Mal di Pancia in Gravidanza

Generalità

Il mal di pancia in gravidanza può essere considerato come un sintomo piuttosto comune.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/06/16/mal-di-pancia-in-gravidanza-orig.jpeg

Esso compare in seguito a cause di diversa natura che possono variare a seconda del periodo della gestazione in cui si manifesta.

Ad ogni modo, in linea generale ed entro certi limiti, il mal di pancia in gravidanza viene considerato normale. Tuttavia, quando si manifesta in associazione ad altri sintomi di intensità e gravità più o meno elevata, esso potrebbe essere segno di disturbi non ancora diagnosticati che necessitano dell'intervento del medico. Alla luce di quanto appena detto e data la delicatezza del periodo della gestazione, in caso di comparsa di mal di pancia in gravidanza, è sempre opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia o al proprio ginecologo evitando qualsiasi tipo di auto-diagnosi.

Che cos'è

Che cos'è il Mal di Pancia in Gravidanza?

Quando si parla di mal di pancia in gravidanza, o più semplicemente di "mal di pancia", solitamente, si vuole indicare un generico dolore a livello intestinale. Tuttavia, spesso e volentieri, questa dicitura viene utilizzata in maniera molto più ampia - anche se in modo non propriamente corretto - per indicare un generico dolore localizzato in un qualsiasi punto dell'addome (per intenderci, dallo stomaco fino ad arrivare al basso ventre).

In questo articolo, pertanto, verranno prese in considerazione tutte le cause che possono dare origine al mal di pancia in gravidanza inteso come dolore localizzato in diversi punti dell'addome.

Cause

Quali sono le Cause del Mal di Pancia in Gravidanza?

Le cause del mal di pancia in gravidanza possono essere molteplici e possono variare in funzione del periodo della gestazione durante il quale si manifesta il sintomo.

In alcuni casi, il mal di pancia in gravidanza può considerarsi un sintomo normale, ad esempio, dovuto ai fisiologici cambiamenti che avvengono nel corpo della donna; in altre situazioni, invece, esso potrebbe essere spia di condizioni patologiche di base più o meno gravi.

Di seguito, perciò, verranno illustrate brevemente tutte le possibili cause di mal di pancia in gravidanza.

Cause Non Patologiche

Il mal di pancia in gravidanza provocato da cause di natura non patologica vede come fattori scatenanti i fisiologici e normali cambiamenti che si verificano all'interno del corpo della donna durante questo periodo. L'organismo, infatti, si modifica gradualmente e costantemente, seguendo tutte le varie fasi di sviluppo del feto. Tali modifiche non passano certo inosservate alla madre che - oltre a notarle visivamente - percepisce una serie di sintomi più o meno accentuati, fra cui anche il mal di pancia.

Inizio della Gravidanza e Primo Trimestre

Nelle primissime fasi, la comparsa di un leggero mal di pancia in gravidanza è un fenomeno del tutto normale e spesso associato alle perdite da impianto. Il tipo di dolore che si percepisce è molto simile ai crampi mestruali, quindi, è localizzato nell'area del basso ventre. Un simile mal di pancia è dovuto alla crescita dell'utero che, dopo il concepimento, inizia a prepararsi all'imminente gravidanza.

Secondo Trimestre di Gravidanza

Man mano che la gravidanza procede, il corpo della donna continua a modificarsi. In questa fase, è possibile percepire il cosiddetto dolore del legamento rotondo, causato dall'allungamento dei legamenti che sostengono l'utero. Si tratta di un dolore localizzato nel basso ventre che può essere di tipo crampiforme, oppure presentarsi come un dolore sordo.

Oltre a questo, altre cause comuni di mal di pancia in gravidanza durante il secondo trimestre, sono:

  • Stitichezza: la stitichezza è una condizione piuttosto diffusa nelle future madri, è imputabile all'aumento dei livelli di ormoni femminili che tipicamente si manifesta in questo periodo della vita della donna e, in particolare, all'aumento della quantità di progesterone circolante. Oltre a ciò, la stitichezza può essere favorita o peggiorata dall'utero che, ingrossandosi, inizia ad esercitare una pressione meccanica sull'intestino. Allo stesso tempo, anche l'alimentazione può giocare un ruolo rilevante nella comparsa della condizione in questione. Ad ogni modo, la presenza di stitichezza può portare alla comparsa di mal di pancia.
  • Gonfiori e gas intestinali: la presenza di gonfiore addominale e gas intestinali è spesso causa di mal di pancia in gravidanza e sensazione di pienezza.
  • Diarrea: così come la stitichezza e la formazione di gas intestinali, anche la diarrea è uno dei disturbi gastrointestinali che più comunemente si manifestano durante la gravidanza. Essa può originare da cause ormonali, alimentari o patologiche. In qualsiasi caso, si accompagna sempre a mal di pancia in gravidanza.

Terzo Trimestre e Fine della Gravidanza

Oltre a cause quali diarrea e stitichezza (in questo caso, il responsabile è l'aldosterone) che possono perdurare o manifestarsi anche durante il terzo trimestre, negli ultimi mesi della gestazione è molto probabile che il mal di pancia in gravidanza possa essere scatenato da:

  • Contrazioni di Braxton Hicks: il dolore addominale è causato dalla contrazione ripetuta dei tessuti muscolari dell'utero che si prepara al parto. Tuttavia, simili contrazioni non provocano alcun dilatamento e non sono indice di un imminente travaglio. Difatti, esse possono manifestarsi già a partire dal sesto mese di gestazione.
  • Inizio del travaglio: il mal di pancia che si percepisce all'inizio del travaglio è causato da contrazioni regolari e piuttosto dolorose, segno dell'imminente parto.

Lo sapevi che…

Talvolta, il mal di pancia in gravidanza può rappresentare la somatizzazione di condizioni di stress o stati di agitazione cui la futura mamma può andare incontro. La gravidanza, infatti, è un periodo molto particolare, ricco di emozioni ma anche di preoccupazioni che potrebbero portare la gestante a manifestare uno stato di irrequietezza non patologico.

Cause Patologiche

Fra le cause di natura patologica che possono dare origine al mal di pancia in gravidanza ritroviamo:

Chiaramente, simili condizioni richiedono l'indispensabile intervento del medico e/o il ricovero ospedaliero, a seconda dei casi.

Altre cause

Altre possibili cause di mal di pancia in gravidanza sono rappresentate da:

Sintomi Associati

Quali Sintomi possono Manifestarsi in Associazione al Mal di pancia in Gravidanza?

L'eventuale sintomatologia che può accompagnare il mal di pancia in gravidanza dipende sostanzialmente dalla causa scatenante il sintomo.

Quando il mal di pancia in gravidanza è causato dai cambiamenti che si verificano all'interno del corpo della donna, esso tende a non essere eccessivamente intenso e si accompagna ad altri sintomi tipici della gestazione, come nausea o vomito nei primi periodi, sbalzi di umore, insonnia, ecc. (per maggiori informazioni, leggi anche: Sintomi della Gravidanza).

Quando, invece, il mal di pancia in gravidanza origina da cause di natura patologica, solitamente si presenta in forma più grave e in associazione ad una sintomatologia tipica della causa che l'ha scatenato (ad esempio, perdite di sangue in caso di aborto spontaneo, febbre in presenza di infezioni, ecc.).

Quando Preoccuparsi

Quando Preoccuparsi e Quando Rivolgersi al Medico?

Come si è visto, il mal di pancia in gravidanza non sempre è spia di patologie o condizioni rischiose per la vita del feto o della madre, talvolta, infatti, potrebbe semplicemente derivare dai cambiamenti del tutto naturali che avvengono nel corpo della madre che si sta preparando ad accogliere il feto seguendone lo sviluppo.

Nonostante ciò, qualora si dovessero avvertire sintomi di qualsiasi natura - incluso il mal di pancia - è sempre bene rivolgersi al proprio ginecologo o al proprio medico.

Il consulto con queste figure sanitarie è ancor più necessario quando il mal di pancia in gravidanza si presenta in forma grave e persistente (cioè non tende a scomparire nel giro di breve tempo) e si associa a sintomi che possono far sospettare la presenza di condizioni di base potenzialmente pericolose per la madre e/o per il feto, quali ad esempio:

Quelli sopra riportati, naturalmente, sono solo alcuni dei possibili "sintomi anomali" che possono accompagnarsi al mal di pancia in gravidanza. In caso di dubbi e preoccupazioni, si ribadisce nuovamente l'importanza del consulto medico.

Cure e Trattamenti

Cure e Trattamenti Contro il Mal di Pancia in Gravidanza di Natura Patologica

Chiaramente, la cura del mal di pancia in gravidanza causato da condizioni patologiche dipende sostanzialmente dalla causa scatenante e dalla sua conseguente risoluzione.

In presenza di patologie di natura infettiva, gastrointestinali o patologie come la pre-eclampsia, il medico potrebbe decidere - se estremamente necessario e dopo un'attenta valutazione del rapporto rischio/beneficio - di sottoporre la gravida ad una terapia farmacologica. La scelta di intraprendere o meno un trattamento farmacologico è fortemente influenzata dal tipo di principio attivo che si deve utilizzare, dalla sua sicurezza d'uso durante la gestazione e dal trimestre in cui la gravida si trova.

In altre situazioni ancora, invece - come accade in caso di gravidanza ectopica o di aborto spontaneo - può rendersi necessario il trattamento chirurgico.

In qualsiasi caso, in presenza di mal di pancia in gravidanza dovuto a cause di natura patologica, sarà il medico a stabilire, caso per caso e previa accurata diagnosi, quale trattamento meglio si addice a ciascuna donna.

Rimedi

Rimedi e Consigli Utili per Alleviare il Mal di Pancia in Gravidanza di Natura Non Patologica

Per alleviare il mal di pancia in gravidanza non riconducibile a cause patologiche bensì fisiologiche, può essere utile:

  • Assumere una posizione distesa, o comunque seduta e rilassata;
  • Fare qualche passo o una breve camminata;
  • Cercare di rilassarsi il più possibile;
  • Fare un bagno caldo.

Dal momento che ciascuna gravidanza è a sé, non è detto che i suddetti consigli si rivelino effettivamente utili per ciascuna donna.

Ad ogni modo, se il mal di pancia in gravidanza tende a manifestarsi con insistenza e/o peggiora, è necessario contattare immediatamente il proprio medico o il proprio ginecologo.


Ultima modifica dell'articolo: 18/06/2018

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ