Massaggio Svedese: Cos'è? Benefici Attesi e Controindicazioni di Ilaria Randi

Generalità

Il massaggio svedese è una forma di massaggio occidentale.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/13/massaggio-svedese-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Così chiamato per via delle sue origini, il massaggio svedese si pone l'obiettivo di far raggiungere all'individuo uno stato di benessere sia fisico che psichico. Sono previsti l'uso di oli da massaggio e l'esecuzione di diverse manipolazioni praticate con differenti intensità che, generalmente, coinvolgono tutto il corpo.

I benefici che ci si aspetta da una seduta di massaggio svedese sono molteplici, tuttavia, è doveroso ricordare che, come avviene per qualsiasi altra forma di massaggio, anche in questo caso sono presenti alcune controindicazioni alla sua esecuzione.

Che Cos'è

Che Cos'è il Massaggio Svedese?

Il massaggio svedese è un particolare tipo di massaggio occidentale nato in Europa. Si caratterizza per l'esecuzione di differenti ma ben precise manipolazioni (sfioramenti, sfregamenti, impastamenti, frizioni, percussioni) di intensità più o meno elevata. Generalmente, è prevista la manipolazione dell'intero corpo ma, a seconda delle esigenze del massaggiato, è possibile manipolare anche solo alcune aree.

Curiosità

Questo tipo di massaggio è noto come "massaggio svedese" perlopiù in Olanda, in Ungheria e nei paesi di lingua inglese. In Svezia, esso è semplicemente noto come "massaggio classico". Altri nomi con cui questa forma di massaggio viene indicata sono "massaggio tradizionale standard", "massaggio classico occidentale" o "massaggio base occidentale".

A Cosa Serve

A Cosa Serve il Massaggio Svedese?

Il massaggio svedese viene praticato con l'obiettivo di far raggiungere al massaggiato uno stato di benessere complessivo, sia a livello fisico che a livello psichico.

Pertanto, oltre ad essere praticato per favorire il rilassamento e lo scioglimento di nervosismi e tensioni giovando alla mente, questa forma di massaggio viene utilizzata anche in caso di malessere e disturbi fisici allo scopo di alleviarli e, se possibile, di eliminarli.

Più nel dettaglio, secondo coloro che lo praticano, il massaggio svedese dovrebbe essere utile in caso di:

È bene precisare che in presenza di vere e proprie malattie (ansia e depressione patologiche, insonnia, ecc.), il massaggio svedese non deve essere considerato come una cura, quanto come un trattamento di supporto che può eventualmente essere associato alle terapie convenzionali, naturalmente previa autorizzazione medica. Nonostante ciò, in presenza di problemi di salute, l'utilità del massaggio svedese nel contrastare i sintomi che li caratterizzano non può essere garantita.

Benefici Attesi

Quali Benefici dovrebbe apportare il Massaggio Svedese?

Come accennato, il massaggio svedese viene praticato con l'intento di generare benessere a livello tanto fisico quanto psichico. Entrando più nel dettaglio, questo tipo di massaggio dovrebbe:

  • Favorire il rilassamento, riducendo stress, nervosismi e stati ansiosi;
  • Tonificare i muscoli e sciogliere eventuali tensioni;
  • Esercitare un'azione decontratturante e tonificante sui muscoli;
  • Ridurre i dolori muscolari e articolari;
  • Favorire e stimolare la circolazione sanguigna e la circolazione linfatica;
  • Favorire l'eliminazione delle tossine accumulate nel corpo;
  • Favorire l'eliminazione dei liquidi in eccesso.

Al massaggio svedese viene anche attribuita la capacità di prevenire e ridurre la cellulite. Tuttavia, è doveroso precisare che, al momento, non esiste alcun trattamento in grado di eliminare questo problema in maniera definitiva.

Alcuni, inoltre, sostengono che il massaggio svedese possa migliorare l'aspetto della pelle, rendendola più luminosa e morbida.

Come si Fa

Come si Fa il Massaggio Svedese?

Prima di iniziare a descrivere come viene normalmente svolta una seduta di massaggio svedese, è bene ricordare che sarebbe bene rivolgersi solamente a massaggiatori professionisti che operano in strutture qualificate. In questo modo, infatti, dovrebbe essere garantita tanto l'efficacia quanto la sicurezza del trattamento.

Nota Bene

Prima di iniziare con le manipolazioni, il massaggiatore dovrebbe informarsi sull'eventuale presenza di disturbi, malattie o altre condizioni che affliggono l'individuo allo scopo di determinare la presenza o meno di controindicazioni all'esecuzione del massaggio svedese.

Dopo aver indagato sull'eventuale presenza di controindicazioni e dopo aver compreso quali problemi hanno spinto l'individuo a richiedere l'esecuzione del massaggio in questione, la seduta può avere inizio.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/13/massaggio-svedese-come-si-fa-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Il massaggio svedese viene effettuato su un classico lettino da massaggio e, normalmente, prevede l'uso di oli da massaggio per facilitare i movimenti del massaggiatore. Nella maggioranza dei casi, il massaggio viene effettuato su tutto il corpo, escludendo solo le parti intime. Tuttavia, a seconda delle esigenze del massaggiato, è possibile trattare anche aree circoscritte e localizzate.

Ad ogni modo, visto l'impiego di oli da massaggio e visto il coinvolgimento di tutto il corpo, il massaggiato dovrebbe indossare solo la biancheria intima.

Tecniche di Manipolazione

Il massaggio svedese prevede l'esecuzione di differenti ma ben precise tipologie di manipolazioni:

  • Sfioramenti leggeri e profondi: sono manipolazioni che vengono solitamente eseguite all'inizio della seduta e, talvolta, anche alla fine della stessa. Gli sfioramenti vengono sfruttati per favorire il rilassamento dell'individuo e per prepararlo alle manipolazioni successive che caratterizzano il massaggio svedese. Generalmente, si tratta di manipolazioni di medio-bassa intensità.
  • Sfregamenti: si tratta di manipolazioni più energiche di quelle sopra descritte, vengono normalmente effettuate nel senso della circolazione venosa e contribuiscono a favorire il drenaggio dei liquidi.
https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/13/massaggio-svedese-come-si-fa-2-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)
  • Impastamenti superficiali e profondi: sono manipolazioni abbastanza energiche che vengono effettuate per stimolare la superficie dell'epidermide, stimolare la circolazione sanguigna e favorire l'ossigenazione dei tessuti. Con gli impastamenti superficiali, di solito, vengono "spremute" le aree "anomale" (adiposità localizzate, cellulite, ecc.).
  • Frizioni: si tratta di manipolazioni profonde, generalmente circolari, che provocano attrito fra tessuti adiacenti. La loro esecuzione dovrebbe migliorare l'afflusso di sangue.
  • Percussioni: consistono in colpetti rapidi e ritmici effettuati allo scopo di tonificare sia la cute che i tessuti sottostanti e i muscoli. Le percussioni vengono generalmente eseguite al termine del massaggio, ma non in tutte le parti del corpo.

Inoltre, secondo alcune delle fonti consultate, il messaggio svedese comprende anche l'esecuzione di vibrazioni. Si tratta di manipolazioni eseguite premendo la mano su una parte del corpo e facendola vibrare rapidamente; questo tipo di movimento dovrebbe favorire il rilassamento muscolare.

Infine, si ricorda che, in molti casi, alle diverse tipologie di manipolazioni sopra menzionate, il massaggiatore può aggiungere esercizi di mobilità articolare ed esercizi di stretching passivo, al fine di completare gli effetti e di incrementare i benefici del massaggio svedese.

Quanto dura una seduta di Massaggio Svedese?

Normalmente, una seduta di massaggio svedese ha una durata di circa 50-60 minuti al termine dei quali si dovrebbe percepire una sensazione di benessere e di rilassamento generale.

Efficacia

Il Massaggio Svedese è realmente Efficace e Sicuro?

Benché il massaggio svedese non venga considerato come una vera e propria terapia contro disturbi e malattie, sono diverse le persone che, dopo averlo sperimentato, dichiarano di trarne vantaggio.

In effetti, trattandosi di un massaggio è plausibile che - se ben eseguito da massaggiatori professionisti - esso sia in grado di favorire il rilassamento psicofisico, di alleviare piccoli disturbi (ad esempio, dolori muscolari di vario genere, tensioni, ecc.) e di favorire la circolazione linfatica e sanguigna.

Tuttavia, non è detto che la risposta all'esecuzione del massaggio svedese sia uguale in tutte le persone. Pertanto, la sua efficacia non può essere garantita in qualsiasi individuo e in qualsiasi situazione. Allo stesso modo, anche la sicurezza di questo tipo di massaggio non può essere garantita in ogni persona, soprattutto se si soffre di particolari malattie o disturbi (vedi capitolo "Controindicazioni").

A questo proposito, in presenza di malattie o disturbi particolari, si sottolinea l'importanza di chiedere il parere del proprio medico prima di sottoporsi a sedute di massaggio svedese.

Studi Svolti per valutare l'Efficacia del Massaggio Svedese

Diversi studi sono stati condotti allo scopo di valutare la reale efficacia del massaggio svedese in ambito clinico. Alcuni di questi, hanno dato risultati positivi e confermato parte dei benefici attribuiti a questa tecnica di massaggio (vedi capitolo "Benefici Attesi").

Ad esempio, uno studio del 2017, condotto su 48 pazienti statunitensi ricoverati in un'unità di terapia intensiva e affetti da ansia, ha dimostrato come l'esecuzione del massaggio svedese abbia contribuito a ridurre i sintomi ansiosi dopo soli 30 minuti dal termine della seduta.

Altri studi, invece, hanno messo in evidenza come il massaggio svedese possa rivelarsi utile nell'alleviare il dolore lombosacrale e la lombalgia.

Purtroppo, i suddetti studi sono stati condotti su piccola scala e i risultati ottenuti, benché incoraggianti e positivi, dovrebbero essere confermati da ulteriori e più approfondite ricerche.

Controindicazioni

Quando il Massaggio Svedese Non deve essere fatto

Come avviene per qualsiasi altra forma di massaggio, anche il massaggio svedese presenta alcune controindicazioni. Più nel dettaglio, esso non deve essere praticato su individui che si trovano in una o più delle seguenti situazioni:

Tuttavia, è bene precisare che, qualora si soffra di particolari disturbi o malattie - anche se non espressamente riportati nel suddetto elenco - è bene chiedere il parere del proprio medico prima di sottoporsi ad una seduta di massaggio svedese.

infine, si ricorda che l'uso di oli da massaggio è controindicato nei pazienti con allergia nota a tali sostanze.

Storia

Breve Storia del Massaggio Svedese

Le origini del massaggio svedese sono attribuite al medico e fisioterapista - di nazionalità svedese, appunto - Pehr Henrik Ling.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/02/13/massaggio-svedese-storia-orig.jpeg
(fonte: Shutterstock)

Al termine del suo percorso di studi presso l'università di Uppsala, Ling lasciò la Svezia ed intraprese una serie di viaggi della durata complessiva di sette anni. Durante questi viaggi, Ling giunse in Cina, dove si avvicinò alle arti marziali del luogo e dove apprese le tecniche di manipolazione caratteristiche del massaggio cinese Tui Na.

Tornato in Svezia, nei primi anni dell'Ottocento, il medico elaborò un sistema di ginnastica che integrasse le conoscenze della medicina tradizionale occidentale alle tecniche di massaggio apprese in Cina. Tale sistema fu riconosciuto dal governo svedese e Ling divenne il direttore dell'istituto reale di ginnastica.

Il medico e fisioterapista Ling viene considerato come il padre del massaggio svedese poiché si ritiene sia stato il primo a sistematizzare le tecniche di manipolazione in esso utilizzate all'interno di un metodo ben preciso caratterizzato da manipolazioni specifiche e corredato di indicazioni, controindicazioni e norme deontologiche altrettanto precise.

Tuttavia, è doveroso precisare che non tutti concordano con questa "versione" della nascita del massaggio svedese. Secondo alcune delle fonti consultate, infatti, le tecniche e le modalità di esecuzione che attualmente caratterizzano il massaggio svedese sono state messe a punto e perfezionate dal medico olandese Johann Georg Mezger e dall'ortopedico tedesco Albert Hoffa, pur sempre basandosi dal metodo ideato da Ling.

Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista