Skincare

Siero antimacchie: a cosa serve e come si usa?

Siero antimacchie: a cosa serve e come si usa?
Ultima modifica 20.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Che cos'è?
  2. A cosa serve il siero antimacchie?
  3. Cosa contiene?
  4. Come si usa?

Che cos'è?

Il siero antimacchie è un prodotto cosmetico da applicare sul viso con lo scopo di trattare ed attenuare iperpigmentazioni e discromie cutanee.

Si tratta quindi di un prodotto specifico che viene formulato con ingredienti che agiscono in maniera diretta o indiretta sulle macchie scure che si possono formare sulla pelle.

Cos'è un siero viso?

Il siero viso è un cosmetico la cui formulazione si caratterizza per la presenza di ingredienti attivi ad elevata concentrazione e dotati di diversa azione (schiarente, antietà, stimolante, ecc.), in funzione del risultato finale che si vuole ottenere.

Cosa sono le macchie scure e perché si formano?

Le macchie scure sulla pelle del viso sono aree di cute più scura, generalmente di forma tondeggiante e di dimensioni variabili che possono comparire in seguito ad un accumulo di melanina, il pigmento responsabile del colore di pelle e capelli e dell'abbronzatura.

La melanina viene prodotta da cellule specializzate (i melanociti) e poi trasferita alle cellule cutanee superficiali dove si dispone per espletare la sua azione protettiva nei confronti delle radiazioni UV. Tuttavia, a causa del naturale invecchiamento della pelle, così come a causa di un'esposizione al sole incontrollata, non protetta e/o eccessiva, produzione e distribuzione del pigmento melanico sulla superficie cutanea possono subire alterazioni, determinandone l'accumulo in alcune aeree e dando così origine alla comparsa di macchie scure, iperpigmentazioni o discromie cutanee, che dir si voglia.

A cosa serve il siero antimacchie?

Il siero antimacchie è un cosmetico specificatamente e pensato e formulato per combattere le macchie scure sulla pelle, attenuandone le visibilità e minimizzandole.

Per fare ciò, è necessario che all'interno della formula del siero antimacchie siano presenti ingredienti capaci di agire in modo mirato contro le discromie, quindi, ingredienti capaci di esercitare un'azione schiarente o depigmentante. Gli attivi cosmetici di questo tipo possono espletare quest'attività in maniera più o meno diretta attraverso differenti meccanismi d'azione, quali:

  • L'interferenza con la sintesi della melanina da parte dei melanosomi;
  • L'ostacolo del trasporto del pigmento melanico dai melanosomi agli strati più superficiali della pelle;
  • L'esercizio di un'azione esfoliante grazie alla quale è possibile stimolare il rinnovamento cellulare favorendo la rimozione graduale delle cellule superficiali nelle quali la melanina si è accumulata dando origine alle discromie.

Cosa contiene?

Ingredienti contenuti in un siero antimacchie

Come abbiamo detto, un siero antimacchie deve contenere ingredienti che siano in grado di espletare un'azione schiarente e depigmentante. Gli attivi cosmetici dotati di simili attività sono diversi; inoltre, la ricerca cosmetica è in costante evoluzione e i produttori mettono a punto e brevettano nuove molecole con l'intento di proporre cosmetici sempre più innovativi ed efficaci nella dura lotta alle macchie scure.

Di seguito, riporteremo solo alcuni esempi degli attivi che si possono ritrovare in un siero antimacchie. Nel dettaglio, fra questi ricordiamo:

  • Il retinolo: si tratta di un derivato della vitamina A capace di ostacolare il trasferimento della melanina verso gli strati più esterni della pelle, esercitando quindi un'azione antimacchia. Oltre a ciò, il retinolo è dotato di ulteriori interessanti proprietà utili per la pelle; difatti, contribuisce a rallentare la degradazione e a stimolare la sintesi del collagene, favorisce la riduzione della sintesi di sebo, normalizza la cheratinizzazione. Di contro, spesso, i prodotti a base di retinolo richiedono di essere usati la sera, poiché fotosensibilizzanti.
  • La niacinammide: anche nota come vitamina B3, la niacinamide è un altro ingrediente molto apprezzato nella lotta alle macchie scure. Anch'essa, infatti, interferisce con il trasporto del pigmento melanico dai melanociti che l'hanno prodotto alle cellule superficiali cutanee. Oltre a ciò, è dotata anche di funzione riparatrice e di un'azione sebonormalizzante.
  • La vitamina C: ingrediente ampiamente conosciuto e sfruttato per le sue proprietà antiossidanti e per favorire la sintesi di collagene, la vitamina C è un attivo molto utile anche nella lotta alle iperpigmentazioni sulla pelle del viso. Essa, infatti, è in grado di interferire con la sintesi della melanina ostacolando l'azione di un enzima implicato in questo processo, l'enzima tirosinasi.
  • L'acido azelaico: si tratta di un acido dicarbossilico saturo presente in natura all'interno di alcune piante, come ad esempio, l'orzo o il frumento. Può rientrare nella composizione di sieri viso antimacchie in quanto è anch'esso in grado di inibire l'attività dell'enzima tirosinasi, contribuendo a ridurre la sintesi di melanina, quindi il suo accumulo nelle cellule superficiali della pelle.
  • L'arbutina: è un altro attivo di origine naturale, chimicamente parlando, si tratta di un glicoside dell'idrochinone. È dotata di proprietà antiossidanti, ma anche di proprietà schiarenti. Il meccanismo d'azione è analogo a quello dei precedenti attivi: l'inibizione dell'azione della tirosinasi.
  • L'acido cogico (o kojico): è un ingrediente di origine naturale che può essere incorporato all'interno di sieri antimacchie in quanto anch'esso capace di interferire con la sintesi della melanina attraverso l'inibizione dell'enzima tirosinasi.
  • Gli esfolianti chimici: questi attivi non agiscono direttamente sulla melanina responsabile delle macchie scure, ma promuovono il ricambio cellulare favorendo l'allontanamento delle cellule cutanee superficiali all'interno delle quali il pigmento melanico si è accumulato. Fra gli esfolianti chimici maggiormente impiegati in questo senso ritroviamo gli alfa-idrossiacidi (AHA o acidi della frutta), il cui esponente più noto è senz'ombra di dubbio l'acido glicolico.

Talvolta, all'interno di un siero antimacchie, potrebbero esserci più ingredienti ad azione schiarente o depigmentante sapientemente miscelati e dosati fra loro.

Come si usa?

Come e quando si applica il siero antimacchie?

Il siero antimacchie si utilizza dopo aver deterso e asciugato delicatamente ed accuratamente la pelle, prima di applicare la crema per il viso abituale.

Generalmente, è sufficiente utilizzare poche gocce di prodotto che andranno massaggiate con cura sul viso, quindi attendere qualche minuto e procedere poi con l'uso della crema.

Molte aziende cosmetiche propongono linee specifiche per il trattamento delle macchie cutanee che si compongono di trattamenti mirati (ad esempio, peeling), siero e crema viso antimacchie. Per il corretto modo d'uso di ciascun prodotto, si raccomanda si seguire sempre le istruzioni riportate dal produttore sulla confezione o sulla scatola del cosmetico scelto.

CONDIVIDI: