Dolori al Basso Ventre

Generalità

I dolori al basso ventre rappresentano il sintomo di diverse condizioni di natura fisiologica e, talvolta, patologica.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/06/22/dolori-basso-ventre-orig.jpeg

Spesso derivanti da cause ginecologiche, i dolori al basso ventre sembrano essere maggiormente diffusi nel sesso femminile. Ciò nonostante, in presenza di determinate affezioni, il sintomo può manifestarsi anche nei pazienti di sesso maschile.

Nel corso dell'articolo verranno quindi analizzate le principali cause che possono provocare la comparsa di dolori al basso ventre e i sintomi ad essi associati.

Cosa sono

Cosa sono i Dolori al Basso Ventre?

Come accennato, i dolori al basso ventre sono un sintomo che può scatenarsi in seguito a condizioni fisiologiche o patologiche. Ad ogni modo, con "dolori al basso ventre" si vogliono indicare gli stimoli dolorosi che si manifestano a carico della parte inferiore dell'addome comprendente il bacino, localizzata al di sotto dell'ombelico e prima dei genitali.

Spesso e volentieri, i dolori al basso ventre vengono altresì chiamati "dolori pelvici".

Le cause responsabili del sintomo in questione possono essere diverse e, nella maggioranza dei casi, sono correlate a problemi/disturbi ginecologici, gastrointestinali e urinari.

Caratteristiche

Caratteristiche dei Dolori al Basso Ventre

In funzione della causa scatenante, i dolori al basso ventre possono localizzarsi al centro della parte inferiore dell'addome, sul lato destro, oppure sul lato sinistro. Allo stesso tempo, essi possono manifestarsi come dolori acuti, cronici o ciclici (come avviene, ad esempio, nel caso dei dolori mestruali); sordi oppure crampiformi.

Anche l'intensità dei dolori al basso ventre può variare, sia in funzione della causa scatenante e della sua gravità, sia in funzione della sensibilità di ciascun individuo.

Cause

Quali sono le possibili Cause dei Dolori al Basso Ventre?

Le cause dei dolori al basso ventre possono essere fisiologiche o patologiche e, generalmente, riguardano l'apparato gastrointestinale, le vie urinarie o l'apparato riproduttivo femminile.

Apparato Riproduttivo Femminile

I dolori al basso ventre che interessano l'apparato riproduttivo femminile possono avere origine fisiologica (cioè sono dovuti a fenomeni e condizioni normali), oppure possono avere origine patologica.

Cause di Origine Fisiologica

Fra le cause di origine fisiologica che possono provocare i dolori al basso ventre, ritroviamo:

  • Mestruazioni: le mestruazioni si associano spesso a dolori al basso ventre (dolori o crampi mestruali) e a mal di schiena. In questo caso, perciò, il dolore è di tipo ciclico, poiché si ripresenta ogni mese, prima e/o in concomitanza alla mestruazione.
  • Ovulazione: anche l'ovulazione può causare dolori al basso ventre, localizzati nella parte sinistra o destra, in prossimità dell'ovaio da cui viene liberata la cellula uovo matura.
  • Inizio della gravidanza: all'inizio della gravidanza è normale percepire dolori al basso ventre di tipo crampiforme, essi derivano dalla graduale crescita dell'utero che si prepara ad accogliere il feto.
  • Contrazioni preparatorie: le contrazioni preparatorie si verificano a partire dal terzo trimestre di gravidanza e provocano dolori al basso ventre che ricordano vagamente quelli indotti dalle mestruazioni.

Cause di Origine Patologica

Fra le cause di origine patologica che possono dare origine al sintomo in questione, ricordiamo:

  • Gravidanza ectopica: condizione nella quale l'impianto dell'embrione avviene al di fuori della cavità uterina; essa si caratterizza per la comparsa di dolori al basso ventre localizzati in corrispondenza dell'area in cui è avvenuto l'impianto.
  • Malattia infiammatoria pelvica: i dolori al basso ventre sono sintomi tipici di questa patologia.
  • Aborto spontaneo.
  • Cisti ovarica: la presenza di una cisti ovarica può causare dolori al basso ventre sordi nel caso questa sia di grosse dimensioni, oppure dolori improvvisi e acuti nel caso in cui la cisti dovesse rompersi. Allo stesso tempo, in presenza di una simile condizione, i dolori al basso ventre possono manifestarsi anche durante i rapporti sessuali.
  • Endometriosi: condizione patologica caratterizzata dalla comparsa di dolori al basso ventre di tipo cronico.
  • Torsione ovarica.
  • Prolasso dell'utero.
  • Infezioni dell'apparato genitale femminile.
  • Fibromi uterini: si tratta di tumori benigni che possono causare dolori al basso ventre quando presenti.
  • Tumori maligni dell'apparato riproduttivo femminile.

Apparato Gastrointestinale

Talvolta, i dolori al basso ventre possono derivare da disturbi o malattie dell'apparato gastrointestinale e, più precisamente, che coinvolgono il tratto enterico, quali:

Tratto Urinario

I dolori al basso ventre possono manifestarsi in conseguenza a malattie che interessano le vie urinarie o i reni, quali ad esempio:

Altre Possibili Cause

Altre possibili cause patologiche responsabili dell'insorgenza di dolori al basso ventre sono:

Sintomi Associati

Quali Altri Sintomi si possono manifestare in associazione ai Dolori al Basso Ventre?

La tipologia di sintomi che si possono manifestare in associazione ai dolori al basso ventre, così come la loro intensità e la loro gravità variano in funzione della causa che li ha scatenati.

Condizioni Ginecologiche

Quando i dolori al basso ventre vedono la loro origine in cause ginecologiche di natura fisiologica, possono manifestarsi sintomi quali:

  • Aumento del volume del seno, incremento del desiderio sessuale, dolore a un fianco (sintomi che possono manifestarsi durante l'ovulazione);
  • Mal di schiena, nausea, mal di testa, irritabilità (sintomi che possono manifestarsi poco prima o durante la mestruazione);
  • Nausea e vomito, sbalzi d'umore, stanchezza (sintomi che si possono manifestare all'inizio della gravidanza).

In presenza di patologie ginecologiche, invece, fra i vari sintomi che possono manifestarsi, ritroviamo:

Disturbi e Malattie Gastrointestinali

Nel caso in cui i dolori al basso ventre siano indotti da malattie del tratto gastroenterico, è possibile che si manifestino in associazione a sintomi quali:

Disturbi e Malattie del Tratto urinario

Se i dolori al basso ventre sono associati a condizioni patologiche del tratto urinario, potrebbero associarsi a sintomi come:

  • Ematuria (presenza di sangue nelle urine),
  • Disuria;
  • Difficoltà di minzione;
  • Dolore e/o bruciore durante la minzione;
  • Dolori localizzati alla zona lombare.

Altri Sintomi Associati

Altri sintomi che potrebbero manifestarsi insieme ai dolori al basso ventre consistono in:

Nota Bene

Quelli sopra ripostati sono solo alcuni dei sintomi che possono accompagnare i dolori al basso ventre. Per informazioni più dettagliate circa la sintomatologia di ciascun disturbo o malattia ginecologica, del tratto urinario e del tratto gastrointestinale, si consiglia la lettura degli articoli dedicati già presenti su questo sito.

Quando Preoccuparsi

Quando Preoccuparsi e Quando Rivolgersi al Medico?

Benché in alcuni casi i dolori al basso ventre possano rappresentare un disagio passeggero dovuto a cause fisiologiche, in altre situazioni potrebbero essere spia di malattie e disturbi non ancora individuati. In quest'ultimo caso, il ricorso al medico è di fondamentale importanza.

Nel dettaglio, è bene preoccuparsi e rivolgersi alla suddetta figura sanitaria quando:

  • I dolori al basso ventre si manifestano in maniera improvvisa senza alcuna causa apparente (ad esempio, assenza di mestruazioni, assenza di stitichezza, ecc.).
  • Lo stimolo doloroso è molto intenso e non accenna a diminuire.
  • Il dolore si accompagna a sintomi che potrebbero far presumere la presenza di una qualche condizione patologica di base (ad esempio, perdite di sangue durante la gravidanza e perdite di sangue anomale e inaspettate, febbre alta, difficoltà ad urinare, sangue nelle feci o nel vomito, ecc.).

In presenza delle suddette condizioni, il consulto del medico è necessario per individuare con esattezza la causa scatenante i dolori al basso ventre. Una diagnosi corretta effettuata in maniera tempestiva, infatti, consentirà di intraprendere in tempi brevi il trattamento più idoneo.

Diagnosi

Importanza della Corretta Diagnosi in Presenza di Dolori al Basso Ventre

La diagnosi riveste un ruolo fondamentale quando si è in presenza di dolori al basso ventre dalla causa sconosciuta. Difatti, benché in molti casi possa trattarsi di dolori passeggeri (ad esempio, correlati ad un periodo di stitichezza) e talvolta dovuti a condizioni fisiologiche (mestruazioni, inizio della gravidanza, ecc.), in altre situazioni essi potrebbero rappresentare, come si è visto, il sintomo di condizioni patologiche di gravità variabile.

Quando si manifestano dolori al basso ventre e ci si rivolge al medico allo scopo di effettuare una diagnosi corretta, quest'ultimo - oltre a raccogliere dati attraverso l'anamnesi e attraverso una visita accurata - può prescrivere l'esecuzione di analisi del sangue, analisi delle urine, analisi delle feci, esami diagnostici (come, ad esempio, l'ecografia addominale e pelvica, la TAC, la risonanza magnetica, l'endoscopia, ecc.) e l'esecuzione di visite specialistiche (visita ginecologica, visita gastroenterologica, ecc.).

Cure e Trattamenti

Cure e Trattamenti Contro i Dolori al Basso Ventre

Dal momento che i dolori al basso ventre rappresentano un sintomo, la loro scomparsa dipende sostanzialmente dalla cura o dal trattamento delle cause scatenanti. Poiché i disturbi e le malattie che possono indurre la comparsa di dolori al basso ventre sono davvero molti, si ribadisce nuovamente l'importanza del rivolgersi al medico al fine di ottenere una corretta diagnosi. Solo in questo modo, infatti, è possibile adottare la strategia terapeutica più idonea.

Ad ogni modo, nelle situazioni che lo consentono, il medico potrebbe decidere di prescrivere al paziente dei medicinali per il trattamento sintomatico del dolore, quali farmaci antispastici (ad esempio, la scopolamina butilbromuro - Buscopan®) e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS, come ad esempio l'ibuprofene - Buscofen® - largamente impiegato per contrastare i dolori al basso ventre scatenati dalle mestruazioni).