Collutorio alla Clorexidina: cos'è, come si usa, effetti collaterali

Collutorio alla Clorexidina: cos'è, come si usa, effetti collaterali
Ultima modifica 07.06.2024
INDICE
  1. Che cos'è il Collutorio alla Clorexidina?
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Uso in Gravidanza e Allattamento
  5. Come Agisce
  6. Come si Usa
  7. Effetti Collaterali
  8. Controindicazioni

Che cos'è il Collutorio alla Clorexidina?

Il collutorio alla clorexidina è un prodotto ad azione disinfettante utilizzato per effettuare sciacqui orali.

Clorexidina colluttorio Shutterstock

Comunemente consigliato e prescritto dal dentista dopo estrazioni dentarie e piccoli interventi, il collutorio alla clorexidina può essere utilizzato anche per altre indicazioni.

In commercio esistono diversi prodotti di questo tipo, alcuni sono veri e propri farmaci (generalmente, farmaci da banco o OTC), altri sono dispositivi medici.

I farmaci formulati come soluzioni per mucosa orale alla clorexidina possono essere considerati come facenti parte del gruppo dei collutori in quanto impiegati nello stesso modo.

All'interno di questi prodotti, la clorexidina è contenuta in forma di clorexidina gluconato o clorexidina digluconato in concentrazioni variabili, generalmente allo 0,12% oppure allo 0,2%.

Benché i collutori alla clorexidina si possano liberamente acquistare senza ricetta medica, è opportuno utilizzarli solo quando è il medico o l'odontoiatra a consigliarne l'impiego.

Esempi di Collutori alla Clorexidina (farmaci e dispositivi medici)

  • Broxodin®
  • Curasept®
  • Corsodyl®
  • Paroex®
  • Plakout®

A Cosa Serve

Quando si usa il Collutorio alla Clorexidina?

In funzione del dispositivo medico o farmaco preso in considerazione e in funzione della quantità di clorexidina contenuta, le indicazioni possono essere diverse.

Ad ogni modo, riassumendo, è possibile affermare che l'impiego dei diversi tipi di collutorio alla clorexidina è indicato:

  • Per la disinfezione del cavo orale (bocca, gengive, denti):
    • Prima e dopo estrazioni dentarie;
    • Prima e dopo piccoli interventi chirurgici di natura odontoiatrica;
    • Negli individui nei quali l'igiene orale è difficoltosa (ad esempio, individui che hanno subito traumi, individui che portano apparecchi ortodontici, ecc.);
  • Per esercitare un'azione antiplacca ogniqualvolta sia necessario;
  • Per la prevenzione e il trattamento di gengiviti e periodontiti;
  • Per proteggere dalle infezioni della bocca i portatori di protesi fisse o mobili.

Alcuni collutori alla clorexidina possono essere altresì impiegati in presenza di:

  • Gengive delicate con tendenza al sanguinamento;
  • Irritazione e arrossamento di mucose e gengive;
  • Irritazioni della bocca causate da alimenti molto caldi, cibi piccanti o alimenti duri;
  • Irritazioni della lingua.

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di usare il collutorio alla Clorexidina? Macchia i denti?

Il collutorio alla clorexidina, naturalmente, è solo per uso esterno e NON deve essere ingerito.

Inoltre, il suo impiego deve essere fatto seguendo le istruzioni del medico e quelle riportate sul foglietto illustrativo del dispositivo medico o farmaco che si deve impiegare.

Altrettanto importante è sapere che la clorexidina potrebbe macchiare i denti, così come potrebbe causare la colorazione di apparecchi ortodontici, lingua, otturazioni e protesi. Generalmente, tali macchie non sono permanenti e molti collutori alla clorexidina vengono formulati in maniera tale da ridurre il problema.

Per prevenire la colorazione dei denti può essere sufficiente l'utilizzo di un dentifricio comune. Tuttavia, è bene porre l'attenzione sul tipo di prodotto utilizzato in quanto alcuni ingredienti che possono essere contenuti nei dentifrici di uso comune (come, ad esempio, il sodio laurilsolfato) sono capaci di interferire con l'azione della clorexidina. Questo è il motivo per cui alcuni collutori che la contengono non andrebbero usati subito dopo aver utilizzato dentifrici che contengono simili ingredienti.

In questi casi, è possibile agire in due modi:

  • Detergere i denti con il dentifricio, sciacquare bene la bocca e attendere almeno 5-10 minuti prima di usare il collutorio alla clorexidina;
  • Utilizzare il dentifricio in momenti diversi, lontani da quelli in cui si usa il collutorio alla clorexidina.

Ad ogni modo, quelle sopra riportate sono solo indicazioni generali. Per capire come prevenire le macchie sui denti e come e quando utilizzare il dentifricio e il collutorio alla clorexidina, si consiglia di attenersi alle indicazioni fornite dal medico o dall'odontoiatra e alle indicazioni riportate sulla confezione o sul foglietto illustrativo del prodotto che si deve impiegare.

Infine, ricordiamo che - come avviene per qualsiasi altro prodotto o farmaco per uso topico - l'impiego del collutorio alla clorexidina, specialmente se prolungato, può causare fenomeni di sensibilizzazione. Da qui, l'importanza di non utilizzare il collutorio in questione per periodi più lunghi di quelli consigliati.

Uso in Gravidanza e Allattamento

In linea generale, il collutorio alla clorexidina può essere utilizzato dalle donne in gravidanza e dalle madri che allattano al seno, ma solo dopo aver chiesto consiglio al proprio medico, al proprio odontoiatra o al proprio ginecologo.

Come Agisce

Come agisce il Collutorio alla Clorexidina?

La clorexidina è in grado di esercitare un'azione disinfettante ad ampio spettro nei confronti di diversi batteri, sia Gram-positivi che Gram-negativi; inoltre, sembra essere efficace anche contro alcuni tipi di funghi e virus.

La clorexidina espleta un'azione battericida attraverso un meccanismo d'azione che induce un'alterazione della membrana cellulare batterica. Più nel dettaglio, ne provoca un aumento della permeabilità e la rottura, cui consegue la perdita di materiale cellulare e la morte del microorganismo.

Come si Usa

Il collutorio alla clorexidina è piuttosto semplice da utilizzare. Difatti, è sufficiente prelevare la quantità indicata dal medico o quella riportata su confezione/foglietto illustrativo del prodotto, quindi sciacquare la bocca per il tempo indicato (generalmente, 30 secondi/1 minuto) e infine sputare.

In funzione del prodotto preso in considerazione e delle istruzioni ricevute dall'odontoiatra, la frequenza di utilizzo può essere di una, due o tre volte al giorno.

La durata del trattamento dipende dal prodotto impiegato, NON utilizzare il collutorio alla clorexidina per periodi di tempo più lunghi di quelli consigliati dal medico o riportati su confezione o foglietto illustrativo.

Effetti Collaterali

Il Colluttorio alla Clorexidina può causare effetti indesiderati?

Benché in molti casi il collutorio alla clorexidina risulti essere un prodotto ben tollerato, non si può escludere la comparsa di effetti indesiderati. Tali effetti possono variare in funzione del prodotto preso in considerazione, a seconda della concentrazione di clorexidina contenuta e in funzione della sensibilità individuale di ciascuna persona.

Per maggiori e specifiche informazioni, si rimanda alla lettura di quanto riportato sulla confezione o sul foglietto illustrativo del prodotto che si deve impiegare. Tuttavia, nel seguente elenco puntato verranno riportati alcuni dei possibili effetti collaterali che potrebbero manifestarsi in seguito all'uso di collutori alla clorexidina:

  • Bruciore o irritazione (intolleranza);
  • Lingua patinata;
  • Bocca secca;
  • Alterazione del senso del gusto;
  • Sensazione di intorpidimento o diminuzione della sensibilità del cavo orale;
  • Dolore alla lingua;
  • Reazioni allergiche, anche gravi.

Controindicazioni

Quando NON usare il Collutorio alla Clorexidina

L'utilizzo del collutorio alla clorexidina è controindicato in caso di allergia nota alla stessa clorexidina e/o ad uno o più degli altri ingredienti contenuti.

NOTA BENE

In questo articolo si è cercato di fornire una panoramica generale delle principali caratteristiche dei collutori alla clorexidina. Tuttavia, per informazioni più specifiche e dettagliate, si rinnova ancora una volta l'invito a consultare quanto riportato sulla confezione o sul foglietto illustrativo del prodotto che si deve utilizzare.

In caso di dubbi, rivolgersi all'odontoiatra, al medico o al farmacista.

Per approfondire, leggi anche: Clorexidina: cos'è, a cosa serve, come utilizzarla, effetti collaterali, controindicazioni

Autore

Dott.ssa Ilaria Randi

Dott.ssa Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista