Skincare

Sapone allo zolfo: a cosa serve? Come si usa?

Sapone allo zolfo: a cosa serve? Come si usa?
Ultima modifica 04.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Che cos'è il sapone allo zolfo?
  2. A cosa serve il sapone allo zolfo?
  3. Proprietà e caratteristiche
  4. Come si usa la saponetta allo zolfo?
  5. Effetti indesiderati e controindicazioni
  6. Dove comprare il sapone allo zolfo?
  7. Costo del sapone allo zolfo

Che cos'è il sapone allo zolfo?

Il sapone allo zolfo è un sapone solido ottenuto tramite la reazione chimica di saponificazione e addizionato di polvere di zolfo per uso cosmetico.

Il sapone allo zolfo unisce quindi le classiche proprietà detergenti di un sapone alle proprietà dello zolfo che rendono il prodotto finale adatto per un utilizzo specifico su pelli con problemi di impurità ed acne.

A cosa serve il sapone allo zolfo?

Grazie alle proprietà conferite al sapone dalla presenza dello zolfo, questo tipo di detergente è particolarmente utile per la pulizia di pelli impure, grasse, miste e/o a tendenza acneica.

Alcuni lo propongono anche come rimedio utile per la detersione cutanea in presenza di disturbi o malattie come rosacea, dermatite seborroica o eczemi; tuttavia, in questi casi, prima di ricorrere all'uso di una saponetta allo zolfo per pulire la propria pelle, è sempre bene chiedere il consiglio preventivo del dermatologo o del medico.

Proprietà e caratteristiche

Il sapone allo zolfo si presenta come un prodotto solido dalla consistenza compatta, di colore giallo, caratterizzato da un odore pungente e particolarmente intenso che richiama immediatamente la presenza dello zolfo, per l'appunto.

Per quel che concerne gli effetti esercitati sulla pelle, allo zolfo sono attribuite proprietà:

Tali proprietà vengono quindi attribuite di riflesso al sapone allo zolfo che, naturalmente, è anche in grado di esercitare un'azione detergente della cute.

L'insieme di queste attività può quindi rivelarsi molto utile per prendersi cura di pelli impure, caratterizzate da eccessiva produzione di sebo, imperfezioni (punti bianchi, punti neri, ecc.), acne, ecc.

Come si usa la saponetta allo zolfo?

Il sapone allo zolfo si utilizza come qualsiasi altro detergente solido. Sarà quindi necessario bagnare le mani, strofinare il sapone finché non avrà prodotto una leggera schiuma e procedere poi con la detersione del viso, naturalmente, avendo cura di evitare gli occhi. Dopodiché, risciacquare con cura con acqua tiepida e applicare una crema specifica per il proprio tipo di pelle.

Generalmente, si consiglia di utilizzare la saponetta allo zolfo una volta al giorno, preferibilmente per la detersione mattutina del viso.

Alcuni consigliano di effettuare la detersione con il sapone allo zolfo solo dopo aver dilatato i pori. Per fare ciò, si consiglia quindi di effettuare dei suffumigi con acqua calda, in modo che il vapore acqueo riscaldi e inumidisca la pelle, per poi passare al lavaggio con il sapone solido a base di zolfo.

Lo sapevi che…

Alcuni consigliano l'uso del sapone allo zolfo anche sui capelli grassi, per detergere il cuoio capelluto che produce un'eccessiva quantità di sebo. Tuttavia, questo tipo di utilizzo è sconsigliabile, poiché il sapone allo zolfo non è indicato per l'uso sui capelli che possono uscirne danneggiati.

In caso di capelli grassi, è possibile ricorrere a specifici shampoo appositamente formulati per questo tipo di problematica. In qualsiasi caso, per qualsiasi dubbio, è sempre opportuno chiedere consiglio al dermatologo, al medico o al farmacista.

Effetti indesiderati e controindicazioni

Il sapone allo zolfo viene considerato uno fra i rimedi più delicati per la cura di pelli grasse, miste, impure e a tendenza acneica, tuttavia, il suo uso non è adatto a tutti.

Nelle persone con pelle sensibile o secca, infatti, l'uso di una saponetta allo zolfo potrebbe causare irritazione, fastidio e secchezza. Ricordiamo, infatti, che una pelle grassa o impura ha bisogno di idratazione esattamente quanto altre tipologie di cute, così come può essere sensibile e mal tollerante nei confronti di alcuni tipi di prodotti. Per tale ragione, se dopo l'uso di un sapone allo zolfo dovessero comparire uno o più dei sopra menzionati effetti indesiderati o dovessero manifestarsi altri disagi o problemi, l'uso del prodotto va interrotto.

Per lo stesso motivo, è opportuno ricordare che - anche se indicato per la detersione di questo tipo di pelle - coloro che presentano una pelle mista dovrebbero prestare attenzione all'uso del sapone allo zolfo, in quanto le aree di cute normali o secche potrebbero risultare "infastidite" dall'impiego di questo tipo di prodotto. In questo caso, pertanto, se non si vuole rinunciare alla saponetta allo zolfo, un compromesso potrebbe essere quello di utilizzare il prodotto in maniera localizzata sulle aree con pelle impura e grassa (solitamente, la cosiddetta zona T del viso) e di utilizzare un altro tipo di detergente sulle restanti aree del volto.

Quando NON usare il sapone allo zolfo

Il sapone allo zolfo non deve essere utilizzato in presenza di allergia nota ad uno qualsiasi dei suoi componenti.

In presenza di patologie della pelle di qualsiasi tipo, si sconsiglia l'uso del sapone allo zolfo senza aver chiesto il consiglio preventivo del proprio dermatologo.

Dove comprare il sapone allo zolfo?

Il sapone allo zolfo è acquistabile pressoché ovunque, dai supermercati alle profumerie, in farmacie e parafarmacie, in negozi sia fisici che online.

Costo del sapone allo zolfo

Il prezzo di un sapone allo zolfo è generalmente contenuto e alla portata di tutti. Premesso che il costo può variare in funzione del marchio, del negozio o dello store presso il quale si acquista, così come in funzione della quantità di prodotto, indicativamente, una saponetta allo zolfo ha un costo medio di circa 2-9 euro per 100-200 grammi di prodotto.

CONDIVIDI: