Retinolo: quando iniziare ad usarlo

Retinolo: quando iniziare ad usarlo
Ultima modifica 31.01.2024
INDICE
  1. Retinolo: quando iniziare ad applicarlo sul viso?
  2. Cos’è il retinolo e come si usa?
  3. Quando iniziare a utilizzare il retinolo?
  4. Come usare il retinolo?
  5. Controindicazioni

Retinolo: quando iniziare ad applicarlo sul viso?

Retinolo: quando iniziare? Una domanda che si fanno spesso le donne, ansiose di provare gli effetti di questo ingrediente anti-age. Gli effetti del retinolo d'altronde sono stati riconosciuti: aiuta a combattere la comparsa delle rughe e dei segni del tempo, permette di tenere sotto controllo le imperfezioni della pelle, la produzione di sebo e le antiestetiche macchie scure.

Nonostante ciò un rimedio per la skincare che va utilizzato con consapevolezza e intelligenza per evitare problemi e andare incontro ad arrossamenti e secchezza della pelle. Scopriamo quando iniziare a utilizzare il retinolo e quali sono gli errori da non commettere per una beauty routine perfetta, ma prima vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornati su tutte le novità.

Cos’è il retinolo e come si usa?

Il retinolo è un derivato della vitamina A ed è già presente nella nostra pelle naturalmente. Viene utilizzato in numerosi prodotti beauty grazie alle sue proprietà antietà ed esfolianti. Contribuisce infatti al rinnovamento cellulare, riducendo le rughe, stimola la produzione dell'elastina e del collagene, consente di ridurre i pori dilatati e dona alla pelle un aspetto liscio e uniforme, regalando un incarnato luminoso.

Non solo: il retinolo permette anche di attenuare discromie e macchie cutanee, aiuta a controllare la produzione di sebo e a contrastare l'acne. Proprio per questo andrebbe inserito nella beauty routine, al fine di sfruttarne le infinite proprietà. 

Per approfondire: Retinolo: quanto ci mette a fare effetto?

Quando iniziare a utilizzare il retinolo?

Il retinolo andrebbe utilizzato a partire dai venticinque anni, inserendolo all'interno della propria routine anti-age. A partire da questa età infatti la produzione del collagene comincia a diminuire, dunque è necessario correre ai ripari per prevenire la comparsa delle rughe e prendersi cura della pelle.

In generale il retinolo è adatto a tutti i tipi di pelle. Per quelle sensibili è essenziale utilizzare qualche accortezza, modulando il trattamento nel corso del tempo. Per le pelli grasse il retinolo può essere un'ottima soluzione grazie alla sua potente azione regolatrice, rappresenta infatti un ottimo aiuto per ridurre brufoli e acne, eliminando le impurità.  

Questa sostanza penetra in profondità, stimolando la sintesi del collagene e aumentando l'elasticità della pelle. Il suo scopo è proprio quello di velocizzare il ricambio cellulare, innestando un circolo positivo. Come accade per moltissimi prodotti dedicati alla skincare routine, al primo utilizzo la pelle potrebbe presentare arrossamenti o secchezza: si tratta di una reazione normale, legata alla necessità di adattarsi al trattamento per godere appieno dei suoi benefici.   

Nei primi utilizzi e in caso di pelle sensibile, sarebbe meglio puntare su un prodotto con una percentuale di retinolo bassa (circa 0,1%). Al fine di istruire la pelle a tollerare la molecola, per passare poi a concentrazioni più alte.

Come usare il retinolo?

Il retinolo è un ingrediente fotosensibilizzante, ciò significa che rende la pelle molto più sensibile all'azione dei raggi UV. Per questo andrebbe utilizzato la sera, prima di andare a dormire e, se necessario, la mattina successiva, applicando poi una protezione solare con fattore 50+. I risultati si vedranno, dal primo trattamento, dopo circa 3 o 4 settimane, considerando sempre un uso costante. Il consiglio degli esperti è quello di evitare il contorno occhi, poiché – come abbiamo già spiegato – il retinolo tende a seccare la pelle che in questa zona è ancora più sottile e sensibile.

Dopo aver effettuato la doppia detersione, applica il retinolo su viso e collo. Utilizza una goccia di prodotto, evitando le labbra e il contorno occhi, poi lascia assorbire per 5 minuti. Infine applica una crema ricca per tenere la pelle idratata. Per ottenere dei risultati è fondamentale avere pazienza. Il retinolo infatti necessita di un uso costante che dovrà essere di almeno 12 settimane. La reazione dell'epidermide varia da persona a persona, in ogni caso è fondamentale evitare sempre un dosaggio troppo rapido oppure una eccessiva frequenza. Il rischio è quello di andare incontro a possibili effetti collaterali, maggiori dei benefici.

Controindicazioni

L'uso eccessivo e improprio del retinolo può provocare irritazione, rossore e secchezza. Questo derivato della vitamina A è inoltre fotosensibilizzante perciò sarebbe meglio, dopo il trattamento, non esporsi ai raggi del sole. In ogni caso gli effetti collaterali tendono a scomparire in pochi giorni, anche se chi ha una pelle molto sensibile dovrebbe, prima di iniziare a usare il retinolo, contattare il proprio dermatologo.

Per via della sua capacità di sensibilizzare la pelle inoltre il retinolo non andrebbe utilizzato con alcuni prodotti. Ad esempio il gommage, soprattutto se abrasivo e con granuli, oppure l'acido glicolico che può avere effetti irritanti, nonostante i suoi grandi benefici. Il rischio è quello di colpire la barriera cutanea dell'epidermide, rendendola ancora più sensibile e delicata.

Ricorda infine di non applicare il retinolo sulla pelle bagnata. Diversamente dai prodotti idratanti, che diventano più efficaci quando i pori della pelle sono aperti, questo trattamento tende a provocare secchezza, dunque sarebbe meglio usarlo solo sulla pelle ben asciutta e pulita.