Acido Fusidico in Crema, Collirio e Capsule

Acido Fusidico in Crema, Collirio e Capsule
Ultima modifica 07.11.2019
INDICE
  1. Generalità
  2. A Cosa Serve
  3. Avvertenze e Precauzioni
  4. Interazioni
  5. Effetti Indesiderati
  6. Come Agisce
  7. Dosaggio e Modo d'uso
  8. Gravidanza e Allattamento
  9. Controindicazioni

Generalità

L'acido fusidico è un principio attivo ad azione antibiotica utilizzato soprattutto in ambito dermatologico ed oculistico.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2019/11/06/acido-fusidico-orig.jpeg Redazione
Acido Fusidico - Struttura Chimica

Difatti, esso è disponibile all'interno di creme e unguenti dermatologici e colliri; ma è possibile trovarlo anche in forma di capsule rigide per uso orale. I medicinali a base di acido fusidico sono dispensabili dietro presentazione di ricetta medica ripetibile (RR) e, poiché classificati come farmaci di fascia C, non sono concedibili dal Sistema Sanitario Nazionale, e il loro costo è a totale carico del cittadino.

L'acido fusidico può essere impiegato sia da solo che in associazione ad altri principi attivi come betametasone, triamcinolone e idrocortisone. Alcuni medicinali vengono già formulati con tali associazioni al loro interno.

Esempi di Medicinali contenenti Acido Fusidico

  • Acido Fusidico Teva®
  • Acido fusidico e Betametasone Mylan® (in associazione a betametasone)
  • Dermomycin® (crema dermatologica e capsule)
  • Dermomycin Cort® (in associazione a triamcinolone)
  • Fucicort® (in associazione a betametasone)
  • Fucidin®
  • Fucidin H® (in associazione a idrocortisone)
  • Fucimixbeta® (in associazione a betametasone)
  • Fucithalmic® (collirio)
  • Fusapielbeta® (in associazione a betametasone)
  • Fusaret®

A Cosa Serve

L'acido fusidico è un principio attivo antibiotico batteriostatico utilizzato per combattere infezioni sostenute da batteri ad esso sensibili.

Indicazioni Terapeutiche dell'Acido Fusidico: per cosa si usa?

Le indicazioni specifiche, naturalmente, variano in funzione della forma farmaceutica e del tipo di medicinale utilizzato.

Creme e unguenti dermatologici

L'acido fusidico all'interno di preparazioni per uso dermatologico viene utilizzato per trattare infezioni della pelle causate da batteri sensibili al principio attivo in questione, sia in adulti che in bambini.

Nel dettaglio, l'acido fusidico è attivo contro i batteri Gram-positivi, gli stafilococchi, gli pneumococchi e gli streptococchi. Il principio attivo viene soprattutto utilizzato per trattare infezioni cutanee sostenute da stafilococco, come:

Collirio

L'acido fusidico in collirio è indicato per il trattamento di infezioni batteriche oculari causate da microorganismi sensibili (congiuntivite, blefarite, cheratite, dacriocistite, orzaioli).

Inoltre, può essere utilizzato per la profilassi preoperatoria in chirurgia oftalmica e in concomitanza con la rimozione di corpi estranei dall'occhio.

Capsule

L'acido fusidico in capsule per uso orale è indicato nel trattamento di infezioni acute e croniche sostenute da microorganismi Gram-positivi e in particolare da stafilococco, quali:

Avvertenze e Precauzioni

Cosa bisogna sapere prima di assumere l'Acido Fusidico

Prima di iniziare il trattamento con l'acido fusidico, il medico dovrebbe essere informato delle condizioni di salute generali del paziente, delle eventuali allergie e della presenza di disturbi o malattie di qualsivoglia tipo.

Acido fusidico in capsule

Prima di assumere l'acido fusidico per via orale, è necessario informare il medico se:

  • Si soffre di gravi problemi epatici e/o si stanno assumendo farmaci per il trattamento dell'infezione da HIV, poiché possono causare tossicità epatica;
  • Si sta utilizzando flucloxacillina, poiché potrebbe verificarsi una riduzione della conta dei globuli bianchi;
  • Si sta utilizzando rifampicina.

Inoltre, durante il trattamento con il principio attivo, è necessario informare il medico se si nota la comparsa di altre infezioni.

Durante la terapia, il medico potrà sottoporre il paziente ad analisi per la determinazione della funzionalità epatica.

La capsule a base di acido fusidico possono essere prescritte ai bambini solo se il loro uso è, a parere del medico, assolutamente necessario e indispensabile.

Acido fusidico in crema o unguento

Creme e unguenti contenenti acido fusidico non devono entrare in contatto con gli occhi a causa dei disturbi che possono manifestarsi.

L'uso di bendaggi occlusivi dovrebbe essere evitato a meno che non venga indicato dal medico.

Inoltre, è bene ricordare che l'uso prolungato nel tempo di prodotti topici come creme e unguenti dermatologici può causare irritazione e reazioni allergiche.

Nota: anche se l'assorbimento sistemico di acido fusidico applicato a livello cutaneo è minimo, deve essere usata cautela nell'uso del principio attivo in pazienti con problemi epatici.

Collirio

Durante il trattamento con acido fusidico in collirio non si devono utilizzare lenti a contatto, poiché i microcristalli di principio attivo potrebbero causare graffi alle lenti o alla cornea. Le lenti a contatto possono essere utilizzate nuovamente 12 ore dopo la fine del trattamento.

Nota bene

In seguito all'uso prolungato di acido fusidico è stata riscontrata l'insorgenza di resistenza batterica. Per questo motivo, al fine di prevenire, o comunque cercare di ridurre il fenomeno dell'antibiotico resistenza, è assolutamente necessario e indispensabile utilizzare gli antibiotici solo quando strettamente necessari e secondo le corrette modalità e posologia.

Interazioni

Interazioni Farmacologiche fra l'Acido Fusidico e Altri Farmaci

Prima di iniziare ad assumere l'acido fusidico in qualsiasi sua forma (capsule per uso orale, crema o unguento dermatologici, collirio), è bene  comunicare al medico se si stanno assumendo, o se sono stati assunti da poco, farmaci o prodotti di qualsiasi tipo attraverso qualunque via di somministrazione; compresi i medicinali senz'obbligo di prescrizione medica (SOP), i farmaci da banco (OTC), i prodotti erboristici e fitoterapici e i prodotti omeopatici.

Si segnala, inoltre, che l'acido fusidico per via orale non deve essere assunto se si stanno assumendo:

  • Statine, poiché la somministrazione contemporanea di acido fusidico e questo tipo di farmaci può causare debolezza muscolare, dolore e rabdomiolisi.
  • Farmaci per trattare le infezioni da HIV (come lopinavir, ritonavir e saquinavir), poiché l'uso concomitante con acido fusidico può determinare tossicità epatica.
  • Flucloxacillina, poiché può diminuire la conta dei globuli bianchi.

Effetti Indesiderati

Quali Effetti Indesiderati può causare l'Acido Fusidico?

L'acido fusidico può causare diversi effetti indesiderati, benché non tutti i pazienti li manifestino o li manifestino nello stesso modo. Difatti, ogni persona reagisce in maniera soggettiva alla somministrazione del farmaco manifestando effetti indesiderati diversi per tipo ed intensità, oppure non manifestandone affatto.

Di seguito verranno elencati i principali effetti indesiderati che possono insorgere in seguito all'assunzione dell'acido fusidico attraverso le differenti vie di somministrazione.

Acido fusidico in capsule

Fra i possibili effetti indesiderati causati dall'assunzione di acido fusidico per via orale, ricordiamo:

Acido fusidico in crema e unguento dermatologici

Fra gli effetti indesiderati che potrebbero manifestarsi durante la terapia con acido fusidico in crema e unguento dermatologici, ritroviamo:

Acido fusidico in collirio

Fra gli effetti indesiderati che possono verificarsi durante la terapia con acido fusidico in collirio, invece, ricordiamo:

Sovradosaggio da Acido Fusidico

In caso di sovradosaggio da acido fusidico - accertato o sospetto - attraverso qualsiasi via di somministrazione, è necessario contattare subito il medico o recarsi nel più vicino ospedale, avendo cura di portare con sé la confezione del medicinale assunto.

Come Agisce

Come Funziona l'Acido Fusidico e con quale Meccanismo d'Azione agisce?

L'acido fusidico è un antibiotico di origine naturale ottenuto a partire da colture del fungo Fusidium coccineum. Il principio attivo esercita un'azione di tipo batteriostatica, ossia inibisce la crescita dei batteri, ma non è in grado di causarne la morte.

Ad ogni modo, l'attività antibatterica esercitata dall'acido fusidico è riconducibile alla sua capacità di inibire la sintesi proteica batterica.

Dosaggio e Modo d'uso

Come accennato, l'acido fusidico è disponibile in differenti formulazioni farmaceutiche adatte a diverse vie di somministrazione.

Come Assumere l'Acido Fusidico e in quale Dosaggio?

L'acido fusidico deve essere assunto secondo le indicazioni fornite dal medico. Il trattamento deve essere portato a termine e non interrotto prematuramente senza prima aver consultato questa figura sanitaria.

Acido fusidico in capsule

Negli adulti, la dose di acido fusidico abitualmente prescritta per via orale è di 500 mg (due capsule da 250 mg) tre volte al dì.

Se necessario, il medico può aumentare la dose somministrata fino a 1.000 mg (4 capsule da 250 mg di acido fusidico) tre volte al giorno.

Nei bambini, le dosi di acido fusidico per via orale vengono solitamente dimezzate.

Acido fusidico in crema e unguento dermatologici

La dose abitualmente raccomandata è di 2-3 applicazioni al dì nella zona interessata dall'infezione.

In caso di bendaggio occlusivo, le applicazioni devono essere meno frequenti.

Acido fusidico in collirio

La dose solitamente impiegata nel trattamento delle infezioni batteriche è di una goccia nell'occhio, o negli occhi interessati, ogni 12 ore. Il trattamento va proseguito ancora per 2 giorni dopo l'avvenuta guarigione. Se il medico lo ritiene opportuno, nel primo giorno di assunzione, l'acido fusidico in collirio può essere instillato con frequenza superiore, ad esempio una goccia ogni 4 ore.

Nella profilassi chirurgica, invece, la dose solitamente impiegata è di una goccia ogni 12 ore nelle 24-48 ore che precedono l'intervento.

Gravidanza e Allattamento

L'Acido Fusidico può essere usato durante la Gestazione e l'Allattamento al Seno?

L'acido fusidico in crema e unguento dermatologici, così come quello in collirio possono essere utilizzati durante la gravidanza e l'allattamento al seno, purché sotto controllo del medico. Per quanto riguarda l'uso di creme e unguenti, l'accortezza è quella di non applicare i medicinali sul seno in caso di allattamento.

L'acido fusidico per via orale, invece, può raggiungere il feto ed essere escreto nel latte materno; per questi motivi, il suo uso nelle donne in gravidanza e nelle madri che allattano al seno dovrebbe essere effettuato solo se assolutamente necessario e solo sotto lo stretto controllo del medico.

Controindicazioni

Quando l'Acido Fusidico NON deve essere usato

L'impiego dell'acido fusidico è sempre controindicato in caso di allergia nota allo stesso principio attivo e/o ad uno o più degli altri componenti (eccipienti e principi attivi) contenuti nel medicinale a base di acido fusidico che si deve assumere.

Le creme e le capsule a base di acido fusidico sono altresì controindicate nei pazienti affetti da rosacea. Inoltre, l'acido fusidico per via orale non deve essere utilizzato anche nel caso in cui si stiano assumendo statine e/o farmaci per il trattamento delle infezioni da HIV.

Nota bene

Le controindicazioni, così come le indicazioni, le avvertenze, le interazioni e gli effetti indesiderati possono variare in funzione del tipo di medicinale a base di acido fusidico utilizzato, quindi, anche in funzione del tipo di formulazione farmaceutica e della via di somministrazione. Per questo motivo, si consiglia di leggere con attenzione il foglietto illustrativo del medicinale che si deve assumere e, in caso di dubbi, di rivolgersi al proprio medico o al farmacista.

Autore

Ilaria Randi
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista