Nausea dopo Mangiato di I.Randi

Generalità

La nausea dopo mangiato - anche nota come nausea post-prandiale - è un sintomo che si manifesta in numerose persone.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/02/24/nausea-dopo-mangiato-orig.jpeg

La nausea dopo mangiato può rappresentare la conseguenza di grosse abbuffate, oppure può comparire in presenza di determinate patologie che interessano il tratto gastroenterico, così come può essere un sintomo connesso ad altre particolari condizioni (avvelenamenti, intolleranze alimentari, ecc.).

Il trattamento della nausea dopo mangiato dipende sostanzialmente dalla causa che l'ha scatenata, anche se, in alcuni casi, il sintomo potrebbe anche risolversi spontaneamente.

Che cos'è

Che cos'è la Nausea dopo Mangiato?

Come accennato, la nausea dopo mangiato è un sintomo (non una malattia e nemmeno una condizione) che si manifesta con una sensazione di malessere generalmente localizzata a livello della parte alta dello stomaco e che può arrivare a coinvolgere anche la parte posteriore della gola.

La nausea dopo mangiato, visto il particolare momento in cui si manifesta, è generalmente correlata a malattie o disturbi dell'apparato digerente o dell'alimentazione e può manifestarsi in individui di qualsiasi sesso ed età (adulti, bambini e anziani).

Cause

Quali sono le Cause della Nausea dopo Mangiato?

Le cause della nausea dopo mangiato possono essere molteplici, talvolta, anche di natura patologica.

Fortunatamente, in molti casi, la nausea dopo mangiato non deriva da malattie, ma può essere dovuta a:

  • Pasti troppo abbondanti (le cosiddette grandi abbuffate);
  • Pasti consumati troppo velocemente;
  • Deglutizione d'aria durante il pasto (condizione che si verifica soprattutto quando si mangia troppo velocemente).

Spesso e volentieri, tutte le suddette condizioni si verificano contemporaneamente con conseguente aumento del rischio d'insorgenza del sintomo in questione.

In altri casi, invece, la nausea dopo mangiato potrebbe essere connessa a malattie dell'apparato digerente di vario tipo, quali, ad esempio:

La nausea dopo mangiato può anche essere indice della presenza di allergie o intolleranze alimentari; così come potrebbe rappresentare il sintomo di tossinfezioni o avvelenamenti alimentari.

Da non escludere anche la possibilità che il sintomo possa essere provocato dall'assunzione di determinati tipi di farmaci per i quali la nausea rappresenta un effetto collaterale noto.

Inoltre, la nausea dopo mangiato è un sintomo considerato molto comune nelle donne in gravidanza, in particolare, durante il primo trimestre di gestazione.

Lo sapevi che…

La nausea che si può presentare durante la gravidanza non è considerata patologica, bensì parafisiologica. Questo sintomo in gravidanza può manifestarsi non solo dopo mangiato, ma in qualsiasi momento della giornata.

Infine, ricordiamo che la nausea dopo mangiato potrebbe essere scatenata e/o esacerbata anche da condizioni di ansia e forte stress. Tuttavia, è doveroso ricordare che la nausea indotta da simili disturbi potrebbe manifestarsi anche in altri momenti della giornata e non necessariamente al termine dei pasti.

Sintomi Associati

Quali Sintomi si possono Manifestare in Associazione alla Nausea dopo Mangiato?

Nella stragrande maggioranza dei casi, la nausea dopo mangiato si accompagna ad uno spiacevole senso di vomito che talvolta può evolvere a tutti gli effetti in vomito, portando così all'espulsione del contenuto dello stomaco.

Ad ogni modo, la nausea dopo mangiato può manifestarsi in associazione anche a numerosi altri sintomi che dipendono, sostanzialmente, dalla causa scatenante. Di seguito, ne verranno riportati alcuni.

Pasti Abbondanti e Consumati Velocemente

Se la nausea dopo mangiato si manifesta in seguito a pasti abbondanti, consumati troppo velocemente e/o caratterizzati dalla deglutizione d'aria, essa si potrebbe accompagnare a sensazioni di gonfiore, sensazione di pesantezza allo stomaco, difficoltà digestive ed eruttazione.

Avvelenamenti e Malattie Infettive Gastrointestinali

Quando la nausea dopo mangiato è causata da avvelenamenti alimentari o malattie infettive dell'apparato gastroenterico, si può manifestare in associazione a sintomi come:

Intolleranze e Allergie Alimentari

Quando la nausea dopo mangiato è connessa alle intolleranze o allergie alimentari, potrebbe manifestarsi in associazione a:

Calcoli della Cistifellea

Se la nausea dopo mangiato rappresenta un sintomo della presenza di calcoli della cistifellea, essa si manifesta tipicamente in associazione a vomito e dolore localizzato nella parte superiore destra dell'addome.

Altre Patologie Gastrointestinali

Altri sintomi che possono manifestarsi in associazione alla nausea dopo mangiato e indotti da malattie gastrointestinali non infettive (ad es. gastrite, esofagite, malattia da reflusso gastroesofageo, ecc.), sono:

Nota Bene

I sintomi elencati in questo capitolo sono solo alcuni dei sintomi causati dalle patologie menzionate e che possono manifestarsi in associazione alla nausea dopo mangiato. Per maggiori informazioni in merito alle suddette malattie, si consiglia la lettura degli articoli dedicati presenti su questo sito.

Quando Preoccuparsi

Quando Preoccuparsi e quando Rivolgersi al Medico?

Manifestare la nausea dopo mangiato non sempre è indice di patologie nascoste. Può capitare, infatti, per svariati motivi, di incappare in una digestione difficoltosa che porta allo sviluppo di questo sintomo.

La nausea dopo mangiato dovrebbe iniziare a preoccupare il paziente quando si manifesta dopo ogni pasto, o comunque molto spesso, e quando persiste per più giorni consecutivi. In simili frangenti, il consulto del medico risulta necessario, poiché la nausea dopo mangiato potrebbe rappresentare il sintomo di qualche malattia di base non ancora diagnosticata.

A maggior ragione, l'intervento del medico è richiesto quando la nausea dopo mangiato tende ad evolvere in vomito e/o se si manifesta in associazione ad altri sintomi considerati "anomali" per una banale indigestione.

Cura e Trattamento

Come si Cura la Nausea dopo Mangiato?

Trattandosi di un sintomo, il trattamento della nausea dopo mangiato è del tutto sovrapponibile alla cura della causa che l'ha provocata.

Cause Non Patologiche

Quando la nausea dopo mangiato è provocata da problemi digestivi di natura non patologica, ma connessi, ad esempio, a pasti troppo abbondanti, potrebbe non essere necessario alcun trattamento. Difatti, il sintomo potrebbe lentamente regredire man mano che i processi digestivi avanzano. Se ciò non dovesse accadere, è possibile ricorrere all'uso di digestivi naturali (ad esempio, tisane digestive a base di menta e/o liquirizia). In alternativa, per facilitare la digestione, può essere utile anche il ricorso al bicarbonato di sodio.

Per quanto riguarda il trattamento della nausea dopo mangiato che si può manifestare durante la gestazione, invece, si rimanda alla lettura dell'articolo dedicato: Nausea in Gravidanza.

Cause Patologiche

Nei casi in cui la nausea dopo mangiato si manifesti a causa di patologie di base, il trattamento da intraprendere deve essere stabilito dal medico.

Ad esempio, se la nausea dopo mangiato è indotta da malattie del tratto gastroenterico caratterizzate da un'iperacidità gastrica, il medico può decidere di prescrivere farmaci antiacidi, inibitori di pompa protonica o antagonisti dei recettori H2 per l'istamina.

Qualora, invece, la nausea dopo mangiato sia provocata da infezioni batteriche, il medico potrebbe ritenere necessario ricorrere all'utilizzo di farmaci antibiotici. Se, invece, l'infezione è di natura virale, la terapia è solitamente sintomatica e non necessita il ricorso all'uso di farmaci specifici.

Se la nausea dopo mangiato è causata dalla presenza di calcoli della cistifellea, il trattamento dovrà essere mirato alla loro eliminazione. A tal proposito, può essere utile la somministrazione di acido ursodesossicolico.

Infine, nel caso in cui la nausea dopo mangiato si presenti a causa di allergie o intolleranze alimentari, è necessario individuare - quindi eliminare dalla propria dieta - l'alimento o la sostanza responsabile.

Consigli Utili

Consigli Utili per Prevenire la Nausea dopo Mangiato

Così come avviene per il trattamento, anche la prevenzione della nausea dopo mangiato dipende principalmente dalla causa che l'ha provocata.

Ad ogni modo, è in qualsiasi caso buona regola:

  • Evitare le grandi abbuffate;
  • Masticare lentamente e ridurre le dimensioni dei bocconi;
  • Seguire una dieta sana ed equilibrata, preferendo i cibi facili da digerire;
  • Evitare, o comunque ridurre al minimo i cibi grassi, fritti e/o piccanti;
  • Ridurre il consumo di alcolici;
  • Non coricarsi subito dopo il pasto, ma attendere almeno un paio d'ore;
  • Ridurre stress e ansia.

Qualora la nausea dopo mangiato non dovesse risolversi seguendo i suddetti consigli e nemmeno seguendo eventuali terapie prescritte dal medico, è bene rivolgersi nuovamente a quest'ultimo che provvederà ad eseguire indagini ed esami più approfonditi.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista


Ultima modifica dell'articolo: 26/02/2018