Deferiprone: Cos'è, Come e Quando si Assume

Deferiprone: Cos'è, Come e Quando si Assume
Ultima modifica 18.03.2020
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Il deferiprone è un principio attivo utilizzato per rimuovere il ferro in eccesso dall'organismo.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/12/12/deferiprone-orig.jpeg Shutterstock
Deferiprone - Struttura Chimica

Per espletare la sua azione, il deferiprone deve essere somministrato per via orale; difatti, esso è reperibile all'interno di medicinali in forma di compresse o di soluzione orale.

Tali medicinali possono essere dispensati solo dietro presentazione di ricetta medica limitativa non ripetibile o RNRL (farmaci vendibili al pubblico solo su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti). Essendo classificati come farmaci di fascia A, il loro costo può essere rimborsato dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN).

Esempi di medicinali contenenti Deferiprone

A Cosa Serve

Indicazioni Terapeutiche del Deferiprone: per cosa si usa?

L'uso del deferiprone è indicato nel trattamento del sovraccarico da ferro causato da frequenti trasfusioni di sangue in pazienti affetti da talassemia maggiore quando l'attuale terapia chelante è inadeguata o controindicata.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere il Deferiprone

Prima di iniziare ad assumere il deferiprone, è importante sapere che esso può causare gravi effetti collaterali come neutropenia e agranulocitosi. Se tali effetti dovessero manifestarsi, ci si troverebbe maggiormente esposti al rischio di infezioni gravi e potenzialmente letali. Per questo motivo, è opportuno che il medico sottoponga il paziente a regolari esami del sangue, allo scopo di individuare tempestivamente l'eventuale insorgenza di neutropenia o agranulocitosi. Va da sé che il paziente dovrà informare immediatamente il medico qualora sviluppi sintomi d'infezione, quali ad esempio, febbre, mal di gola o sintomi simil-influenzali.

Ulteriori esami e controlli possono essere prescritti dal medico per quei pazienti con infezione da HIV o con alterata funzionalità epatica e/o renale.

Naturalmente, sarà altresì necessario effettuare analisi per tenere sotto controllo i livelli di ferro nell'organismo.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra il Deferiprone e Altri Farmaci

Durante il trattamento con deferiprone, è necessario evitare l'assunzione di altri farmaci capaci di causare neutropenia o agranulocitosi.

Anche l'assunzione di antiacidi a base di alluminio deve essere evitata durante il trattamento con il principio attivo; mentre l'assunzione di vitamina C non può avvenire senza aver consultato preventivamente il proprio medico.

Ad ogni modo, è molto importante informare il medico se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si intende assumere farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici e i prodotti omeopatici.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare il Deferiprone?

Il deferiprone, come qualsiasi altro farmaco, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Difatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandoli affatto.

Alcuni effetti indesiderati indotti dal deferiprone sono molto gravi e richiedono l'intervento del medico; essi consistono in neutropenia e agranulocitosi. Qualora dovessero manifestarsi, infatti, i pazienti si troverebbero maggiormente esposti alla contrazione di infezioni, anche potenzialmente letali.

Effetti indesiderati molto comuni e comuni

Fra gli effetti indesiderati che più comunemente potrebbero manifestarsi durante l'assunzione di deferiprone, ritroviamo:

Effetti indesiderati a frequenza non nota

Fra gli effetti indesiderati la cui frequenza non è nota ma che potrebbero comunque manifestarsi durante il trattamento con deferiprone, invece, ritroviamo:

  • Reazioni allergiche, inclusi formicolio e rash cutanei;
  • Dolore e gonfiore articolari di grado variabile, dai casi lievi fino ad arrivare all'invalidità grave;
  • Disturbi neurologici (sono stati segnalati in bambini cui era stata prescritta per diversi anni l'assunzione di una dose pari a oltre due volte la dose massima raccomandata di 100 mg/kg al giorno, ma anche in bambini trattati con dosi standard; tali effetti sono comunque scomparsi alla sospensione del trattamento).

Sovradosaggio da Deferiprone

In caso di sovradosaggio da deferiprone, è necessaria un'attenta supervisione medica del paziente. Per tale ragione, qualora si siano assunte dosi eccessive di principio attivo (o si sospetti di averlo fatto anche accidentalmente), è bene contattare subito il medico.

Come Agisce

Come Funziona il Deferiprone e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

Il deferiprone è un chelante del ferro; questo significa che esso è in grado di legare il ferro presente all'interno dell'organismo, facendolo in una proporzione molare 3:1.

Dopo averlo legato, il deferiprone facilita l'escrezione del ferro dall'organismo, impedendone così l'accumulo.

Dosaggio e Modo d'uso

Come si Usa il Deferiprone e in quale Dosaggio?

Il deferiprone deve essere assunto per via orale - in forma di compresse o di soluzione orale, a seconda dei casi - seguendo attentamente le indicazioni fornite dal medico.

Ad ogni modo, la dose abituale è di 25 mg/kg di peso corporeo da assumersi tre volte al giorno, per una dose totale quotidiana di 75 mg/kg. È necessario che la dose totale quotidiana non superi i 100 mg/kg di peso corporeo.

La prima dose deve essere assunta al mattino, la seconda a mezzogiorno e la terza la sera.

I farmaci a base di deferiprone possono essere assunti, indifferentemente, con o senza cibo; nonostante ciò, potrebbe essere più semplice ricordarsi di assumere il farmaco durante i pasti.

Dimenticanza di una dose di Deferiprone

In caso di dimenticanza di una dose di deferiprone, questa dovrà essere presa non appena ci si rende conto della dimenticanza; dopodiché, la dose successiva deve essere presa come di consueto.

In qualsiasi caso, NON assumere dosi doppie per compensare una o più dimenticanze e NON cambiare la dose giornaliera totale senza aver consultato il medico. In caso di dubbi, rivolgersi sempre a questa figura sanitaria.

Gravidanza e Allattamento

Il Deferiprone può essere usato durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

A causa dei danni che il deferiprone può causare al feto e al bambino, il suo impiego è controindicato nelle donne in gravidanza e nelle madri che allattano al seno.

Le donne in età fertile in trattamento con il principio attivo devono adottare idonee misure contraccettive per evitare gravidanze.

Se si rimane incinta durante la terapia con deferiprone, questa deve essere subito interrotta e il medico immediatamente contattato.

Controindicazioni

Quando il Deferiprone NON deve essere usato

L'utilizzo del deferiprone è controindicato in tutti i seguenti casi:

  • Allergia nota allo stesso principio attivo e/o ad uno o più degli eccipienti contenuti nel medicinale a base di deferiprone che si deve utilizzare;
  • In pazienti che hanno una storia di episodi ripetuti di neutropenia;
  • In pazienti che hanno sofferto in passato di agranulocitosi;
  • In caso di terapia attuale con farmaci che causano neutropenia o agranulocitosi;
  • In gravidanza e durante l'allattamento al seno.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista