Skincare

Skincare e haircare notturna: come e perché farla ogni giorno

Skincare e haircare notturna: come e perché farla ogni giorno
Ultima modifica 23.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Quando prendersi cura della pelle e dei capelli
  2. Benefici della skincare routine notturna
  3. Come fare la skincare la sera?
  4. Cosa mettere sul viso la notte?
  5. Benefici dell’hair care notturna
  6. Come farla?
  7. Come non rovinare i capelli durante la notte?

Quando prendersi cura della pelle e dei capelli

Una convinzione comune, specialmente se non ci si trucca o non si usano particolari prodotti per lo styling dei capelli, è che sia sufficiente riservare attenzioni specifiche alla nostra pelle e alla nostra chioma solo una volta al giorno, ovvero al mattino. La verità è però ben diversa e, occorre precisarlo, limitare al solo risveglio la nostra beauty routine può anche causare dei danni.

Ebbene sì, si tratta davvero di un grande errore perché la pelle e i capelli nel corso della giornata vengono aggrediti da agenti esterni come smog o umidità. In più, producono sebo e cellule morte che non dovrebbero sedimentare a lungo. A ciò va aggiunto che i prodotti che si applicano al mattino non sono sempre quelli indicati per la sera.

Ecco perché è bene prendersi cura del proprio viso e della chioma anche prima di andare a dormire facendo skincare e haircare notturna. Prima di entrare nel dettaglio, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornate su tutte le novità di benessere, cosmesi, bellezza e wellness.

Benefici della skincare routine notturna

Partiamo dalla skincare: perché non dovremmo trascurarla alla sera? La prima ragione è evitare l'accumulo di impurità che a sua volta conduce a imperfezioni dovute soprattutto alla mancata pulizia.

Questo vale a prescindere dall'essersi truccate o meno perché il viso è la parte del corpo più esposta, e su di esso si depositano smog, polvere e altre particelle nocive che possono trovarsi nell'aria, e che a contatto con il sebo prodotto naturalmente possono ostruire i pori, infiammandoli. Volendo poi fare una panoramica generale, possiamo dire che la skincare notturna serve per:

Va anche detto che la pelle del viso risente enormemente dello stress accumulato durante la giornata, e una skincare routine ad hoc è necessaria per distenderla e prepararla per la notte, quando il riposo farà il resto del lavoro, rigenerandola.

Come fare la skincare la sera?

I passaggi della skincare notturna non differiscono moltissimo dalla skincare mattutina, ma occorre precisare che serve farli con maggiore lentezza, più calma e più attenzione anche per godere più a fondo dei suoi benefici rilassanti. Idealmente, i gesti di cura notturna sarebbero:

  • Rimuovere il make up: struccarsi bene è fondamentale e la sera è il momento migliore per utilizzare un olio struccante idrofilo e nutriente, che rimuove a fondo tutti gli eccessi, applicandolo con movimenti accurati, senza strofinare:
  • Detergere il viso: sulla carta sarebbe bene fare la doppia detersione, dunque usare un olio detergente e un detergente viso che, combinati, purifichino senza aggredire riuscendo a nutrire e idratare la pelle;
  • Applicare un tonico: il tonico viso non dovrebbe mai mancare nella routine notturna, perché oltre a essere utile per restringere i pori, prepara il viso a ricevere i trattamenti successivi;
  • Applicare i sieri viso: in base alle esigenze della nostra pelle si può scegliere di applicare non un solo siero ma almeno un paio, combinando accuratamente i principi attivi e dando precedenza a quelli con una texture più leggera per poi applicare quelli più ricchi e corposi;
  • Applicare una crema notte: per concludere è essenziale applicare una crema formulata appositamente per la notte, che come accennavamo presenta una consistenza più ricca rispetto alle creme da giorno. La sua corposità è da attribuirsi alla capacità di garantire un'idratazione e un nutrimento più intenso e il suo ruolo è quello di ripristinare l'idratazione della cute.

Una volta a settimana è indicatissimo usare anche una maschera notturna in tessuto, che agendo per molte ore consecutive svolge un'azione d'urto per il viso. L'ultimo step di una skincare routine notturna efficace, infine, non ha a che fare con la skincare stessa, bensì con il riposo.

Nulla come dormire bene e le ore sufficienti è infatti in grado di favorire la rigenerazione cellulare, distendere la pelle e donarle, al risveglio, un aspetto radioso e in salute.

Per approfondire: Struccarsi bene: perché è importante e come farlo

Cosa mettere sul viso la notte?

Ma quali sono gli ingredienti ideali per la skincare notturna? In realtà non esiste una sola risposta, perché molto dipende dalla propria tipologia di pelle e dall'azione che si ricerca. Un ottimo principio attivo per la notte è, per esempio, il retinolo, ingrediente dall'azione anti-age che dovrebbe sempre essere usato lontano dall'esposizione solare.

Per quanto riguarda nello specifico le creme, tendenzialmente sono consigliate formulazioni a base di niacinamide e vitamina C, che hanno un tempo di azione prolungato e dunque sono più efficaci se lasciate "indisturbate" nelle ore notturne. Ancora, possono essere utili i cosmetici a base di caffeina, un ingrediente che durante la notte lavora per ridurre il gonfiore e migliorare otticamente la zona perioculare.

Benefici dell’hair care notturna

E i capelli? Anche loro la sera meriterebbero una coccola extra. Come abbiamo detto, infatti, nel corso della giornata la chioma è soggetta alle aggressioni degli agenti esterni, che possono intaccarne brillantezza e vitalità.

Prendersene cura aiuta quindi a riparare alcuni danni e a prepararla per la notte ristoratrice.

Come farla?

I passaggi dell'hair care notturna sono semplicissimi. Partiamo però dal dire che se prima di andare a dormire si ha l'abitudine di lavarsi i capelli è fondamentale ricordarsi di asciugarli bene, perché durante la notte i capelli rischiano di essere danneggiati dall'eccesso di umidità che ristagna anche a causa del nostro status inerte. Una volta asciugata la chioma, dunque, occorre:

  • Usare una spazzola morbida per disciplinare la chioma, senza fare movimenti eccessivamente bruschi e senza manipolare o tirare le ciocche;
  • Applicare degli oli naturali che nutrano e idratino il cuoio capelluto;
  • Applicare un siero idratante o ristrutturante.

Una volta a settimana si può anche applicare una maschera idratante senza risciacquo. La regola principale in questo caso è non avere fretta ma dedicare alla procedura qualche minuto, in modo da massaggiare il cuoio capelluto e stimolare l'attività dei bulbi piliferi. La maschera agirà per tante ore consecutive e rappresenta un vero toccasana perché gli attivi al loro interno agiscono in profondità.

Come non rovinare i capelli durante la notte?

Infine, chiudiamo con alcuni consigli estremamente utili per l'hair care notturna. Innanzitutto occorre tenere presente che di notte i capelli non dovrebbero mai essere legati troppo stretti: è decisamente meglio e più salutare lasciarli liberi, in modo che non siano sottoposti a sfregamenti e stress che possono generare traumi.

Ancor più utile sarebbe raccoglierli in una cuffia notte, che evita il contatto e la frizione con il letto e il cuscino e così facendo limita l'effetto crespo e le doppie punte. In generale, poi, sarebbe bene optare per una federa in seta, ideale per tutte le tipologie di capelli perché evita la formazione di nodi, contrasta l'effetto crespo e aiuta a preservare la forma dei ricci.

Inoltre, non dimentichiamo di fare un piccolo massaggio: non solo distribuisce meglio il sebo, ma riattiva anche il microcircolo.

CONDIVIDI: