Ansia sessuale: cos’è? Come gestirla?

Ansia sessuale: cos’è? Come gestirla?
Ultima modifica 29.05.2024
INDICE
  1. Cos'è l'ansia?
  2. Cos'è l'ansia sessuale?
  3. Quali sono i sintomi dell'ansia sessuale?
  4. Quali sono le cause dell'ansia sessuale?
  5. Quali conseguenze ha l'ansia sessuale?
  6. Quali sono i rimedi per l'ansia sessuale?
  7. Parlare con qualcuno
  8. Concentrarsi sul momento
  9. Riformulare i pensieri negativi
  10. Provare le tecniche di rilassamento

Cos'è l'ansia?

L'ansia è una risposta dell'organismo a un evento che percepisce come minaccioso e potenzialmente pericoloso e che può causare sentimenti di irrequietezza, timore e disagio. Entro certi limiti, dunque, è un fenomeno fisiologico e anche utile, che permette di proteggersi e mettersi in salvo da situazioni che potrebbero comportare delle insidie.

Se diventa esagerata, tuttavia, può essere paralizzante e avere un impatto sul modo in cui si pensa e ci si comporta, impedendo di condurre una vita normale e portando a evitare cose che di solito piacciono. 

L'ansia è una problematica molto diffusa, che può riguardare qualsiasi aspetto della vita di chi ne soffre, inclusa la sfera sessuale. Provare un po' di tensione in vista di un appuntamento romantico o di un rapporto è normale, a maggior ragione se non si conosce da molto tempo il proprio partner. Se, però, questa tensione diventa eccessiva o fuori controllo è il caso di intervenire. 

Segui il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornato su tutte le novità.

Cos'è l'ansia sessuale?

Quella sessuale è un particolare tipo di ansia che, come dice il nome stesso, interessa la sfera intima e che può riguardare un aspetto specifico o più aspetti del sesso. Può essere causata da una difficoltà a connettersi con il proprio partner, a mostrarsi nudi, a raggiungere l'eccitazione, a provare desiderio e piacere.

Potrebbe dipendere anche dalla paura di essere sorpresi mentre si fa sesso, da un cattivo rapporto con il proprio corpo e la propria immagine o dal timore di non essere sufficientemente all'altezza.

Se provare un po' di tensione e nervosismo in vista di un rapporto sessuale è normale, quando i sentimenti di paura, disagio e preoccupazione diventano intensi possono avere un impatto negativo sulle proprie relazioni

Quali sono i sintomi dell'ansia sessuale?

Quali sono le cause dell'ansia sessuale?

  • Predisposizione genetica
  • Stress
  • Sentimenti e pensieri negativi riguardo al sesso
  • Paura di non essere all'altezza di un rapporto
  • Immagine corporea o senso di autocoscienza negativi 
  • Precedenti esperienze sessuali negative
  • Aspettative non realistiche sui rapporti sessuali
  • Difficoltà a raggiungere l'orgasmo 

Quali conseguenze ha l'ansia sessuale?

L'ansia sessuale può influenzare in maniera negativa la capacità di provare piacere, interferendo con la soddisfazione che si ricava da un rapporto; negli uomini può causare anche disfunzione erettile. Spesso diminuisce anche il desiderio sessuale.

Inoltre, può associarsi a una mancanza di autostima e di fiducia in se stessi, a un senso di disagio verso il proprio corpo e il proprio aspetto, a una vera e propria paura del sesso. In alcuni momenti, l'ansia sessuale potrebbe portare addirittura all'evitamento del proprio partner.

Ovviamente a risentirne è la propria vita di coppia e il dialogo con il partner che potrebbe diventare molto difficoltoso.

Cosa succede se non si eiacula per tanto tempo?

Quali sono i rimedi per l'ansia sessuale?

Talvolta, l'ansia sessuale si attenua in maniera spontanea, ma più spesso richiede alcune strategie perché diventa troppo intensa da gestire. Nel caso in cui si provi un qualche disagio riguardo al sesso è essenziale non far finta di nulla, ma provare a intervenire. Quelle sopra elencate sono alcune strategie molto utili a questo scopo.

Parlare con qualcuno

Parlare di un sentimento represso, un malessere o un disagio è il primo passo per cercare di stare meglio. Per questo, si consiglia di confidarsi con un amico, il proprio partner o un professionista.

Concentrarsi sul momento

Durante un momento di intimità cercare di vivere il "qui e ora" senza farsi distrarre da altri pensieri. Concentrarsi sui desideri e bisogni propri e del partner e sulle sensazioni che si stanno provando.

È importante distogliere l'attenzione dai pensieri negativi che possono distrarre, riportando la propria mente su quello che sta succedendo ogni volta che sta divagando. Per aumentare la consapevolezza e la presenza, è utile anche imparare a praticare la mindfulness

Riformulare i pensieri negativi

Pensieri negativi, come "non soddisferò mai il mio partner"o "non riuscirò a raggiungere l'orgasmo" possono amplificare i sentimenti ansiosi. Ecco perché è bene provare a sostituirli con immagini positive e discorsi interiori incoraggianti. 

Provare le tecniche di rilassamento

Pratiche come la respirazione profonda, il rilassamento muscolare e lo yoga aiutano a gestire meglio l'ansia. Vale la pena effettuarle più volte nel corso della giornata, anche solo per pochi minuti e magari prima di avere un rapporto sessuale. 

Come aiutare un partner che soffre di ansia sessuale

Per aiutare un partner che soffre di ansia sessuale è molto importante essere aperti alla comunicazione e prendere le cose con calma. Provare ad affrontare il problema con lui, con molto tatto e pazienza, e rispettare i suoi tempi senza forzarlo. Cercare di concentrarsi su attività sessuali che piacciono a entrambi e facciano sentire entrambi a proprio agio e coltivare anche altri aspetti della coppia.