Quanti Capelli abbiamo?

Quanti Capelli abbiamo?
Ultima modifica 13.02.2024
INDICE
  1. Generalità
  2. Quanti sono i Capelli?
  3. Come sono fatti i Capelli?
  4. Crescita dei Capelli
  5. Quanti Capelli si perdono al giorno?
  6. Caduta dei Capelli

Generalità

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2021/12/03/quanti-capelli-abbiamo-orig.jpeg Shutterstock

"Quanti capelli abbiamo?" è una domanda che molte persone si pongono.

I capelli, la loro crescita e la loro cura richiamano enorme interesse; del resto, nel valutare l'aspetto di una persona, la tendenza è quella di valutare quanto sono curati i capelli, se sono puliti e se il taglio è alla moda.

Questo articolo ha la scopo di chiarire il numero di capelli presenti sul cuoio capelluto, analizzando anche quali sono i fattori che influenzano la loro quantità.

Quanti sono i Capelli?

Quanti Capelli ha una persona?

Il numero di capelli presenti in testa varia notevolmente da persona a persona, in funzione di fattori quali:

  • Età;
  • Sesso;
  • Genetica;
  • Abitudini alimentari;
  • Stile di vita;
  • Stato di salute generale.

Non è un caso che, con l'avanzare dell'età, in presenza di patologie, durante un periodo di grande stress o a seguito dell'assunzione di farmaci, la quantità di capelli presenti in testa possa diminuire.

A ogni modo, le stime più attendibili riportano che la media dei capelli presenti nella testa delle persone siano circa 100.000.

In realtà, il numero preciso di capelli differisce in base al colore degli stessi; infatti, da un'analisi più approfondita emerge che gli individui con:

  • Capelli biondi ne possiedono circa 140.000 - 150.000;
  • Capelli rossi ne possiedono circa 80.000 - 90.000;
  • Capelli castani ne possiedono circa 110.000;
  • Capelli neri ne possiedono circa 100.000.

Di tutti questi capelli presenti sulla nostra testa, il 90% circa si trova in una fase di crescita; durante tale periodo il capello si allunga mediamente di 1-1,5 cm al mese.
Dati alla mano, quindi, è possibile sbizzarrirsi in un curioso calcolo matematico: ogni anno i follicoli capilliferi di una persona producono, complessivamente, qualcosa come 15 chilometri di capelli.

Lo sapevi che...

La ricerca sembra aver evidenziato una correlazione tra colore dei capelli e spessore degli stessi: in linea generale, i capelli biondi tendono a essere più sottili di quelli castani o neri.

Quanto sono i follicoli piliferi?

Descritto in modo molto semplice, il follicolo pilifero è una sorta di sacca situata all'interno della pelle, collegata alla superficie esterna della cute attraverso un condotto chiamato colletto. 
Il compito del follicolo pilifero, in particolare del bulbo pilifero (ossia la sacca posta entro la pelle) è produrre tutte le componenti che costituiscono il capello.

Nella testa delle persone, ci sono in media 100.000 follicoli piliferi; come si può notare, questo numero è sovrapponibile al numero di capelli; ciò non deve stupire, in quanto c'è un logico collegamento tra numero di follicoli e numero di capelli.

Come sono fatti i Capelli?

I capelli sono i filamenti che crescono dai follicoli piliferi presenti situati nel derma.

I capelli sono costituite da proteine solide (cheratina in particolare) in una percentuale compresa tra il 65 e il 95% e, per il resto, da acqua, lipidi, pigmenti e oligoelementi.

Tra le proteine solide presenti nei capelli si segnala anche la melanina, la quale ne determina il colore caratteristico, diverso da persona a persona.

Funzione del Capelli

I capelli hanno diverse funzioni, alcune inaspettate:

  • Proteggono da radiazioni UV, detriti e polveri;
  • Aiutano a regolare la temperatura corporea;
  • Rappresentano un aiuto nella rilevazione delle sensazioni, questo perché i follicoli piliferi (da cui nascono i capelli) sono circondati da terminazioni nervose;
  • Identificano chi siamo (ruolo estetico).

Crescita dei Capelli

Ciclo vitale del Capello

La fasi di crescita del capello sono tre:

  • Fase di crescita (detta anche anagen): durante questa fase, il capello cresce. La crescita dura dai 2 ai 6 anni. Come detto in precedenza, tra l'85 e il 90% dei capelli presenti nella testa di una persona è in fase di crescita.
  • Fase di transizione (detta anche catagen): durante questa fase il capello cessa di crescere e il follicolo si stacca dal derma e risale verso la superficie cutanea. La fase di transizione dura 3-4 settimane.
  • Fase di riposo (nota anche come telogen): durante questa ogni attività vitale del capello esistente cessa; sostanzialmente il capello non è più vitale ed è pronto per cadere; nel frattempo, il follicolo pilifero si riattiva nuovamente, per dare vita a un nuovo capello che andrà a sostituire il precedente. La fase telogen dura circa 3 mesi.

Con l'avanzare dell'età, la durata della fase anagen si riduce; di conseguenza, la crescita del capello rallenta.

Quanti Capelli si perdono al giorno?

In una giornata normale, una persona perde dai 50 ai 100 capelli. Pertanto, non bisogna allarmarsi se si vedono capelli sulla spazzola o sul pettine; o meglio, prima di farlo, bisogna capire l'entità della caduta.

È importante segnalare che durante i mesi che vanno da ottobre a dicembre questa caduta fisiologica potrebbe intensificarsi; anche in questo caso, non bisogna preoccuparsi eccessivamente.

Altro aspetto importante da riportare è l'esistenza di condizioni quali il telogen effluvium e l'anagen effluvium, in cui la caduta dei capelli è maggiore del normale. 

Il telogen effluvium è una caduta di capelli che si verifica durante la fase di riposo del follicolo pilifero; può essere dovuta a carenze alimentari, al parto, a una perdita di peso rapida, alla febbre, a un intervento chirurgico ecc.

L'anagen effluvium, invece, è una caduta di capelli che si verifica durante la fase di crescita del follicolo pilifero; può essere dovuta a patologie autoimmuni (es: lupus eritematoso sistemico), alla chemioterapia, a medicinali quali la colchicina, alla radioterapia o ad alcune infezioni. 

Per approfondire: Quanti capelli si perdono al giorno? Quando preoccuparsi e cosa fare

Caduta dei Capelli

Un'altra causa decisamente differente di caduta dei capelli è l'alopecia androgenetica

L'alopecia androgeneticaè una condizione comune, che può colpire uomini e donne e che si caratterizza per la perdita dei capelli.

Si tratta di una malattia geneticamente predeterminata, dovuta a un'eccessiva risposta agli androgeniormoni tipicamente associati al sesso maschile, ma che in realtà sono presenti anche nelle donne (sebbene in quantità inferiori).

In base ad alcuni studi statistici, l'alopecia androgenetica riguarderebbe circa l'80% degli uomini e circa il 50% delle donne.

Alcune evidenze suggeriscono che l'alopecia androgenetica presenti una qualche correlazione con altre condizioni: negli uomini, sembra avere un qualche legame con l'ingrossamento della prostata, il diabete, l'obesità, la malattia coronarica e l'ipertensione; nelle donne, invece, sembra avere una qualche correlazione con la sindrome dell'ovaio policistico.

Negli uomini, l'alopecia androgenetica è detta anche calvizie maschile; nelle donne, invece, è nota anche come perdita di capelli femminile.

Per approfondire: Alopecia androgenetica: cos'è, cause, primi sintomi e soluzioni

Come avviene l'alopecia androgenetica?

La caduta dei capelli che caratterizza l'alopecia androgenetica segue uno schema ben preciso; tale schema è diverso da uomo a donna:

  • Negli uomini, la caduta inizia simmetricamente a livello delle tempie, per poi procedere, prima, a livello frontale e, in un secondo momento, a livello del vertice (parte superiore della testa);
  • Nelle donne, invece, la caduta si sviluppa quasi esclusivamente a livello del vertice, con tempie, area occipitale e zona frontale che rimangono perlopiù inalterate.

Il più importante sistema di classificazione usato per descrivere l'alopecia androgenetica nell'uomo è la cosiddetta scala Norwood, mentre quello impiegato per descrivere l'alopecia androgenetica nella donna è la cosiddetta scala Ludwig.

Per approfondire: Alopecia Androgenetica: scala di Norwood e di Ludwig