Capelli

Quanto shampoo usare per non danneggiare i capelli?

Quanto shampoo usare per non danneggiare i capelli?
Ultima modifica 20.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Benessere dei capelli: quanto shampoo usare?
  2. Qual è la quantità giusta di shampoo?
  3. Quanto spesso dovresti usare lo shampoo?
  4. Lo shampoo è sempre necessario?
  5. Lo shampoo è dannoso?

Benessere dei capelli: quanto shampoo usare?

Quanto shampoo usare è il quesito più comune quando si parla del benessere dei nostri capelli. Il motivo principale per cui lo si usa è pulire gli accumuli e la sporcizia, quindi, se ne usiamo troppo poco, i follicoli possono ostruirsi e talvolta anche infettarsi. Ciò può causare irritazione e, in alcuni casi, perdita dei capelli. Al tempo stesso, l'eccessivo uso di shampoo e lavaggi continui può indebolire il cuoio capelluto.

Se hai i capelli molto fini, grassi o sudi regolarmente a causa dell'attività fisica, del lavoro o del clima, probabilmente avrai bisogno di fare lo shampoo ogni giorno. Tuttavia, la maggior parte delle persone non ha bisogno di uno shampoo quotidiano e il cuoio capelluto trarrà effettivamente beneficio dopo 2-3 giorni tra un lavaggio e l'altro.

Prima di entrare nel dettaglio, vi invitiamo a seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere aggiornate su tutte le novità di bellezza e benessere.

Qual è la quantità giusta di shampoo?

La quantità di shampoo da utilizzare dipende da fattori quali il tipo, la lunghezza e lo spessore dei capelli. Determinare il tipo di capelli, se secchi, grassi o misti, è importante per sapere non solo quanto shampoo utilizzare, ma anche per creare un regime efficace di cura dei capelli. Secondo i dermatologi dell'Indian Journal of Dermatology dobbiamo utilizzare:

  • Un cucchiaino (10 ml) quando i capelli sono corti e lavati regolarmente;
  • Due quarti del prodotto quando i capelli sono lunghi o non lavati con frequenza.

La regola generale, dunque, è quella di non eccedere: infatti, eccessiva schiuma non è sintomo di migliore detersione, anzi, impedisce una pulizia profonda e completa. Per quanto riguarda il numero di passate e risciacqui, una è sufficiente se i capelli sono mediamente puliti mentre, se sono sporchi, ne servono due. Non dobbiamo esagerare neanche qui, perché l'eccesso rovina sempre il cuoio capelluto, indebolendolo.

Quanto spesso dovresti usare lo shampoo?

L'American Academy of Dermatology Association consiglia di lavare i capelli una volta al giorno se hai il cuoio capelluto grasso, ma di lavarli meno spesso se i tuoi capelli sono trattati chimicamente o se hai capelli ricci o mossi. La frequenza consigliata dai dermatologi è:

  • Una noce al giorno per i capelli grassi;
  • Ogni 2-3 giorni per capelli normali;
  • Meno di frequente per i capelli trattati.

Lavare più frequentemente i capelli grassi è necessario, ma la frequenza dovrebbe essere determinata dalla quantità di olio prodotto dal cuoio capelluto di ciascuno. Se il cuoio capelluto è oleoso, potrebbe essere necessario lavarlo almeno una volta al giorno.

Se hai i capelli trattati chimicamente, potrebbero essere più secchi, quindi dovresti lavarli meno frequentemente. Invecchiando, il cuoio capelluto produce meno olio, quindi potrebbe non essere necessario fare lo shampoo così spesso. Ma se vedi delle scaglie tra i capelli, potresti non usare abbastanza shampoo. Ciò può portare alla forfora e ad altre malattie del cuoio capelluto.

Per approfondire: Pro e contro del lavare i capelli tutti i giorni: è vero che fa male?

Lo shampoo è sempre necessario?

Come la maggior parte delle domande su questo argomento, dipende dal tipo di capelli. I capelli spessi, ricci o ondulati tendono a resistere meglio con meno lavaggi, quindi in alcuni casi può essere utile evitare lo shampoo tradizionale per uno secco o semplicemente un balsamo. Invece, come già visto, i capelli più sottili o più lisci tendono a trattenere maggiormente l'olio, richiedendo lavaggi più regolari, e una maggiore quantità di shampoo. L'importante è utilizzare sempre quello indicato per i nostri capelli.

Per approfondire: Routine dei capelli: ecco perché è meglio utilizzare pochi prodotti

Lo shampoo è dannoso?

Se ti è mai capitato di ritrovarti con i capelli secchi e danneggiati dopo aver provato un certo shampoo, potresti iniziare a chiederti se sia effettivamente dannoso per i tuoi capelli. Abbiamo visto come un'applicazione errata (troppo o troppo poco) possa danneggiare i capelli. Anche gli ingredienti sbagliati possono farlo.

Dai capelli secchi alla caduta dei capelli, gli effetti negativi dei lavaggi eccessivi possono peggiorare se combinati con trattamenti chimici o coloranti.

I capelli umani sono in genere più acidi del cuoio capelluto, quindi gli shampoo dovrebbero solitamente rientrare nello stesso livello di pH, che è circa 5,5. Gli shampoo con un pH più alcalino possono causare danni alla cuticola e rottura delle fibre.

Lo shampoo può anche esacerbare le seguenti condizioni:

  • Forfora: alcuni cuoi capelluti sono sensibili agli shampoo e ai loro ingredienti più aggressivi e ciò può provocare forfora o, in alcuni casi più gravi, dermatite da contatto.
  • Secchezza: il cuoio capelluto ha bisogno dei suoi oli naturali per capelli per idratarsi e idratarsi, ma questi oli vengono spesso rimossi dagli ingredienti comuni dello shampoo come i solfati.
  • Prurito e irritazione: possono essere il risultato di un risciacquo insufficiente dello shampoo o, in alcuni casi, di una dermatite allergica da contatto.

In casi più estremi possiamo arrivare alla perdita dei capelli: ingredienti come formaldeide, dimeticone e cheratina possono eventualmente esacerbare la caduta dei capelli, soprattutto se usati in alte concentrazioni.

CONDIVIDI: