Rientro in ufficio: consigli per affrontarlo con energia

Rientro in ufficio: consigli per affrontarlo con energia
Ultima modifica 04.10.2021
INDICE
  1. Introduzione
  2. Consigli Utili
  3. Conclusioni

Introduzione

Il rientro in ufficio è tra gli eventi ordinari più stressanti di tutto l'anno. Questo per varie ragioni, anche se è innegabile che si tratti di una condizione molto soggettiva.

Rientro in ufficio: consigli per affrontarlo con energia Shutterstock

La problematica più comune è indubbiamente la cosiddetta "mancanza di energie"; talvolta dovuta al semplice cambio di stagione, in altri casi alla modifica repentina dei ritmi quotidiani rispetto alle vacanze della pausa estiva.

Ad ogni modo, ciò che si rivela sempre utilissimo in questi casi, è una migliore gestione della dieta e dell'attività fisica quotidiana.

Garantire tutti i nutrienti necessari – a partire dalla colazione – mantenere buono il livello di efficienza motoria e controllare più possibile i livelli di stress, sono le tre "colonne portanti" dello stato di benessere generale, condizione necessaria ad affrontare con il massimo dell'energia il rientro in ufficio.

Esistono pertanto diversi consigli utili al raggiungimento di questo obbiettivo, che di seguito analizzeremo più dettagliatamente.

Colazione con Kellogg's Special K

Anche a colazione, allora, è fondamentale puntare sugli alimenti giusti. La linea Kellogg's Special K in fiocchi e barrette è infatti pensata per fornire il giusto apporto di nutrienti per il metabolismo energetico. Con ferro che aiuta la forza fisica, Vitamina D che rafforza il sistema immunitario e vitamina B12 che contribuisce alla vitalità, rappresentano la scelta ideale nell'ambito di una dieta varia ed equilibrata. Ad arricchire la linea anche i fiocchi e le barrette Special K Protein, fonte di proteine che contribuiscono alla crescita e al mantenimento della massa muscolare.
 

Consigli Utili

Consigli per gestire lo stress al rientro in ufficio

Iniziamo dando alcuni semplici ma importanti consigli per gestire lo stress al rientro in ufficio.

Suggeriamo ai gentili lettori di non sottovalutare queste piccole raccomandazioni, in quanto possono aiutare molto a tornare sul posto di lavoro dalle vacanze con più resilienza mentale e meno ansia generale.

Routine "prima" banali, come il pendolarismo o l'istaurazione di rapporti personali con soggetti che, normalmente, non farebbero parte della propria vita, possono divenire sorprendentemente stressanti, minando l'equilibrio psicofisico generale.

Pianifica e programma gli aspetti essenziali della tua vita

Cosa significa? Perché programmare e pianificare l'essenzialità? Perché in tal modo è più facile capire quanto spazio viene riservato ai propri doveri e quanto ai propri "diritti".

Non dimenticare che la cura di sé è fondamentale a mantenere alta la propria efficienza generale. Se trascuri le tue necessità, presto o tardi ne pagherai le conseguenze – anche se non te ne rendi conto!

Pertanto, ogni giornata deve includere:

  1. Tutti i pasti, a partire dalla colazione, che dovrà essere nutriente, digeribile e buona; ciò è determinante sia per gestire al top il bilancio energetico giornaliero, sia per avere da subito un feed-back sensoriale e metabolico positivi. Un esempio eccellente è costituito da cereali per la prima colazione – meglio se rinforzati in vitamine e mineraliyogurt magro, un frutto e qualche seme oleoso;

Lo Sapevi che…

Una colazione bilanciata può inoltre promuovere una migliore composizione corporea? Statisticamente, chi ha una vita frenetica e salta la colazione, integrandola, tende a mangiare meno sia a pranzo che a cena, promuovendo il calo di peso quando eccessivo. Peraltro, chi si cimenta in attività sportive di costruzione muscolare, trova proficuo distribuire i nutrienti anche a colazione, anzitutto per una miglior digestione, e anche perché consente di limitare i periodi di digiuno.

30 g cereali per la prima colazione associati a 150-250 g di yogurt o latte magri (anche senza lattosio), 100 g di frutta fresca 10 g di semi oleosi, hanno un profilo nutrizione idoneo a qualsiasi tipo di dieta – grazie alla presenza di fibre, carboidrati complessi, proteine, grassi buoni, vitamine, minerali.

  1. Orari fissi di lavoro/attività domestiche o, se impossibile, limiti ben precisi di inizio e termine – ad esempio una lista clienti. Non offrire la tua reperibilità h24 se non prevista da contratto. Metti ovviamente in conto periodi più intensi, ma anche periodi meno impegnativi;
  2. Calendario di attività motoria; non ha importanza di che tipo, quanta ecc. L'importante è dargli il giusto spazio. Non ce la fai (ad es. per un infortunio)? Pazienza, vorrà dire che impegnerai lo stesso tempo per ascoltare musica, leggere ecc., ma non per svolgere attività lavorative o impegni domestici;
  3. Ritagliati un piccolo frangente – basta anche solo una manciata di minuti – per ricercare un buon rilassamento fisico e mentale. Esistono tecniche particolari di training autogeno che in 15 minuti possono ricaricarti più di quanto pensi;
  4. Escludi i dispositivi elettronici dai locali domestici dedicato ad altro; niente smart- tv, phone, watch ecc. in sala da pranzo durante i pasti e in camera da letto prima di dormire. Prima di tutto, le attività cerebrali tendono a confondere gli stimoli fisiologici, in secondo luogo chiunque tende a digitalizzare le proprie paure ed angosce, che in tal modo non ci lascerebbero mai.

Scrivi su carta le tue preoccupazioni associate al rientro al lavoro

Se hai la sensazione di essere in balia di un problema lavorativo, un ottimo modo per "riprendere le redini" della situazione è semplicemente dare un nome alla sorgente d'ansia, pur dandole il "giusto peso" intrappolandola in una pagina di carta.

Va da sé che ciò richiede un buon livello di consapevolezza ed accettazione; se non ti senti pronto, lavoraci su, perché verbalizzare le emozioni rende effettivamente la rabbia, la tristezza e il dolore meno intensi.

Etichettare un'emozione, o esprimere i propri sentimenti in parole, può aiutare a regolare quei sentimenti, permettendo loro di "informarti" piuttosto che "sopraffarti". Ciò permette anche di studiare un piano di correzione.

Cerca di identificare i segnali dello stress

Lo stress è la risposta naturale del corpo a una minaccia.

Lo stress cronico è tuttavia un grosso problema, che si verifica quando i fattori acuti non scompaio. Questo tipo di stress perpetuo può avere conseguenze a lungo termine per la nostra salute mentale e fisica.

Sfortunatamente, molti sono così abituati a questo stato che potrebbero non riconoscere affatto i segnali specifici come: battito cardiaco accelerato, ruminazione, difficoltà a concentrarsi e atteggiamento conflittuale frequente.

Notare quando sei troppo stressato ti aiuterà a determinare quando hai bisogno di un "microbreak" durante la giornata.

Correggi il rapporto con i colleghi di lavoro

Molte persone tendono ad indossare una "maschera". Questo ostacola non poco la comprensione reciproca.

È anche frequente che si tenda ad eccedere nel livello di confidenza, oppure a chiudersi.

Si può certamente dare maggiore spazio all'intelligenza emotiva curando l'espressività, senza dover condividere aspetti personali.

Inoltre, mostrare interesse ponendo le giuste domande è sempre apprezzato, ma senza invadenza. Trovare questo limite permette di ottimizzare i rapporti lavorativi.

Cerca di compensare i limiti dello smart-working

Partecipa attivamente alle riunioni anche quando sei in video conferenza e fai lo stesso se è un collega a trovarsi fuori dal meeting.

Conclusioni

Abbiamo visto quanto il rientro in ufficio possa essere stressante; tuttavia, seguendo alcuni piccoli consigli è possibile intervenire attivamente per migliorare la propria situazione.

Non dimentichiamo che ogni situazione è a sé, e che l'uscita dal periodo di pandemia da covid-19 ha avuto un effetto aggravante praticamene su ogni fonte di stress quotidiano.

È pertanto normale che ci possa volere più tempo del solito, a patto che l'approccio nei confronti della propria situazione sia di tipo attivo-propositivo, e non passivo.

 

Contenuto sponsorizzato: My-personaltrainer.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, My-personaltrainer.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificate disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Autore

Riccardo Borgacci
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer