Bacitracina: Cos'è? Come Agisce? Indicazioni, Posologia, Effetti Collaterali e Controindicazioni di I.Randi

Generalità

La bacitracina è un principio attivo appartenente al gruppo degli antibiotici polipeptidici.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2018/11/19/bacitracina-struttura-orig.jpeg
Bacitracina - Struttura Chimica

Più nel dettaglio, la bacitracina viene utilizzata in associazione ad altri principi attivi nel trattamento di infezioni intestinali (somministrazione orale) e nel trattamento di infezioni della pelle (somministrazione per via topica).

Le specialità medicinali a base di bacitracina adatte alla somministrazione orale (compresse), per poter essere dispensate, necessitano di presentazione di ricetta medica ripetibile. Al contrario, i medicinali per uso topico a base di bacitracina (crema e polvere cutanee) sono farmaci da banco (OTC), pertanto, ne è consentita la libera vendita.

Esempi di Specialità Medicinali contenenti Bacitracina

  • Bimixin® (somministrazione orale)
  • Cicatrene® (somministrazione topica)
  • Orobicin® (somministrazione orale)

Indicazioni Terapeutiche

Quando è Indicato l'Uso della Bacitracina?

Come accennato, la bacitracina viene utilizzata in associazione ad altri principi attivi - ad azione antibiotica e non - per il trattamento di infezioni dell'intestino e della pelle.

Bacitracina per via orale

I medicinali per uso orale a base di bacitracina contengono anche un altro principio attivo ad azione antibiotica - la neomicina - e sono indicati nei seguenti casi:

  • Trattamento di infezioni intestinali sostenute da batteri sensibili alla bacitracina e alla neomicina;
  • Trattamento preventivo in preparazione di interventi chirurgici al colon.

Bacitracina per via topica

I medicinali per uso topico a base di bacitracina contengono anche altri principi attivi ad azione antibiotica (neomicina) e principi attivi capaci di stimolare la guarigione dei tessuti (amminoacidi) e sono indicati nel trattamento di infezioni superficiali della cute, bruciature di lieve entità e ferite infette.

Lo sapevi che…

La bacitracina è un principio attivo rientrante anche nella composizione di medicinali veterinari (Bacivet S®), il cui impiego è indicato per ridurre i sintomi e la mortalità causati da enterocolite enzootica indotta da infezioni sostenute da Clostridium perfringens sensibile alla bacitracina.

Avvertenze

Avvertenze e Precauzioni per l'uso della Bacitracina

Prima di utilizzare medicinali a base di bacitracina per uso sia orale che topico, è necessario informare il medico se ci si trova in una o più delle seguenti condizioni:

  • Si è allergici agli antibiotici amminoglicosidici;
  • Si è affetti da disturbi o malattie del fegato (in particolare, per quel che riguarda la somministrazione orale di bacitracina);
  • Si soffre d'insufficienza renale;
  • Si stanno assumendo altri medicinali in grado di esercitare effetti negativi a livello di reni e orecchio (nefrotossicità ed ototossicità).

Ad ogni modo, a scopo precauzionale, prima di assumere medicinali a base di bacitracina, è sempre opportuno informare il medico delle proprie condizioni di salute, mettendolo a conoscenza dell'eventuale presenza di qualsiasi tipo di disturbo o malattia, anche se non presente nel sopra riportato elenco puntato.

Interazioni Farmacologiche

Interazioni fra Bacitracina e Altri Farmaci

A causa delle interazioni farmacologiche che potrebbero instaurarsi, prima di iniziare il trattamento con bacitracina, è necessario informare il medico se si stanno assumendo - o se sono stati recentemente assunti - uno o più dei seguenti farmaci:

  • Farmaci anticoagulanti;
  • Bloccanti neuromuscolari;
  • Antiemetici;
  • Farmaci per il trattamento della cinetosi;
  • Diuretici;
  • Altri farmaci che possono esercitare azione nefrotossica od ototossica.

Prima di utilizzare medicinali a base di bacitracina per uso topico, inoltre, è bene informare il medico se si sta facendo uso, o si sono recentemente impiegati, farmaci antibiotici amminoglicosidici.

In qualsiasi caso, prima di iniziare la terapia a base di bacitracina - per via orale o per via topica che sia - è necessario comunicare al medico se si stanno assumendo, o se sono stati assunti da poco, farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici e i prodotti omeopatici.

Effetti Collaterali

Effetti Collaterali Causati dall'Assunzione della Bacitracina

Come qualsiasi altro principio attivo, anche in seguito alla somministrazione di bacitracina è possibile che si sviluppino effetti collaterali, anche se non tutti i pazienti li manifestano, o li manifestano nello stesso modo. Difatti, ciascuna persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione - orale o topica - di bacitracina, manifestando effetti collaterali differenti per tipo e/o intensità, oppure non manifestandone affatto.

Bacitracina per via orale

In seguito all'assunzione di bacitracina per via orale - impiegata per il trattamento delle infezioni intestinali o per la preparazione ad interventi di chirurgia al colon - potrebbero manifestarsi i seguenti effetti collaterali:

Bacitracina per via topica

Durante l'uso topico di bacitracina per il trattamento d'infezioni cutanee, ferite e piccole bruciature, potrebbero insorgere i seguenti effetti collaterali:

  • Prurito;
  • Arrossamento;
  • Sovrainfezioni;
  • Reazioni allergiche, anche gravi, in individui sensibili.

Sovradosaggio

Bacitracina per uso orale

In caso di assunzione per via orale di dosi molto elevate di bacitracina è possibile che si manifestino:

  • Ototossicità;
  • Nefrotossicità;
  • Malassorbimento con diarrea e steatorrea.

Pertanto, in caso di sovradosaggio da bacitracina per via orale - accertato o presunto che sia - è bene contattare immediatamente il medico o rivolgersi nel più vicino pronto soccorso, avendo cura di portare con sé la confezione della specialità medicinale assunta.

Bacitracina per uso topico

Il sovradosaggio da bacitracina quando questa è applicata localmente sulla cute è un evento raro, a meno che non si faccia uso di bendaggi occlusivi. Per tale ragione, questi ultimi non devono mai essere utilizzati quando si utilizzano medicinali per uso topico a base di bacitracina.

Modalità d'uso e Posologia

Come Assumere la Bacitracina

Per l'assunzione orale, la bacitracina è disponibile in forma di compresse che dovrebbero essere deglutite intere, eventualmente con l'ausilio di un po' d'acqua. La posologia di bacitracina da somministrare per via orale deve essere stabilita dal medico per ciascun paziente. Ad ogni modo, le dosi abitualmente impiegate in terapia sono le seguenti:

  • Adulti: 2.500-5.000 U.I. di bacitracina ogni 6-8 ore (una compressa, solitamente, contiene 2.500 U.I. di principio attivo);
  • Bambini con età superiore ai due anni: 2.500 U.I. di bacitracina ogni 6-8 ore.

La durata del trattamento non dovrebbe superare i 3-5 giorni.

Per l'uso topico, invece, la bacitracina è disponibile in forma di crema e polvere cutanee che devono essere applicate localmente direttamente sull'area di pelle interessata dall'infezione, dalla ferita o dalla bruciatura. Solitamente, si consiglia di effettuare due applicazioni al dì, evitando i bendaggi occlusivi.

Meccanismo d'azione

Come agisce la Bacitracina?

La bacitracina è un antibiotico polipeptidico ottenuto da ceppi di Bacillus subtilis sporigeni (batteri Gram-positivi). Si tratta, pertanto, di un principio attivo di origine naturale. La bacitracina è dotata di attività sia batteriostatica che battericida nei confronti di:

Il meccanismo d'azione grazie al quale la bacitracina è in grado di espletare le sue attività batteriostatiche e battericide è simile a quello delle penicilline e prevede l'inibizione della sintesi della parete cellulare batterica. Più nel dettaglio, la bacitracina sembra essere in grado di interferire con la defosforilazione del C55-isoprenil pirofosfato (pirofosfato di bactoprenolo), uno degli elementi fondamentali per la costruzione del peptidoglicano batterico.

Gravidanza e Allattamento

La Bacitracina può essere Assunta in Gravidanza e durante l'Allattamento?

L'uso della bacitracina durante la gravidanza e l'allattamento, sia per via orale che per via topica, dovrebbe avvenire solo se strettamente necessario e solo sotto dietro raccomandazione e controllo da parte del medico.

Pertanto, le donne in gravidanza e le madri che allattano al seno, prima di assumere la bacitracina in qualsiasi sua forma, devono assolutamente informare il medico della loro condizione.

Controindicazioni

Quando la Bacitracina Non deve essere Utilizzata

Indipendentemente dalla forma farmaceutica e dalla via di somministrazione utilizzate, l'impiego della bacitracina è controindicato in caso di:

  • Ipersensibilità nota alla stessa bacitracina, ad altri principi attivi e/o ad uno o più degli eccipienti contenuti nella specialità medicinale che si deve utilizzare.

La bacitracina per via orale è altresì controindicata nei bambini con età inferiore ai 2 anni e in presenza di:

L'uso della bacitracina per via topica, invece, è controindicato nei lattanti, nei bambini nati prematuri e anche nel caso in cui:

  • L'infezione, la bruciatura o la ferita da trattare siano localizzate in prossimità degli occhi;
  • L'infezione è localizzata nel condotto uditivo e vi à la perforazione del timpano.
Ilaria Randi

L'autore

Ilaria Randi

Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista