Retinolo per acne: come agisce

Retinolo per acne: come agisce
Ultima modifica 31.01.2024
INDICE
  1. Perché il retinolo è utile per l'acne?
  2. Come agisce il retinolo per acne
  3. Quale retinolo scegliere contro l’acne?
  4. Come usare il retinolo per l'acne?
  5. Le precauzioni d’uso

Perché il retinolo è utile per l'acne?

Il retinolo per acne è una soluzione sempre più utilizzata da chi cerca un trattamento che consenta di regolare la produzione di sebo e regali alla pelle un aspetto sano e luminoso. Questo derivato della vitamina A, d'altronde, possiede moltissime proprietà. Consente di contrastare acne e pori dilatati, al tempo stesso favorisce la rigenerazione cellulare, unifica il tono e stimola la produzione del collagene. Prima di scoprire tutto sull'argomento, però, vi ricordiamo di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornati su tutte le novità.

Come agisce il retinolo per acne

Il retinolo è indicato per il trattamento dell'acne sia nella forma moderata che in quella con cisti o noduli. Non solo: può rivelarsi utile anche per rendere le cicatrici meno visibili. Questa sostanza infatti stimola la rigenerazione cellulare dell'epidermide e favorisce il rinnovamento cutaneo, riduce le cicatrici e permette di attenuare le discromie. Rafforza la naturale barriera cutanea e consente di migliorare la produzione di sebo. Aumenta la produzione del collagene e permette di contrastare le rughe e l'invecchiamento cutaneo.

Il retinolo dunque stimola il processo di cheratolisi, ovvero lo sfaldamento e la rimozione delle cellule morte, facilitando l'idratazione dei tessuti e attivando la riparazione dermica. Il trattamento dunque penetra nell'epidermide tramite le ghiandole sebacee, regalando effetti antisettici e antinfiammatori, ma soprattutto diminuendo i batteri che causano l'acne. Inoltre stimola la funzione cellulare, potando ad un aumento del collagene e delle cellule epidermiche che sono sane.

Per approfondire: Retinolo: quanto ci mette a fare effetto?

Quale retinolo scegliere contro l’acne?

Per contrastare l'acne è importante scegliere la tipologia giusta di retinolo. L'acido retinoico è quello utilizzato per la terapia anti acne, per ridurre le macchie ed eliminare le imperfezioni dell'epidermide.

Chi ha una pelle sensibile, molto delicata e sottile però dovrebbe chiedere un consulto al dermatologo, optando – se possibile – sugli esteri del retinolo, come il retinil palmitato, il retinil acetato o il retinil linoleato che possiedono un'azione meno irritante e blanda. In generale sarebbe meglio iniziare da concentrazioni basse, usando il prodotto a giorni alterni, meglio se abbinato all'acido ialuronico o ai peptidi, ottimi per combattere la secchezza e le infiammazioni.

 

Come usare il retinolo per l'acne?

Il retinolo possiede numerosi benefici, permettendo di migliorare la texture generale della pelle. Nonostante ciò è essenziale iniziare a usare questo trattamento con cautela, partendo dalle basi. Per inserire il retinolo nella tua skincare routine comincia con una bassa concentrazione. Parti con un siero oppure una crema con una bassa concentrazione intorno allo 0,1%. Questa accortezza ti permetterà di abituare la pelle gradualmente al retinolo senza provocare irritazioni o secchezza.

Utilizza inoltre il retinolo con altri prodotti: applica prima la crema idratante, poi il retinolo, infine nuovamente la crema idratante. In questo modo a poco a poco la pelle si adatterà al prodotto, consentendo di aumentare in modo graduale la concentrazione. La scelta migliore inoltre è quella di applicare il prodotto la sera. Il retinolo infatti è fotosensibile, ossia rende la pelle sensibile ai danni che vengono provocati dai raggi UV. Perciò sarebbe preferibile usarlo prima di andare a letto. Ricordati di usare anche una crema idratante e un filtro solare durante la giornata per proteggere dai danni solari la pelle.

Bisogna infine ricordare che il retinolo richiede costanza e tempo. I miglioramenti arrivano nel corso delle settimane con un uso quantitativo che potrebbe durare anche mesi. Nel corso di questo periodo, inoltre, sarà importante fare attenzione ai possibili effetti collaterali come desquamazione, rossore o secchezza.

Le precauzioni d’uso

Quando si utilizza il retinolo è fondamentale farlo con intelligenza e seguendo alcune precauzioni d'uso. Per prima cosa andrebbe evitata l'applicazione nel contorno occhi, una zona in cui la pelle è particolarmente vulnerabile e sottile. Meglio dunque testare in zone circoscritte il prodotto per verificare una eventuale reazione, scegliendo sempre una bassa concentrazione dell'attivo. Un rossore iniziare, accompagnato da irritazione, può essere normale inizialmente. Sarà invece necessario chiedere consiglio a uno specialista solamente se la pelle, settimane dopo l'inizio del trattamento, continuerà a mostrare questi segni. Le stagioni ideali per usare il retinolo contro l'acne sono l'inverno e l'autunno, due stagioni in cui l'esposizione ai raggi solari è circoscritta.

Per lo stesso motivo spesso il retinolo viene sconsigliato d'estate quando la vitamina A tende a intensificare l'effetto dei raggi UV e sensibilizza la pelle. In questa stagione – sempre seguendo le indicazioni del dermatologo - sarebbe meglio sospendere il trattamento. In generale dunque sarebbe meglio cominciare il trattamento d'inverno, meglio se di sera, applicando il prodotto prima due volte a settimana, in seguito a giorni alterni, infine quotidianamente. In alcuni casi è possibile non rinunciare al retinolo pure con l'arrivo della bella stagione.