Difenidramina contro Disturbi Cutanei e Raffreddore

Difenidramina contro Disturbi Cutanei e Raffreddore
Ultima modifica 15.11.2019
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

La difenidramina è un principio attivo appartenente al gruppo degli antistaminici impiegata nel trattamento di vari disturbi.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/11/15/difenidramina-orig.jpeg Shutterstock
Difenidramina - Struttura Chimica

In forma di crema per uso cutaneo, infatti, la difenidramina viene utilizzata per contrastare sintomi derivanti da punture di insetti, irritazioni ed eccessiva esposizione solare; mentre in forma di compresse per uso orale trova impiego - in associazione ad altri principi attivi - nel trattamento dei sintomi del raffreddore.

I medicinali che contengono il principio attivo sono di libera vendita (farmaci da banco OTC) e il loro costo è a totale carico del cittadino. Al loro interno, solitamente, la difenidramina è contenuta in forma cloridrata (difenidramina cloridrato).

Esempi di Medicinali Contenenti Difenidramina

Lo sapevi che…

La difenidramina in combinazione con la 8-cloroteofillina dà origine ad un composto noto come dimenidrinato che rientra nella composizione di farmaci (Xamamina®, Travelgum®) utilizzati per il trattamento della nausea e del vomito che caratterizzano il mal di movimento (mal d'auto, mal di mare, mal di treno, di aereo, ecc.).

A Cosa Serve

A seconda della formulazione farmaceutica impiegata - quindi della via di somministrazione - la difenidramina viene utilizzata per trattare differenti disturbi.

Indicazioni terapeutiche della Difenidramina

In forma di crema per uso dermatologico, la difenidramina è utilizzata per trattare dermatiti pruriginose, sintomi fastidiosi causati da punture di insetti ed eritemi solari.

In forma di compresse per uso orale e in associazione ad altri principi attivi, invece, la difenidramina trova impiego contro i sintomi di raffreddore e influenza grazie all'azione broncodilatatoria, spasmolitica e antisecretiva che è in grado di esercitare una volta assunta.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di iniziare ad utilizzare la Difenidramina

Prima di iniziare il trattamento con difenidramina in qualsiasi sua forma (crema dermatologica o compresse per uso orale) è opportuno informare il medico delle proprie condizioni di salute, comunicando la presenza di qualsivoglia tipologia di disturbo o malattia. Questo è importante anche se i medicinali che contengono difenidramina sono di libera vendita - quindi, acquistabili senza ricetta medica - in quanto la presenza di alcuni tipi di disturbi o patologie potrebbe rappresentare una controindicazione all'impiego di questi stessi medicinali.

Per quanto riguarda la crema dermatologica a base di difenidramina, è inoltre opportuno ricordare che:

  • È necessario evitare i bendaggi occlusivi.
  • Il prodotto deve essere applicato su piccole aree di pelle e NON deve essere applicato su aree cutanee che presentano vesciche, piaghe vive o che sono in via di cicatrizzazione.
  • Deve essere evitato il contatto con occhi e mucose.
  • L'utilizzo deve essere limitato a brevi periodi di tempo.
  • L'impiego del medicinale, soprattutto se prolungato, può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In simili casi il trattamento deve essere interrotto.

Il medico dovrebbe essere subito contattato e il trattamento con difenidramina - per via cutanea od orale che sia - subito interrotto in caso di comparsa di reazioni allergiche o di effetti indesiderati di qualsiasi tipo.

Ad ogni modo, per maggiori informazioni in merito ad avvertenze e precauzioni dei medicinali a base di difenidramina è bene far riferimento al foglietto illustrativo del farmaco che si deve utilizzare, oppure, è possibile chiedere consiglio al medico o al farmacista.

Interazioni

La difenidramina può instaurare Interazioni con altri Farmaci?

La risposta a questa domanda è sì. La difenidramina, analogamente a qualsiasi altro principio attivo, è in grado di instaurare interazioni farmacologiche con altri principi attivi e medicinali. Per questa ragione, prima di assumere qualsiasi tipo di medicinale che la contiene, è necessario informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si intende assumere farmaci di qualsiasi tipo, inclusi altri farmaci OTC, farmaci SOP, farmaci con obbligo di prescrizione medica, prodotti erboristici o fitoterapici, omeopatici e così via.

Ad ogni modo, per quel che riguarda la crema dermatologica contenente difenidramina, al momento non sono note incompatibilità con altri medicinali.

Per quanto riguarda la difenidramina per uso orale, invece:

  • Può potenziare gli effetti sedativi di farmaci deprimenti il sistema nervoso centrale e dell'alcol;
  • Può potenziare gli effetti di farmaci anticolinergici;
  • I suoi effetti anticolinergici possono essere potenziati o prolungati dagli inibitori delle monoammino ossidasi (IMAO);
  • Può esserci un potenziale d'interazione con i farmaci metabolizzati dall'isoenzima CYP2D6 del citocromo P450, in quanto la difenidramina è in grado di inibire tale isoenzima.

Infine, si ricorda che la difenidramina per via orale non deve essere assunta in concomitanza ad altri farmaci che possono causare un prolungamento dell'intervallo QT e/o che possono causare ipopotassiemia.

In qualsiasi caso, per maggiori informazioni, s'invita nuovamente al consulto del foglietto illustrativo del medicinale che si deve assumere.

Effetti Collaterali

La difenidramina può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco, manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandone affatto.

Di seguito verranno elencati alcuni dei principali effetti indesiderati che possono manifestarsi durante la terapia con difenidramina. Per informazioni più dettagliate, far riferimento al foglietto illustrativo del medicinale che si deve utilizzare.

Effetti Indesiderati della Difenidramina per via orale

Fra gli effetti indesiderati che più comunemente possono manifestarsi in seguito all'assunzione orale di difenidramina, ritroviamo:

Effetti Indesiderati della Difenidramina crema dermatologica

In seguito all'uso della crema dermatologica a base di difenidramina, invece, possono manifestarsi:

Generalmente, i suddetti effetti sono transitori.

Sovradosaggio da Difenidramina crema dermatologica

Al momento, non sono noti effetti dovuti alla somministrazione eccessiva della crema dermatologica a base di difenidramina.

Sovradosaggio da Difenidramina per uso orale

In caso di sovradosaggio da difenidramina per via orale possono manifestarsi:

In caso di intossicazione moderata possono anche manifestarsi confusione, agitazione e allucinazioni. Un sovradosaggio con dosi più elevate, invece, soprattutto nei bambini, può provocare sintomi di eccitazione del sistema nervoso centrale, tra cui: insonnia, nervosismo, tremori e convulsioni epilettiformi.

I sintomi gravi possono consistere in delirio, psicosi, attacchi epilettici, coma, ipotensione, intervallo QRS largo all'elettrocardiogramma e aritmie ventricolari, incluse torsioni di punta. Tuttavia, tali sintomi vengono in genere segnalati solo negli adulti in seguito a ingestione di grandi quantità. Rabdomiolisi e insufficienza renale possono raramente svilupparsi in pazienti con agitazione prolungata, coma o convulsioni. Possono verificarsi decessi in seguito a insufficienza respiratoria o a collasso circolatorio.

Il trattamento del sovradosaggio da difenidramina per via orale è sintomatico e di supporto. Devono essere adottate misure per svuotare rapidamente lo stomaco; nei casi d'intossicazione acuta, può essere utile la somministrazione di carbone attivo.

Come Agisce

Come Funziona la Difenidramina e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

La difenidramina è un principio attivo antistaminico; più precisamente, un antagonista dei recettori per l'istamina di tipo H1 di prima generazione. Una volta assunta, essa è in grado di competere in maniera reversibile con l'istamina per il legame con i suoi recettori di tipo H1 presenti nella muscolatura liscia dell'albero respiratorio, dei vasi, dei capillari e di alcune ghiandole esocrine, come quelle annesse ai bronchi, le ghiandole salivari e quelle lacrimali.

Grazie alla sua azione antagonista nei confronti di tali recettori, il principio attivo è capace di esercitare un'azione broncodilatatrice, spasmolitica e antisecretiva. Inoltre, è stata evidenziata un'attività antiemetica, sedativa e antitussiva.

Anche l'effetto esercitato su prurito, fastidio e arrossamento cutaneo è imputabile all'azione antistaminica esercitata a livello locale dalla difenidramina quando usata in forma di crema dermatologica.

Dosaggio e Modo d'uso

Per assumere la difenidramina in sicurezza e affinché il trattamento sia efficace, è importante seguire le istruzioni del medico e le indicazioni riportate sul bugiardino del medicinale che si deve utilizzare. Eventualmente, è altresì possibile chiedere aiuto al farmacista.

Ad ogni modo, di seguito verranno riportate le dosi di difenidramina abitualmente impiegate in terapia.

Dosaggio della Difenidramina crema dermatologica

La crema dermatologica a base di difenidramina deve essere applicata in uno strato sottile nell'area di pelle interessata dal disturbo dalle 2 alle 3 volte al giorno. Il trattamento deve esser limitato a brevi periodi di tempo. Se i disturbi non migliorano, consultare il medico.

Dosaggio della Difenidramina in compresse per uso orale

Solitamente, le compresse contenenti difenidramina vanno assunte prima del riposo notturno nella dose di una compressa prima di coricarsi. Le compresse vanno deglutite intere con acqua.

Gravidanza e Allattamento

La Difenidramina può essere utilizzata durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

In linea generale, l'uso della difenidramina per uso orale durante la gravidanza e l'allattamento al seno è controindicato; mentre l'uso della difenidramina in crema dermatologica potrebbe essere effettuato, ma solo nei casi strettamente necessari e comunque sotto il controllo del medico.

In qualsiasi caso, le donne gravide e le madri che allattano al seno devono necessariamente consultare il medico prima di utilizzare la difenidramina, così come prima di utilizzare qualsivoglia tipo di farmaco.

Controindicazioni

Quando la Difenidramina NON deve essere utilizzata

La difenidramina non deve essere utilizzata in caso di allergia nota allo stesso principio attivo, così come i medicinali che la contengono non devono essere utilizzati in caso di allergia nota - oltre che alla difenidramina stessa - a uno o più degli altri componenti (principi attivi ed eccipienti) in essi presenti.

In funzione del tipo di medicinale utilizzato - quindi della via di somministrazione e della presenza o meno di altri principi attivi - le controindicazioni possono variare ed essere molto più numerose di quelle sopra menzionate. Pertanto, per informazioni più dettagliate, si rimanda alla lettura del foglietto illustrativo del farmaco che si deve assumere. Per qualsiasi dubbio è comunque possibile rivolgersi al medico o al farmacista.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista