Ansia autunnale: Cos’è e Come affrontarla

Ansia autunnale: Cos’è e Come affrontarla
Ultima modifica 13.10.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Le cause dell’ansia autunnale
  3. I sintomi
  4. Come intervenire

Introduzione

I cambi di stagione rappresentano momenti delicati; in particolare, è insidioso il passaggio dall'estate all'autunno, che comporta la fine della stagione calda e l'inizio di quella più fredda. Si tratta di una fase difficile per tutti gli individui, ma a maggior ragione per chi ha già una tendenza ansiosa di base: infatti, è caratterizzata da una serie di elementi e aspetti che possono scatenare una vera e propria ansia autunnale.

Le cause dell’ansia autunnale

Come dice il termine stesso, l'ansia autunnale è una particolare forma di ansia che si manifesta proprio con la fine dell'estate e l'inizio della stagione fredda. In genere, colpisce chi ha già una componente ansiosa di base, che si acuisce in questo particolare momento dell'anno.

Le ragioni possono essere diverse, come il completo ritorno agli intensi ritmi lavorativi e scolastici, lo stress delle incombenti festività natalizie, il rimpianto per non essere riusciti a raggiungere gli obiettivi desiderati durante l'estate o la nostalgia per un'estate che è stata fantastica, il brutto tempo, la stanchezza che tende ad accentuarsi al cambio di stagione.

Anche la diminuzione delle ore di luce e dell'esposizione al sole gioca un ruolo importante: infatti, porta a una diminuzione dei livelli di serotonina, l'ormone che influenza l'umore, l'appetito e il sonno, e di contro si associa a un aumento dell'ormone melatonina, che tende invece a far sentire assonnati e depressi.

Va detto, comunque, che spesso non c'è un preciso ed evidente fattore scatenante, ma piuttosto un insieme di elementi che agiscono coralmente peggiorando l'umore. Spesso, il disturbo si presenta puntualmente ogni anno.

I sintomi

Fra i sintomi dell'ansia autunnale, ci sono:

  • umore basso
  • ansia e/o depressione
  • preoccupazione eccessiva
  • irritabilità
  • letargia
  • sonnolenza
  • stanchezza
  • perdita di interesse per le attività quotidiane
  • poca voglia di fare
  • rallentamento.

Come intervenire

Fortunatamente, l'ansia autunnale non è una condizione invincibile, a cui non si può fare altro che rassegnarsi, tutto al contrario:  cambiamenti nella dieta, esercizio quotidiano e una maggiore esposizione alla luce solare sono solo alcune delle strategie che si possono mettere in atto per ridurre i sintomi e stare meglio. Ecco, nel dettaglio, quali consigli seguire per stare cercare di superare il malumore, indipendentemente dalle cause dalla base.

Trascorre più tempo all’aria aperta

Cercare di trascorrere molto tempo all'aria aperta e di prendere quanto più sole possibile. L'esposizione alla luce solare, infatti, riequilibra vari sistemi dell'organismo, come quelli ormonale, endocrino e nervoso, attenuando l'ansia e migliorando l'umore. L'ideale sarebbe esporsi al sole del mattino presto, se serve andando a letto prima per anticipare la sveglia senza il rischio di essere poi soggetti a stanchezza e sonnolenza diurna.

Ricorrere alla light therapy

Quando non è possibile esporsi al sole o quando ciò non basta, si può prendere in considerazione l'idea di sottoporsi alla light therapy o terapia della luce che consiste nell'esposizione a una luce "speciale" per 30 minuti circa al giorno. In pratica, si deve ricorrere all'uso di apposite lampade, che riproducono lo spettro della luce del sole, a eccezione dei raggi Uva, e somministrano stimoli luminosi precisi. In commercio, esistono ormai diversi tipi di macchinari domiciliari molto efficaci e sicuri.

Fare sport

Gli esperti consigliano di allenarsi ogni giorno per almeno 30 minuti, meglio ancora se all'aria aperta: va benissimo anche fare passeggiate, corse o gite in bicicletta. In alternativa, si può praticare uno sport o ci si può iscrivere in palestra. Il movimento e l'esercizio fisico, infatti, sono di grande aiuto contro i disturbi mentali, ansia autunnale compresa, perché migliorano l'umore.

Prestare attenzione all’alimentazione

Dopo gli stravizi dell'estate, è di nuovo il momento di controllare la propria alimentazione e di tornare a nutrirsi in modo sano ed equilibrato. Via libera a frutta e verdura di stagione, legumi e carne magra, cereali. Ottimi anche i cibi di stagione, come zuppe, minestroni e passati.

Cimentarsi in una nuova attività

Per attenuare i sintomi dell'ansia autunnale e sentirsi meglio è molto utile anche iniziare qualcosa di nuovo: l'autunno, infatti, è un periodo di nuovi inizi, per cui può essere utile pensarlo come un momento per riordinare la casa, sistemare il giardino, prendersi cura di sé e riorganizzarsi.  Si consiglia di cimentarsi in qualcosa di nuovo: iscriversi a un corso, dedicarsi a un hobby, provare un nuovo sport, rinnovare la propria immagine. Così si riceveranno stimoli nuovi.

Cambiare punto di vista

Se si vuole sperare di stare meglio, è bene smettere di associare l'autunno a esperienze negative, ma provare a guardarlo da una nuova prospettiva: non concentrarsi sulla perdita delle ore di luce solare, del bel tempo, della spensieratezza, e focalizzarsi su quello che si può fare di bello durante la stagione fredda, come coccolarsi sul divano. Aiutarsi rendendo la propria casa più accogliente, per esempio mettendo elementi decorativi, i colori dell'autunno, delle coperte calde e dei cuscinoni sul divano.

Chiedere aiuto

Nei casi più seri, è importante chiedere aiuto a uno psicoterapeuta che può consigliare i trattamenti più efficaci nelle diverse situazioni.