Unghie

Unghie over 50, quale smalto scegliere per valorizzarle al meglio

Unghie over 50, quale smalto scegliere per valorizzarle al meglio
Ultima modifica 24.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Unghie over 50, come valorizzarle al meglio
  2. Come cambiano le unghie con l'età?
  3. Come prendersi cura delle unghie over 50
  4. Manicure consigliata
  5. Quali colori di smalto scegliere sopra i 50 anni?
  6. I colori da evitare
  7. Cosa deve contenere uno smalto per unghie che invecchiano?
  8. Come scegliere la forma dell'unghia
  9. Forme dell'unghia ideali

Unghie over 50, come valorizzarle al meglio

Le mani, proprio come i capelli e la pelle del viso, sono uno dei nostri biglietti da visita ed è importante prendersene cura nel modo corretto, valorizzandole al meglio, per esempio sfoggiando una manicure impeccabile e capace di ringiovanirle, soprattutto dopo una certa età, optando per delle unghie over 50 ad hoc.

Ma come si fa ad averle davvero perfette in questa fase della vita? Semplice: adottando lo smalto giusto e una serie di piccoli accorgimenti che enfatizzano la bellezza naturale delle unghie in modo armonioso, sia nella forma che nel colore, optando per prodotti che sappiano donare alle vostre unghie un concentrato di fascino. Prima di saperne di più, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di benessere, bellezza e salute.

Come cambiano le unghie con l'età?

Quando si parla di cura delle mani, un elemento importante che può davvero cambiarne l'aspetto sono le unghie. Al di là della quotidiana cura della pelle, della detersione e idratazione della cute, quindi, anche la cura delle unghie è di fondamentale importanza, soprattutto con l'avanzare dell'età.

Dopo i 50 anni, infatti, anche le unghie sono sottoposte al naturale processo di invecchiamento del corpo e possono subire dei cambiamenti più o meno evidenti come:

  • La crescita più lenta;
  • La maggior facilità a sfaldarsi;
  • La superficie dell'unghia tende a diventare più irregolare e con la comparsi di crepe longitudinali;
  • La maggior fragilità e secchezza che interessano le unghie over 50;
  • Un colorito giallastro o una maggior opacità.

Tutti fattori che possono essere ritardati e alleviati prendendosi cura in modo corretto della parte, con una nailcare che passa dalle piccole attenzioni di benessere specifiche per le unghie over 50 e arriva alla scelta degli smalti da applicarvi.

Per approfondire: Invecchiamento delle unghie: rimedi e prevenzione

Come prendersi cura delle unghie over 50

Dopo tutto le mani sono lo specchio dell'età, unghie comprese, e dedicargli le giuste attenzioni può davvero fare la differenza, donandogli un aspetto ringiovanito in poche e semplici mosse. Piccoli accorgimenti di cura quotidiana come:

  • Lavarsi le mani con detergenti neutri e non aggressivi sulla pelle;
  • Eseguire un'esfoliazione delicata una o due volte alla settimana per mantenere la pelle luminosa e giovane;
  • Curare le cuticole, applicando un olio per cuticole o creme nutrienti per ammorbidirle e spingerle delicatamente verso il basso;
  • Idratare la parte in modo regolare poiché con l'età la pelle tende a perdere elasticità;
  • Applicare la protezione solare sulle mani;
  • Eseguire una maschera per mani e unghie almeno una volta a settimana;
  • Preferire unghie più corte e rotonde, una manicure utile a combattere l'aumento della fragilità della parte;
  • Utilizzare un top coat rinforzante prima dello smalto e come fissante.

Oltre a questo, ovviamente, fa la differenza saper scegliere la manicure e lo smalto giusto, che sappia valorizzare al meglio le unghie over 50, donandogli eleganza e un aspetto più giovane.

Manicure consigliata

Passiamo adesso alla tipologia di manicure da fare a 50 anni. Innanzitutto è bene precisare che è sempre meglio rivolgersi a delle esperte, di conseguenza qualsiasi sia la nostra scelta è bene assicurarsi che si tratti di una manicure professionale, che abbraccia la cura delle unghie e delle mani a tutto tondo.

Poi, per quanto riguarda la scelta dello smalto, a questa età si dovrebbe per lo più optare per soluzioni non troppo aggressive. A meno che l'onicotecnica non ve le consigli, dunque, sarebbe meglio mettere da parte quella con lo smalto gel ed evitare di ricorrere alla ricostruzione.

L'invito a evitare queste manicure non ha nulla a che fare con la loro presunta pericolosità (che non è mai stata scientificamente provata): semplicemente, possono risultare più invasive su unghie che stanno invecchiando. Se si cerca una soluzione durevole, si può invece optare per uno smalto semipermanente o per un semipermanente rinforzato. 

Per approfondire: Manicure: quante volte a settimana si può fare

Quali colori di smalto scegliere sopra i 50 anni?

Chiaramente, se si desidera sfoggiare una manicure over 50 in grado di ringiovanire le mani, anche il colore fa la sua parte. La scelta migliore è optare per sfumature in palette, che seguano i principi dell'armocromia, valorizzando perfettamente la nostra bellezza naturale.

In linea di massima, tra i colori di smalto da preferire vanno benissimo le cromie più classiche e tenui, come i rosa chiari e pastello o i nudi, ma se vogliamo scendere nel dettaglio eccovi una piccola guida stagione per stagione:

  • Estate: bianco puro, bianco crema, bianco avorio, grigio perla, grigio ghiaccio, grigio chiaro, lilla, viola lavanda, viola chiaro, rosa chiaro, rosa confetto e rosa pastello;
  • Inverno: viola intenso, viola ametista, grigio antracite, grigio carbone; bianco puro; nero.
  • Autunno: marrone rossastro, marrone cioccolato, arancione ruggine, terra di Siena, terracotta, rosso mattone, rosso ruggine, rosso tiziano, viola melanzana e viola prugna; 
  • Primavera: arancio pesca, arancio corallo, marrone cioccolato; rosa pesca, salmone e cipria.

Tutte queste cromie sono perfette per togliere qualche anno alle mani e, insieme alla forma corretta dell'unghia (che vedremo tra poco) riescono davvero a ringiovanire la parte.

Per approfondire: Armocromia unghie: come scegliere lo smalto

I colori da evitare

Quali sono, invece, i colori che andrebbero evitati? Facendo un ragionamento generale, potremmo dire che sulle unghie over 50 andrebbero scartati: 

  • Blu e le sue sfumature;
  • Verde e le sue sfumature;
  • Giallo e le sue sfumature;
  • Argento, oro e sfumature metalliche.

Si tratta di cromie molto amate e di tendenza nelle manicure delle ragazze giovani, ma anche che tendono a invecchiare di più le mani. Argento e oro, per esempio, accentuano sia le vene sulle mani che le rughe sottili che si formano intorno alle dita.

C'è comunque da dire che colori tenui, tendenti al pastello, non sono del tutto da scartare. In ogni caso, come vi abbiamo già accennato, l'armocromia può aiutare: avete già fatto il test per scoprire la vostra stagione? Si può fare anche a casa da sole ed è un vero aiuto per individuare la palette giusta per noi e per la bellezza delle nostre mani.

Cosa deve contenere uno smalto per unghie che invecchiano?

Ma il colore non è l'unico modo per scegliere lo smalto. Quando si parla di unghie over 50 è importante anche prestare attenzione alla qualità del prodotto e agli ingredienti di cui è composto.

Ottimi gli smalti a lunga durata, dalla proprietà fortificanti, nutrienti e ricchi di ingredienti come la biotina (la vitamina H) essenziale per la salute delle unghie e per rinforzarle, così come quelli a base di vitamina B12, utile nell'assorbimento del ferro necessario per mantenere le unghie forti.

Ancora, sono perfetti gli smalti o i top coat che contengono la vitamina B9, in grado di mantenere in salute la struttura delle unghie. Inoltre meglio preferire smalti privi di sostanze tossiche e il più naturali possibile.

Come scegliere la forma dell'unghia

Per garantire alle unghie over 50 la massima resa e per ottenere un effetto ottico ringiovanito e affusolato, occorre anche scegliere la forma dell'unghia migliore. Per farlo bisogna tenere conto di tre caratteristiche principali:

  • Forma del dito;
  • Lunghezza della mano;
  • Lunghezza del letto ungueale.

Partendo da queste tre variabili, poi, occorre seguire un principio di simmetria e armonia, ricalcando il più possibile l'aspetto naturale e tenendo in considerazione anche quello che è il proprio stile di vita. No a lunghezze eccessive: le unghie a 50 anni sono già fragili e farle crescere o allungarle artificialmente può essere controproducente.

Evitiamo anche forme troppo appuntite, che possono contribuire al formarsi di traumi o a farle scheggiare più facilmente. Meglio, invece, optare per linee morbide, delicate, super femminili ed eleganti

Forme dell'unghia ideali

Le forme dalle linee morbide, infatti, ben si adattano alle mani mature donandogli un aspetto più giovane. Nel caso non aveste molte idee, rivolgetevi a un'onicotecnica professionista che vi saprà suggerire la scelta migliore. Intanto, noi vi consigliamo:

  • Forma ovale: classica e aggraziata, segue la naturale curvatura delle unghie. È adatta praticamente a tutte perché è in grado di donare un aspetto proporzionato e delicato alle mani;
  • Forma rotonda: con la bordatura più tonda, sono altrettanto versatili ma sono particolarmente adatte a chi ha unghie fragili o che si sfaldano, perché tende ad essere meno suscettibile alle rotture e alle scheggiature;
  • Forma a mandorla: nella sua variante non troppo appuntita o allungata, anche la mandorla è un ottima scelta perché raccoglie tutti i lati positivi della forma ovale e della forma rotonda e fa sembrare le unghie più lunghe e sottili.

Sarebbero invece da evitare le unghie quadrate, quelle squ-ovali e soprattutto quelle a stiletto.

CONDIVIDI: