Gravidanza Extrauterina: Cause e Terapia di Redazione MyPersonalTrainer

Cos'è

Definizione di Gravidanza Extrauterina

Gravidanza extrauterina” è l’espressione medica che delinea le gravidanze in cui l’impianto dell’ovocita fecondato (o embrione) ha luogo al di fuori dell’utero o in un’area di quest’ultimo inadatta allo sviluppo embrionale. Gravidanza Ectopica Conosciuta più propriamente come gravidanza ectopica, la gravidanza extrauterina è una condizione molto pericolosa per la gestante; in caso di una sua diagnosi tardiva, infatti, la gravidanza extrauterina può risultare perfino fatale per la madre.


Questo articolo è dedicato all’analisi delle cause di gravidanza extrauterina, ai fattori di rischio, alla terapia e alle misure di prevenzione.


Per ripassare: Epidemiologia, Sintomi e Complicanze della Gravidanza Ectopica

Cause

Il quadro delle possibili cause della gravidanza extrauterina è complesso ed eterogeneo. Talvolta, l’impianto anomalo dell’embrione ha luogo per ragioni sconosciute; altre volte, invece, è frutto di fattori causali di facile individuazione (in alcune di queste circostanze, la gravidanza extrauterina è perfino prevedibile).


Data la complessità e la variabilità delle cause scatenanti la gravidanza ectopica, gli esperti tendono a distinguere i suddetti fattori causali in 3 grandi categorie:

  • Le cause anatomiche;
  • Le cause ormonali;
  • Le cause embrionali.

Prima di proseguire con l’analisi delle singole categorie, è doveroso puntualizzare che l'organismo di ogni donna risponde in maniera diversa e del tutto soggettiva agli stimoli esterni, pertanto è scorretto generalizzare: non è detto che un possibile fattore scatenante per una donna provochi le medesime conseguenze in tutte le altre donne.

Cause Anatomiche di Gravidanza Extrauterina

Tra le cause anatomiche spiccano le salpingiti, i diverticoli e le aderenze che s'interpongono tra le tube. Affinando il concetto, le gravidanze extrauterine di tipo tubarico sono causate, nella stragrande maggioranza dei casi, proprio dalle salpingiti (flogosi generica che interessa le salpingi o tube di Falloppio): in simili circostanze, la mucosa che avvolge le tube risulta alterata dal processo infiammatorio, vengono così negati i meccanismi che controllano il passaggio dello zigote verso l'utero. Si è calcolato che circa l'80% delle donne sottoposte ad un'escissione delle tube a seguito di una gravidanza extrauterina, sia affetto da salpingite cronica: è un dato impressionante, che ribadisce ancor più l'influenza della salpingite sulla gravidanza.
Ancora, tra le cause di natura organica si ricordano: fibromi uterini, interruzioni volontarie di gravidanze precedenti, interventi chirurgici a livello degli organi endopelvici e sulle tube in particolare, malattia infiammatoria pelvica, utilizzo della spirale contraccettiva (potrebbe generare infezioni, quando inserita scorrettamente). Le infezioni batteriche gravi a livello pelvico costituiscono un pericoloso fattore di rischio per la manifestazione di una gravidanza extra-uterina, poiché potrebbero alterare la funzionalità delle tube e la struttura morfologica delle stesse.
Le gravidanze extrauterine lasciano un'impronta incancellabile nella donna, poiché sembrano costituire un ulteriore elemento causale per le gravidanze successive.

Cause Ormonali di Gravidanza Extrauterina

L'alterazione dell'assetto ormonale sembra costituire un'altra causa responsabile dell'annidamento anomalo dell'embrione in sedi extrauterine: la sovrabbondanza progestinica ed estrogenica (iperestrogenismo) potrebbe alterare sia i tempi fisiologici di migrazione dell'ovocita in direzione dell'utero, sia la tempistica di fertilizzazione dell'embrione.
Infatti, l'eccesso di estrogeni aumenta il tono della muscolatura liscia dell'istmo (il primo tratto delle tube, in prossimità dell'ampolla dell'utero); a sua volta, lo zigote tende a rimanere troppo tempo nell'ampolla.
Viceversa, l'eccesso di progesterone è il maggior responsabile della perdita di tono muscolare, di conseguenza l'ovocita fertilizzato permane troppo a lungo nelle tube.
Una simile alterazione ormonale rappresenta il maggior fattore di rischio per la gravidanza ectopica, in particolar modo per le donne che si sono sottoposte alla contraccezione d'urgenza, assumendo altissime dose di estrogeni. Sembra che l'eccesso di estrogeni e di progestinici rappresenti una possibile causa di gravidanza extrauterina, anche per le donne che lamentano gravi deficit della fase luteale, che presentano notevoli e ripetuti ritardi dell'ovulazione e che hanno assunto per molto tempo la minipillola [tratto da  Chirurgia ginecologica di Mario Vignali].

Cause Ormonali di Gravidanza Extrauterina

La ricerca delle possibili cause di natura embrionale, che provocano gravidanza extrauterina, sembra essere più complessa e meno definita rispetto le precedenti. Le donne che si sottopongono alla fecondazione assistita rappresentano la categoria più a rischio: infatti, in questi casi, può capitare sia un'ovulazione tardiva dell'ovocita postmaturo, che un'ovulazione prematura dell'ovocita (non ancora del tutto formato); di conseguenza l'embrione potrebbe impiantarsi in sedi extra uterine, non riuscendo a raggiungere l'utero. [tratto da  Chirurgia ginecologica, di Mario Vignali].
Dunque il danneggiamento dell'embrione e le alterazioni (premature o tardive) dell'annidamento dell'ovulo potrebbero rappresentare le cause embrionali che pongono le basi per una gravidanza extrauterina.

Fattori di Rischio

Secondo quanto riportano gli esperti e in base a quanto è emerso da alcune ricerche, ricoprono il ruolo di fattori di rischio della gravidanza extrauterina:

  • Una storia passata di gravidanza ectopica. Le donne reduci da una gravidanza extrauterina tendono a incappare nel medesimo problema, in occasione di una gestazione successiva.
  • Una precedente malattia sessualmente trasmissibile. Malattie sessualmente trasmissibili come la gonorrea o la clamidia causano l’infiammazione di alcune strutture dell’apparato genitale femminile (tra cui le tube di Falloppio), il che rappresenta un fattore di rischio accertato di gravidanza extrauterina.
  • Il ricorso a trattamenti per la fertilità. Alcune ricerche scientifiche hanno rilevato che donne rimaste incinte dopo un trattamento per la fertilità erano più soggette al fenomeno della gravidanza ectopica.
  • La chirurgia tubarica. Le statistiche dicono che nelle donne sottoposte a interventi chirurgiche alle tube di Falloppio l’annidamento anomalo dell’embrione è più facile.
  • L’uso della spirale intrauterina (o dispositivo intrauterino). La spirale intrauterina è un metodo contraccettivo generalmente efficace; tuttavia, in quei casi in cui ha fallito nel suo intento, gli esperti hanno notato una spiccata tendenza, da parte delle donne interessate, a sviluppare una gravidanza extrauterina.
  • Gravidanza Ectopica
  • Il fumo di sigaretta. Studi scientifici hanno dimostrato che le donne fumatrici hanno maggiormente soggette a gravidanza ectopica.

Inoltre, sono più a rischio di gravidanza ectopica le donne che, dopo la legatura delle tube di Falloppio, hanno deciso di voler tentare una gravidanza.

Terapia

Quali sono gli Approcci Terapeutici adottabili in presenza di Gravidanza Extrauterina

Le terapie attualmente disponibili per curare una gravidanza extrauterina riguardano il trattamento chirurgico e la terapia farmacologica: come già analizzato, tuttavia, le strategie terapeutiche, per quanto avanzate, potrebbero incidere notevolmente sulle gravidanze future.

Terapia Farmacologica della Gravidanza Extrauterina

La terapia farmacologica consiste nell'iniettare metotrexato o cloruro di potassio per via intramniotica, strategia terapeutica d'avanguardia, sebbene assai invasiva. L'inoculazione del farmaco per via intramuscolare è sicuramente meno invasiva rispetto la precedente e comunque efficace.
La terapia farmacologica con metrotrexato è molto efficiente per rimuovere l'embrione extrauterino: inoltre, questa terapia sembra essere efficace nel preservare le buone caratteristiche dell'utero, per eventuali gravidanze future.
La terapia farmacologica, generalmente, rappresenta la scelta d'eccellenza per quelle gravidanze extrauterine in cui la donna presenta un passato d'interventi chirurgici, è affetta da aderenze a livello pelvico o mostra controindicazioni all'anestesia generale.

Terapia Chirurgica della Gravidanza Extrauterina

La terapia chirurgica, ovviamente, è più invasiva per la paziente ed in genere viene consigliata dopo aver constatato l'inefficacia di un eventuale trattamento farmacologico. Il chirurgo deve operare prestando molta attenzione nel conservare l'integrità della tuba, qualora la donna desiderasse un'altra gravidanza. Nei casi più gravi di gravidanza extrauterina, il chirurgo deve procedere asportando l'utero: la forma più grave è rappresentata dalla gravidanza ectopica cervicale.

Prevenzione

Quali sono le Misure di Prevenzione della Gravidanza Extrauterina?

Attualmente, non esistono misure di prevenzione assoluta del fenomeno della gravidanza extrauterina. Adottando determinati comportamenti, tuttavia, le donne desiderose di avere figli in futuro possono comunque controllare in modo soddisfacente il rischio di un impianto anomalo dell’embrione.


Tra i comportamenti in questione, meritano una citazione:

  • Limitare il numero di partner sessuali, al fine di allontanare l’ipotesi di ammalarsi di una malattia sessualmente trasmissibile;
  • Usare il preservativo durante i rapporti sessuali a rischio e non ancora finalizzati alla procreazione, al fine di ridurre la possibilità di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile o la malattia infiammatoria pelvica.
  • Non fumare. Il fumo di sigaretta non è soltanto un fattore favorente la gravidanza extrauterina, ma è anche un fattore che ostacola il concepimento.

ARTICOLI CORRELATI

Gravidanza ectopica Sintomi Gravidanza ectopica Gravidanza extrauterina su Wikipedia italiano Ectopic pregnancy su Wikipedia inglese Polipi Uterini Cervice o collo dell'utero Raschiamento Isteroscopia Utero Dopo il Raschiamento Isterosalpingografia Farmaci per la cura dell'Endometriosi Metrite Utero retroverso, retroflesso o retroversoflesso Endometriosi Utero Antiverso Sindrome di Asherman Utero Ingrossato Istmocele Utero Fibromatoso Morsi Uterini Post Parto Visita Ginecologica: Cos’è? Quando e Come si Esegue? A Cosa Serve? Prima Visita Ginecologica: In Cosa Consiste? A Cosa Serve? Ginecologo: Chi è? Di Cosa si Occupa? Quali Patologie Diagnostica e Cura? Apparato Genitale Femminile Farmaci per la cura dei Polipi Uterini Farmaci per la cura del Cancro al Collo dell'utero Isterectomia Prolasso Uterino Sonoisterografia Tumore al Collo dell'Utero Tumore dell'endometrio Utero Bicorne Utero didelfo - Doppio utero Utero Setto Adenomiosi Fibromi uterini Sintomi Mioma Uterino Apparato riproduttivo femminile Cura Endometriosi Terapia HPV e tumore del collo dell’utero Rottura dell'utero - Sintomi e cause di Rottura dell'utero Sintomi Cancro al collo dell'utero Sintomi Carcinoma della cervice uterina Sintomi e Conseguenze dell'endometriosi Sintomi Endometriosi Sintomi Polipi uterini Tumore all'endometrio: sintomi e diagnosi Tumore all'endometrio: stadiazione e prognosi Tumore all'endometrio: terapia e soppravivenza Tumore dell'endometrio: diffusione Utero Bicorne - Cause e Sintomi Utero Didelfo - Cause e Sintomi Utero su Wikipedia italiano Uterus su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 20/05/2019

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ