Acido Salicilico come Farmaco: A Cosa Serve e Come Usarlo

Acido Salicilico come Farmaco: A Cosa Serve e Come Usarlo
Ultima modifica 21.01.2022
INDICE
  1. Generalità
  2. Indicazioni
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Collaterali
  6. Come Funziona?
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

Che cos'è l'Acido Salicilico?

L'acido salicilico è un principio attivo utilizzato in diversi tipi di farmaci che trovano impiego nel trattamento di svariati disturbi e malattie.

Acido Salicilico come Farmaco Shutterstock
Acido Salicilico - Struttura Chimica

L'acido salicilico, infatti, si trova sia in medicinali per uso cutaneo (unguenti, soluzioni cutanee, cerotti medicati e collodio), sia in medicinali per uso gengivale (soluzione gengivale) che in medicinali per uso oculare (colliri).

La presenza dell'acido salicilico in formulazioni così diverse che, come si può immaginare, vengono utilizzate per il trattamento di disturbi e patologie di differente natura, è giustificata dalle differenti proprietà di cui questo principio attivo è dotato.

Difatti, oltre all'azione cheratolitica, l'acido salicilico è in grado di esercitare attività antinfiammatorie, analgesiche, antipruriginose, batteriostatiche nei confronti di diversi tipi di batteri e fungicide nei confronti di Dermatofiti, Aspergillus e Candida spp.

Molto spesso, l'acido salicilico si trova nei suddetti medicinali in associazione ad altri principi attivi che ne coadiuvano o integrano l'azione terapeutica. Alcuni di essi sono liberamente acquistabili (SOP, OTC), mentre altri necessitano di presentazione di ricetta medica ripetibile; in entrambi i casi, si tratta di farmaci di fascia C il cui costo è a totale carico del cittadino. I medicinali contenenti acido salicilico in associazione a fluorouracile, invece, necessitano di ricetta medica ripetibile di tipo limitativo (RRL) per poter essere venduti.

Chimicamente parlando, l'acido salicilico appartiene al gruppo dei beta-idrossiacidi.

Lo sapevi che…

L'acido salicilico viene impiegato anche in ambito cosmetico. Per informazioni più approfondite in merito, leggi l'articolo: Acido Salicilico per una Pelle più Bella.

Esempi di medicinali contenenti Acido Salicilico

  • Acido Salicilico Marco Viti®
  • Acido Salicilico Nova Argentia®
  • Actikerall® (in associazione a fluorouracile)
  • Dermatar® (in associazione ad ammonio solfoittiolato e besametasone)
  • Diprosalic® (in associazione a besametasone)
  • Duofilm® (in associazione ad acido lattico)
  • Fertomcidina U (in associazione a sodio ioduro - usato per pulizia e disinfezione della cute)
  • Losalen® (in associazione a flumetasone)
  • Omkasa®
  • Omkasa Comod®
  • Pyralvex® (in associazione ad estratti di rabarbaro)
  • Soderm® (in associazione a betametasone)
  • Transversal®
  • Verunec® (in associazione ad acido lattico)

NOTA BENE: in questo articolo ci si concentrerà principalmente sulle caratteristiche del solo acido salicilico e non dell'acido salicilico associato ad altri principi attivi.

Indicazioni

Quando si Usa l'Acido Salicilico?

Le indicazioni dei medicinali contenenti acido salicilico possono essere diverse in funzione della formulazione farmaceutica e dell'eventuale associazione con altri principi attivi.

L'acido salicilico per uso cutaneo può essere utilizzato, in adulti e bambini, nel trattamento di:

Negli adulti può essere altresì indicato per il trattamento di alcune forme di eczemi e di ittiosi.

L'acido salicilico in forma di soluzione gengivale associato ad estratto di rabarbaro può essere utilizzato per il trattamento di gengiviti, stomatiti, orofaringiti e piorrea alveolare (in supporto ad altri farmaci).

L'acido salicilico in forma di collirio, invece, trova impiego nel trattamento di:

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere l'Acido Salicilico

Prima di iniziare ad utilizzare farmaci contenenti acido salicilico è opportuno chiedere consiglio al medico informandolo della presenza di qualsivoglia disturbo o malattia.

Per quanto riguarda l'acido salicilico per uso cutaneo, è importante evitare il contatto con occhi, bocca, mucose e genitali. Da evitare anche l'uso su cute lesa e infiammata, poiché può verificarsi un eccessivo assorbimento sistemico di principio attivo che può portare ad avvelenamento sistemico da salicilati.

Inoltre, è bene sapere che questo tipo di farmaci deve essere utilizzato solo per brevi periodi di tempo e non devono essere applicati su aree del corpo estese.

Infine, ricordiamo che il principio attivo può essere irritante e può causare dermatiti.

Per quel che riguarda i colliri a base di acido salicilico, invece, rammentiamo che durante il loro impiego sarebbe bene evitare l'uso di lenti a contatto. In ogni caso, prima dell'applicazione del farmaco le lenti vanno rimosse ed è necessario attendere almeno 15 minuti prima di riapplicarle.

Ulteriori informazioni su avvertenze e precauzioni sono riportate sul foglietto illustrativo dei medicinali, se ne consiglia quindi l'attenta lettura.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra l'Acido Salicilico e Altri Farmaci

L'acido salicilico deve essere usato con cautela nei pazienti che stanno assumendo anticoagulanti cumarinici (come il warfarin) ed eparine. Il principio attivo può altresì interferire con l'azione di:

Attenzione anche all'interazione con il vaccino contro la varicella, in quanto l'acido salicilico può incrementare il rischio di sviluppare la sindrome di Reye.

Inoltre, l'acido salicilico non dovrebbe essere impiegato in associazione al tamarindo o alla Salvia miltiorrhiza (o salvia rossa), poiché si potrebbe verificare un aumento dei livelli plasmatici di salicilato con conseguente aumento della tossicità.

Ulteriori interazioni con altri farmaci, anche non riportati negli elenchi soprastanti, possono verificarsi con medicinali contenenti acido salicilico in associazione ad altri principi attivi (informazioni specifiche sono presenti sul bugiardino di ciascun farmaco).

Per tutte queste ragioni, prima di iniziare il trattamento con medicinali contenenti acido salicilico di qualsiasi tipo (quindi somministrati attraverso qualsiasi via), è necessario informare il medico o il farmacista se si stanno assumendo, sono stati recentemente assunti o si potrebbero assumere farmaci o prodotti di qualsiasi tipo, inclusi i farmaci senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici, i prodotti omeopatici, ecc.

Effetti Collaterali

Quali Effetti Indesiderati può causare l'Acido Salicilico?

L'acido salicilico, così come qualsiasi altro principio attivo, può causare diversi effetti indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano o li manifestano nello stesso modo. Infatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco, manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandone affatto.

Per altro, gli effetti indesiderati possono variare in funzione del medicinale utilizzato e della via di somministrazione impiegata.

In seguito all'uso di farmaci cutanei a base di acido salicilico sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati a frequenza non nota:

In seguito all'uso di colliri a base di acido salicilico sono stati riportati i seguenti effetti indesiderati rari e molto rari:

I medicinali contenenti acido salicilico in associazione ad altri principi attivi potrebbero presentare ulteriori effetti indesiderati, pertanto, per informazioni più specifiche, s'invita di nuovo alla lettura del foglietto illustrativo del medicinale che si deve assumere.

Sovradosaggio da Acido Salicilico

Se i farmaci vengono usati correttamente e seguendo le modalità d'uso riportate sul foglietto illustrativo, non dovrebbero verificarsi casi di sovradosaggio da acido salicilico.

Tuttavia, in caso di eccessivo assorbimento del principio attivo (ad esempio, dovuto ad uno scorretto, inappropriato o prolungato utilizzo dei medicinali che lo contengono) potrebbe manifestarsi uno stato di salicilismo, caratterizzato da sintomi come nausea, vomito, vertigini, tinnito. Raramente possono altresì insorgere ulcera gastrica, asma, insufficienza renale, tossicità epatica e pancreatica.

Come Funziona?

Meccanismo d'azione dell'Acido Salicilico

Le proprietà terapeutiche esercitate dall'acido salicilico nei confronti di disturbi e malattie che interessano la cute (come psoriasi, ittiosi, eczemi, neurodermatiti, verruche, calli, duroni, ecc.) sono espletate per mezzo dell'azione cheratolitica di cui il principio attivo è dotato. In altri termini, questo principio attivo è in grado di "allentare" i legami fra le cellule dello strato corneo della cute ipercheratosa, facilitandone quindi l'eliminazione.

L'uso dell'acido salicilico all'interno di prodotti destinati alla pulizia e disinfezione della cute, invece, è riconducibile - oltre che alle proprietà cheratolitiche - anche all'azione fungicida di cui il principio attivo è dotato.

Infine, per quel che riguarda il ruolo dell'acido salicilico nelle infiammazioni, esso è in grado di esercitare un'azione antiflogistica e analgesica mediante inibizione dell'attività dell'enzima ciclossigenasi, cui consegue il blocco della cascata dell'acido arachidonico, quindi, il blocco della produzione di prostaglandine e altri mediatori coinvolti nell'infiammazione.

Non a caso, l'acido salicilico rientra a pieno titolo nella grande famiglia dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).

L'azione dell'acido salicilico può essere poi coadiuvata o integrata da eventuali altri principi attivi presenti nella formulazione farmaceutica.

Dosaggio e Modo d'uso

Come si Somministra l'Acido Salicilico e in Quali Dosi?

L'acido salicilico per uso cutaneo deve essere applicato localmente nella minima quantità possibile in relazione alla zona da trattare, effettuando un leggero massaggio fino a completo assorbimento. Naturalmente, sia per quanto riguarda la corretta modalità d'impiego che per quanto riguarda la posologia, è indispensabile attenersi a quanto riportato sul foglietto illustrativo del medicinale che si intende utilizzare.

Nel caso di cerotti medicati a base di acido salicilico, è necessario applicare un cerotto transdermico sulla zona interessata nelle modalità descritte sul bugiardino del medicinale.

Per quanto riguarda i colliri a base di acido salicilico, questi devono essere instillati nel sacco congiuntivale, piegando leggermente la testa all'indietro, avendo cura di evitare il contatto fra beccuccio del contenitori e occhi. Chiaramente, anche in questo caso, è necessario rispettare scrupolosamente la posologia indicata, sia per quel che riguarda la quantità di gocce da instillare che per quello che riguarda la frequenza di applicazione.

Gravidanza e Allattamento

L'Acido Salicilico può essere utilizzata durante la Gestazione e nelle Madri che Allattano al Seno?

Le donne in gravidanza e la madri che allattano al seno devono SEMPRE chiedere il consiglio del medico e/o del ginecologo prima di ricorrere all'uso di qualsiasi tipo di medicinale contente acido salicilico e/o altri principi attivi. Saranno queste figure sanitarie a valutare se è il caso di prescrivere tali farmaci considerando attentamente il rapporto fra i benefici attesi per la madre e i potenziali rischi per il feto o il bambino.

Si precisa, tuttavia, che alcuni medicinali a base di acido salicilico sono espressamente NON raccomandati e altri espressamente controindicati in gravidanza e durante l'allattamento al seno.

Controindicazioni

Quando NON usare l'Acido Salicilico

L'acido salicilico e i medicinali che lo contengono sono sempre controindicati in caso di allergia nota allo stesso acido salicilico e/o ad uno o più degli altri componenti del medicinale (eccipienti ed eventuali principi attivi in associazione), così come in caso di allergia nota ad altri salicilati (acido acetilsalicilico incluso).

Alcuni unguenti cutanei a base di acido salicilico sono controindicati anche in pazienti che soffrono di diabete, vasculopatia periferica, insufficienza circolatoria; mentre certi farmaci sono altresì controindicati nei bambini.

Inoltre, possono esservi ulteriori controindicazioni legate alla presenza di altri principi attivi in associazione, al tipo di disturbo/malattia che si vuole trattare, al modo d'uso del prodotto stesso e/o alla sede di applicazione. Per tale ragione, si consiglia ancora una volta di leggere con attenzione quanto riportato sul foglietto illustrativo del farmaco a base di acido salicilico che s'intende impiegare.

NOTA BENE

In questo articolo si è cercato di riassumere le principali caratteristiche dei medicinali contenenti acido salicilico. Tuttavia, tali caratteristiche possono variare in funzione del medicinale preso in considerazione, quindi anche in funzione della via di somministrazione e della presenza di ulteriori principi attivi. Pertanto, per informazioni più specifiche e dettagliate, si rinnova ancora una volta l'invito a consultare il foglietto illustrativo del prodotto che s'intende utilizzare.

In caso di dubbi, rivolgersi al medico o al farmacista.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista