Skincare

Skincare layering per pelli mature: la giusta routine

Skincare layering per pelli mature: la giusta routine
Ultima modifica 29.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Skincare Layering: routine antiage
  2. Che cos'è questa routine di cura della pelle?
  3. Principi di stratificazione dei prodotti
  4. Gli ingredienti attivi della skincare per pelli mature
  5. Qual è il momento giusto per curare la pelle stratificando i prodotti?
  6. Gli step della routine del mattino
  7. Gli step della routine della sera

Skincare Layering: routine antiage

Prendersi cura della propria pelle significa ampliare le proprie conoscenze. Sì, perché se da una parte sappiamo che una buona beauty routine deve comprendere diverse tipologie di prodotto, dall'altra impariamo mano a mano quali sono più adatti alla nostra pelle.

Ma non è tutto qui, perché con il passare del tempo diventa anche necessario imparare qual è la corretta combinazione dei cosmetici e come applicarli in modo tale che il loro effetto si amplifichi, portando a un'azione congiunta ancora più efficace.

È per questo che oggi parleremo di skincare layering routine: sapere come stratificare sieri, creme, lozioni e principi attivi è fondamentale, specialmente se abbiamo una pelle matura. Insieme approfondiremo l'argomento, ma prima vi invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornata su tutte le novità di bellezza e benessere.

Che cos'è questa routine di cura della pelle?

Per capire cos'è la skincare layering routine basta tradurre il suo nome: routine di stratificazione per la cura della pelle. Tutti i prodotti cosmetici che utilizziamo devono dunque essere applicati uno sopra l'altro, strato dopo strato. Attenzione però, perché ciò non significa che possano essere sovrapposti a caso: al contrario, è fondamentale seguire una precisa logica.

I principi della skincare layering routine, infatti, si riconducono a quelli delle abitudini di bellezza coreane e cinesi. In questi Paesi la beauty routine è suddivisa in passaggi precisi, che non possono essere invertiti perché partono dalla pulizia profonda e arrivano al nutrimento e all'idratazione.

Principi di stratificazione dei prodotti

La skincare layering è una vera e propria filosofia del mondo beauty, che nel corso degli ultimi anni è stata abbracciata da tantissimi esperti del settore, perché dà importanza alla sequenzialità e alla sinergia dei prodotti. Si muove seguendo tre principi chiave:

  • Principi attivi;
  • Texture;
  • Tempo.

In linea generale, dunque, si procede con l'applicazione di quei prodotti che vantano la più ricca concentrazione di principi attivi per la cura della pelle, a patto però che abbiano anche una texture leggera. Le texture più ricche, infatti, devono essere applicate successivamente, perché richiedono un tempo di assorbimento più lungo. 

Il tempo è l'ultimo principio: tutte le applicazioni devono essere lente, perché occorre garantire il tempo necessario per l'assorbimento completo da parte della pelle. Si tratta di prendersi cura di sé e la fretta non è di certo una sana compagna di viaggio in questo ambito.

Per approfondire: Skincare reset: cosa è e a cosa serve

Gli ingredienti attivi della skincare per pelli mature

Abbiamo parlato di principi attivi, ed è proprio a questo punto che dobbiamo fare una doverosa digressione sugli ingredienti che non possono assolutamente mancare nella skincare layering routine per pelli mature.

Si tratta in linea di massima di sostanze antiage, che per dovrebbero essere contenute in creme e sieri e che non solo non vanno in contrasto tra loro, ma si potenziano. Si tratta di:

  • Acido ialuronico: una sostanza idratante, naturalmente prodotta dal nostro corpo, che garantisce un effetto riempitivo per le linee sottili e per le rughe che si formano sul viso;
  • Vitamina C: antiossidante, questa vitamina non solo penetra più in profondità se applicata insieme all'acido ialuronico, ma illumina visibilmente la pelle del viso rendendola più sana e chiara;
  • Niacinamide, nota anche come vitamina B3: contrasta le imperfezioni, è levigante e illuminante e contrasta anche le discromie e l'iperpigmentazione;
  • Retinolo, derivato della vitamina A: ha il merito di aumenta la produzione di cellule della pelle e di stimolare la produzione di collagene;
  • Peptidi: molecole costituite da catene di amminoacidi, stimolano la produzione di elastina e collagene.

Una volta integrati prodotti con questi ingredienti nella nostra routine di skincare, arriva il momento di stratificarli con criterio per farli agire in maniera sinergica. 

Per approfondire: Attivi skincare: come abbinarli e combinazioni da evitare

Qual è il momento giusto per curare la pelle stratificando i prodotti?

Abbiamo chiari i principi della skincare layering routine, sappiamo quali sono gli ingredienti adatti alla pelle matura... ma qual è il momento giusto del giorno per dedicarsi a questo tipo di cura "a strati"?

In realtà bisogna seguire le stesse regole della skincare di base, perché si tratta più che altro di un modo di applicare meglio e in modo più funzionale i prodotti a nostra disposizione. Di conseguenza, occorre dedicarsi a questa sia al mattino che alla sera, come da prassi, ma con delle differenze nei prodotti da applicare.

Gli step della routine del mattino

Andiamo agli step da eseguire al mattino, che possiamo riassumere così:

  • Detersione delicata;
  • Applicazione di un siero a base di acido ialuronico;
  • Applicazione di un siero a base di vitamina C;
  • Applicazione di un contorno occhi;
  • Applicazione di una crema idratante a base di peptidi di collagene;
  • Applicazione della protezione solare.

Il primo passo, dunque è quello di pulire in maniera approfondita il proprio viso, sfruttando prima un sapone delicato e non schiumogeno. Subito dopo, si dovrà applicare un siero a base di acido ialuronico. Dopo l'assorbimento, andrà poi applicato un siero a base di vitamina C.

Si può procedere, quindi, con una particolare attenzione rivolta agli occhi. Le nostre abitudini quotidiane hanno un diretto impatto su questa parte del viso, da trattare accuratamente con una crema contorno che contenga almeno uno dei principi attivi do cui abbiamo parlato.

Non mancano altro che gli ultimi due step ma, come detto, occorre dare il giusto tempo a ogni prodotto di agire sulla propria pelle. Un processo lento e metodico, che si concluderà con l'applicazione di una crema viso ai peptidi di collagene e di una protezione solare specifica per il viso, con elevato SPF e ad ampio spettro.

Gli step della routine della sera

La skincare routine serale è tanto importante quanto quella mattutina: lasciar agire degli ottimi prodotti sul proprio viso durante le ore notturne è di fondamentale importanza per il benessere della propria cute. In questo caso si procederà con:

  • Doppia detersione;
  • Applicazione di un siero a base di acido ialuronico;
  • Applicazione di un siero a base di Retinolo;
  • Applicazione di un siero a base di Niacimide;
  • Applicazione di un contorno occhi;
  • Applicazione di una crema idratante e nutriente.

Maggiore attenzione va rivolta alla detersione, così da eliminare ogni residuo di SPF, make up, impurità di vario genere e smog accumulati nel corso della giornata. Si consiglia una doppia detersione, sfruttando prima un cleanser grasso e poi un detergente a base d'acqua.

Si torna ad applicare un siero a base di acido ialuronico, una delle sostanze che rimane invariata nei due momenti della giornata. A seguito, tocca al siero a base di retinolo, che generalmente ha una texture più oleosa, e a quello a base di Niacimide, che invece tende spesso a essere gelatinosa.  Anche la sera occorre applicare una specifica crema contorno occhi e concludere con la crema viso. 

CONDIVIDI: