Cerotti Nasali: A Cosa Servono? Come e Quando Usarli

Cerotti Nasali: A Cosa Servono? Come e Quando Usarli
Ultima modifica 25.05.2021
INDICE
  1. Cosa Sono
  2. Come Sono Fatti?
  3. Come funzionano
  4. A Cosa Servono
  5. Guida alla Scelta
  6. Istruzioni per l’Uso
  7. Pro e Contro

Cosa Sono

Cerotti Nasali: Cosa Sono?

I cerotti nasali sono dispositivi medici da applicare sul dorso del naso, la cui funzione consiste nell'allargare delicatamente le narici, per ridurre la resistenza che incontra l'aria quando viene inspirata.

Senza dover ricorrere ai farmaci, i cerotti nasali:

  • Contribuiscono ad alleviare la congestione causata da allergie o raffreddore;
  • Aiutano a ridurre il russamento durante il riposo notturno, migliorando la qualità del sonno nei pazienti che tendono a respirare con la bocca (anziché dal naso).

Come Sono Fatti?

Cerottini Nasali: Aspetto e Caratteristiche

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/05/25/cerotti-nasali-come-sono-fatti-orig.jpeg Shutterstock
  • All'interno di ogni cerotto nasale vi sono due striscioline semirigide, costituite da materiale plastico. La flessibilità di queste bande elastiche, che terminano con due "alette" più ampie, promuove l'espansione dei passaggi nasali, effetto particolarmente utile in caso di "naso chiuso".
  • Nella parte inferiore, per favorirne l'applicazione sul dorso del naso, i cerotti nasali presentano uno speciale adesivo ipoallergenico che consente l'adesione alla superficie cutanea che sovrasta ciascuna narice.
  • Una volta posizionato, il cerotto nasale solleva delicatamente i lati del naso, esercitando una semplice azione meccanica: le estremità di questi dispositivi dilatano le narici e ne impediscono l'avvicinamento, consentendo di captare più aria.

Come funzionano

Nel naso si possono distinguere due narici. Nella parte posteriore di ciascuna di queste cavità c'è uno spazio ristretto chiamato valvola nasale. Quest'ultima misura solo pochi millimetri di larghezza e, per una serie di motivi, può risultare "bloccata", limitando la normale respirazione attraverso il naso.

I cerotti nasali allargano questi spazi, sollevando in modo meccanico le flessibili pareti cartilaginose delle due valvole nasali. La respirazione viene resa così più facile.

A Cosa Servono

I cerotti nasali sfruttano l'azione meccanica delle strisce flessibili al loro interno, per aprire delicatamente i passaggi nasali facilitando così la respirazione.

I cerotti nasali possono sono utilizzati in caso di congestione nasale secondaria ad allergie o malattie invernali, quali influenza e raffreddore. Questi dispositivi possono essere usati, inoltre, durante la notte, per migliorare la qualità del sonno dalle persone che hanno la tendenza a russare o tendono a respirare con la bocca (anziché dal naso).

I cerotti nasali rappresentano la soluzione giusta per gli sportivi, poiché consentono l'introduzione di una maggiore quantità d'aria. I cerotti nasali sono una buona soluzione anche per chi è raffreddato, soffre di allergie o non riesce a tenere il naso libero per svariati altri motivi (nota: in caso di dubbi circa l'uso del prodotto, è consigliabile chiedere il parere al proprio medico).

Cerotti Nasali: Quando Usarli?

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/05/25/cerotti-nasali-applicazioni-orig.jpeg Shutterstock

I cerotti nasali possono essere utilizzati ogni qualvolta si ha il naso chiuso o congestionato. L'uso di questi dispositivi è adatto in caso di setto nasale deviato, allergie, raffreddore e russamento.

Congestione nasale notturna

La congestione nasale può condizionare non solo il sonno, ma anche il benessere quotidiano. Di notte, i passaggi nasali tendono a restringersi, rendendo più difficile il regolare ingresso dell'aria.

Applicati prima del riposo notturno, i cerotti nasali sono flessibili, leggeri ed allargano delicatamente le narici, facilitando così la respirazione.

Allergia e raffreddore

Condizioni come la rinite allergica o il raffreddore rendono la respirazione attraverso il naso più difficoltosa. I cerotti nasali allargano le narici riducendo la resistenza all'ingresso dell'aria ed offrendo immediato sollievo dal naso chiuso. Inoltre, questi dispositivi non contengono medicinali, si possono utilizzare con i normali trattamenti anti-allergici, senza il rischio di incorrere in pericolose interazioni farmacologiche.

Setto nasale deviato

Alcune persone che sperimentano difficoltà a respirare possono avere una deviazione della struttura osteo-cartilaginea che separa le due narici (setto nasale). Quest'anomalia può esistere fin dalla nascita o risultare dalla rottura del naso.

La sintomatologia del setto nasale deviato include l'occlusione parziale di una o entrambe le narici, sonno disturbato, congestione, respirazione rumorosa e russamento. Anche in questo caso, l'applicazione dei cerotti allarga delicatamente i passaggi nasali, facilitando la respirazione.

I cerotti nasali non devono essere considerati, però, un'alternativa all'eventuale correzione chirurgica del problema, ma possono fornire un temporaneo sollievo, permettendo all'aria di fluire più liberamente attraverso i passaggi nasali ostruiti.

Russamento

Solitamente si russa, quando si tende a respirare con la bocca.

I cerotti nasali aiutano a ridurre il russamento, agevolando la respirazione attraverso il naso e consentendo di dormire meglio. Tuttavia, nel caso si sospetti che il russamento possa essere la spia di una patologia più grave (ad esempio: apnea del sonno), è consigliabile rivolgersi al proprio medico.

Guida alla Scelta

Come Scegliere i Cerotti Nasali?

In commercio, sono disponibili cerotti nasali di varia tipologia, specifici per adattarsi:

  • Alla problematica per cui si utilizza (es. balsamici o normali; per sportivi ecc.);
  • All'età del paziente (per bambini e per adulti);
  • Alla conformazione del naso (taglia piccola, media o grande);
  • Al tipo di pelle (es. sensibile o normali).

I cerotti nasali per bambini sono stati appositamente concepiti per aderire delicatamente al dorso del naso dei bambini dai 5 ai 12 anni. Questi dispositivi si possono utilizzare quando i piccoli hanno il naso ostruito a causa di un'influenza o un forte raffreddore.

Le varianti per pelli sensibili agiscono esattamente come quelli classici, ma sono realizzate in un materiale leggermente diverso, che le rende più facili da rimuovere.

I cerotti nasali balsamici contengono, invece, oli essenziali incapsulati in minuscole perline: è sufficiente grattare la superficie esterna del prodotto ed inalare i delicati aromi rilasciati.

Secondo la conformazione del naso e l'età, si può scegliere la taglia più adeguata: quella grande è consigliata soprattutto ai maschi adulti, mentre per le donne è meglio acquistare un cerotto di piccole-medie dimensioni.

Istruzioni per l’Uso

Cerotti Nasali: Come Usarli Correttamente

  • Prima di applicare il cerotto nasale, è raccomandabile un'adeguata pulizia del viso per favorirne l'adesione. In presenza di pelle grassa, prima di posizionare il cerotto sul naso, si consiglia di utilizzare uno specifico detergente per questo tipo di pelle. Per lo stesso motivo, si sconsiglia l'applicazione di creme viso per la notte, visto che potrebbero ridurne l'aderenza.
  • Successivamente, rimuovere la pellicola che protegge la parte adesiva e applicare perfettamente il cerottino alle ali del naso (alla radice). Per fissare il cerottino, imprimere una leggera pressione ai lati del dispositivo con l'aiuto delle dita. Quando sono applicati correttamente, i cerottini non si staccano durante le ore notturne.
  • Al risveglio, per facilitarne la rimozione, è sufficiente inumidire il cerotto nasale con un po' di acqua tiepida e strapparlo delicatamente sollevando l'adesivo a partire dalle alette.
  • Nel caso in cui, dopo la rimozione del cerotto, la pelle del naso appaia lievemente arrossata o secca, si consiglia di applicare una crema specifica per lenire o nutrire la cute.

Prima dell’Uso: Da Sapere

  • Prima dell'applicazione del cerotto nasale, si raccomanda di leggere attentamente il foglietto illustrativo contenuto all'interno della confezione.
  • I cerotti nasali non sono tutti uguali; pertanto, si consiglia di preferire quelli adeguati alle dimensioni del proprio naso. Per questa ragione, sono disponibili versioni più piccole per i bambini, mentre quelle più grandi sono adatte agli adulti.
  • I cerotti nasali non devono essere applicati su ferite, scottature e pelle irritata.
  • I cerotti nasali sono usa e getta, dunque devono essere gettati dopo l'applicazione (non utilizzare il prodotto per oltre 12 ore al giorno).

Pro e Contro

Benefici dei Cerotti Nasali

  • I cerotti nasali sono confortevoli da indossare, facile da applicare e da rimuovere. Grazie alla loro forma anatomica, questi dilatano delicatamente le narici alleviando la sensazione di congestione, assicurando un sollievo immediato dal naso chiuso.
  • Il cerotto nasale ha una buona tenuta e questo garantisce la sua efficacia anche durante la notte, riducendo i problemi legati al russamento. Il materiale particolare col quale sono prodotti, permette che le alette non si scollino e che la loro durata sia ottimale per garantire un buon riposo.
  • I cerotti nasali sono privi di farmaci, quindi risultano un valido aiuto per tutta la famiglia.

Svantaggi e Controindicazioni

  • I cerotti nasali possono migliorare la qualità del sonno favorendo la respirazione nasale, senza tuttavia agire in alcun modo sulla causa scatenante il russamento. Questo tipo di dispositivo non può "guarire", infatti, il russamento, problema dovuto ad un rilassamento dei muscoli della parete faringea, poiché l'azione viene esercitata esclusivamente a livello del primo tratto delle alte vie respiratorie.
  • Occorre segnalare, poi, che i cerotti nasali non sono efficaci per tutte le cause di naso chiuso e non possono in alcun modo correggere uno stato patologico che interessa altre strutture. In particolare, questi dispositivi non possono risolvere patologie particolari associate, per esempio, a problemi di natura anatomica, come la deviazione del setto nasale. Similmente, i cerotti nasali non apportano beneficio alle forme croniche di roncopatia (patologia del russamento) associate a fenomeni di interruzione transitoria del respiro (apnee notturne) durante il sonno.
  • Oltre alle condizioni appena descritte, l'utilizzo dei cerotti nasali si rivela inefficace o controindicato in tutte quelle forme pseudo-patologiche, in cui il russamento può essere corretto solamente attraverso la chirurgia mininvasiva. A tale scopo, i cerottini nasali non dovrebbero utilizzarsi in caso di poliposi nasale, ipertrofia adenoidea e tonsillare e difficoltà respiratorie causate da obesità.
  • Infine, l'utilizzo dei cerottini nasali classici è controindicato nei soggetti allergici al lattice: l'involucro del prodotto contiene lattice di gomma naturale che potrebbe indurre reazioni anche gravi nei pazienti predisposti. In tal caso, è possibile optare per varianti prive di questo componente.

Autore

Dott.ssa Giulia Bertelli

Dott.ssa Giulia Bertelli

Biotecnologa Medico-Farmaceutica
Laureata in Biotecnologie Medico-Farmaceutiche, ha prestato attività lavorativa in qualità di Addetto alla Ricerca e Sviluppo in aziende di Integratori Alimentari e Alimenti Dietetici