Pancera Post Parto

Introduzione

L'utilità derivante dall'uso della pancera post parto è spesso oggetto di opinioni contrastanti.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/07/01/pancera-post-parto-orig.jpeg

Se da un lato c'è chi la consiglia per fornire supporto ai muscoli addominali, dall'altro lato sono sempre più numerosi gli specialisti e le figure sanitarie (ginecologi e ostetriche) che sconsigliano l'uso di questo indumento, se non in particolari circostanze e situazioni.

Nel corso dell'articolo, pertanto, verranno brevemente descritte le caratteristiche della pancera post parto, i pro e i contro derivanti dal suo utilizzo e quando e come questo indumento può essere utilizzato.

Che cos'è

Che cos'è la Pancera Post Parto?

La pancera post parto - o panciera, che dir si voglia - è un indumento appartenente al gruppo della biancheria intima avente funzione contenitiva e/o modellante. Esso è specificatamente ideato per sostenere e sorreggere i muscoli e i tessuti di addome, fianchi, schiena, e glutei della neo mamma nei periodi che seguono la nascita del bambino.

Dopo il parto, infatti, i muscoli e i tessuti soprastanti presenti nelle suddette aree corporee appaiono rilassati o addirittura - come avviene nel caso dei muscoli addominali - separati (diastasi addominale), conferendo a queste parti del corpo un aspetto che molte volte viene definito come "molle" o "flaccido"; la stessa postura della donna può risentire dei precedenti nove mesi di gestazione e apparire alterata o comunque non corretta. In simili situazioni, la pancera post parto potrebbe rivelarsi un aiuto, tuttavia, non tutti i medici ne approvano l'impiego.

Com'è fatta una Pancera Post Parto?

La pancera post parto - anche nota come guaina post parto o guaina modellante - è simile ad un paio di slip aventi una vita tanto alta da avvolgere tutto l'addome, fin sopra l'ombelico.

La parte inferiore della pancera può avere, appunto, la classica forma a slip, oppure può essere "a pantaloncino". In quest'ultimo caso, pertanto, il sostegno viene fornito anche a cosce e glutei.

La parte superiore della pancera post parto, invece, è composta da una fascia che avvolge interamente addome e schiena, esercitando un'azione contenitiva e modellante.

Il tessuto con cui vengono realizzate le pancere post parto può essere cotone elastico, oppure può essere costituito da fibre sintetiche di varia natura ma per sempre elastiche. L'elasticità è necessaria poiché la pancera deve essere in grado di esercitare una determinata pressione (non elevata, ma tale da consentire un giusto sostegno e un'adeguata azione rimodellante). In particolare, le pancere post parto più moderne che vantano proprietà modellanti presentano specifiche zone a compressione mirata che esercitano una pressione maggiore in determinati punti (ad esempio, ventre, fianchi e glutei), permettendo in questo modo di "appiattire" la pancia, rimodellare i contorni del corpo e conferire un aspetto più tonico, eliminando/riducendo in questo modo il tanto odiato effetto "flaccido".

Pro e Contro

Come accennato, il dibattito sull'effettiva efficacia e, addirittura, "sicurezza d'uso" della pancera post parto è piuttosto acceso. Difatti, sono in molti a sostenere che l'uso continuato della pancera dopo la gravidanza possa non solo rivelarsi inutile, ma addirittura controproducente per tutte le neo mamme che intendono ritrovare la forma in breve tempo.

Vantaggi derivanti dall'Uso della Pancera Post Parto

Benché non tutti i medici siano concordi nel consentire al suo utilizzo, la pancera post parto, in alcune situazioni, può rivelarsi utile alla neo mamma. In particolare, quest'indumento può:

  • Contribuire a sostenere i muscoli addominali, lombari e dei glutei che a causa della gravidanza si sono inevitabilmente rilassati e/o separati.
  • Contribuire al mantenimento della postura corretta.
  • Aiutare la donna ad affaticarsi di meno quando deve trascorrere molto tempo in piedi.
  • Far apparire il corpo della neo mamma rimodellato e più tonico. È pur vero che, in questo caso, si tratta di un fine prettamente estetico. Tuttavia, se in una determinata situazione la neo mamma - previo consulto e consenso del medico - desidera indossare la pancera post parto per sentirsi bene e in armonia con il proprio corpo, non esistono particolari controindicazioni all'uso estetico della pancera.

Nota Bene

Anche se il medico acconsente al suo utilizzo, la pancera post parto non dovrebbe essere indossata sempre, ma solo per qualche ora nel corso della giornata. Inoltre, questo capo di biancheria intima non dovrebbe essere utilizzato in presenza di dolore. Infine, oltre a quanto finora detto, è bene precisare che la pancera post parto non deve MAI essere utilizzata durante il riposo notturno.

Svantaggi derivanti dall'Uso della Pancera Post Parto

Nonostante i possibili vantaggi che potrebbero derivare dall'uso della pancera post parto, diversi medici sostengono l'inutilità di questo particolare capo di biancheria intima e, anzi, ritengono che possa causare problemi e ritardare il ritorno alla forma fisica antecedente la gravidanza, in particolare quando viene utilizzata in maniera impropria ed eccessiva. Difatti, sono in molti a ritenere che l'uso - soprattutto se scorretto - della pancera post parto possa nascondere diversi svantaggi, quali:

  • Comprimere eccessivamente i muscoli addominali impedendogli di lavorare in maniera corretta, quindi, ostacolandone il ritorno alle condizioni precedenti la gravidanza.
  • Aumentare il rischio di prolasso uterino, di prolasso rettale e/o di insorgenza di incontinenza urinaria. Un simile incremento si potrebbe verificare a causa della pressione intra-addominale esercitata dalla pancera post parto e in seguito ad un suo uso prolungato nel corso della giornata e/o ad un utilizzo protratto per lunghi periodi di tempo.
  • In presenza di ritenzione idrica, l'uso della pancera post parto potrebbe rallentarne la risoluzione.

Quando Utilizzarla

Quando può essere Utilizzata la Pancera Post Parto?

Visti i pro e i contro derivanti dall'uso della pancera post parto e viste le opinioni contrastanti in merito, sorge spontanea la domanda: quando può essere indossata e chi può ricorrere all'uso della pancera post parto? La risposta a tale domanda non è la stessa in ogni situazione ma può variare caso per caso, poiché ogni paziente è a sé stante.

Ad ogni modo, in linea generale, l'uso della pancera post parto può rivelarsi potenzialmente utile:

  • In seguito ad un parto cesareo per fornire sostegno a muscoli e tessuti e per dare sollievo alla donna dal fastidio che può essere indotto dalla ferita risultante. Allo stesso tempo, la presenza della pancera può contribuire a proteggere la lesione da bruschi movimenti dell'addome.
  • Nei primi periodi dopo il parto per aiutare la donna a mantenere una postura corretta e per fornire un sostegno ai muscoli che, inevitabilmente, si sono rilassati durante la gestazione.
  • Quando, nei primi periodi che seguono il parto, è necessario trascorrere molte ore in piedi. In una simile situazione, la pancera post parto può rivelarsi un valido aiuto nel sostenere i muscoli addominali e lombari, permettendo alla donna di stancarsi meno facilmente.

Nota Bene

Molte donne sono convinte che l'uso della pancera post parto sia indispensabile per ritrovare la forma fisica persa con la gravidanza. In realtà, questa credenza non ha alcun fondamento. La pancera post parto, infatti, può fornire sostegno sì, ma non è in grado di ripristinare il tono muscolare presente prima della gestazione. Per fare ciò, difatti, è necessario iniziare o riprendere, a seconda dei casi, una graduale attività fisica che, naturalmente, deve essere adattata ai cambiamenti che si verificano col trascorrere del tempo nel corpo della neo mamma. Chiaramente, l'attività sportiva non può essere ripresa immediatamente dopo il parto, in quanto il corpo della donna ha bisogno di un certo periodo di recupero prima di poter essere sottoposto a sforzi, a maggior ragione se ha subito un parto cesareo.

Ad ogni modo, nonostante quanto finora detto, prima di indossare la pancera post parto è sempre necessario chiedere il consiglio del medico, del ginecologo e/o del personale sanitario che assiste la donna durante e dopo la nascita del bambino, evitando il fai da te ed evitando di seguire i consigli provenienti dalle amiche o dai parenti. Difatti, benché si tratti di un semplice indumento, non si può escludere l'eventuale presenza di controindicazioni al suo utilizzo. Solo il personale sanitario che segue la neo mamma, infatti, è a conoscenza dello stato di salute della paziente e può fornire indicazioni utili sia in merito all'uso della pancera post parto, sia in merito a quando e come può essere iniziata/ripresa l'attività sportiva.

Scelta della Pancera

Come Scegliere la Pancera Post Parto?

Qualora si presenti la necessità di indossare una pancera post parto e qualora il medico abbia acconsentito al suo utilizzo, il dubbio principale verte su quale modello scegliere. In commercio ne esistono di molti tipi: a slip o a pantaloncino, con cuciture e senza cuciture per un comfort totale, con o senza zone a compressione mirata per un effetto rimodellante, color carne, bianche o nere, ecc.

Aldilà delle caratteristiche estetiche, la scelta della pancera post parto dovrebbe essere effettuata in funzione del tipo di parto effettuato (naturale o cesareo) e in funzione del motivo per cui si è presentata la necessità di indossare questo indumento. Altro aspetto molto importante è la taglia. Trattandosi di un indumento contenitivo, è molto importante avere l'opportunità di provarlo personalmente. Esso, infatti, deve essere sì aderente e deve apportare supporto e sostegno, ma in nessun caso deve creare disagio o fastidio.

Visti gli aspetti chiave che è necessario prendere in considerazione nella scelta della pancera post parto, è consigliabile rivolgersi sempre a professionisti del settore specializzati nella vendita di abbigliamento di questo tipo.

Ad ogni modo, si ribadisce nuovamente l'importanza di chiedere il consiglio del proprio medico o del proprio ginecologo prima di indossare qualsiasi tipo di pancera post parto.


Ultima modifica dell'articolo: 03/07/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ