Ragno violino: come riconoscere il morso? Sintomi e cosa fare

Ragno violino: come riconoscere il morso? Sintomi e cosa fare
Ultima modifica 03.06.2024
INDICE
  1. Cos'è il ragno violino e morso
  2. Morso o puntura di ragno violino?
  3. Come riconoscere il ragno violino?
  4. Ragno violino dimensioni reali: quali sono?
  5. Morso ragno violino: come riconoscerlo?
  6. Quali sono le possibili complicazioni del morso?
  7. Importanza dell'identificazione
  8. Cosa fare se si viene morsi?
  9. Dove vive il ragno violino?
  10. Come prevenire il morso?

Cos'è il ragno violino e morso

Il ragno violino - il cui nome scientifico è Loxosceles rufescens - è un piccolo aracnide appartenente alla famiglia delle Sicariidae.

Si tratta di un animale prevalentemente notturno in quanto esce dalla tana solamente nelle ore buie per cacciare o, nel caso degli esemplari maschi, per andare alla ricerca di femmine.

Per quanto il morso di ragno violino possa rivelarsi estremamente pericoloso in alcuni casi e, per questo, non debba mai essere sottovalutato, L. rufescens è un aracnide con un comportamento schivo, dall'indole NON aggressiva che, in presenza dell'uomo, preferisce fuggire piuttosto di attaccare.

Per questa ragione, il morso di ragno violino non è un evento frequente e, quando si verifica, avviene generalmente in maniera accidentale. Dal momento che il ragno violino preferisce evitare lo scontro diretto con l'uomo, infatti, decide di ricorrere al morso solo nel momento in cui si sente minacciato e privo di via di fuga.

Nonostante la tendenza ad evitare il contatto con l'uomo, a causa delle conseguenze cui può portare il suo morso, in Italia, il ragno violino è considerato - insieme alla malmignatta o vedova nera mediterranea - una specie di rilevanza medica per l'uomo.

Morso o puntura di ragno violino?

Nel linguaggio comune, talvolta, si sente parlare di puntura di ragno violino. Tuttavia, si tratta di una dicitura non corretta. Difatti, è più appropriato parlare di  "morso di ragno violino", poiché esso non è dotato di pungiglione o altre strutture analoghe in grado di pungere, ma possiede due cheliceri con i quali è in grado di attaccare la "vittima" attraverso quello che può essere definito come un morso.

Come riconoscere il ragno violino?

Avvistamento o morso di ragno: come capire se è un ragno violino?

Il ragno violino è un aracnide avente piccole dimensioni e una colorazione bruno-giallastra.

Questa specie di ragno è dotata di una peculiarità che ne permette facilmente la distinzione da altri tipi di ragni: sul cefalotorace (la parte anteriore del corpo, dove sono situati anche gli occhi) è presente una macchia di colore scuro la cui forma ricorda proprio quella di un violino il cui manico (una linea retta) continua in direzione dell'addome dell'animale. 

Come si può facilmente intuire, è da questa particolare macchia che L. rufescens prende il nome comune di ragno violino.

In caso di morso di ragno, pertanto, l'osservazione della suddetta caratteristica (se possibile), può tornare utile per capire nell'immediato se si è stati così sfortunati da sperimentare il morso di ragno violino.

Ragno Violino 3 Shutterstock

Ragno violino dimensioni reali: quali sono?

Il corpo del ragno violino raggiunge al massimo i 9 millimetri di lunghezza; tenendo in considerazione anche le lunghe zampe, le dimensioni massime di questo ragno si aggirano intorno ai 4-5 centimetri.

Le dimensioni non eccessivamente elevate e il colore non certo appariscente, unitamente al comportamento schivo e prettamente notturno, fanno sì che il ragno violino passi spesso inosservato e che difficilmente venga riconosciuto ad una rapida occhiata. Tuttavia, l'osservazione della caratteristica macchia a forma di violino è molto utile per permetterne il riconoscimento.

Morso ragno violino: come riconoscerlo?

Cosa succede se ti morde il ragno violino? Sintomi, caratteristiche e manifestazioni

Il morso di ragno violino è generalmente indolore e i primi sintomi compaiono dopo qualche ora, per tale ragione, non sempre viene percepito nell'immediato, a meno che non si veda chiaramente l'animale.

Benché possa essere estremamente pericoloso in alcune situazioni, i sintomi del morso di ragno violino, fortunatamente, non sono sempre gravi e potenzialmente letali, ma possono manifestarsi anche in forma lieve. Tali sintomi sono causati dall'inoculazione del secreto citotossico (veleno) attraverso gli aculei veleniferi di cui l'animale è dotato. In funzione della quantità di veleno inoculata con il morso, l'individuo può manifestare sintomi diversi, più o meno gravi.

Benché inizialmente il morso di ragno violino non venga in alcun modo percepito, il dolore è un sintomo che compare sempre, generalmente dopo 30-60 minuti dall'avvenuto attacco. Lo stimolo doloroso può manifestarsi localmente, nel punto in cui il ragno ha dato il morso, così come può estendersi all'intero arto (in caso di morsi su mani, piedi, braccia e gambe) o alle aree circostanti.

Sintomi di lieve entità

Nei casi più lievi, solitamente, accanto al dolore si manifestano sintomi analoghi a quelli indotti dai morsi o dalle punture di insetti o altri aracnidi. Fra tali sintomi, ricordiamo:

  • Irritazione;
  • Arrossamento;
  • Gonfiore;
  • Comparsa di eritemi;
  • Bruciore e formicolio;
  • Prurito.

Anche se i sintomi non sono particolarmente gravi, è bene precisare che il morso di ragno violino può dare origine ad una lesione cutanea che fatica a risolversi e che impiega molto tempo a guarire.

Sintomi di grave entità

Nei casi più gravi - fortunatamente non molto diffusi - invece, si possono manifestare sintomi ben più severi non solo nel sito in cui il ragno ha morso l'individuo, ma anche a livello sistemico.

In questo caso, si parla più propriamente di loxoscelismo, una sindrome che si manifesta a livello cutaneo e sistemico indotta proprio dal veleno del ragno. I primi sintomi del loxoscelismo possono comparire già dopo 10-20 minuti dall'avvenuto morso.

La sintomatologia cutanea che si manifesta in simili casi è caratterizzata dalla comparsa di:

  • Dolore di tipo urente;
  • Gonfiore e arrossamento;
  • Prurito;
  • Bruciore e formicolio;
  • Diminuzione della sensibilità nell'area colpita.

Dopo qualche ora, in corrispondenza del sito in cui il ragno violino ha dato il morso, compare una vescicola circondata da un'area di cute livida o biancastra a sua volta circondata da un'area di cute eritematosa. Talvolta, la suddetta vescicola si rompe originando così un'ulcera, cui consegue la formazione di un'escara (lesione necrotica).

A livello sistemico, invece, il loxoscelismo si caratterizza per la comparsa di:

Nei casi più gravi, inoltre, il loxoscelismo può portare alla comparsa di: aritmie cardiache, insufficienza renale, crisi ipertensive, confusione, perdita di coscienza, coma e morte.

Morso Ragno genere Loxosceles Shutterstock
Esempio di lesione causata dal morso di un Ragno appartenente al genere Loxosceles

Lo sapevi che…

Il morso di ragno violino provoca effetti gravi soprattutto in soggetti già debilitati per altri motivi (presenza di patologie pregresse) e nei soggetti particolarmente sensibili al veleno iniettato con il morso.

Tuttavia, è doveroso precisare che non sempre il ragno, quando morde, inietta il proprio veleno.

Per approfondire: Loxoscelismo: cos'è, sintomi e cura

Quali sono le possibili complicazioni del morso?

Complicanze del morso di ragno violino e del loxoscelismo

Fra le principali complicazioni del morso di ragno violino ritroviamo senz'ombra di dubbio l'infezione secondaria della lesione che ne deriva. I microorganismi responsabili dell'infezione in questione possono essere veicolati dallo stesso ragno, così come possono raggiungere e infettare la lesione in un secondo momento.

Fra le possibili complicanze del loxoscelismo, invece, ricordiamo: anemia emolitica, coagulopatia intravascolare disseminata, mionecrosi, rabdomiolisi, coma e morte. Fortunatamente, tali complicazioni sembrano manifestarsi piuttosto di rado.

Reazioni allergiche

Nei soggetti precedentemente sensibilizzati, si può assistere alla comparsa di reazioni allergiche, talvolta gravi, caratterizzate da manifestazioni sia locali che sistemiche. Nei casi estremamente severi, si può andare incontro anche a shock anafilattico.

Importanza dell'identificazione

Al fine di garantire un corretto trattamento del morso di ragno violino, è molto importante porre una corretta diagnosi e identificazione.

Dal momento che il morso di questo ragno non è doloroso, spesso e volentieri, ci si accorge dell'attacco solo quando l'animale si è già dato alla fuga o comunque quando non è più visibile, rendendo in questo modo difficile sia l'identificazione del responsabile del morso che l'identificazione della lesione che ne deriva.

La diagnosi, pertanto, si basa sostanzialmente sull'analisi visiva della lesione cutanea presentata dal paziente e sull'analisi dei sintomi da esso manifestati. A tal proposito, ricordiamo che, nella valutazione del paziente, è molto importante escludere la presenza di altri disturbi i cui sintomi possono mimare o essere comunque simili a quelli causati dal morso di ragno violino. Fra questi, ritroviamo: i morsi o le punture di altri ragni o di altri animali, alcune patologie cutanee, alcuni tipi d'infezioni della cute e d'infezioni sistemiche, le lesioni causate da ustioni, ecc.

Cosa fare se si viene morsi?

In linea generale, se si è certi di essere stati morsi da un ragno, è bene contattare immediatamente i soccorsi sanitari (chiamare il 118) ed eventualmente un centro antiveleni i cui medici saranno in grado di dare informazioni esaustive su come comportarsi. Difatti, anche se spesso il morso di ragno violino non si rivela eccessivamente grave, in nessun caso esso deve essere sottovalutato.

Ad ogni modo, la cura e il trattamento del morso di ragno violino possono essere differenti a seconda dei casi.

Primo intervento in caso di morso di ragno violino

Qualora ci si renda conto di essere stati morsi da un ragno violino - dopo aver allertato il medico o i soccorsi sanitari - può essere utile:

  • Lavare accuratamente la ferita con acqua e sapone;
  • Evitare di applicare disinfettanti aggressivi;
  • Comprimere l'area morsa e - se sono coinvolti degli arti - mantenerli sollevati;
  • Evitare di manipolare o incidere il sito in cui è presente il morso;
  • Prestare attenzione alla comparsa di sintomi di qualsiasi tipo, avendo cura di monitorare l'evoluzione della lesione cutanea.

Se i sintomi persistono o peggiorano, il medico può decidere di procedere con la somministrazione di farmaci.

Come avere cura della lesione provocata dal morso di ragno violino

Indipendentemente dalla gravità della sintomatologia indotta dal morso di ragno violino, la lesione cutanea che ne deriva deve essere regolarmente pulita e fasciata, preferibilmente tutti i giorni. Tali operazioni possono essere eseguite dal paziente nella propria abitazione nei casi più lievi; mentre potrebbero richiedere l'intervento del medico nei casi più gravi e qualora ci si trovi in presenza di loxoscelismo (formazione di vescicola, ulcera ed escara).

In qualsiasi caso, anche quando la lesione cutanea risultante dal morso di ragno violino è lieve, è consigliabile chiedere consiglio al medico su come prendersi cura della ferita.

Farmaci utilizzati in caso di morso di Ragno Violino

Oltre alla costante cura della lesione cutanea, il medico potrebbe prescrivere la somministrazione di farmaci per via topica od orale, allo scopo di ridurre il dolore (farmaci analgesici, anche oppioidi) e l'infiammazione (farmaci corticosteroidi, generalmente in forma di pomate da applicare localmente). Talvolta, il medico potrebbe altresì ritenere necessaria la somministrazione di farmaci antistaminici per ridurre l'entità delle manifestazioni cutanee di tipo orticarioide che potrebbero comparire. Infine, per prevenire o curare eventuali infezioni, è possibile che il medico prescriva una terapia a base di farmaci antibiotici.

Naturalmente, la decisione di ricorrere all'uso di farmaci contro il morso di ragno violino e i suoi sintomi o manifestazioni spetta solo al medico. Si sconsiglia l'utilizzo di qualsiasi medicinale senza prima aver consultato questa figura sanitaria.

Ricovero ospedaliero

In caso di comparsa di loxoscelismo e sintomi sistemici, il paziente viene solitamente ricoverato in ospedale, dove riceverà le cure e i trattamenti di supporto necessari.

Trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico del morso di ragno violino viene effettuato nei casi più severi per rimuovere l'area necrotica che si è venuta a formare. Tuttavia, la resezione chirurgica può essere praticata solo nel momento in cui la lesione necrotica si trovi ad essere completamente delimitata. Purtroppo, però, tale processo può richiedere diverse settimane, durante le quali la lesione deve comunque essere curata quotidianamente.

Inoltre, si ricorda che, nei casi particolarmente gravi, dopo la resezione chirurgica della lesione necrotica, può essere necessario intervenire con trattamenti di chirurgia plastica ricostruttiva.

Dove vive il ragno violino?

Il ragno violino è un animale presente da sempre in Italia e può, pertanto, essere considerato come una specie autoctona.

In particolare, esso è diffuso nelle zone mediterranee, negli ambienti caldi e asciutti, dove vive prevalentemente in luoghi in cui può proteggersi dall'ambiente esterno, come nelle crepe dei muri, nelle fessure, in mezzo alla legna, in magazzini, garage, vecchie case, ma anche case abitate.

Difatti, purtroppo può accadere che il ragno si rifugi in casa e si nasconda all'interno di piccole crepe nel muro, fra le pietre, dietro ai battiscopa, sotto a mobili o scatoloni, oppure all'interno di scarpe o indumenti o biancheria per la casa, come guanti, calze, lenzuola, ecc. In simili situazioni, il morso è un evento decisamente più probabile poiché se non ci si rende conto della presenza di questo "ospite", maneggiando gli oggetti in cui si è rifugiato, l'animale potrebbe sentirsi aggredito, senza via di scampo e potrebbe essere, pertanto, spinto ad attaccare.

Come prevenire il morso?

Come accennato, durante il giorno, il ragno violino preferisce rimanere al sicuro nella sua tana per uscirne solo durante le ore notturne per andare a caccia di prede o per accoppiarsi. L'incontro dell'uomo con questo ragno, pertanto, è generalmente accidentale. In qualsiasi caso, il ragno violino non è aggressivo e preferisce la fuga all'attacco; nonostante ciò, se si sente minacciato, può reagire mordendo la sfortunata vittima. Per prevenire quest'evenienza può essere utile:

  • Indossare indumenti protettivi quando si eseguono attività a rischio che potrebbero favorire l'incontro con il ragno violino (ad esempio, riordino di magazzini o ambienti in cui sono presenti crepe nei muri e possibili nascondigli; giardinaggio; taglio e riordino della legna; ecc.);
  • Prestare estrema attenzione quando si rimuovono ragnatele o tane di ragni;
  • Non maneggiare i ragni violino a mani nude. Difatti, anche se non si ha intenzione di far loro del male, i ragni potrebbero sentirsi minacciati e attaccare mordendo. Per rimuoverli o allontanarli dall'abitazione o altri luoghi, pertanto, è meglio evitare il contatto diretto e utilizzare, ad esempio, scopa e paletta. In questo modo, si scongiura il rischio di morso di ragno violino e, allo stesso tempo, si risparmia la vita all'animale.

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista