Farmaci per il Mal di Schiena: Antinfiammatori, Antidolorifici e Altri Rimedi

Farmaci per il Mal di Schiena: Antinfiammatori, Antidolorifici e Altri Rimedi
Ultima modifica 22.03.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Mal di Schiena: Cos'è e Possibili Cause
  3. Trattamento
  4. Paracetamolo
  5. FANS
  6. Analgesici Oppioidi
  7. Farmaci Corticosteroidi
  8. Miorilassanti
  9. Altri Rimedi
  10. Uso in Gravidanza e Allattamento

Introduzione

I farmaci per il mal di schiena comunemente utilizzati in terapia sono farmaci somministrati per via orale, oppure localmente, che possono avere proprietà antidolorifiche, antinfiammatorie e miorilassanti.

Farmaci per il Mal di Schiena Shutterstock

Molti dei farmaci che si utilizzano per contrastare il mal di schiena sono acquistabili anche senza ricetta medica; tuttavia, è doveroso precisare che, nonostante ciò, prima di assumerli è sempre bene chiedere consiglio al proprio medico.

Il mal di schiena, infatti, troppo spesso sottovalutato e oggetto di auto-diagnosi (spesso e volentieri errate) da parte di chi ne soffre, è un disturbo che - per essere trattato e risolto definitivamente diminuendo il rischio di recidive - deve essere sottoposto all'attenzione del medico che avrà il compito di individuarne le cause scatenanti e, di conseguenza, il trattamento più opportuno.

In questo senso, in molto casi, l'impiego dei farmaci per il mal di schiena rientra in quello che si può definire come un trattamento sintomatico del disturbo in quanto vanno a "spegnere" il dolore e/o l'infiammazione ma non a eliminarne la causa scatenante, più spesso da ricercare in altro (ad esempio, problemi posturali, disturbi muscolo-scheletrici, ecc.).

Mal di Schiena: Cos'è e Possibili Cause

Il mal di schiena è un disturbo che si caratterizza per la percezione di dolore - più o meno intenso e più o meno localizzato - a livello del dorso.

Le cause alla base del mal di schiena possono essere davvero molte, da qui l'importanza di rivolgersi al medico al fine di effettuare una corretta diagnosi. Solo conoscendone le cause, infatti, sarà possibile intraprendere l'approccio terapeutico più adatto. Ad ogni modo, riassumendo e schematizzando al massimo, possiamo affermare che le cause originanti il disturbo in questione possono avere diversa origine, quale ad esempio, muscolare, osteoarticolare, nervosa, infettiva, post-chirurgica, neoplastica, psichiatrica.

Per approfondire: Mal di Schiena: da Cosa Dipende e Come Curarlo

Trattamento

Come accennato, il trattamento del mal di schiena è strettamente correlato all'individuazione e alla risoluzione della causa che l'ha scatenato.

Il medico, sulla base della storia clinica del paziente, dell'anamnesi e di un'accurata visita, dovrà quindi indagare quali sono i possibili fattori scatenanti. Poiché le cause possono essere molteplici, anche molto diverse fra loro, la diagnosi potrebbe rivelarsi complessa.

Generalmente, quando non sono presenti condizioni che costituiscono un'urgenza che deve essere immediatamente trattata, il medico può consigliare il paziente di attendere qualche giorno per valutare l'andamento del disturbo. In molti casi, infatti, questo potrebbe risolversi spontaneamente. Se così non fosse, è possibile che questa figura sanitaria prescriva la somministrazione di farmaci per combattere il dolore (antidolorifici, analgesici, antinfiammatori, miorilassanti, ecc.) e/o l'esecuzione di visite specialistiche.

Quali sono i Farmaci migliori per il Mal di Schiena?

La risposta a questa domanda è "dipende". Il medico, solitamente, prescrive farmaci in grado di contrastare lo stimolo doloroso che caratterizza il mal di schiena. I farmaci disponibili in questo senso sono davvero molti e la possibilità di utilizzarne uno piuttosto di un altro è strettamente legata a fattori come la sensibilità di ciascun individuo nei confronti di un dato principio attivo, la presenza di eventuali allergie ai farmaci che si potrebbero usare, la possibilità di ricorrere a determinate vie di somministrazione (ad esempio, alcune persone potrebbero avere problemi nell'utilizzare prodotti per uso topico invece che orale o viceversa).

Nei prossimi capitoli verranno analizzati, pertanto, i farmaci maggiormente impiegati per contrastare il mal di schiena che il medico può decidere di prescrivere.

Paracetamolo

Il paracetamolo è un principio attivo ad azione analgesica e antipiretica. Può essere utilizzato per contrastare il mal di schiena, benché non tutti i pazienti riscontrino benefici in seguito alla sua assunzione.

Nello specifico, il paracetamolo è indicato per il trattamento del dolore di grado da lieve a moderato, sia in adulti che in pazienti pediatrici (agli opportuni dosaggi e nelle opportune formulazioni). Viene normalmente assunto per bocca (compresse, polvere o granulato per soluzione orale, sciroppo), ma sono disponibili anche formulazioni adatte alla somministrazione per via rettale (supposte) o per via parenterale (soluzione per infusione).

Inoltre, segnaliamo che esistono medicinali a base di paracetamolo in associazione a farmaci antinfiammatori non steroidei, come l'ibuprofene, che possono essere utilizzati per il trattamento del mal di schiena, oltre che per il trattamento di altre tipologie di dolore.

Effetti Collaterali

Gli effetti indesiderati derivanti dal trattamento del mal di schiena con paracetamolo possono essere diversi a seconda del farmaco utilizzato - quindi anche a seconda della via di somministrazione scelta e della presenza di eventuali altri principi attivi in associazione - e in funzione della sensibilità di ciascun individuo nei confronti del farmaco stesso. Ad ogni modo, fra gli effetti collaterali che possono manifestarsi in seguito all'assunzione di paracetamolo, ricordiamo:

Per approfondire: Paracetamolo: Cos'è, A Cosa Serve, Effetti Collaterali

FANS

I FANS - o farmaci antinfiammatori non steroidei - sono farmaci dotati di azione antinfiammatoria e analgesica che vengono largamente impiegati nel trattamento del mal di schiena. Anche in questo caso, i medicinali contenenti FANS utilizzati per questi scopi sono davvero molti e adatti a differenti vie di somministrazione: le più utilizzate sono quella orale (soprattutto in forma di compresse, capsule o granulato per soluzione orale) e quella topica locale (gel cutanei, creme dermatologiche, cerotti medicati).

Fra i principi attivi appartenenti al grande gruppo degli antinfiammatori non steroidei che vengono maggiormente impiegati per combattere il mal di schiena, ritroviamo:

Per approfondire, leggi anche: FANS: Cosa Sono e Quali Sono? Cerotti Antinfiammatori: Cosa Sono, A Cosa Servono, Come si Usano

Effetti Collaterali

Anche in questo caso gli effetti indesiderati possono variare in funzione di svariati fattori, quali il tipo di principio attivo utilizzato, la via di somministrazione scelta, l'eventuale associazione con altri principi attivi e la sensibilità individuale di ciascun paziente nei confronti del farmaco.

Ad ogni modo, fra gli effetti indesiderati più comuni associati all'uso di FANS per via orale, ricordiamo:

Fra gli effetti indesiderati che possono causare i FANS per via topica locale, invece, ricordiamo:

Le reazioni allergiche, naturalmente, possono manifestarsi in individui sensibili indipendentemente dalla via di somministrazione.

Per approfondire: FANS: Effetti Indesiderati e Controindicazioni FANS: Esempi di Effetti Collaterali

Analgesici Oppioidi

Gli analgesici oppioidi sono farmaci che combattono il dolore attraverso l'interazione con i recettori oppioidi endogeni. Non costituiscono un trattamento di prima linea per il mal di schiena e vengono utilizzati solamente in casi specifici, come i casi caratterizzati da dolori di grado da moderato a grave che non sono adeguatamente controllati dalla somministrazione di paracetamolo e/o di FANS, la cui causa può risiedere in patologie degenerative o neoplastiche.

Inutile dire che questa tipologie di farmaci può essere usata solo ed esclusivamente se prescritta dal medico.

Fra i principi attivi che si possono impiegare in questo senso ricordiamo l'ossicodone e la codeina. Questi principi attivi, peraltro, sono disponibili anche all'interno di medicinali in associazione a paracetamolo.

Fra i principali effetti collaterali ne ricordiamo alcuni, quali: sedazione e sonnolenza, nausea e vomito, mal di testa, costipazione, alterazioni dell'umore.

Per approfondire: Farmaci Oppioidi: Cosa Sono e Quali Sono

Farmaci Corticosteroidi

Di norma, i farmaci corticosteroidi non vengono usati come sintomatici contro il mal di schiena. Tuttavia, essi potrebbero essere utilizzati nell'ambito del trattamento di condizioni o malattie che possono causare, fra gli altri sintomi, anche il mal di schiena (ad esempio, alcuni tipi di patologie articolari).

Per approfondire: Cortisonici: Cosa Sono, Indicazioni, Effetti Collaterali

Miorilassanti

Il tiocolchicoside è un miorilassante che - in forma di schiuma cutanea o crema dermatologica - può essere utilizzato per il trattamento locale del mal di schiena laddove vi siano contratture muscolari dolorose.

Benché il tiocolchicoside per uso cutaneo sembri essere ben tollerato, non si può escludere la possibile insorgenza di reazioni allergiche in individui sensibili.

I miorilassanti per uso parenterale (soluzioni iniettabili) non vengono di norma impiegati nel trattamento del mal di schiena, ad eccezione di casi specifici, particolarmente severi (contratture importanti), selezionati dal medico.

Per approfondire: Tiocolchicoside: A Cosa Serve? Come e Quando si Assume?

Altri Rimedi

Cerotti Mal di Schiena Senza Farmaci

In commercio è altresì possibile reperire cerotti per il mal di schiena senza farmaci. Si tratta di prodotti molto simili ai cerotti medicati a base di FANS, ma privi di qualsivoglia farmaco al loro interno.

Questi prodotti sono generalmente dispositivi medici che fra i propri ingredienti annoverano estratti di piante che potrebbero rivelarsi utili in caso di dolori muscolari (come ad esempio, arnica o artiglio del diavolo).

Altre tipologie di cerotti, invece, sfruttano il calore o il freddo (cerotti autoriscaldanti o cerotti effetto freddo) - in associazione o meno ad estratti di origine vegetale - e potrebbero anch'essi rivelarsi utili per ottenere sollievo dal mal di schiena.

Benché si tratti di prodotti liberamente acquistabili, prima di ricorrere al loro impiego, è opportuno richiedere comunque il consiglio del proprio medico.

Farmaci Omeopatici per il Mal di Schiena

Anche nell'ambito della medicina omeopatica vi sono diversi rimedi proposti per il trattamento del mal di schiena. Premesso che per intraprendere trattamenti di questo tipo è necessario rivolgersi al medico omeopata, di seguito riportiamo alcuni prodotti che possono essere usati in questo senso:

  • Nux vomica (usato soprattutto in caso di lombalgia e sciatalgia);
  • Sulfur (può essere impiegato in caso di traumi muscolari e articolari);
  • Apatite (può essere utilizzato nel mal di schiena in generale e nell'artrosi vertebrale, in particolare, nell'artrosi lombare).

Ricordiamo, tuttavia, che nonostante l'omeopatia sia una medicina non convenzionale riconosciuta e che i rimedi da essa proposti siano considerati farmaci a tutti gli effetti (a livello nazionale ed europeo), non tutti i medici sono a favore della sua applicazione.

Uso in Gravidanza e Allattamento

Farmaci per il Mal di Schiena durante l'Allattamento al Seno e in Gravidanza

La possibilità di ricorrere all'utilizzo di farmaci per il mal di schiena durante l'allattamento o la gravidanza dipende da molteplici fattori, quali:

  • Tipologia di principio attivo (alcuni possono essere utilizzati - con le dovute precauzioni - in fase di allattamento e durante la gravidanza, altri vanno assunti solo se il medico lo prescrive, mentre altri ancora sono espressamente controindicati in questa categoria di pazienti);
  • Via di somministrazione scelta (alcune vie di somministrazione possono essere meno "critiche" rispetto ad altre);
  • Stadio della gravidanza;
  • Gravità della condizione che affligge la donna;
  • Rapporto fra i benefici attesi per la madre e i potenziali rischi per il feto o per il bambino.

Alla luce di quanto appena detto, appare chiaro quanto sia importante rivolgersi al medico, informandolo della propria condizione di gravidanza o allattamento al seno, prima di assumere qualsivoglia principio attivo, farmaco o prodotto contro il mal di schiena.

Ricordiamo, inoltre, che le gestanti e le madri che allattano al seno devono consultare preventivamente il proprio medico o il proprio ginecologo anche prima di assumere farmaci, dispositivi medici o altri prodotti liberamente acquistabili senza ricetta medica.

Per approfondire: Mal di Schiena in Gravidanza: Come Si Presenta e Cosa Fare per Alleviarlo

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista