Unghie

Unghie: le verità e falsi miti da sfatare per prendersene cura correttamente

Unghie: le verità e falsi miti da sfatare per prendersene cura correttamente
Ultima modifica 20.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Le unghie: tra verità e falsi miti, cosa c'è da sapere?
  2. Cosa sono e a cosa servono le unghie?
  3. Come sono fatte?
  4. Le unghie si possono ammalare?
  5. Le unghie invecchiano?
  6. Le unghie devono respirare?
  7. Con le unghie si può fare tutto?
  8. Anche le unghie hanno bisogno di una beauty routine?
  9. Si può fare la manicure a casa?
  10. C'è un età in cui è sconsigliato fare la manicure?
  11. La manicure con lo smalto gel è pericolosa?

Le unghie: tra verità e falsi miti, cosa c'è da sapere?

Come la nostra pelle e i capelli le unghie possono comunicare moltissimo su di noi e su quello che siamo. È anche per questo che sempre più persone danno loro tutta la rilevanza che meritano: sempre visibili, rispecchiano il nostro stato di salute e di benessere.

In più, diciamolo pure, se ben tenute e valorizzate con i colori giusti hanno un grande potere seduttivo e ringiovanente. Per tutta questa serie di ragioni, vi accompagneremo in un viaggio tra le verità e i falsi miti che le riguardano, ma prima di andare a fondo vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer, che vi permetterà di rimanere sempre aggiornate su tutte le novità di bellezza, cosmetica e benessere.

Cosa sono e a cosa servono le unghie?

Partiamo dalla prima verità: cosa sono davvero le unghie? In sostanza si tratta di produzioni cornee dell'epidermide, site sulla faccia dorsale delle ultime falangi delle dita di mani e piedi.

Questi annessi cutanei hanno una funzione specifica, ovvero quella di proteggere l'estremità delle dita, aumentando la sensibilità della parte e permettendoci una maggior precisione manipolativa della mano.

Come sono fatte?

Proseguiamo con un approfondimento: come sono fatte? Non tutti sanno che le unghie presentano una struttura ben più complessa di quello che potrebbe apparire e che si compone di parti distinte. Le principali sono:

  • La matrice ungueale, che si divide in matrice dorsale, matrice intermedia (o matrice germinativa) e matrice ventrale (o matrice sterile), e che ha il compito di generare la lamina ungueale;
  • La lamina ungueale, la parte più evidente dell'unghia e formata da più strati. La parte di lamina che si distacca dal letto ungueale sottostante prende il nome di margine libero dell'unghia, mentre la parte di lamina ungueale inserita nell'epidermide prende il nome di radice dell'unghia;
  • Il letto ungueale, si trova al di sotto della lamina;
  • Le pliche ungueali, che delimitano la lamina ungueale e che si dividono in pliche laterali plica prossimale, quella che delimita il limite prossimale visibile dell'intero apparato ungueale (e di cui fanno parte le cuticole);
  • L'iponichio, ovvero la parte (cresta epidermica) sita al di sotto del margine libero dell'unghia e che si posiziona fra il letto ungueale e la punta delle dita, agendo da barriera protettiva delle strutture subungueali da eventuali fattori esterni.

Una struttura articolata, quindi, e che come ogni parte del nostro corpo necessita di cure e attenzioni.

Per approfondire: Come proteggere e prenderci cura delle unghie. A cosa fare attenzione

Le unghie si possono ammalare?

Andiamo ora alla prima domanda cruciale: è vero o non è vero che le unghie si ammalano? Si, è vero. Alcune alterazioni delle unghie, infatti, possono dipendere da cause di natura traumatica o patologica ma anche all'uso improprio di cosmetici o detergenti aggressivi. 

La fragilità delle unghie, per esempio,  può essere un sintomo di patologie del corpo, così come può essere legata all'utilizzo di detergenti (solitamente quelli per la casa) particolarmente alcalini. Allo stesso modo, poi, le unghie possono soffrire, cambiando il loro colore naturale, sia a causa di malattie che per via dall'utilizzo di cosmetici di bassa qualità (come gli smalti per unghie).

Le unghie invecchiano?

Ma non solo. Anche l'invecchiamento gioca un ruolo fondamentale nella salute e nell'aspetto delle unghie. Con l'avanzare dell'età, infatti, esattamente come per ogni altra parte del corpo, anche le unghie subiscono dei cambiamenti.

Le principali alterazioni che si possono manifestare nelle unghie, infatti, sono legate ai normali processi d'invecchiamento del corpo e si manifestano con la comparsa di striature o scanalature verticali sulla lamina ungueale  e con un ispessimento dell'unghia stessa.

Per approfondire: Come prevenire l'invecchiamento delle unghie?

Le unghie devono respirare?

Vi sarà certamente capitato di sentire dire che le unghie devono respirare e che prodotti come gel, semipermanenti e acrilico, impediscono questo processo. No, non è vero. Le unghie, cosi per come le vediamo, non devono "respirare", anche perché la lamina ungueale, quella comunemente chiamata unghia, è un tessuto morto.

Ma attenzione, perché nonostante ci spossa sembrare strano, anche le unghie hanno bisogno di attenzioni mirate, esattamente come la pelle o i capelli. Non curando la parte più visibile, però, ma agendo sulla matrice dell'unghia, e impedendole di subire traumi.

Come? Per esempio evitando di tagliare le cuticole ma spingendole all'indietro delicatamente a protezione della matrice stessa o agendo dall'interno, tramite l'alimentazione e lo stile di vita.

Con le unghie si può fare tutto?

Un falso mito molto, molto diffuso? Quello secondo il quale con le unghie si può fare (quasi) tutto: aprire scatole, grattare superfici, fare leva per staccare qualcosa e molto altro ancora.

La verità è che non è così: le unghie non sono attrezzi da lavoro e non devono essere stressate con abitudini sbagliate. Al contrario bisogna proteggerle, non usandole come "lame" per aprire confezioni o simili e ricordando di indossare sempre dei guanti quando si usano detersivi o prodotti per la pulizia.

Anche le unghie hanno bisogno di una beauty routine?

Così come hanno bisogno di protezione, le unghie hanno bisogno di una particolare routine di bellezza che sarebbe meglio seguire. La nail care si inquadra nella più generale cura delle mani, e comprende i seguenti passaggi:

  • Idratare la parte applicando creme o oli;
  • Massaggiare le unghie (cuticole comprese);
  • Limare;
  • Non rimuovere da sole gli smalti applicati da una professionista;
  • Applicare smalti rinforzanti o nutrienti.

Ricordarsi ogni giorno di idratare la parte è fondamentale, così come applicare creme e oli e massaggiare. Questa azione in particolare ha due funzioni: da una parte nutre sia la pelle che la struttura delle unghie e dall'altra riattiva il microcircolo.

Anche limare è essenziale, perché permette alle unghie di crescere in maniera ordinata e di non incarnirsi. È da evitare invece il taglio con le forbicine, perché può creare piccoli traumi. Attenzione poi alla rimozione di smalti come il semipermanente o il gel: facciamolo sempre fare a una professionista, perché potremmo lesionare la parte superficiale dell'unghia.

L'applicazione di smalti rinforzanti e nutrienti completa la routine di bellezza, ma ricordate anche che è opportuno agire attraverso l'alimentazione, seguendo una dieta ricca di alimenti che favoriscono il benessere della parte o intervenendo con integratori appositi se necessario (e sempre solo su indicazione medica).

Si può fare la manicure a casa?

In tante si chiedono anche se l'unico modo per prendersi cura delle unghie è la manicure professionale, ma la risposta è no. Certo, è assolutamente consigliato rivolgersi a una professionista, ma possiamo prendercene cura anche a casa a patto che si seguano questi passaggi:

  • Limare le unghie;
  • Immergere le unghie in acqua tiepida e sapone;
  • Spingere indietro le cuticole (mai tagliarle, questo passaggio è meglio che lo faccia solo un'esperta);
  • Applicare un top coat o una base trasparente.

Alla fine della manicure applichiamo anche una crema ricca e massaggiamo, in modo tale da dare alle mani e alle unghie un tocco in più di di idratazione e nutrimento.

C'è un età in cui è sconsigliato fare la manicure?

Un altro falso mito assolutamente da sfatare è che la manicure non si debba più fare dopo una certa età perché le unghie sono troppo deboli o perché risulta antiestetico. Al contrario, non solo una manicure adatta all'età può rendere le unghie più forti e minimizzare le loro imperfezioni, ma con la forma e il colore giusto può anche ringiovanire le mani.

La manicure con lo smalto gel è pericolosa?

Infine, ultimo mito da sfatare: il gel non rovina le unghie, poiché come detto sopra, la lamina ungueale non è viva. Quello che però può danneggiare la parte, è l'applicazione e rimozione errata del prodotto.

Per esempio sottoponendo le unghie a una limatura eccessiva o utilizzando male la fresa sulla parte. Importante, quindi, è sempre affidarsi a professionisti certificati, che si prendano cura della unghie anche durante questo genere di trattamenti.

CONDIVIDI: