere a rischio la vita del paziente.

Il medico spiegherà come interrompere gradualmente l'assunzione del farmaco; per qualsiasi dubbio, rivolgersi ad esso.

Gravidanza e Allattamento

Il Sotalolo può essere usato durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

Per alcuni medicinali a base di sotalolo, gravidanza e allattamento al seno sono condizioni espressamente elencate nelle controindicazioni all'uso del farmaco.

Secondo quanto riportato sui bugiardini di altri medicinali contenenti il principio attivo, invece, l'uso in gravidanza dovrebbe essere evitato a meno che il medico non lo ritenga assolutamente necessario e, comunque, anche in questo caso, l'assunzione deve avvenire solo sotto lo stretto controllo di questa figura sanitaria.

L'allattamento al seno è sempre sconsigliato: il medico valuterà se sospenderlo a favore dell'assunzione del farmaco da parte della madre o se evitare la somministrazione di sotalolo a favore della prosecuzione dell'allattamento, a seconda dei potenziali benefici attesi per la madre in caso di terapia e dei benefici del bambino nel proseguire l'assunzione del latte materno.

Controindicazioni

Quando il Sotalolo NON deve essere usato

L'utilizzo del sotalolo e dei medicinali che lo contengono è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota allo stesso sotalolo e/o ad uno o più degli eccipienti contenuti nel medicinale che si deve assumere;
  • Se si soffre di bradicardia o ipotensione;
  • Nei pazienti che hanno sofferto o che soffrono di shock cardiogeno o di patologie cardiache quali sindrome del QT lungo, torsioni di punta, insufficienza cardiaca non trattata, blocco cardiaco, sindrome del seno malato;
  • In pazienti con angina di Prinzmetal;
  • Se si hanno gravi disturbi della circolazione;
  • In pazienti che soffrono di asma, attacchi di respiro sibilante o qualsiasi altra patologia dei polmoni;
  • In pazienti con sindrome di Raynaud;
  • Se si soffre di acidosi metabolica;
  • In pazienti con tumore della ghiandola surrenale non trattato (feocromocitoma);
  • Nei pazienti con insufficienza epatica e/o renale;
  • Nei pazienti che hanno in programma l'esecuzione di un intervento chirurgico (anche odontoiatrico) o comunque che necessitano di un anestetico; in questi casi, è indispensabile informare il medico che eseguirà l'intervento e/o l'anestesista dell'eventuale terapia in corso con sotalolo;
  • In pazienti sottoposti a terapie farmacologiche con alcuni tipi di farmaci (vedi capitolo "Interazioni").

Infine, alcuni medicinali contenenti sotalolo presentano fra l'elenco delle controindicazioni anche lo stato di gravidanza e l'allattamento al seno (vedi capitolo dedicato "Gravidanza e Allattamento").

NOTA BENE

Nel corso di questo articolo si è cercato di riassumere le principali caratteristiche dei medicinali contenenti sotalolo. Tuttavia, tali caratteristiche potrebbero variare in funzione del prodotto preso in considerazione. Pertanto, per maggiori e specifiche informazioni su indicazioni, avvertenze e precauzioni per l'uso, interazioni, modo d'uso e posologia, uso in gravidanza e allattamento, effetti indesiderati e controindicazioni di un dato medicinale contenente sotalolo, si rimanda nuovamente all'attenta lettura del foglietto illustrativo del medicinale stesso.

In caso di dubbi, consultare il medico o chiedere aiuto al farmacista.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista