Sciroppo di Lumaca di I.Randi

Generalità

Lo sciroppo di lumaca è un integratore alimentare utilizzato come rimedio naturale per contrastare la tosse grassa.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/01/sciroppo-di-lumaca-orig.jpeg

Lo sciroppo di lumaca può essere formulato con estratti di Helix pomatia (anche conosciuta come chiocciola borgognona o vignaiola), oppure con estratti di Helix aspersa (o chiocciola zigrinata), entrambi molluschi gasteropodi facenti parte della famiglia Helicidae.

L'uso della lumaca e dei suoi estratti in campo medico per la preparazione di rimedi atti a curare disturbi di vario tipo risale addirittura al I Secolo d.C. Tuttavia, in passato, le lumache e i suoi estratti venivano utilizzati perlopiù in caso di affezioni dermatologiche (ustioni, ascessi, ferite). Nel XVIII secolo, invece, le preparazioni a base di lumache iniziarono ad essere utilizzate anche per contrastare malattie come nefriti e tubercolosi. Nonostante ciò, le proprietà benefiche esercitate a livello del tratto respiratorio vennero messe in evidenza e divennero oggetto di alcuni studi solamente fra il XIX e il XX secolo.

Lo sapevi che…

Il termine "lumaca" viene utilizzato in maniera impropria per indicare le due specie appartenenti al genere Helix utilizzate per la produzione dell'omonimo sciroppo. In verità, il termine corretto per definire questo tipo di animali sarebbe "chiocciola"; mentre l'uso del termine "lumaca" dovrebbe essere riservato ai soli gasteropodi privi di conchiglia.

Indicazioni

Per cosa si utilizza lo Sciroppo di Lumaca?

Lo sciroppo di lumaca è un integratore alimentare che viene utilizzato come coadiuvante contro la tosse grassa, per favorire la fluidificazione del muco bronchiale e la sua conseguente eliminazione.

Lo sciroppo di lumaca può essere somministrato sia ai bambini che agli adulti e può essere utile per favorire il benessere delle vie aeree in caso di tosse produttiva associata a stati influenzali e simil-influenzali, bronchiti sia acute che croniche e pertosse.

Nota Bene

Lo sciroppo di lumaca non è un farmaco, pertanto, non è in grado di curare le sopra citate malattie associate a tosse grassa. Per tale motivo, in caso di tosse grassa persistente associata ad altri sintomi o disturbi, è sempre bene rivolgersi al proprio medico, al fine di escludere la presenza di eventuali patologie di base non ancora diagnosticate.

Allo stesso modo, nonostante il prodotto possa essere somministrato anche in età pediatrica, in caso di comparsa di tosse grassa, prima di somministrare lo sciroppo di lumaca ai bambini, sarebbe bene chiedere il consiglio preventivo del proprio pediatra di fiducia.

Proprietà

Quali sono le Proprietà dello Sciroppo di Lumaca?

Allo sciroppo di lumaca vengono attribuite proprietà fluidificanti del muco bronchiale ed espettoranti, riconducibili agli estratti di Helix pomatia o di Helix aspersa in esso contenuti.

Benché le ricerche condotte in merito e i dati scientifici attualmente disponibili siano piuttosto scarsi, alcuni ritengono che le sopra citate proprietà possano essere imputate ad eventuali sostanze enzimatiche contenute negli estratti ottenuti da questi molluschi gasteropodi. Secondo questa ipotesi, tali sostanze sarebbero capaci di "rompere" le molecole componenti il muco bronchiale, diminuendone così la viscosità e favorendone la fluidificazione, quindi l'eliminazione.

Nonostante l'evidente mancanza di prove scientifiche supportate da adeguati studi, i dati empirici raccolti in merito all'uso dello sciroppo di lumaca contro la tosse grassa mostrano che questo integratore alimentare, in alcune occasioni, può rivelarsi un valido aiuto nel contrastare questo disturbo; ancor meglio se somministrato in associazione ad un trattamento idoneo a curare la malattia che ha causato la comparsa della tosse produttiva (trattamento che deve comunque essere prescritto dal medico).

A questo proposito, ricordiamo nuovamente l'importanza di rivolgersi al proprio medico di fiducia prima di assumere lo sciroppo di lumaca, sia per consentire la diagnosi di eventuali patologie di base che necessitano cure mirate, sia per escludere la presenza di eventuali controindicazioni all'uso del prodotto. Difatti, anche se lo sciroppo di lumaca non è un farmaco ma un integratore alimentare, ciò non significa che il suo uso possa essere effettuato da chiunque e in qualsiasi condizione (vedi Effetti Collaterali e Controindicazioni).

Lo sapevi che…

La bava di lumaca - o meglio, il mucopolisaccaride prodotto da Helix aspersa - trova impiego all'interno di svariati prodotti cosmetici (sieri, creme ecc), poiché si ritiene sia dotato di proprietà nutrienti, rigeneranti della cute, idratanti, antiossidanti e purificanti.

Per informazioni più dettagliate, si consiglia la lettura dell'articolo dedicato: Bava di Lumaca nei Cosmetici.

Composizione

Cosa contiene lo Sciroppo di Lumaca?

In commercio esistono diverse tipologie di sciroppo di lumaca, ognuna delle quali contiene differenti estratti di lumaca e svariati ingredienti aggiuntivi utilizzati per migliorare le caratteristiche e le proprietà del prodotto finale.

Più precisamente, uno sciroppo di lumaca può contenere estratti di Helix pomatia, oppure estratti di Helix aspersa. In aggiunta a questi ingredienti attivi, lo sciroppo di lumaca può anche contenere:

  • Estratti vegetali, per favorire e incrementare l'azione degli estratti di lumaca. Ad esempio, vi sono sciroppi di lumaca contenenti estratti di timo (dotati di attività espettoranti e antimicrobiche), così come vi sono sciroppi di lumaca contenenti estratti di malva (pianta dalle note proprietà antinfiammatorie delle mucose, lenitive ed emollienti).
  • Miele, sia per rendere gradevole l'aroma dello sciroppo di lumaca, sia per le sue apprezzate proprietà emollienti, molto utili in caso di tosse grassa persistente e irritazione delle vie aeree.
  • Succhi di frutta, in modo tale da rendere gradevole l'aroma dello sciroppo. In particolare, per rendere appetibile lo sciroppo di lumaca si usa soprattutto il succo di lampone concentrato.

Oltre a quanto finora detto, lo sciroppo di lumaca contiene tipicamente zucchero (saccarosio o fruttosio), acqua, conservanti (potassio sorbato) ed antiossidanti (acido ascorbico). Questi componenti sono i cosiddetti eccipienti, necessari per formulare lo sciroppo e per veicolare gli ingredienti attivi.

Posologia e Modo d'uso

Lo sciroppo di lumaca deve essere assunto per via orale, preferibilmente lontano dai pasti. La posologia può variare in funzione del tipo di sciroppo utilizzato e a seconda della concentrazione di estratto di lumaca in esso contenuta.

Ad ogni modo, in linea generale, la dose consigliata negli adulti e nei bambini con più di tre anni di età è di un cucchiaio di sciroppo di lumaca da assumersi dalle due alle quattro volte al dì.

Nota Bene

Gli integratori alimentari come lo sciroppo di lumaca non vanno intesi come sostituti di una dieta varia ed equilibrata e di uno stile di vita sano. Inoltre, la dose giornaliera raccomandata non deve essere superata, salvo diverse indicazioni mediche.

Gravidanza e Allattamento

Lo Sciroppo di Lumaca può essere assunto in Gravidanza e Durante l'Allattamento?

Attualmente non vi sono sufficienti studi in grado di determinare la sicurezza d'uso dello sciroppo di lumaca durante la gravidanza e l'allattamento. Per tale ragione, le gestanti e le madri che allattano al seno, prima di assumere il prodotto, devono chiedere il parere del proprio medico.

Effetti Collaterali e Controindicazioni

Al momento non sono noti effetti collaterali causati dall'assunzione dello sciroppo di lumaca per favorire il benessere delle vie aeree in caso di tosse grassa.

Per quanto riguarda le controindicazioni, generalmente, si sconsiglia l'assunzione dello sciroppo di lumaca ai pazienti affetti da asma e, naturalmente, alle persone con allergia nota a uno o più componenti dello stesso sciroppo.

Infine, ricordiamo che, l'uso dello sciroppo di lumaca contenente saccarosio non è raccomandato nei pazienti diabetici.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


Ultima modifica dell'articolo: 02/07/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ