Capelli

Cos'è e come si usa il primer per capelli?

Cos'è e come si usa il primer per capelli?
Ultima modifica 18.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cos'è il primer per capelli?
  2. A cosa serve il primer per capelli?
  3. Quando va messo il primer ai capelli?
  4. Come si usa il primer?
  5. Cosa va messo dopo il primer sui capelli?
  6. Quanti tipi di primer per capelli esistono?

Cos'è il primer per capelli?

Un prodotto che protegge la chioma e che è l'ideale per tutte coloro che tengono al benessere della propria capigliatura: il primer per capelli è un cosmetico che crea una sorta di "abbraccio" protettivo che avvolge ogni singolo capello, rendendolo più resistente allo styling e rinforzandolo.

A cosa serve il primer per capelli?

  • Proteggere i capelli dagli effetti dannosi del calore;
  • Limitare l'effetto dell'elettrostaticità;
  • Disciplinare la chioma;
  • Rendere più facile la messa in piega;
  • Prevenire eventuali rotture.

Il primer per capelli è un prodotto pre-styling che consente di proteggere i capelli dal calore della piega e non solo. Evita infatti che i fusti vengano danneggiati da piastra e asciugacapelli, ma svolge anche delle azioni mirate per salvaguardare la bellezza e la salute della chioma.

Il primer per capelli infatti permette di creare una base ideale per ottenere capelli perfetti, sani e luminosi. Si tratta di un prodotto multitasking che consente di formare una guaina protettiva in grado di avvolgere le lunghezze.

Protegge la chioma dallo stress del calore dell'asciugacapelli, permette di aumentare la durata della piega, dona volume, idratazione e luminosità, combattendo l'effetto elettrostatico e crespo.

Quando va messo il primer ai capelli?

Applica il primer dopo lo shampoo, senza asciugare i capelli. Per quanto riguarda il processo di detersione, occorre pulire la chioma come da prassi, risciacquando shampoo, balsamo ed eventuale maschera. Subito dopo il risciacquo dovrai però procedere all'applicazione del primer, prima sulla radice (a pochi millimetri dall'attaccatura) e poi sulle lunghezze, per poi finire con le punte.

Per ottenere il massimo dei risultati applica il prodotto delicatamente, massaggiando ciocca per ciocca: in questo modo penetrerà in profondità nel capello. Non risciascquare il primer. In alternativa puoi usare il primer anche sulle lunghezze asciutte, seguendo sempre le istruzioni che si trovano sulla confezione, persino il giorno successivo allo shampoo. Alcuni primer in commercio, non a caso, sono indicati per dei retouch veloci.

Come si usa il primer?

  • Prendere una piccola quantità di prodotto (o usare con cura il vaporizzatore);
  • Assicurarsi di applicarlo dalle radici fino alle punte;
  • Massaggiare con cura;
  • Lasciare in posa;
  • Procedere con l'asciugatura o con la piega.

Come abbiamo già accennato, il primer per capelli va utilizzato sui capelli bagnati, subito dopo lo shampoo. Non occorre neanche tamponare, perché l'uso sui capelli umidi intensifica la sua efficaca. Prima di tutto prendi una piccola quantità di prodotto (oppure vaporizzala), passando il primer dalle radici sino alle punte, con cura estrema sulle lunghezze.

Massaggia delicatamente la chioma, riattivando la circolazione sanguigna del cuoio capelluto. Per un'azione migliore del primer per capelli lascialo in posa qualche minuto. Infine procedi con la normale asciugatura e la piega.

Cosa va messo dopo il primer sui capelli?

I primer di ultima generazione sono prodotti multitasking, consentono infatti di trattare il cuoio capelluto, riattivando la circolazione grazie ad attivi come il mentolo o la caffeina. Grazie alla presenza di filtri e agenti filmogeni, inoltre, protegge la chioma da agenti esterni e stress ossidativo.

Nella formulazione del primer sono presenti degli agenti filmogeni e condizionanti. Oli vegetali e burro di karitè permettono di idratare in profondità, donando alla chioma un aspetto lucente e sano, mentre gli agenti filmogeni rendono più elastici e districabili i fusti, prevenendo le rotture.

I primer per capelli dunque sono così all'avanguardia che non serve applicare altri prodotti dopo il trattamento per raggiungere lo styling desiderato. Svolge infatti la funzione di siero, termoprotettore e spray disciplinante.

Per approfondire: Termoprotettore per capelli: perché usarlo?

Quanti tipi di primer per capelli esistono?

  • Primer capelli in spray;
  • Primer capelli in crema;
  • Primer capelli in mist;
  • Primer capelli ricci;
  • Primer capelli lisci.

In commercio si possono trovare diverse tipologie di primer per capelli. A cambiare è soprattutto la formulazione che fornisce diversi effetti. Il primer per capelli spray si applica sulla chioma tamponata, procedendo poi allo styling oppure all'asciugatura naturale. Permette di evitare l'elettrostaticità e l'effetto crespo, donando luminosità e volume, ma soprattutto proteggendo dal calore.

Il primer capelli in crema si può usare prima dello styling oppure per ravvivare la piega. Estende inoltre la durata dell'acconciatura: aiuta infatti a tenere i capelli puliti per molto tempo, con meno ritocchi e meno stress su tutte le lunghezze.

Esistono poi prodotti che, al di là delle consistenze, sono studiati per adattarsi a varie tipologie di chioma. Si possono trovare, ad esempio, primer per capelli ricci oppure per capelli lisci, formulati in modo specifico per nutrire la chioma e renderla perfetta.

Se ciò che ti abbiamo detto ti è risultato utile, ti consigliamo anche di seguire il canale WhatsApp di Mypersonaltrainer per rimanere sempre aggiornato su tutte le novità di bellezza, estetica, benessere e cosmetica.

CONDIVIDI: