Occhiaie: come eliminarle con sostanze schiarenti o depigmentanti

Occhiaie: come eliminarle con sostanze schiarenti o depigmentanti
Ultima modifica 26.01.2024
INDICE
  1. Introduzione
  2. Schiarenti e depigmentanti: cosa sono?
  3. Esempi di depigmentanti per le occhiaie
  4. Depigmentanti per le occhiaie: sono efficaci?

Introduzione

Le occhiaie sono aloni di colore scuro che si manifestano nell'area di cute subito sotto agli occhi. Sono ritenute da molte persone come un fastidioso inestetismo da combattere; pertanto, non sorprende che la cosmetica abbia messo a punto specifici prodotti e formulazioni il cui obiettivo è quello di attenuarle e minimizzarle.

Per fare ciò, tuttavia, è molto importante conoscere le cause alla base della comparsa delle occhiaie. Queste possono essere molteplici e possono avere differente natura. Oltre a scarso riposo e stress intenso, il problema delle occhiaie può essere favorito od accentuato da numerosi altri fattori, come ad esempio, fragilità capillare, accumulo di melanina (pigmento responsabile della colorazione della cute e non solo), invecchiamento, esposizione ai raggi UV, ecc.

Occhiaie depigmentanti Shutterstock

Schiarenti e depigmentanti: cosa sono?

Le sostanze schiarenti o depigmentanti sono sostanze che - quando applicate sulla pelle - sono in grado di agire sulle aree iperpigmentate formatesi in seguito all'accumulo di melanina, schiarendole.

Sono diversi le sostanze schiarenti ad oggi disponibili nel panorama cosmetico, tuttavia, non tutte sono idonee per l'utilizzo in un'area delicata quale è quella del contorno occhi.

Per questa ragione, quando si decide di ricorrere all'uso di cosmetici dall'azione depigmentante per il trattamento delle occhiaie, è fondamentale scegliere prodotti specificatamente formulati e ideati per l'utilizzo in questa area del viso.

Come funzionano le sostanze depigmentanti?

Le sostanze depigmentanti o schiarenti utilizzate per contrastare gli accumuli di melanina espletano la loro azione interferendo con l'attività dei melanociti (le cellule deputate alla produzione del pigmento melanico) e/o con la sintesi o il trasporto della stessa melanina.

Esempi di depigmentanti per le occhiaie

Fra i diversi ingredienti ad azione schiarente e depigmentante che possono essere inseriti nella formulazione di cosmetici anti-occhiaie, ricordiamo:

  • Acido cogico (o kojico): si tratta di una sostanza avente origine naturale, in quanto prodotta dal metabolismo di alcuni funghi appartenenti al genere Aspergillus. L'azione schiarente è esercitata mediante l'interferenza con il processo che porta alla sintesi della melanina.
  • Arbutina: si tratta di un'altra sostanza schiarente di origine naturale e, più precisamene, di un glicoside idrochinonico. Espleta la sua azione depigmentante interferendo con l'attività di un enzima - chiamato tirosinasi - che riveste un ruolo chiave nella sintesi della melanina.
  • Glicirrizina: anche in questo caso stiamo parlando di una sostanza depigmentante di origine naturale. Si ottiene dagli estratti di radice di liquirizia ed ha dimostrato di possedere spiccate proprietà schiarenti.

Depigmentanti per le occhiaie: sono efficaci?

La risposta alla domanda se le sostanze depigmentanti siano o meno efficaci contro le occhiaie è: dipende. Infatti, l'utilizzo di prodotti anti-occhiaie contenenti sostanze schiarenti risulterà efficace nel minimizzare - o comunque attenuare - le occhiaie solo nel caso in cui fra i fattori scatenanti vi sia l'accumulo di melanina. Se così non fosse e se la causa delle occhiaie risiedesse, per esempio, nella fragilità capillare in assenza di accumuli di pigmento melanico, l'uso di prodotti anti-occhiaie dall'azione depigmentante potrebbe non rivelarsi utile.

D'altro canto, in commercio esistono prodotti cosmetici specifici per occhiaie che contengono diversi ingredienti con differenti proprietà, appositamente miscelati fra loro per affrontare il problema delle occhiaie su più fronti (ad esempio, possono combinare agli ingredienti schiarenti degli ingredienti antiossidanti, degli ingredienti capaci di rafforzare il microcircolo e così via).

Potrebbe interessarti anche: Eliminare le Occhiaie: come fare?

Autore

Ilaria Randi

Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista