Skincare

Rughe d'espressione occhi naso e labbra: come rimediare con la skincare

Rughe d'espressione occhi naso e labbra: come rimediare con la skincare
Ultima modifica 02.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Rughe d'espressione: come contrastarle con ginnastica e skincare
  2. Come si formano le rughe d’espressione?
  3. Tipologie di rughe d’espressione
  4. Come prevenire le rughe d’espressione?
  5. Trattamenti specifici contro le rughe di espressione

Rughe d'espressione: come contrastarle con ginnastica e skincare

Il viso è uno dei primari indicatori dell'invecchiamento. Non solo è sempre esposto a sole, vento e smog, ma anche perché è la prima cosa che viene notata di te quando incontri qualcuno.

Mettendo da parte per un secondo il naturale passare degli anni, però, è importante tenere conto anche di un'altra importante fonte di rughe: i movimenti facciali. In questo articolo parliamo dunque delle rughe d'espressione, le quali riguardano soprattutto alcune zone del viso, più soggette a "stress" di altre.

Se vuoi sapere di più su questo argomento, continua a leggere. Prima  però ti ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornata su tutte le novità di bellezza e benessere.

Come si formano le rughe d’espressione?

Le rughe sono la manifestazione naturale dello scorrere del tempo sulla pelle. Svuotandosi dei nutrienti che la mantengono liscia, compatta e turgida, essa lascia spazio ai cedimenti. Tuttavia, gli effetti del tempo non sono gli unici ad agire sulla formazione delle rughe: pensiamo per esempio alle rughe d'espressione o a quelle che si formano durante il sonno.

Nello studio "Sleep Wrinkles: Facial Aging and Facial Distortion During Sleep" le rughe non sono solo indicatori dell'età, ma anche delle abitudini derivanti dal nostro modo di dormire e dalla mimica facciale. Le rughe d'espressione si formano più facilmente sulla pelle matura. Le pressioni meccaniche da cuscino durante la notte possono aggravarle.

La mimica facciale gioca un ruolo molto importante per quanto riguarda la formazione di rughe, e la cosmeceutica moderna sceglie di concentrarsi non solo sullo scorrere del tempo, ma anche su formule mirate per contrastare il problema delle rughe d'espressione. Siccome smettere di sorridere non è un'opzione, esistono tanti metodi per prevenire, o comunque rallentare, la formazione di questi inestetismi.

Le zone più colpite dalle rughe d'espressione sono il contorno occhi, il naso e le labbra.

Per approfondire: Kobido massage: ginnastica facciale giapponese

Tipologie di rughe d’espressione

Ci sono tanti fattori che contribuiscono all'invecchiamento cutaneo e alla conseguente formazione delle rughe. Argomento di questo articolo sono le nostre abitudini facciali, come per esempio sorridere, fare smorfie, strizzare gli occhi o sollevare le sopracciglia.

Attraverso la mimica facciale comunichiamo col mondo esterno e diamo intonazione alle parole che pronunciamo. È impensabile vivere senza. Tuttavia, la mimica facciale è la principale causa delle rughe d'espressione.

Quando siamo giovani, queste rughe si manifestano al momento dell'espressione di un'emozione (quando sei arrabbiata e aggrotti le sopracciglia, per esempio, o quando sorridi e crei le rughe naso labiali) per poi sparire. Con il rilassamento della pelle matura, svuotata della sua elastina e del suo buon collagene, la pelle tende a segnarsi fino a far sì che le rughe d'espressione non lasciano segni permanenti.

Ecco alcune delle rughe d'espressione che potresti aver notato guardandoti allo specchio:

  • Le rughe orizzontali della fronte, detta anche rughe del leone o rughe glabellari. Si manifestano con la rabbia, la concentrazione o la preoccupazione.
  • Le rughe nasolabiali, verticali, partono dalla base del naso e arrivano agli angoli della bocca. Con l'età tendono a scavare solchi profondi attorno alla bocca.
  • Le rughe perilabiali, che si formano attorno alla bocca (un'altra conseguenza, per esempio, del fumo) e si sviluppano in verticale, sopra e sotto i lati delle labbra. Prendono anche il nome di rughe a codice a barre.
  • Le rughe periorbitali, che si formano agli angoli degli occhi in conseguenza al battito delle ciglia. Sono conosciute anche come zampe di gallina.
  • Le rughe tra le sopracciglia, di solito verticali, che si formano tra gli occhi, sopra al naso.
Per approfondire: Rughe d’espressione: che cosa sono e che significato hanno

Come prevenire le rughe d’espressione?

Abbiamo già detto che smettere di manifestare espressioni non è un'opzione viabile. Di conseguenza, come sempre, è necessario giocare d'anticipo ed esercitare una sana dose di prevenzione. Essa si traduce in:

  • Una routine di bellezza consolidata, con un trattamento adeguato al proprio tipo di pelle, all'età e alle necessità specifiche indicate, eventualmente, dal dermatologo
  • Un'applicazione quotidiana della crema solare, sia d'estate che d'inverno. Fattori di protezione SPF 30 o 50 proteggono la pelle dagli influssi negativi dei raggi UV.
  • Routine di ginnastica facciale per rendere la pelle più elastica e resistente alle sollecitazioni provocate dalla vita quotidiana.
  • Idratazione: bere molta acqua aiuta a combattere rughe e pelle secca.
  • Poco alcol, niente fumo.

Alimentazione, genetica e stress possono accelerare l'invecchiamento cellulare, andando a favorire la formazione di rughe, anche d'espressione.

Per approfondire: Ginnastica facciale: quanti minuti occorrono per farla bene?

Trattamenti specifici contro le rughe di espressione

Creme, sieri e schiume ricche di acido ialuronico, collagene, retinolo e vitamina C possono certamente aiutare a rallentare gli effetti delle rughe d'espressione. Questi ingredienti eccellenti, contenuti nelle creme antiossidanti più popolari, permettono di rimpolpare e ridare vigore alla pelle.

I peptidi invece sono ingredienti riparatori che rafforzano la struttura interna della pelle. Burri e maschere che li contengono, in combinazione all'acido ialuronico e oli antiossidanti, conferiscono alla pelle un aspetto definito e altamente idratato. Ingredienti emollienti e rimpolpanti, come per esempio l'olio di ricino, conferiscono elasticità alla pelle volumizzata dall'acido ialuronico e resa più tonica dai peptidi.

Il contorno occhi, nello specifico, ha sempre bisogno di una crema dedicata, trattandosi di un'area del viso molto delicata e particolarmente soggetta agli effetti del tempo.

Rivolgiti ai filler, anche quelli non permanenti, solo dopo aver discusso ampiamente dei potenziali risultati con il tuo medico di fiducia. Si tratta di soluzioni che possono essere efficaci contro le rughe d'espressione, ma è sempre meglio evitare di farvi ricorso senza prima averne discusso con un professionista che conosce la storia della tua pelle e si è fatto un'idea generale del tuo stato complessivo di salute.

CONDIVIDI: