Skincare

Maschera viso: tipi, ingredienti e modo d'uso

Maschera viso: tipi, ingredienti e modo d'uso
Ultima modifica 02.02.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cos'è una Maschera Viso?
  2. Quali sono i requisiti essenziali che dovrebbe avere una maschera viso?
  3. Principali tipologie di maschere viso
  4. Ingredienti
  5. Modo d'uso
  6. Quali effetti si ottengono con l'uso di Maschere Viso?

Cos'è una Maschera Viso?

Quando si parla di maschera viso ci si riferisce ad un particolare prodotto cosmetico utilizzato per contrastare alcuni disturbi o inestetismi cutanei che interessano la pelle del volto.

L'applicazione regolare/settimanale di maschere per il viso conferisce alla pelle un aspetto luminoso e fresco: non a caso, queste preparazioni cosmetiche sono molto richieste nei saloni di estetica, ma vengono molto utilizzate anche a livello domestico.

Ogni maschera per il viso viene studiata e messa a punto in funzione del tipo di pelle cui è destinata e del risultato che si vuole ottenere con il suo impiego.

L'efficacia del prodotto è data dalla sapiente associazione dei principi attivi funzionali incorporati nella ricetta: le maschere per il viso possono essere realizzate per idratare, rivitalizzare, tonificare, detossinare, purificare, nutrire, ammorbidire la pelle o quant'altro.

Quali sono i requisiti essenziali che dovrebbe avere una maschera viso?

Le maschere viso sono estremamente apprezzate sia per il loro spiccato effetto intensivo, sia per la (relativa) rapidità d'azione.

In funzione del tipo di maschera preso in considerazione - quindi in funzione degli ingredienti contenuti e dell'effetto che si dovrebbe esercitare - alle maschere viso viene richiesto di rispondere ad alcuni requisiti essenziali, quali ad esempio:

  • Idratare ed ammorbidire in profondità pelli secche, aride e sciupate;
  • Donare elasticità alla pelle del viso;
  • Proteggere la pelle da aggressioni esterne;
  • Purificare a fondo la cute;
  • Incentivare il microcircolo del viso;
  • Favorire la penetrazione delle sostanze funzionali attive incorporate nel veicolo;
  • Favorire la luminosità e la tonicità della pelle del volto.

Proprio come alcune creme idratanti/nutrienti di qualità, le maschere viso sono appositamente studiate per ripristinare un alterato equilibrio idrolipidico cutaneo e ristabilire il pH fisiologico, proteggendo la pelle sensibile dagli insulti atmosferici.

Quelli appena descritti sono solo alcuni dei possibili effetti che una amschera di bellezza può esercitare. Esistono infinite tipologie di maschere viso, ognuna delle quali può essere formulata con una specifica combinazione d'ingredienti cosmetici e funzionali. Nei centri estetici queste preparazioni vengono generalmente personalizzate, in modo da soddisfare appieno le esigenze del cliente.

Ogni maschera viso dev'essere perfettamente adattata ai differenti tipi di pelle.

Principali tipologie di maschere viso

Come accennato, esistono diverse tipologie di maschere viso che si caratterizzano per diversa composizione e anche per diversa modalità di applicazione.

Tali differenti tipologie di maschere possono essere classificate in base alla funzione da esse esercitate, oppure in base alla formulazione.

Maschere viso a due corpi

Le maschere viso a due corpi sono composte "semplicemente" da un veicolo (base) nel quale viene incorporata una miscela di attivi funzionali. Il più delle volte, il veicolo è costituito da betonite, un materiale derivato dalla roccia vulcanica che si presta eccellentemente a tale scopo. Questo composto naturale viene, infatti, largamente utilizzato come base di maschere viso in quanto presenta una straordinaria affinità/compatibilità con moltissime molecole. Inoltre, assorbendo una generosa quantità di acqua, la betonite si trasforma facilmente in una massa densa e gelatinosa, tale da agevolarne l'applicazione sulla pelle.

I principi attivi dispersi nel veicolo possono essere i più disparati: estratti antiossidanti, dermopurificanti, lenitivi, emollienti, idratanti, schiarenti, rivitalizzanti, ecc.

I due corpi che caratterizzano questo tipo di maschera viso (veicolo e sostanze attive) devono essere preparati separatamente e, solamente in seguito, possono essere miscelati.

Maschere creme

Le maschere-creme, invece, sono preparazioni cosmetiche semplici, standardizzate e pronte all'uso. Difatti, solitamente non richiedono alcun tipo di preparazione e vanno semplicemente applicate sulla pelle.

Maschere viso "peel-off"

Si tratta di maschere viso che, dopo l'applicazione di un sottile strato sulla pelle, si seccano e "solidificano" formando una pellicola che verrà poi rimossa sollevando i bordi a partire dall'esterno (la cosiddetta tecnica del "peel off" che significa letteralmente "sbucciare").

Maschere viso in tessuto

Queste maschere si caratterizzano per il fatto che le sostanze attive sono distribuite su un supporto solido di cotone o cellulosa (maschera viso in tessuto), sagomato appositamente per aderire al viso.

Maschere viso bubble

Le cosiddette "bubble mask" sono maschere viso che dopo pochi minuti dall'applicazione iniziano a produrre una sorta di soffice schiuma caratterizzata da piccole bollicine. Possono essere formulate come creme a base di argilla e carbone da spalmare sulla pelle, oppure gli attivi che danno origine all'effetto bubble possono essere predisposti su un supporto in tessuto (bubble mask in tessuto).

Maschere viso magnetiche

Si tratta di particolari maschere viso di introduzione relativamente recente che si caratterizzano per la presenza al loro interno di particelle metalliche (ferrose). Le maschere di questo tipo si applicano con una spatola sulla pelle del volto e, in seguito, vengono rimosse mediante l'utilizzo di un magnete. Le particelle ferrose attirate dal magnete, allontanandosi dalla pelle, dovrebbero trascinare con loro le impurità presenti.

Ingredienti

La lista di ingredienti da poter inserire all'interno di una maschera viso è veramente lunga, quasi infinita.

Nella fase di creazione di una maschera viso gli ingredienti vengono accuratamente selezionati e miscelati in diverse proporzioni in funzione del risultato finale che si vuole ottenere.

Di seguito verranno brevemente descritti alcuni dei principali ingredienti che possono rientrare nella composizione di una maschera viso.

Ingredienti idratanti

Gli ingredienti idratanti, naturalmente, si trovano in grande quantità nelle maschere viso ad azione idratante, ma non solo. Infatti - poiché il mantenimento di una buona idratazione cutanea è sempre fondamentale per il benessere della pelle - tali ingredienti vengono addizionati anche ad altre tipologie di maschere (nutritive, emollienti, antirughe, ecc.).

Maschere viso ingredienti Shutterstock

Le sostanze idratanti che possono essere incorporate nelle maschere viso sono decisamente numerose, fra queste ricordiamo ingredienti come l'acido ialuronico, il miele, il pantenolo e l'aloe vera gel.

Ingredienti ad azione nutriente e riparatrice

Gli ingredienti ad azione nutriente e riparatrice sono molto utili per ripristinare le condizioni di normalità in pelli particolarmente secche, ma anche nelle pelli mature. Ingredienti di questo tipo sono gli oli e i burri vegetali, come il burro di karité e l'olio di avocado.

Ingredienti dermopurificanti ed astringenti

Gli ingredienti ad azione astringente e dermopurificante trovano impiego all'interno di maschere per pelli impure e con tendenza acneica. Fra gli ingredienti di questo tipo, ricordiamo gli estratti di tè verde e l'argilla.

Ingredienti antiage

Gli ingredienti ad azione antiage, naturalmente, sono impiegati all'interno di maschere il cui obiettivo è quello di attenuare e/o prevenire i segni del tempo.

Ingredienti esfolianti e schiarenti

Gli ingredienti esfolianti vengono impiegati all'interno di maschere viso il cui obiettivo è quello di levigare la pelle, allontanando impurità e cellule morte, in modo da donarle una nuova luminosità.

Gli ingredienti schiarenti, invece, trovano impiego all'interno di maschere viso indicate per contrastare le macchie cutanee.

Un tipico ingrediente dotato sia di azione esfoliante che schiarente è rappresentato dall'acido glicolico.

Per approfondire: Peeling Cosmetico: Cos'è, A Cosa Serve, Tipi e Risultati Esfolianti Viso per una Pelle Luminosa

Modo d'uso

Oltre a nutrire e idratare la pelle, le maschere di bellezza sono trattamenti cosmetici pensati anche per coccolare il viso: per questo motivo, prima di procedere con l'applicazione di una maschera è bene rilassarsi e ritagliarsi un piccolo spazio di tempo da dedicare a se stessi.

Prima dell'applicazione

Le maschere di bellezza devono essere applicate su pelli accuratamente deterse ed asciutte: ogni rimasuglio di trucco dev'esser perciò rimosso con detergente struccante specifico ed abbondante acqua, possibilmente tiepida. In alternativa, la pelle può essere detersa e il trucco rimosso mediante l'uso di un'acqua micellare. Prima di procedere con l'applicazione di una maschera è perciò importante porre particolare cura alla pulizia del viso.

Infatti, la maschera viso potrà aderire perfettamente al viso e i principi attivi potranno penetrare in profondità solo se la pelle è accuratamente detersa.

Durante l'applicazione

Ad eccezione della maschera viso in tessuto che deve essere semplicemente appoggiata al volto, gli altri tipi di maschere vanno applicate con un pennellino a setole morbide oppure spalmate con i polpastrelli.

La maschera deve aderire perfettamente alla pelle del viso, senza risultare irritante o particolarmente appiccicosa. In genere, il prodotto viene applicato a partire dal mento, per coprire poi il collo e tutto il viso fuorché contorno occhi e perimetro delle labbra.

Durante il tempo di posa (variabile normalmente dai 10 ai 20 minuti) si consiglia di applicare sugli occhi un batuffolo di cotone imbibito di una lozione decongestionante a base di estratti di camomilla. In alternativa, è possibile sistemare sulle palpebre due fettine di cetriolo, dall'azione sfiammante (il rimedio è particolarmente indicato per contrastare le borse e le occhiaie sotto gli occhi).

Alcune maschere viso (molte, in realtà) si seccano pochi istanti dopo essere state applicate. Questi tipi di maschera sono molto particolari: la sensazione che si percepisce sul viso è quella di indossare una maschera di gesso. Altre maschere viso, più leggere, rimangono invece umide e non seccano completamente.

Dopo l'applicazione

Trascorso il tempo necessario, la maschera viso va delicatamente rimossa. Quelle in tessuto e quelle peel-off andranno staccate delicatamente dal volto, mentre le altre (ad eccezione di quelle magnetiche) solitamente vanno rimosse con acqua tiepida. È possibile facilitare la rimozione della massa densa-secca con una spugnetta morbida e con le mani.

In funzione del tipo di maschera utilizzata, dopo la rimozione potrebbe essere necessario risciacquare il viso (far riferimento alle istruzioni d'uso riportate sulla confezione del prodotto utilizzato).

Ad ogni modo - indipendentemente dalla tipologia di maschera viso impiegata - per sfruttarne al massimo l'effetto benefico, dopo la sua rimozione si consiglia di applicare un generoso strato di crema (nutriente, antirughe, emolliente, antiage ecc.) per mantenere quanto più a lungo la pelle morbida, idratata e luminosa. A tale scopo, la crema all'acido ialuronico si rivela particolarmente adatta per le pelli mature che presentano piccole rughe superficiali. Le creme arricchite di principi attivi naturali ad azione astringente (es. creme antiacne) sono invece consigliate per le pelli impure ed acneiche.

Frequenza d'uso

La frequenza d'applicazione consigliata per le maschere viso varia in base al tipo di pelle, agli ingredienti funzionali presenti nella ricetta e al tipo di prodotto utilizzato.

Mentre alcune maschere viso (come quelle idratanti ed emollienti) possono essere applicate anche più volte a settimana, altre (specie quelle esfolianti) vanno utilizzate non più di una o due volte al mese.

Ad ogni modo, per le maschere viso ad uso domestico è importante seguire le istruzioni d'uso riportate dal produttore direttamente sulla confezione del prodotto.

Quali effetti si ottengono con l'uso di Maschere Viso?

I risultati che si possono ottenere con l'impiego di una maschera viso sono generalmente molto apprezzati dai consumatori.
Difatti, questi cosmetici sono noti per esercitare quello che viene definito un "trattamento urto".

Per alcune maschere viso (come, ad esempio, quelle idratanti) i risultati sono visibili fin da subito; mentre per altre maschere viso dall'azione più specifica e mirata (come, ad esempio, quelle schiarenti), potrebbero essere necessarie più applicazioni prima di ottenere risultati visibili.

Ad ogni modo, in linea generale, al fine di ottenere risultati realmente apprezzabili, una maschera viso dovrebbe comunque essere utilizzata con costanza e regolarità, rispettando, naturalmente, la frequenza d'uso indicata dal produttore.

CONDIVIDI: