Cos’è e come funziona il sesso tantrico

Cos’è e come funziona il sesso tantrico
Ultima modifica 11.03.2022
INDICE
  1. Cosa si intende per sesso tantrico
  2. Come si pratica il sesso tantrico
  3. Le posizioni migliori per praticare sesso tantrico

Il sesso tantrico è una pratica sessuale che, nell'immaginario comune, consentirebbe di prolungare enormemente i rapporti, facendoli durare anche sette ore di seguito, senza che le persone coinvolte cedano alla stanchezza o al calo del desiderio.

Anche se questa semplificazione può portare a credere che si tratti di una leggenda o poco più, il sesso tantrico esiste davvero e rientra nella grande famiglia delle discipline orientali che comprendono anche yoga e meditazione. Si tratta in sostanza di un modo nuovo e molto diverso dallo standard di concepire la sessualità, che secondo gli esperti non servirebbe solo ad aumentare le ore di piacere, ma anche a riaccendere la passione in caso di flessione.

Praticarlo a comando però non è possibile visto che avere una buona padronanza della pratica richiede pazienza ed esercizio costante.

Cosa si intende per sesso tantrico

La parola tantra deriva dal sanscrito, una lingua antichissima ufficiale dell'India, Paese nel quale questa pratica è nata e si è sviluppata con l'obiettivo dichiarato di aiutare nella conoscenza profonda di se stessi. Questo termine indica un insieme di pratiche e rituali sessuali considerati sacri e che permettono al corpo e alla mente di liberarsi completamente e provare sensazioni uniche.

Il sesso tantrico quindi è a tutti gli effetti una pratica sessuale ma a differenziarlo da tutte le altre note è il suo scopo: mentre nei rapporti tradizionali il traguardo al quale solitamente si ambisce è un orgasmo fisico, in questo caso si parla di orgasmo dell'anima, che secondo chi l'ha provato non avrebbe nulla a che vedere con il primo ma sarebbe molto più profondo e intimo. Chiamato anche orgasmo di valle, deriva dal piacere dell'ascolto di sensazioni come il calore, il profumo, la pelle dell'altro, ancor prima che dalla stimolazione di alcune parti del corpo.

Proprio tale caratteristica consentirebbe di arrivare all'estasi sessuale e di mantenerla per numerose ore.

Come si pratica il sesso tantrico

Il sesso tantrico nasce come una filosofia in grado di generare una sensazione di pienezza e intimità durante un rapporto grazie all'uso di specifici gesti e tecniche. Il tantra viene considerato come sesso sacro e nella sua disposizione originale prevede la presenza di un uomo e di una donna, in cui il primo è la manifestazione terrena del Dio Shiva, mentre la donna della Dea Shakti.

La donna svolge il ruolo più attivo e durante i rapporti sessuali ha la responsabilità di trasferire la propria energia fredda all'uomo che la trasforma in energia calda.

Per arrivare a svolgere correttamente una pratica tantrica e beneficare quindi degli effetti positivi è necessario procedere per gradi e fare molto allenamento ma fin da subito ciò che non deve mancare è l'ascolto di se stessi e del o della partner. Di vitale importanza, infatti, è prendere consapevolezza di ogni centimetro del proprio e dell'altrui corpo per capire quale stimolazione, movimento o emozione sia in grado di provocare un piacere profondo.

Fondamentale anche accantonare lo stress, approcciarsi al sesso tantrico liberi da preconcetti e concentrarsi sul respiro perché respirare bene e profondamente aiuta ad amplificare ogni sensazione del sesso.

Se si è alle prime armi, per far sì che entrambe le persone coinvolte si sentano maggiormente a loro agio può essere utile creare un'atmosfera rilassante, accendendo candele e luci soffuse e iniziando a entrare in intimità praticandosi a vicenda un massaggio rilassante.

Tutte queste azioni sono volte a vedere il sesso sotto una luce nuova, che non consideri prioritario il raggiungimento del piacere fisico prioritario ma piuttosto il profondo contatto con se stessi e l'altro.

Le posizioni migliori per praticare sesso tantrico

Le posizioni da provare seguendo questa tecnica sono diverse ma ne esistono alcune che almeno inizialmente possono risultare più semplici e aiutare a migliorare la sintonia tra i partner nel rapporto di coppia e a riscoprire, o scoprire per la prima volta, una sessualità molto più appagante del solito, che gli esperti descrivono come quasi spirituale.

Per farle può essere necessario un po' di esercizio preliminare visto che le posizioni tantriche, essendo parte della filosofia orientale, hanno molto in comune con alcune tipiche dello yoga.

Alla loro base c'è il ribaltamento dei tradizionali ruoli maschile - femminile.

La più nota è probabilmente la posizione del loto che prevede l'uomo seduto e la donna seduta sulle sue cosce che lo avvolge con le proprie gambe e lo tiene stretto in un abbraccio mentre ci si muove ritmicamente guardandosi negli occhi.

Altrettanto celebre la posizione denominata della sedia bollente che vede il partner seduto su una sedia e appoggiato allo schienale e la compagna di rituale seduta su di lui con le gambe appoggiate alle sue spalle.

Altra tecnica piuttosto famosa è quella che vede l'uomo seduto sulle proprie gambe, con i glutei poggiati ai piedi e la donna di spalle seduta sul bacino con i piedi saldi al pavimento le ginocchia piegate e la schiena leggermente inarcata in avanti.

Ecco cosa succede a fare poco sesso.